Come gassificare una casa di campagna

Sezioni dell’articolo



Questo articolo discute i principali problemi di gassificazione di una piccola casa di campagna: come posare un gasdotto, in base a quale principio scegliere le apparecchiature a gas e a chi affidare la sua installazione, come organizzare in modo completo il lavoro di gassificazione e quali “insidie” stanno aspettando il cliente lungo la strada.

Gas in una casa di campagna

Attualmente, la questione della gassificazione di una casa di campagna ha acquisito particolare rilevanza. La ragione principale di ciò è sia la costruzione in rapida evoluzione del settore privato nell’area suburbana, sia la posa della rete del gas nelle aree suburbane già attrezzate e nei comuni di cottage. Nel primo caso, il piano di gassificazione di edifici residenziali e ausiliari, di norma, è incluso nel piano generale di costruzione. Nel secondo, richiede lo sviluppo di un progetto speciale, tenendo conto del paesaggio individuale e delle caratteristiche architettoniche delle strutture esistenti. Sia nel primo che nel secondo caso, lo sviluppo del progetto, la selezione dell’attrezzatura necessaria, la sua installazione e il collegamento sono effettuati da specialisti qualificati.

Come scegliere le apparecchiature a gas

Caldaia a gas e radiatori o convettori

Quando si progetta un sistema di riscaldamento a gas per una casa di campagna, è necessario prendere in considerazione i seguenti fattori:

  • superficie totale dei locali riscaldati;
  • altezza del soffitto;
  • il grado di isolamento termico di pareti e tetto;
  • disposizione interna della casa;
  • spessore del muro;
  • finiture esterne ed interne, decorazioni per pareti e finestre.

Come scegliere le apparecchiature a gas
Vista generale del sistema di gasdotti sulla parete dell’edificio durante l’installazione di convettori di gas

Dovresti anche tenere conto della frequenza con cui si verificano interruzioni di corrente e, nel caso di una casa di campagna, della necessità di riscaldarla in inverno..

Per quanto riguarda la scelta di una caldaia a gas o di un riscaldamento a convettore, le opinioni degli specialisti si riducono a quanto segue: nel caso di un’area sufficientemente ampia (oltre 100 mq.) Di una casa di campagna e residenza permanente in essa, è necessario installare una caldaia a gas e radiatori. Le case di campagna trilocali relativamente grandi con visite stagionali sono riscaldate in modo economico ed efficiente con i convettori a gas.

Apparecchiature a gas
Foro per tubo del gas quando si collega il convettore

Nel primo caso, solo uno specialista esperto può sviluppare un progetto di gassificazione e selezionare l’attrezzatura necessaria..

Nel secondo, puoi decidere autonomamente la scelta degli elementi riscaldanti e la loro posizione, previo accordo con i futuri esecutori dei lavori di installazione sul progetto per l’installazione di apparecchiature a gas.

Come scegliere un termoconvettore

Questo tipo di dispositivo di riscaldamento ha ricevuto il meritato riconoscimento per una serie di motivi, di cui i più importanti sono la sua indipendenza energetica, l’assenza di un elemento di congelamento, l’efficienza del riscaldamento della stanza e la facilità d’uso. Quando si sceglie un convettore di gas, è necessario essere guidati dai seguenti parametri:

Carburante usato

La maggior parte dei convettori oggi in vendita sono inizialmente configurati per funzionare a gas naturale (metano) o gas liquefatto (propano). È possibile trasferire il dispositivo dal consumo di carburante principale al gas in bombole o viceversa, ma ciò richiederà un set aggiuntivo di ugelli, che può essere installato solo con un alto grado di affidabilità da uno specialista esperto.

potenza, kWt

La potenza richiesta da un convettore di gas raccomandata dai produttori è calcolata come segue: 1 kW di potenza per 10 mq. m. area. Pertanto, per riscaldare una stanza con una superficie di 20 mq. è richiesto un convettore da 2 kW. Tuttavia, è necessario tenere conto di tali caratteristiche dell’edificio come l’altezza dei soffitti, lo spessore e il livello di isolamento termico delle pareti e del tetto, il numero di finestre. Con un’altezza della stanza superiore a 3 m, un gran numero di finestre o un isolamento termico insufficiente delle pareti, un calcolo accurato della potenza richiesta del termoconvettore può essere eseguito solo da un tecnico del riscaldamento.

Materiale scambiatore di calore

La maggior parte dei convettori di gas sul mercato interno sono dotati di scambiatori di calore in acciaio o ghisa. Secondo gli esperti, a parità di altre condizioni, dovrebbero essere preferiti i bruciatori in ghisa. La ragione di ciò è la leggera espansione termica e la proprietà di questo materiale di accumulare calore, grazie alla quale si ottengono un’elevata durabilità e un’alta efficienza termica..

Lunghezza del tubo di scarico

Quando si acquista un convettore di gas, è necessario prestare particolare attenzione alla lunghezza del tubo del camino o, come viene anche chiamato, alla canna fumaria. Alcuni produttori producono modelli con tubi corti (35 cm o meno), progettati per case di campagna in “cartone”. Naturalmente, c’è sempre un’opportunità per “costruire” una tale pipa in un’officina di stagno, ma, tuttavia, è meglio decidere inizialmente sulle dimensioni desiderate.

Come scegliere un termoconvettore
Installazione del tubo di scarico – la sua lunghezza deve corrispondere allo spessore della parete

Presenza di fan

La funzione principale del ventilatore incorporato nel termoconvettore è quella di generare rapidamente calore nell’ambiente attraverso una circolazione dell’aria accelerata. La fattibilità dell’installazione di un modello dotato di ventilatore è determinata individualmente e dipende, innanzitutto, dalla regolarità dell’uso del termoconvettore durante la stagione di riscaldamento. Nel caso di un cottage estivo, quando è spesso necessario riscaldare rapidamente una casa fredda, la funzionalità del ventilatore è ovvia. Con la residenza permanente e l’uso regolare del termoconvettore, effetti sonori aggiuntivi creati dalla ventola sono completamente inutili..

Come progettare un gasdotto sul tuo territorio

La questione del metodo di posa dei tubi del gas è risolta in modo complesso e dipende dai seguenti fattori:

  • lontananza dell’edificio dal gasdotto centrale;
  • caratteristiche del paesaggio del territorio adiacente – spazi verdi, bacini idrici, percorsi asfaltati, linee elettriche ad alta tensione, edifici residenziali ed edifici pubblici;
  • caratteristiche corrosive del suolo;
  • la geometria dell’edificio stesso – le altezze degli archi, delle porte, della configurazione degli angoli, della simmetria o dell’asimmetria di un complesso architettonico integrale;
  • i propri desideri del proprietario del territorio e le sue capacità finanziarie.

Esistono tre modi per collegarsi alla linea del gas centrale.

Gasdotto sotterraneo

La soluzione più costosa, esteticamente gradevole e più affidabile. Tuttavia, quando si sceglie questo metodo, che costerà più di una volta e mezza più costoso del suo analogo di superficie, si dovrebbe tener conto della laboriosità e del costo significativo delle riparazioni in caso di incidente. Inoltre, alti tassi di corrosione del suolo possono ridurre significativamente la durata e l’affidabilità di un gasdotto sotterraneo..

Gasdotto aereo

In questo caso, i tubi sono fissati su supporti separati realizzati in materiali non combustibili o fissati alle pareti degli edifici con staffe speciali. In questo caso, la distanza tra i supporti non deve superare i 2 m, la distanza minima dalla superficie del terreno deve essere inferiore a 35 cm e lo scopo funzionale degli edifici e il materiale del loro rivestimento esterno sono conformi agli standard stabiliti.

Come progettare un gasdotto sul tuo territorio
Installazione di un gasdotto fuori terra – fissaggio del tubo su supporti speciali

Gasdotto aereo
Anello di montaggio speciale con guarnizione in gomma

Gasdotto combinato
Metodi per collegare un tubo a un muro dell’edificio

Il tubo obliquo non è fissato correttamente nella foto. Il contatto metallo su metallo è inaccettabile. È necessario utilizzare guarnizioni in gomma e anelli di sicurezza come in Foto 4.

Gasdotto combinato

Spesso, la soluzione ottimale di gassificazione è una posa in linea combinata. La carreggiata o le linee elettriche ad alta tensione devono essere scavalcate sottoterra, mentre è possibile salvare spazi verdi e non danneggiare lo strato di terreno fertile posando i tubi attraverso l’aria.

La decisione finale a favore di questo o quel metodo di posa del gas principale dovrebbe essere presa solo dopo aver consultato uno specialista qualificato..

Come organizzare il processo di gassificazione

Esistono due modi per risolvere questo problema: passo per passo e complesso.

Nel primo caso, è necessario studiare in modo indipendente gli aspetti legali, i requisiti normativi e un piano di traffico per le organizzazioni di licenze e progettazione, raccogliere tutta la documentazione obbligatoria, concludere un accordo con il team di costruzione e installazione e il servizio che è impegnato a intercettare il gasdotto centrale, concordare i tempi di messa in servizio con organizzazione del servizio. Non tutti sono in grado di trovare il tempo e le opportunità per questo tipo di movimento, che, inoltre, non ridurrà in alcun modo i costi finanziari complessivi..

È possibile risolvere il problema della gassificazione in modo molto più rapido ed efficiente affidando a un appaltatore un’organizzazione complessa e il lavoro tecnico su base chiavi in ​​mano. Da un punto di vista economico, questo approccio si giustifica sia nel processo di attuazione del progetto che nel corso del successivo funzionamento delle apparecchiature a gas. Ciò è dovuto a una serie di fattori, discussi di seguito..

Vantaggi della gassificazione integrata:

  • l’interesse del contraente a eseguire tutte le opere di gassificazione il prima possibile;
  • l’interesse dell’appaltatore all’elaborazione di un progetto di ingegneria del gas competente che soddisfi tutti i requisiti normativi, che egli stesso implementerà;
  • contatti stabiliti del contraente con società commerciali di costruzioni, che gli consentono di acquistare attrezzature a gas a prezzi inferiori;
  • la cooperazione a lungo termine del contraente con le licenze e le strutture normative consente di eseguire tutti i lavori di gassificazione in modo tempestivo e coerente.

Insidie ​​di gassificazione chiavi in ​​mano

Quando si affida la gassificazione di una casa su base chiavi in ​​mano a un’organizzazione specifica, è necessario familiarizzare con l’elenco dei documenti che dovrebbero essere nelle mani del suo proprietario al termine di tutti i lavori. Ci sono casi frequenti in cui l’appaltatore “dimentica” di consegnare i documenti al cliente, senza i quali è impossibile un ulteriore servizio di garanzia delle apparecchiature a gas. Inoltre, la stretta conoscenza dell’appaltatore con i rappresentanti delle montagne di Gaza, che fanno parte della commissione per l’accettazione dei lavori di installazione, consente a quest’ultimo di chiudere un occhio su alcune carenze e deviazioni normative, che possono successivamente comportare costi aggiuntivi per il cliente. Una situazione comune è quando, utilizzando l’incompetenza del cliente, l’appaltatore lo convince della necessità di installare apparecchiature non necessarie o insufficientemente ottimali in un caso particolare, fornendo così un servizio reciprocamente vantaggioso ai suoi partner commerciali. Per proteggersi da azioni ingiuste da parte di terzi, è necessario assumersi una responsabilità speciale nella scelta del contraente per l’intera gamma di lavori.

A chi affidare lavori complessi sulla gassificazione di un edificio residenziale

Le organizzazioni di costruzione e installazione che offrono servizi integrati di gassificazione devono disporre di licenze non solo per lavori tecnici, ma anche di progettazione..

Prima di concludere un accordo, è consigliabile esaminare l’oggetto già gassificato da questa organizzazione, per parlare con i suoi proprietari.

Stabilisci chiaramente i tempi del lavoro e studia attentamente lo schizzo del progetto – “far crescere” il sistema di riscaldamento costerà molto più dell’installazione pianificata.

Considera la stima presentata delle opere di gassificazione. Allo stesso tempo, le conversazioni su “spese impreviste” spesso non testimoniano a favore del contraente.

Assicurati che il piano generale includa interventi estetici minori: verniciatura di tubi, riempimento di fori, rimozione di rifiuti edili.

Avendo deciso la scelta di un’organizzazione di costruzione e installazione, concludere un accordo adeguato che prevede sanzioni in caso di violazione delle condizioni per la sua attuazione.

L’organizzazione razionale del processo di gassificazione di una casa di campagna e un approccio competente alla scelta delle attrezzature che è ottimale in ciascun caso particolare, consentono l’attuazione più efficiente ed economica di un progetto di qualsiasi complessità.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy