Come realizzare un semplice gazebo in legno con le tue mani

Sezioni dell’articolo



Molte persone sognano una piccola terrazza coperta vicino alla casa. Ma non tutti sanno da dove iniziare e come costruire un pergolato o un pergolato in legno in generale, che sarà comodo, conveniente e avrà una durata significativa. Ti aiuteremo a comprendere i principali segreti di tali edifici con esempi illustrativi..

Come realizzare un semplice gazebo in legno con le tue mani

Su quali basi mettere il gazebo

Poiché il gazebo è un edificio leggero non capitale, la base per esso ha bisogno di un edificio puramente simbolico. Tuttavia, la base deve essere abbastanza forte in modo che nel tempo la struttura non si deformi da cedimenti irregolari. E, naturalmente, il pavimento del gazebo deve essere ben ventilato, altrimenti le tavole diventeranno rapidamente inutilizzabili. Nel luogo di installazione, è consigliabile rimuovere la zolla e livellare l’area con un letto di pietrisco con uno strato di circa 10 cm.

Per la maggior parte, le basi dei gazebo sono una specie di pila-griglia. Le pile vengono utilizzate direttamente solo su terreni morbidi o con una pendenza significativa della superficie. Su terreni solidi, le pile possono essere sostituite con pilastri poco profondi, compresi quelli in muratura. O anche del tutto – pavimenta il gazebo su blocchi di grandi dimensioni.

Base delle colonne per un gazebo

Per quanto riguarda la griglia, è quasi sempre in legno e funge anche da corona inferiore del pergolato. I pilastri (piedistalli) si trovano rigorosamente sotto le articolazioni della corona: agli angoli esterni e al centro. In definitiva, il gazebo può essere relativamente facile da spostare scavando i supporti e spostandoli in una nuova posizione..

Grillage e telaio del pavimento

In primo luogo, costruiremo un telaio per pavimenti con una griglia: tagliamo pezzi di tronchi di pino 100×100 mm in base alla lunghezza delle pareti e al loro numero. Successivamente, verrà descritto il lavoro su un gazebo esagonale, ma può sempre essere reso più difficile o più semplice..

Alle estremità degli spazi vuoti, segnare le tacche verso l’interno con un angolo corrispondente al numero di vertici nella figura di base. Secondo i segni, tagliamo la barra con un seghetto di 2/3 dello spessore e tagliamo l’orlo con un’ascia.

Grillage in legno per un gazebo

All’interno della base, posizionare i raggi che collegano gli angoli al centro. Possono essere realizzati anche con lo stesso legname, anche con una tavola di 50 mm per bordo. Se il gazebo è piccolo (fino a 6 metri in diagonale), è meglio non rompere le assi in travi al centro, ma collegarle con un terzo taglio. Se il gazebo è tetraedrico, il sottosquadro, rispettivamente, viene eseguito in mezzo albero. Puoi fare diversamente preparando una base più ampia per la convergenza dei raggi, e poi fissali con piccoli fazzoletti posizionati sotto.

Assemblaggio della base per il gazebo

Assembliamo le parti, controlliamo le diagonali e otteniamo la geometria corretta, è meglio rafforzare i collegamenti per l’affidabilità con i morsetti. Eseguiamo fori da 24 mm al centro di ogni incrocio con una penna, in cui martelliamo pezzi di legno tondo di legno (una maniglia a rastrello è abbastanza adatta). Mettiamo il materiale di copertura in 2 strati sotto ogni punto di supporto e, laddove è necessario l’allineamento, aggiungiamo rivestimenti aggiuntivi.

Assemblaggio della base per il gazebo

Base a muro

La base per le pareti può essere una trave di 150×150 o 100×100 mm e anche, se è richiesto un colore speciale, tronchi scortecciati. Tagliamo i pali in 2,2–2,7 metri di altezza, mentre la qualità del taglio dei tronchi è molto importante per il loro fissaggio affidabile senza distorsioni. La connessione inferiore dei pilastri non presenta un carico significativo, è sufficiente solo per impedire lo spostamento, rendendo la connessione il più invisibile possibile.

Assemblaggio della cornice del gazebo

Pertanto, fissiamo un paio di staffe angolari in acciaio all’estremità inferiore di ogni colonna. Li posizioniamo in modo che il bordo opposto sia rivolto verso il basso e si adatti perfettamente alla superficie laterale della griglia quando il palo è in posizione. Successivamente, il telaio viene tirato insieme dalla corona superiore: le schede da 40 mm sono ripiegate piatte sulla parte superiore, tagliate, come le parti della griglia, ad un certo angolo. All’esterno, ai lati, la corona è coperta con la stessa tavola, formando una cornice con un profilo a L.

Assemblaggio della cornice del gazebo

Scherma – forma e materiale

Chiamiamo condizionalmente i suoi muri esterni, basati su colonne angolari, una recinzione del gazebo. Potrebbero anche non essere affatto pareti, molto spesso gli artigiani si limitano a un parapetto alto fino a un metro o una parvenza di uno specchio di poppa a 20-25 cm dal tetto, o addirittura lasciano aperture attraverso.

Scegli il tipo di pareti in base alle caratteristiche della vita quotidiana, la presenza di venti raffinati, il miglioramento del luogo di sistemazione, la presenza di una tenda verde sul gazebo e gli animali domestici nel cortile. Tuttavia, si può dire con sicurezza che il miglior materiale per riempire le pareti è un reticolo fatto di scandole di legno..

È abbastanza facile realizzarlo da soli, sciogliendo le schede lunghe 2 metri in strisce di 1,5-2,5 mm di spessore. Nello spazio tra i pilastri, inseriamo due travi orizzontali costituite da pannelli sottili con una larghezza di circa 70-100 mm. Un architrave si trova in fondo, il secondo – all’altezza del parapetto. Puoi attaccarli ai montanti in scanalature pre-scavate profonde 10-15 mm, usando viti o chiodi. È importante che la tavola sia inchiodata a non meno di 30-40 mm dal piano anteriore formato dai montanti.

Scherma pergola di ghiaia

Innanzitutto, inchiodiamo le prime tegole lungo i bordi, collegando le diagonali del rettangolo formato da sinistra a destra. Inchiodiamo il secondo trasversalmente al primo, al centro la connessione non è ancora rafforzata. Il bordo superiore della terza tavola è inchiodato 50–80 mm a destra della prima. Le tegole sono disposte in parallelo, ma la seconda viene inserita nel mirino dall’altro lato. Tutte le strisce, tranne le prime due, sono fissate alla barra portante superiore o inferiore.

Scherma pergola di ghiaia

Quando l’intera mesh è completa, dovrebbe essere allineata visivamente, quindi martellare un altro chiodo ai bordi di ogni binario. Le intersezioni dovrebbero essere rinforzate solo per grandi aperture. Questo può essere fatto con un normale chiodo, i cui bordi vengono quindi levigati e levigati, o con una goccia di colla a caldo. Inoltre, non sarà superfluo camminare lungo i bordi verticali della maglia con una circolare manuale per tagliare le assi lungo una linea comune..

Scherma pergola di ghiaia

Quale dovrebbe essere il pavimento nel gazebo

Vale la pena considerare solo due opzioni di genere. La prima e la più semplice è la tavola bordata, che è semplicemente inchiodata alla griglia e alle nervature diagonali. Questa opzione è consigliata se la base del gazebo non è collegata abbastanza saldamente: il pavimento darà ulteriore resistenza.

Pavimento in un gazebo fatto di assi

La seconda opzione è buona se il sistema a pavimento può essere montato indipendentemente dal telaio del pergolato. Il decking viene eseguito con un decking su pali tubolari. Tale pavimento durerà molto più a lungo, inoltre, non teme l’umidità e gli elevati carichi operativi..

Si sconsiglia vivamente di coprire il pavimento con mattoni o lastre di pavimentazione, sarà umido e freddo in bassa stagione.

Tetto e soffitto

La parte superiore del gazebo è rappresentata da un tetto a padiglione – una pendenza per ciascun bordo. Di solito le travi sono assemblate per formare una rosetta nella parte superiore, ma ciò richiede un livello adeguato di carpenteria..

Sistema di travi pergolato

Quando assemblati in una presa, i tronchi sono disposti lungo una pseudo-spirale: ogni successiva copre la precedente e si inserisce in una tacca precedentemente preparata. L’opzione è buona perché si forma un foro di ventilazione sotto il soffitto.

Come realizzare un semplice gazebo in legno con le tue mani

Il tetto senza rosone è assemblato come segue. Le travi devono essere abbattute a forma di lettera A, ma senza una giuntura in alto – solo due travi inclinate e una traversa. Devi fare una capriata per ogni coppia di angoli, cioè due per un pergolato rettangolare e tre per un pergolato esagonale. Il gioco nella parte superiore delle travi dovrebbe corrispondere al loro spessore.

Sistema di travi pergolato

Tutte le dimensioni delle travi sono uguali, ma le traverse devono essere inchiodate a livelli diversi. Per l’atterraggio sulla corona superiore, che serve per il tetto con un Mauerlat, sulle travi devono essere realizzate tacche oblique da 30 mm. Lo schema di assemblaggio è il seguente: in primo luogo, viene inserito un traliccio con la traversa inchiodata più bassa, un altro viene inserito dall’alto attraverso la fessura. Se il gazebo è esagonale, il terzo traliccio viene inserito dopo il secondo, ma lo spazio in questo caso deve corrispondere al giro delle travi.

Come realizzare un semplice gazebo in legno con le tue mani

Tra di loro, le capriate sono riunite da una cassa fatta di assi non tagliate. Una copertura del tetto può essere posata sopra di essa, oppure una base solida può essere preparata per scandole bituminose.

Come realizzare un semplice gazebo in legno con le tue mani

La questione della limatura del soffitto dipende dal fatto che il tetto si riscaldi, cioè se il gazebo è al sole e da quanto è caldo il materiale del tetto. Se il soffitto deve ancora essere orlato, le travi sono tirate insieme con travi orizzontali, a cui sono foderati il ​​rivestimento o i pannelli in PVC. Allo stesso tempo, le estremità non devono essere raffinate, perché saranno nascoste dalla corona superiore, un filetto di legno piuttosto sottile attorno al perimetro.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy