Scherhebel, piano, jointer: caratteristiche e differenze di strumenti

Per coloro che non sanno nulla della carpenteria, non c’è differenza tra uno scherhebel, un aereo e un jointer. Gli strumenti sembrano infatti molto simili e vengono utilizzati nel processo di lavorazione del legno. Tuttavia, ci sono differenze tra loro, il nostro sito di suggerimenti ti parlerà di loro.

E la scherhebel, il piano e il jointer, destinati al lavoro manuale, sono strutturalmente molto simili. Sono tutti costituiti da una suola, un ultimo, lama, viti di regolazione e due maniglie per lavorare con entrambe le mani, che fornisce la pressione necessaria dell’utensile.

Soggetto: scherhebel, piano e jointer

Importante! Il corpo degli strumenti può essere realizzato in legno o metallo. Gli strumenti di legno vengono utilizzati per la lavorazione di legno tenero, metallo – per duro.

Scherhebel in legnoScherhebel in legno

La differenza principale tra uno scherhebel e una pialla e un jointer è la lama. Nella scherhebel, è semicircolare, ovale, lasciando scanalature sufficientemente profonde e permettendo di rimuovere uno spesso strato di trucioli – fino a tre millimetri. Di conseguenza, anche l’apertura per i chip rimossi è più grande. Inoltre, Scherhebel ha un design box più stretto e più corto..

Scherhebel e aereoScherhebel e aereo

C’è anche una differenza significativa nell’angolo della lama. Nella scherhebel, raggiunge i 45 gradi, cioè si ottiene il massimo approfondimento. Il jointer rimuove i trucioli con un angolo di 13 gradi, la pendenza è minima. Pialla – con un angolo di circa 30 gradi.

Se parliamo di processi di lavorazione del legno, tutti e tre gli strumenti vengono utilizzati in diverse fasi:

  1. Lo Scherhebel è “l’artiglieria pesante”. Viene utilizzato nella prima fase della lavorazione del legno grezzo, subito dopo aver usato un’ascia e una sega, un seghetto. Con l’aiuto di esso, è impossibile ottenere una superficie perfettamente liscia, ma la preparazione per ulteriori elaborazioni avviene in modo rapido ed efficiente.
  2. L’aereo viene utilizzato dopo lo scherhebel, in linea di principio può sostituirlo, ma tutto dipende dalle condizioni del legno e dagli scopi della sua lavorazione.
  3. Un jointer è uno strumento per la finitura di un pezzo. È lui che ti consente di ottenere una superficie perfettamente liscia, rimuovendo piccoli trucioli.

Lavorare con un aereo a mano

Il jointer è molto più lungo del pialla e dello scherhebel. È destinato al livellamento di grandi superfici. La seconda caratteristica del design è la presenza di un doppio coltello. Inoltre, il coltello jointer ha un dispositivo di rimozione dei trucioli per garantire la scorrevolezza del legno dopo questa fase di finitura..

Jointer manualeJointer manuale

Importante! La larghezza della lama dello scherhebel è di 35 millimetri. E il jointer può arrivare fino a 80 millimetri. La lunghezza del blocco jointer è di 50–90 centimetri.

Dichiariamo: lo scherhebel viene utilizzato esclusivamente per la lavorazione del legno grezzo. La sua lama piccola e arrotondata fornisce la penetrazione più profonda possibile nel legno, perché sporge dal blocco di due o tre millimetri e ha una larghezza ridotta. Al contrario, l’ampia lama del jointer scivola letteralmente sulla superficie di un pezzo di legno piatto, rimuovendo le minime irregolarità. L’aereo è uno degli strumenti più versatili.

Importante! Nel laboratorio di un falegname ci saranno sicuramente uno scherhebel, un aereo e un jointer. L’uso di tutti questi strumenti ti consentirà di lavorare il legno in più fasi e con la massima qualità.

Come scegliere un aereo elettrico, il portale ha già scritto.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy