Fossa settica ad anello di cemento: tipi, pro e contro

Sezioni dell’articolo



Il problema del trattamento delle acque reflue nelle abitazioni può essere considerato quasi risolto. Le stazioni di pulizia locali svolgono un ottimo lavoro con questo, la soluzione più efficace ed economica è una fossa settica fatta di anelli di cemento, la cui installazione può essere eseguita da appaltatori di terze parti e su base chiavi in ​​mano..

Fossa settica fatta di anelli di cemento

Dispositivo dell’impianto di trattamento

A differenza di un pozzo nero, in una fossa settica, il trattamento delle acque reflue viene effettuato non solo secondo il principio di filtrazione, ma anche mediante meccanismi biochimici. Nei sistemi più avanzati, la pulizia avviene in più fasi, ognuna con diversi tipi di batteri che trattano diversi tipi di contaminanti. Ciò richiede che la fossa settica dagli anelli sia multicamera, mentre gli scarichi devono spostarsi da un contenitore all’altro in modo naturale o forzato..

Pertanto, abbiamo una struttura formata da due o tre pozzi verticali di anelli di cemento. I serbatoi possono avere un volume diverso, che viene eseguito per il corso ottimale del ciclo di pulizia, a seconda della natura delle acque reflue. I serbatoi sono collegati tra loro da tubi di scarico situati a diversi livelli, ciascuno successivo si trova al di sotto del precedente nella direzione di movimento delle acque reflue trattate.

Schema di una fossa settica fatta di anelli di cemento Schema di una fossa settica fatta di anelli di cemento: 1 – tubo di ingresso delle acque reflue; 2 – tee; 3 – vasca di decantazione primaria; 4 – aerotank; 5 – pozzo di drenaggio; 6 – Tubo HDPE O110; 7 – Tubo in HDPE O70; 8 – pietrisco (ghiaia)

La rimozione della maggior parte dei contaminanti avviene nella camera iniziale, chiamata chiarificatore primario. Qui, le frazioni solide si depositano, formando uno strato di fango di rifiuto sul fondo. Le particelle più leggere partecipano alla reazione di decomposizione, formando la maggior parte dei fanghi attivati. I batteri che lavorano in questa fase sono prevalentemente classificati come anaerobici, pertanto l’aerazione non viene eseguita nel serbatoio di sedimentazione primario..

Fossa settica fatta di anelli di cemento

Quando il livello del liquido nella coppa sale al tubo di troppo pieno, il fango attivato scorre in una seconda camera, a volte chiamato serbatoio di aerazione. Per evitare che la sospensione di masse grasse sulla superficie entri nell’ulteriore ciclo di pulizia, nella coppa l’uscita del tubo viene abbassata e abbassata approssimativamente a metà dell’altezza del pozzo. I fanghi attivati ​​all’uscita del chiarificatore primario possono essere elaborati in diversi modi. Se la seconda camera è un serbatoio di aerazione, i fanghi sono saturi di aria all’interno, a causa della quale si sviluppano con successo colonie di batteri aerobici, che elaborano i resti di particelle solide. Inoltre, le camere a valle possono funzionare secondo il principio dei chiarificatori secondari: anche nel caso della lavorazione anaerobica, la pulizia graduale offre risultati eccellenti. L’unica differenza è che dal serbatoio di aerazione esce acqua chiarificata inodore, che può essere scaricata nel terreno aperto, mentre le acque reflue della vasca possono essere scaricate solo nel campo di filtrazione o in un pozzo di drenaggio..

Numero e volume delle camere

La principale differenza tra fosse settiche fatte di anelli di cemento è il numero di camere e la loro capacità. Il fattore principale che determina il volume dei pozzi è il carico previsto sull’impianto di trattamento. Durante la progettazione, le prestazioni di una fossa settica sono determinate principalmente in base al numero di persone che vivono e al consumo medio di acqua. La norma è considerata come 150-200 litri di acqua al giorno per persona, è possibile stabilire indicatori più precisi in base alle letture del contatore.

Si ritiene che la capacità totale di tutte le camere non dovrebbe essere inferiore al volume dell’assunzione di effluenti per tre giorni. È ancora meglio se viene fornita la possibilità di uno scarico salvo per l’impianto di trattamento: in questo modo l’acqua avrà il tempo di chiarire efficacemente, mentre la fossa settica non avrà paura di un flusso una tantum di una grande quantità di acque reflue. La riserva di volume in tali casi dovrebbe essere almeno doppia.

Fossa settica fatta di anelli di cemento

Il numero di camere dipende dall’assunzione giornaliera di acque reflue e dal metodo di trattamento. Per la lavorazione anaerobica, il numero di camere aumenta in proporzione al carico: fino a 1 m3 un pozzo è sufficiente, se il flusso supera i 5 m3, quindi ne sono necessari almeno tre. Se gli scarichi passano attraverso il serbatoio di aerazione, ne viene aggiunto un altro al numero totale di camere – per la pulizia aerobica e il suo volume non deve essere inferiore a quello di ogni successivo.

Fossa settica fatta di anelli di cemento

Tradizionalmente, tutte le fosse settiche hanno la stessa capacità, ma ci sono eccezioni. Ad esempio, con diverse altezze di pozzi, una fossa settica può essere posizionata su un pendio o bypassare i disturbi negli orizzonti delle rocce sedimentarie. Inoltre, con una bassa densità di effluenti, il chiarificatore primario può essere ridotto per il bene di una maggiore capacità della seconda e terza camera, dove i rifiuti sono più e viceversa: con un’alta densità di rifiuti, è meglio dare priorità alla capacità del chiarificatore primario.

Vincoli idrogeologici

C’è una ragione per cui le fosse settiche hanno il fattore forma delle strutture sotterranee. Oltre al fatto che questa opzione non richiede il pompaggio forzato delle acque reflue, l’assenza garantita di esposizione alla luce solare e le basse temperature in inverno. Tuttavia, il collocamento sotterraneo di COV presenta una serie di sfide..

Una fossa settica è una serie di contenitori sigillati che vengono azionati dalla forza di Archimede. Se la viscosità dell’ambiente cambia nel tempo, il che può verificarsi quando si innalza il livello delle acque sotterranee o si installa una fossa settica dagli anelli in terreni instabili, i contenitori possono essere spremuti solo per il motivo che la loro densità di massa specifica è inferiore a quella del suolo. La situazione è aggravata nelle regioni con esposizione prolungata al gelo: per mantenere una temperatura accettabile nei serbatoi di sedimentazione, il COV deve essere approfondito sempre di più, mentre la sua zona superiore rimane priva di liquidi e il rapporto massa-volume diminuisce.

Fossa settica fatta di anelli di cemento

In tutta onestà, va notato che le strutture in cemento a questo proposito sono meno vulnerabili alle fosse settiche convenzionali a causa del maggior peso della struttura. Tuttavia, gli esperti nella progettazione di strutture sotterranee raccomandano fortemente di ancorare i serbatoi, aumentandone il peso o collegandoli rigidamente a una base comune, rappresentata da una lastra di cemento armato di grande sezione trasversale.

Un altro problema associato alle acque sotterranee è la probabilità di inondazioni di una fossa settica o, al contrario, infiltrazioni incontrollate di acque reflue non specificate nel terreno. Questo problema può essere risolto solo se viene eseguita un’impermeabilizzazione completa. A differenza dei contenitori in plastica del corpo, che sono garantiti per essere sigillati, le strutture in cemento prefabbricato richiedono una sigillatura di alta qualità delle giunzioni tra gli anelli, l’uso di prodotti in cemento armato con blocchi, nonché l’uso di moderni sistemi di penetrazione e impermeabilizzazione del rivestimento.

Anelli di cemento

Fossa settica attiva e passiva

Quando si usano metodi di purificazione biochimica aerobica, non solo il design della fossa settica stessa diventa più complicato, ma anche il grado delle sue attrezzature tecniche. Le fosse settiche attive sono quelle strutture di trattamento in cui il movimento delle masse di rifiuti viene eseguito da pompe fecali o di fanghi. Una tale modalità di funzionamento è estremamente necessaria per la pulizia aerobica, perché a causa della cottura dei fanghi attivi nella parte inferiore, i batteri semplicemente smettono di fare il loro lavoro e talvolta persino avvelenano l’intero volume della camera con prodotti di decomposizione e distruggono l’intera colonia..

In media, le fosse settiche attive consumano circa 50-70 W per ogni m23 volume di lavoro. Oltre alle pompe di trasferimento, il kit di attrezzatura tecnica VOC comprende anche un compressore con un sistema di canali e un’unità di automazione. In generale, l’aumento del prezzo dovuto alle apparecchiature elettriche può essere circa il 20-25% del costo di costruzione delle camere stesse, tuttavia, a causa dell’intensificazione del ciclo di pulizia, la fossa settica può avere un volume di lavoro più piccolo, quindi gli investimenti aggiuntivi sono spesso pienamente giustificati.

Fossa settica in cemento attivoFossa settica in calcestruzzo attivo: 1 – compressore; 2 – aeratore a membrana; 3 – cavo; 4 – galleggiante; 5 – pompa di drenaggio; 6 – diffusore tubolare (aeratore)

Naturalmente, con il metodo forzato di spostamento delle acque reflue, non è necessario disporre le camere delle fosse settiche in una cascata per garantire il trabocco gravitazionale del liquido. Grazie a ciò, viene eliminato l’uso irrazionale del volume dei chiarificatori secondari ed è esclusa la probabilità di un movimento inverso delle acque reflue. Tuttavia, i COV elettrificati richiedono un attento monitoraggio e manutenzione..

Manutenzione e cura

Sarebbe irragionevole considerare il processo di pulizia della fossa settica come completamente privo di sprechi. Come risultato del chiarimento dell’acqua in modo biochimico, si forma una certa quantità di particelle solide che non possono essere processate dai batteri. Per le fosse settiche anaerobiche attive, la percentuale di rifiuti può raggiungere il 3-5% del volume totale dell’effluente passato attraverso il COV. Per le fosse settiche passive, questa cifra è leggermente più alta e può raggiungere il 7-8%.

Lo smaltimento dei fanghi trattati viene effettuato dalle macchine del pozzo nero, ma ciò deve essere fatto meno spesso rispetto a quando si fa funzionare un pozzo nero. Allo stesso tempo, in fosse settiche attive, è possibile utilizzare una pompa per pompare rifiuti, ad esempio, in un pozzo di raccolta o in una fossa di compost. L’idoneità dei fanghi trattati all’auto-smaltimento o all’uso come fertilizzante è determinata dalla natura delle acque reflue e dal tipo di fossa settica.

Pompaggio della fogna in casa

Durante il funzionamento, la fossa settica non ha quasi mai bisogno di essere lavata o riparata; le strutture fatte di anelli di cemento hanno un’alta durabilità e resistenza alle vibrazioni sismiche. L’unica cosa che ricade sulle spalle degli utenti di COV è il mantenimento di una microflora diversa e in via di sviluppo, che garantisce una purificazione così profonda degli effluenti. A tal fine, sono stati sviluppati preparati speciali che vengono introdotti secondo le istruzioni o dopo un lungo periodo di inattività della fossa settica o regolarmente a scopo preventivo.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy