Revisione di materiali moderni per la posa di condotte d’acqua

Sezioni dell’articolo



Questo articolo prenderà in considerazione vari tipi di tubi dell’acqua, raccordi, rubinetti, filtri e altri elementi, senza i quali è difficile immaginare un moderno sistema di approvvigionamento idrico..

Revisione di materiali moderni per la posa di condotte d'acqua

Nuovi materiali e tecnologie apparsi negli impianti idraulici negli ultimi 15 anni hanno rivoluzionato il settore. Gli artigiani corrono il rischio di rimanere inattivi, poiché i moderni tubi per l’approvvigionamento idrico sono installati in modo semplice, rapido e affidabile. Chiunque sappia lavorare con le proprie mani può assemblare un sistema di approvvigionamento idrico. Tuttavia, prima di ciò, sarà utile studiare le proprietà di vari materiali, il loro scopo, nonché i vantaggi e gli svantaggi..

Tubi di plastica rinforzata

Il tubo di plastica rinforzata è un materiale composito composto da cinque strati. Le guaine esterne ed interne sono realizzate in polietilene resistente al calore o reticolato, designato rispettivamente PERT o PEX. Al centro della struttura c’è un sottile tubo di alluminio. I restanti due strati sono uno speciale composto adesivo che lega la plastica al metallo..

Costruzione di tubi in metallo-plasticaCostruzione di tubi in metallo-plastica

I tubi in plastica rinforzata sono abbastanza resistenti al calore per essere utilizzati nei sistemi di riscaldamento e di acqua calda. La loro temperatura operativa è di 95 ° C e il loro picco è rispettivamente di 110 e 125 ° C per PEX e PERT. Con una corretta installazione e il rispetto dei parametri di temperatura, metallo-plastica può resistere a una pressione di 10-14 bar. Tutte le caratteristiche prestazionali sono indicate nella marcatura, che viene applicata a ciascun metro del prodotto. La durata dipende dalle condizioni operative e varia da 35 a 50 anni.

Tubi di plastica rinforzata PEXс-AL-PEX

Questo tipo di tubo è molto popolare per il suo peso ridotto e duttilità. Questi due fattori rendono il trasporto e l’installazione molto più semplici rispetto ad altri materiali. La plasticità consente di ridurre il numero di raccordi angolari durante la posa dell’approvvigionamento idrico: per ruotarlo è sufficiente piegare il tubo con le mani. Un metro di metallo-plastica con un diametro di 16 mm pesa circa 100 g, 20 mm – 150 ge 26 mm – 200 g, ovvero un adulto può sollevare un vano di duecento metri. Inoltre, non è necessario uno strumento speciale per assemblare un tale sistema di approvvigionamento idrico; è sufficiente un set di chiavi. Il polietilene non è suscettibile alla corrosione, non si formano depositi arrugginiti sulla sua superficie liscia, in modo che il gioco del tubo non diminuisca durante l’intero periodo di funzionamento.

Tubi di plastica rinforzata

Lo svantaggio principale della metallo-plastica è la bassa resistenza alle temperature estreme. Sebbene il suo coefficiente di espansione lineare sia molto più basso di quello dei tubi polimerici non rinforzati, la delaminazione può verificarsi con bruschi cambiamenti di temperatura, che ridurranno significativamente la durata. Il guscio esterno è sensibile alle radiazioni ultraviolette, quindi l’uso di metallo-plastica per la guarnizione esterna è possibile, ma indesiderabile. Sotto i raggi del sole, lo strato superiore perde la sua elasticità, diventa coperto di crepe e collassa gradualmente. La posa nascosta e sotterranea è consentita solo con l’uso di giunti permanenti o un pezzo unico.

Raccordi a compressione

Per il metallo-plastica, i più popolari sono i raccordi a compressione, in cui l’estremità del tubo è fissata con un anello diviso (pinza), che lo blocca attorno al raccordo. Il serraggio avviene mediante un dado speciale e la tenuta della connessione è garantita da anelli di gomma.

Raccordo a compressione per tubi in plastica rinforzata

Il vantaggio principale di tali raccordi, che è diventato il motivo della loro popolarità, è la loro facilità di installazione. Come già accennato, questo non richiede strumenti speciali: per stringere il dado a crimpare, qualsiasi chiave della dimensione appropriata farà. La connessione è quindi rimovibile, sebbene di solito sia necessario cambiare gli O-ring prima di riutilizzarli. Esiste anche una versione relativamente nuova del raccordo a compressione – Eurocone – realizzata in stile americano. Il suo capezzolo e il corpo sono parti separate, che sono collegate con un dado a crimpare. Questo design semplifica lo smantellamento dei sistemi metallo-plastica e spesso evita danni alle guarnizioni..

Eurocone per tubi metallo-plastica

Gli svantaggi dei raccordi a pinza sono la connessione rimovibile a costi relativamente elevati e il fatto che gli anelli di gomma piuttosto sottili sono responsabili della tenuta. In condizioni di sbalzi di temperatura, possono perdere elasticità e smettere di affrontare il loro compito. Per questo motivo, raccordi di questo tipo non vengono utilizzati per condotte idriche chiuse. Inoltre, dopo il primo anno di funzionamento, si raccomanda di stringere i dadi, anche se la necessità è piuttosto controversa. Come risultato della spremitura, il tubo e la pinza sono deformati, a causa dei quali la resistenza e la tenuta della connessione dopo alcuni mesi è tale che non si osserva alcuna perdita, anche se il dado viene svitato.

La durata dei raccordi a compressione dipende dalle condizioni operative e dalla qualità del materiale. I prodotti di bassa qualità sono caratterizzati da dadi sottili, che spesso esplodono quando vengono serrati. Se non c’è nulla da confrontare – presta attenzione alla marcatura. Dovrebbe essere chiaro e numeri e lettere non dovrebbero andare oltre il limite. L’interno di un buon raccordo è a forma di imbuto, che riduce la resistenza al flusso e riduce il rumore dell’acqua che scorre. È meglio spendere soldi e acquistare tubi e raccordi di alta qualità che dureranno per più di una dozzina di anni piuttosto che riparare le perdite di tanto in tanto, soffrire di rumori inutili ed eliminare le conseguenze delle alluvioni.

Raccordi a pressare

In base alla progettazione, un raccordo a pressa assomiglia a uno a compressione, solo al posto di un dado e una pinza vi è un manicotto sottile in acciaio inossidabile, che viene utilizzato per aggraffare il tubo. È impossibile smontare tale connessione senza danneggiare la manica. I raccordi a pressare sono più affidabili dei raccordi a compressione, ma meno popolari. Il motivo è che a costi quasi uguali è necessario uno strumento speciale per la loro installazione: una pressa. È anche auspicabile che il profilo a crimpare sia conforme alle raccomandazioni del produttore. In queste condizioni, un giunto saldato è più attraente, poiché il costo del materiale è molto inferiore..

Raccordi saldati

La tecnologia di saldatura, precedentemente disponibile solo per tubi polimerici, è stata recentemente applicata a metallo-plastica. I raccordi speciali sono realizzati in polietilene resistente al calore e metallo. Possono essere usati solo con un tubo pert-al-pert e non sono adatti per pex-al-pex. In apparenza, la novità è simile ai soliti raccordi per tubi in polipropilene e si differenzia da loro solo in presenza di un inserto in ottone o alluminio all’interno. La saldatura viene eseguita con un apparecchio convenzionale, ma con ugelli speciali. La connessione monopezzo garantisce l’assenza di perdite, che a un prezzo relativamente basso degli accessori promette loro un buon futuro.

Raccordi saldati per tubi multistrato

Saldatura di tubi in metallo-plastica

Raccordi a pressione

Fino a poco tempo fa, il montaggio di un impianto idraulico senza l’uso di strumenti sembrava irrealistico. Tuttavia, le nuove tecnologie lo hanno reso possibile. Il processo di installazione dei raccordi a pressione, o PUSH-FIT, è il seguente: il tubo calibrato viene inserito in un movimento nel manicotto di ricezione in modo che la sua estremità appaia nel foro di ispezione. All’interno, è rigidamente fissato con una pinza e anelli di gomma sigillano la connessione, rendendola stretta. Se necessario, la connessione può essere facilmente smontata e riassemblata.

Raccordo a pressione per tubi in metallo-plastica

Ovviamente, ci sono enormi risparmi nel tempo di lavoro quando si utilizzano raccordi a pressione. Tuttavia, sono ancora usati abbastanza raramente e la loro prospettiva è molto vaga. L’affidabilità richiesta di tale connessione può essere raggiunta solo se tutte le parti sono fabbricate e assemblate con elevata precisione, il che implica un costo considerevole. Il prezzo di questo prodotto è molto più alto di quello di un analogo di compressione, ma per l’installazione in luoghi difficili da raggiungere, i raccordi a pressione possono diventare insostituibili.

Tubi e raccordi in plastica

Il polimero più comune utilizzato nell’impianto idraulico è il polipropilene. Viene utilizzato per realizzare tubi per fognature, approvvigionamento idrico, nonché raccordi a presa e saldati. In termini di resistenza al calore, non è inferiore al polietilene di grado PERT ed è significativamente superiore al PVC. Particolarmente degna di nota è la modifica relativamente nuova di questo materiale: il polipropilene tipo 3 (PPRC), che presenta un’elevata resistenza agli sbalzi di temperatura e non emette sostanze nocive sotto l’influenza di una fiamma libera..

Installazione di tubi in polipropilene

I tubi di plastica, indipendentemente dal materiale, sono contrassegnati come segue:

  • PN10 – solo per acqua fredda;
  • PN20 – per acqua fredda e calda (può avere rinforzo in fibra di vetro);
  • PN25 – rinforzo in alluminio per fornitura di acqua calda e sistemi di riscaldamento.

Inoltre, una striscia longitudinale blu viene applicata ai prodotti per acqua fredda e una striscia rossa per acqua calda.

Saldatura di tubi in polipropilene

Il grande vantaggio dei tubi di plastica è la possibilità di installarli usando la saldatura per diffusione. In questo caso, tutti gli elementi adiacenti devono essere realizzati con lo stesso materiale. La connessione è monopezzo e assolutamente sigillata, che consente di creare sistemi di approvvigionamento idrico nascosti. Per i prodotti in PVC, è anche consentito l’uso di adesivi speciali.

Unire i tubi di plastica con la colla

Lo svantaggio dei tubi polimerici è la mancanza di plasticità. Sono prodotti in lunghezze di 4 metri, il che crea alcune difficoltà durante il trasporto e aumenta la quantità di rifiuti durante il montaggio. Poiché il tubo non può essere piegato, è necessario utilizzare un numero maggiore di raccordi rispetto al metallo-plastica. Di conseguenza, anche i termini di lavoro aumentano..

Raccordi per tubi in polipropilene

Qualche parola sugli accessori. Sono tutti in plastica e combinati. I primi sono usati per collegare i tubi tra loro e sono fatti dello stesso polimero del tubo stesso. Questi ultimi sono necessari per ancorare gli elementi in plastica del sistema di approvvigionamento idrico con quelli metallici, per i quali hanno un inserto filettato timbrato.

Tubi di acciaio

Nel cablaggio interno, i tubi in acciaio vengono utilizzati sempre meno a causa della loro breve durata, installazione che richiede tempo e peso elevato. Il loro principale nemico – la corrosione – appare dopo 5-7 anni di attività. La superficie interna inizia a crescere con la ruggine, il che porta a una diminuzione della produttività. Inoltre, a causa dell’elevata conduttività termica dell’acciaio, si formano delle condense sulla superficie dei sistemi di acqua fredda, che innescano il processo di corrosione all’esterno..

Riscaldamento della casa con tubi d'acciaio

I tubi in acciaio inossidabile sono privi di questo inconveniente. Ma, nonostante la vita di servizio quasi centenaria, vengono utilizzati raramente, principalmente a causa del prezzo elevato. Un’alternativa più economica all’acciaio inossidabile è l’acciaio zincato. I tubi con un rivestimento protettivo durano più a lungo dei tubi convenzionali e non sono molto più costosi.

Tubi in acciaio inossidabile per riscaldamento

Il vantaggio principale dei tubi in acciaio è la loro elevata resistenza, che consente loro di resistere a pressioni elevate e carichi esterni. In alcuni casi, ciò li rende indispensabili per la posa di sistemi sotterranei ed esterni. Vale la pena menzionare il coefficiente di espansione lineare, che è molto più basso per l’acciaio che per i polimeri e la metallo-plastica.

Raccordi per tubi in acciaio

Per il collegamento permanente di tubi in acciaio, vengono utilizzati raccordi filettati di varie nomenclature. In questo caso, la sigillatura viene ottenuta utilizzando vari materiali di tenuta. Per mezzo di raccordi filettati, è possibile non solo collegare due sezioni diritte dell’alimentazione idrica, ma anche eseguire una svolta, passare a un diametro diverso, ramificare e anche allungare il tubo. Per collegare vari dispositivi e facilitare lo smantellamento del sistema, vengono utilizzati tergipavimenti e le cosiddette donne americane.

Raccordi per tubi in acciaio

Nei casi in cui non è possibile tagliare o saldare filetti durante le riparazioni, è consentito utilizzare raccordi a compressione – GEBO e selle – come misura temporanea. Gebo è costituito da un corpo, un dado a crimpare, una pinza, una guarnizione e un manicotto affusolato. Il tubo è fissato all’interno del corpo da un anello a pinza e il collare affusolato assicura tenuta. Fornito una corretta installazione e materiali di buona qualità, il pacchetto è piuttosto denso, ma la resistenza alla trazione del giunto lascia molto a desiderare. Quindi utilizzare i raccordi gebo con estrema cautela..

Raccordi Gebo

La sella è una maglietta divisa in due pezzi. Uno di questi ha un ramo con un thread esterno o interno. La struttura è fissata al tubo con bulloni di serraggio, come una fascetta. Le guarnizioni di gomma sono usate per sigillare.

Sella per tubo d'acciaio

Valvole e filtri di intercettazione

Come elementi di bloccaggio del cablaggio di approvvigionamento idrico interno all’appartamento, vengono solitamente utilizzati accoppiamenti di valvole a sfera a passaggio totale. Sono disposti in modo abbastanza semplice: all’interno del corpo è presente una sfera d’acciaio con un foro per il passaggio medio, che è un otturatore. Ci sono selle ad anello su entrambi i lati, che forniscono una stretta sovrapposizione. Di solito sono fatti di fluoroplastico. Per il controllo c’è una maniglia su un mandrino collegata a una palla.

Valvola a sfera

Questo design ha innegabili vantaggi rispetto alle gru a vite. Innanzitutto, è semplicità e affidabilità. Le selle in PTFE mantengono la loro elasticità e forma per lungo tempo e mostrano anche un’elevata resistenza all’abrasione. La sovrapposizione rimane ermetica per decenni, mentre le guarnizioni delle valvole a vite richiedono frequenti sostituzioni. Il secondo vantaggio è l’eccellente larghezza di banda. Il foro nella sfera e il lume del tubo collegato hanno un diametro quasi uguale, quindi non ci sono restrizioni locali.

Valvola a sfera con americano

Le valvole a sfera sono spesso disponibili in combinazione con un filtro americano (diritto e ad angolo) o filtro. La prima opzione è molto popolare perché semplifica l’installazione e consente di risparmiare tempo di lavoro. I meriti della seconda combinazione sono controversi. Con gli stessi vantaggi, ha uno svantaggio: in caso di malfunzionamento di un dispositivo, l’intera struttura dovrà essere sostituita. Per i tubi di plastica, le valvole a sfera sono prodotte da vari polimeri, che possono essere saldati direttamente al sistema di approvvigionamento idrico, senza raccordi inutili.

Valvola a sfera in polipropilene

Filtri a maglie

La combinazione di valvole di intercettazione e filtro è apparsa per un motivo. La qualità dell’acqua nei nostri sistemi di acqua calda e fredda è estremamente bassa. Oltre ai sali disciolti, contiene sabbia, ruggine e altre impurità solide, che accelerano l’usura di tutte le parti della tubazione e degli impianti idraulici. Piccole particelle intasano rapidamente gli sparger del miscelatore, mentre particelle di grandi dimensioni possono bloccare completamente il passaggio di un raccordo da mezzo pollice, un tubo flessibile o danneggiare il contatore dell’acqua. Pertanto, immediatamente dopo il dispositivo di spegnimento, si consiglia di installare un filtro grosso (pozzetto).

Filtro per acqua grossolana

Molto spesso, vengono utilizzati collettori di fango a maglie convenzionali, grazie alla loro semplicità di design e basso costo. Come suggerisce il nome, l’elemento filtrante al loro interno è una maglia fine fatta di filo inossidabile. Il corpo può essere in metallo o in plastica. Sono inoltre disponibili filtri con valvola di scarico per facilitare la manutenzione. Ti consente di pulire facilmente e rapidamente la rete da piccole particelle di contaminazione, ma se entrano grandi pezzi di ruggine, la rete dovrà comunque essere rimossa e lavata a mano.

Lavare la coppa

Tubi di alimentazione dell’acqua

Molti apparecchi idraulici sono collegati alla rete idrica mediante un tubo flessibile. Ad esempio, se si desidera smorzare le vibrazioni o compensare l’espansione lineare. Pertanto, il set di lavatrici comprende sempre tubi e i produttori di scaldabagni spesso li mettono in anticipo sull’uscita dell’acqua calda. I tubi flessibili sono anche tradizionalmente utilizzati per collegare rubinetti e servizi igienici..

Linea di galleggiamento flessibile

I tubi sono realizzati in vari materiali: gomma, polimeri, silicone e persino acciaio (tubi a soffietto). Per una maggiore resistenza, possono essere rinforzati con una treccia metallica o un cavo in tessuto. La terminazione del tubo è disponibile in due versioni: dado-dado o dado-raccordo. È collegato alle ghiere più o meno allo stesso modo dei tubi con raccordi a pressare: il tubo viene inserito in un manicotto e aggraffato con un manicotto in acciaio.

Tubi a soffietto per acqua

È questa connessione il punto debole del prodotto, poiché ha una bassa resistenza alla trazione. Un tubo di bassa qualità può essere estratto dal supporto mediante alta pressione o colpo d’ariete. Un altro svantaggio è una breve durata, che è molto inferiore a quella di qualsiasi tipo di tubo.

Tubi flessibili per acqua

I vantaggi dei tubi sono flessibilità e facilità di installazione. I dispositivi collegati con il loro aiuto possono essere spostati senza disconnettersi dalla rete idrica, anche se per una distanza limitata. Questo sarà molto utile se devi spostare la lavatrice o il lavandino..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy