Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l’uso e la selezione

Sezioni dell’articolo



Di recente vi abbiamo parlato degli ancoranti chimici, dopo di che abbiamo ricevuto richieste da voi per maggiori dettagli. Oggi parleremo di come scegliere un ancorante chimico, come usarlo e accessori. Dopotutto, non è un segreto che per molti aspetti l’affidabilità degli elementi di fissaggio dipende dalla corretta selezione per determinate strutture di supporto e dal rispetto delle regole d’uso.

Cos’è un’ancora chimica (liquida)

Nell’edilizia, le ancore chimiche venivano dall’industria mineraria. Fu lì che fu particolarmente acuta la necessità di sviluppare un sistema di bullonatura del tetto semplice e di alta qualità per sostenere il tetto in rocce stabili. Attraverso le ancore con i distanziatori sono troppo complicate e non abbastanza affidabili, ma l’idea di incollare un’asta di metallo all’interno del foro ha messo radici molto saldamente.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Naturalmente, nella costruzione, gli ancoranti chimici sono usati per uno scopo leggermente diverso. Fondamentalmente, la necessità del loro uso è dettata dalla struttura delle strutture edilizie. Materiali come blocchi di ceramica cava, roccia guscio e calcestruzzo aerato non hanno densità e durezza sufficienti per garantire una fissazione affidabile di sottostrutture di finitura, mobili e attrezzature. Ma se i pori del materiale sono riempiti con una composizione liquida, che si indurisce nel tempo, al momento dell’accettazione del carico, il perno ha un accoppiamento quasi monolitico con il materiale da costruzione.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Le moderne ancore chimiche non sono solo un perno e un tubo di colla, i produttori sviluppano da zero tutta la tecnologia di fissaggio e forniscono al mercato soluzioni complete. Pertanto, per un lavoro più tecnologico, è possibile utilizzare spazzole e raschiatori speciali per la pulizia di fori, distributori di colla, miscelatori di composizioni bicomponenti e persino attrezzature per la perforazione. La composizione adesiva stessa viene selezionata individualmente per specifiche condizioni d’uso, incluso il materiale delle pareti. Naturalmente, tutto ciò influisce direttamente sul costo: la differenza nel prezzo delle ancore di diversi sistemi e marchi può essere fino a 10 volte.

Tipi e ambito di applicazione

Per l’uso nell’ingegneria civile, sono ampiamente utilizzati 3 tipi di ancoranti chimici. Ognuno di essi include 15-20 nomi di vari marchi, a volte si possono osservare differenze abbastanza gravi nel dispositivo e nella tecnica di applicazione.

Il primo gruppo – ancore per l’incollaggio di rinforzi e perni nel calcestruzzo. Le composizioni adesive vengono utilizzate in modo diverso: per il rinforzo, viene praticata l’inclusione di inibitori di corrosione e disossidanti, la consistenza della colla è solitamente spessa. L’asta filettata, a causa del gran numero di piccole nervature, richiede un complesso polimerico più fluido con un alto grado di indurimento. Gli ancoranti chimici per calcestruzzo si distinguono per la massima producibilità: l’arsenale di utensili speciali può contenere agenti chimici per la lavorazione di fori e rinforzi, nonché dispositivi meccanici per la pressatura del prigioniero.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Il secondo gruppo è ancore di ampolla. Di solito vengono utilizzati dove è possibile garantire un’elevata precisione di foratura e pulizia del foro. La fiala è migliore della composizione per iniezione, nel senso che non è necessario controllare il grado di riempimento. Un leggero errore nel volume libero del foro e della capsula è compensato dalla capacità dell’adesivo di espandersi durante l’indurimento. Di norma, le composizioni in capsule sono bicomponenti, l’indurente viene miscelato con la resina quando si avvita una barra filettata di design speciale. La distribuzione dell’indurente è molto uniforme, mentre l’uso di miscelatori è obbligatorio per l’iniezione dell’adesivo. Le ancore di ampolla non possono essere utilizzate in materiali in muratura come PKB, ovvero con grandi celle di orientamento verticale: la composizione scorrerà semplicemente verso il basso.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Il terzo gruppo è ancore di iniezione. La loro popolarità è dovuta alla loro versatilità: non è necessario confrontare il numero di capsule e forcine per monitorare la loro sicurezza. L’iniezione manuale della miscela è ottimale per il fissaggio di ancore in fori conici che si allargano verso il fondo. Ci sono anche degli svantaggi: oltre all’impossibilità di controllare la completezza del riempimento, la colla viene sottoposta a drenaggio sotto l’influenza della gravità. Ridurre i consumi e ottenere una distribuzione più efficiente in tutte le direzioni utilizzando boccole a maglie.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

La domanda principale è: come garantire la piena conformità delle caratteristiche dell’ancora alle condizioni e ai compiti esistenti? Il modo più semplice è studiare l’annotazione per un singolo prodotto, che indica i materiali e i tipi accettabili di strutture, dimensioni dei fori, posizione dei punti e metodo di fissaggio, intervalli di temperatura e umidità e, soprattutto, tabelle di carichi consentiti per materiali diversi. È vero, un approccio così dettagliato è necessario principalmente solo nella progettazione delle costruzioni. Per appendere uno scaldabagno di stoccaggio su una parete di blocchi di cemento, sarà sufficiente un ancoraggio universale. Attiriamo anche l’attenzione dei nostri lettori sulla durata limitata, che è particolarmente importante per gli adesivi indurenti atmosferici..

Regole di perforazione e preparazione

Esistono tre modi per realizzare fori per ancoranti chimici, due sono adatti per il fissaggio di strutture e assiemi critici. La differenza principale è che il foro per elementi di fissaggio critici è realizzato con alta precisione, garantendo così il consumo minimo di colla e la sua attenta distribuzione sul foro. In generale, il diametro del foro è 1,5-2 volte più grande dello spessore del perno, tuttavia alcuni produttori hanno altre raccomandazioni in merito..

Elementi di fissaggio irresponsabili sono utilizzati nei materiali delle pareti portanti, il cui grado di resistenza è al segno M100 o inferiore. Le caratteristiche di resistenza del materiale stesso non consentono dispositivi di fissaggio critici, pertanto il massimo che un ancorante chimico è in grado in tali condizioni è di resistere al carico statico del sistema a cerniera. I fori vengono eseguiti con un trapano a percussione convenzionale e un trapano delle dimensioni richieste. Poiché la maggior parte dei materiali di questo tipo ha una porosità estremamente elevata, la polvere viene rimossa dal pozzo soffiando aria sotto pressione – la polvere viene semplicemente intasata nei pori più profondi, riducendo la profondità di diffusione della colla. Un normale bulbo di gomma sarà sufficiente per lo spurgo, anche se molti artigiani utilizzano con successo bombole di biossido di carbonio compresso o speciali pompe manuali..

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Gli elementi di fissaggio responsabili vengono utilizzati per collegare parti della struttura di supporto: fissare le pareti del telaio a una base di cemento o quando si installano cantilever di un sistema a cerniera con un carico concentrato, talvolta dinamico, significativo. La perforazione dei fori è effettuata principalmente con il metodo non a percussione utilizzando vari dispositivi:

  1. Maschera diritta: elimina il runout del trapano e ne assicura la posizione perpendicolare rispetto alla superficie.
  2. Maschera oscillante: dopo aver superato il foro pilota con un trapano speciale, il foro viene espanso in un cono. Pertanto, la forza di strappo non viene più percepita dalla stessa cucitura della colla, una parte significativa del carico viene trasferita al materiale della parete.
  3. Trapani vuoti: semplificano la pulizia del foro e la rimozione di detriti.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Il criterio più importante che influenza la qualità dell’ancoraggio con un ancorante chimico è la pulizia del pozzo. La presenza di polvere è categoricamente inaccettabile, a causa della scarsa bagnabilità, impedisce alla colla di entrare in contatto con lo strato monolitico. Quindi, se la composizione adesiva è progettata per riempire piccoli pori nei materiali con un sistema a celle chiuse, il soffiaggio può solo aggravare la situazione. Innanzitutto, è necessario pulire il foro con una spazzola di metallo, quindi soffiare i resti di polvere fine con gas sotto pressione. Ciò elimina la possibilità che la polvere si ostruisca nei pori, che dovrebbe essere riempito di colla..

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

I fori possono anche essere lavati, cosa che viene comunemente praticata quando si preparano fori particolarmente profondi in materiali a celle chiuse. Per il lavaggio, vengono utilizzate soluzioni acquose di tensioattivi, fornendo una formazione intensiva di schiuma, che viene rimossa dai fori dall’aria compressa. Si noti che per alcuni tipi di ancore, il foro è considerato adatto per il fissaggio solo per un tempo limitato dopo la pulizia..

Commetti sequenza

Come già accennato, è molto più semplice utilizzare gli ancoraggi per fiale: quando il perno viene avvitato, una speciale sporgenza alla sua estremità mescola rapidamente la resina con l’indurente fino a renderla completamente omogenea. Ma con l’introduzione manuale, ci sono una serie di sottigliezze:

  1. Per materiali con pori di grandi dimensioni (PCB, blocco di scorie), l’uso di un manicotto in rete è assolutamente obbligatorio. Viene inserito nel foro prima dell’iniezione della colla, dopodiché la colla iniettata viene distribuita uniformemente in tutte le direzioni..
  2. Quando si inietta un adesivo bicomponente, è indispensabile utilizzare un miscelatore. È un tubo sottile, diviso da una divisione in due canali, attraverso il quale la base e l’indurente sono forniti in una proporzione rigorosamente definita. Per ogni composizione, usa un diverso tipo di mixer.
  3. Per un riempimento di alta qualità del foro o del manicotto, utilizzare distributori speciali. Spremono l’adesivo con una forza considerevole, a causa della quale l’aria viene completamente espulsa dal foro. Il riempimento con la colla deve essere effettuato per l’intero volume del foro..

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

L’inserimento del prigioniero con il metodo di iniezione dell’iniezione di colla viene eseguito manualmente; per una lunghezza superiore a 500 mm, si consiglia di utilizzare conduttori speciali con avanzamento meccanico del prigioniero con grande sforzo. Per le ancore di ampolle, il perno viene bloccato nel mandrino del trapano e inserito lentamente nel foro a media velocità.

Ancorante chimico: istruzioni dettagliate per l'uso e la selezione

Dopo aver inserito il prigioniero, la colla si indurisce, in questo momento il nucleo deve rimanere immobile. Il tempo medio di solidificazione a una temperatura di 15-20 ° C è di 30–40 minuti, a basse temperature negative il processo può durare 8-10 ore. In generale, la soglia di temperatura inferiore per l’uso di ancoranti chimici è di -5 ° C; in condizioni più fredde, l’indurimento potrebbe non verificarsi affatto. Allo stesso tempo, ci sono anche ancore speciali che possono solidificarsi a temperature e -20 ° C.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al fatto che non tutti gli ancoranti chimici forniscono un fissaggio serrato. In questo caso, a causa dell’assenza di precompressione del perno, potrebbe apparire una deformazione permanente. Pertanto, quando si fissa l’elemento incernierato, dovrebbe essere posizionato vicino al piano della struttura dell’edificio, in modo che non vi sia alcun “collo” allungante, la cui superficie non è vincolata da una forte colla. Ciò non provoca una riduzione critica della resistenza dell’intera struttura, tuttavia, in presenza di distanziali, è meglio inserirli immediatamente e serrare il prigioniero con uno sforzo di metà del limite di deformazione elastica.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy