Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

Sezioni dell’articolo



Quando devi proteggere la tua proprietà, gli allarmi antifurto sono la scelta più ovvia. In questo articolo, parleremo del principio di funzionamento dei sistemi di allarme e le basi della costruzione di sistemi di sicurezza, sia su soluzioni standard che su dispositivi di configurazione individuale.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

Le soluzioni tipiche per i sistemi di allarme possono essere installate senza problemi da sole, ma non sono sempre in grado di fornire un livello di sicurezza sufficiente. La ragione principale di ciò è la loro natura tipica, il che significa che questi schemi possono essere studiati dagli intrusi per bypassare la protezione. Pertanto, un livello di affidabilità senza precedenti è fornito solo da sistemi di sicurezza personalizzati..

Principi di base per la costruzione di un perimetro di sicurezza

Sulla stampa del piano della stanza o del sito, è necessario contrassegnare le aree protette e le principali modalità di accesso non autorizzato. In una casa, può essere finestre e porte, un piano sotterraneo, un lada interno di una soffitta.

Condizionalmente, il perimetro di sicurezza dell’edificio può essere suddiviso in tre livelli:

  1. Rilevazione di intrusioni attraverso finestre, porte, ecc. Ogni apertura in cui una persona può teoricamente penetrare deve essere presa sotto controllo.
  2. Rilevamento della presenza di una persona all’interno dei locali protetti.
  3. Tracciamento di oggetti particolarmente preziosi. Ciò include casseforti, dipinti, vetrine, ecc..

La protezione contro la penetrazione nel sito comporta l’installazione di un perimetro continuo di sicurezza lungo la linea delle recinzioni. L’identificazione delle persone che attraversano il cancello viene effettuata da un sistema di controllo degli accessi, di solito vengono utilizzati tag o carte RFID.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

Far funzionare il perimetro esterno è difficile a causa dell’alta probabilità di falsi positivi sugli animali. Pertanto, i rivelatori sono posizionati in modo tale da reagire solo a una persona: posizionano il primo e il secondo contorno a diverse altezze, determinano i percorsi di movimento più probabili, ecc..

Metodi per identificare le violazioni del regime

Esistono due modi per rilevare una persona in un’area protetta. Il primo è controllare lo spostamento o la distruzione delle barriere naturali: porte, finestre, recinzioni, ecc..

Il secondo metodo prevede il monitoraggio continuo dei parametri ambientali sul territorio o nella stanza che accompagnano il soggiorno di una persona: temperatura, variazione del volume interno della stanza, vibrazioni, rumore, ecc..

Nessuno dei metodi presenta chiari vantaggi, ma la loro combinazione fornisce un’ulteriore garanzia di protezione. È anche importante che tutti i mezzi di osservazione e rilevazione siano localizzati di nascosto, ed era impossibile identificarli con un esame superficiale..

Varietà di sensori

Il rilevamento della presenza umana è spesso gestito da sensori a infrarossi. Sono abbastanza versatili, ma hanno una portata limitata e non rilevano un bersaglio dietro un ostacolo..

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

I sensori del fascio si trovano in coppia, scambiano impulsi luminosi. Se viene violato lo spazio tra i sensori, vengono attivati. Sono buoni per la sicurezza perimetrale, ma a volte sono facili da aggirare, una persona, ad esempio, può strisciare sotto il raggio.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

I sensori capacitivi e di onde radio si distinguono per la loro elevata affidabilità. Monitorano lo stato dell’ambiente interno, reagiscono ai cambiamenti del volume interno o all’aspetto di un corpo estraneo. Hanno un’alta sensibilità e richiedono una regolazione corretta.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

I sensori di apertura si basano sul funzionamento di un interruttore reed. Vengono attivati ​​per allontanarsi dal sensore magnetico, che accade, ad esempio, quando viene aperta una finestra.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

Alcuni tipi di sensori reagiscono alla rottura del vetro. I rilevatori acustici sono attivati ​​da un suono specifico, i rilevatori di vibrazioni sono collegati all’unità di vetro e rispondono alle vibrazioni.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

Principio di funzionamento e collegamento dei sensori

La maggior parte dei sensori di sicurezza ha un algoritmo di elaborazione delle informazioni integrato. Ad esempio, i sensori a infrarossi non trasmettono dati dai rilevatori di foto all’unità centrale. Quando appare un punto di calore, semplicemente funzionano e aprono il circuito, che è determinato dall’unità di controllo come una violazione di una determinata zona. Tali sensori sono classificati come “contatto a secco”, hanno tre fili di collegamento: due alimentatori e uno per il monitoraggio del circuito aperto. Forse un filo aggiuntivo dal tamper.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici Schema di applicazione di vari sensori

I sensori sono configurati da due o più nonni, che determinano la sensibilità, la portata e altri parametri. I sensori combinati hanno uscite a relè separate, il cui circuito è aperto quando innescato da vari fattori. Esse, come il relè antimanomissione, possono essere collegate separatamente o in serie. In questo caso, l’unità di controllo non determinerà la causa dell’attivazione, ma registrerà semplicemente la violazione della zona di sicurezza..

Unità di controllo o controller universale

L’assemblaggio di un circuito complesso di segnalazione standard è abbastanza semplice. Il kit contiene uno schema di assemblaggio dettagliato e tutti i conduttori necessari per il collegamento. I sensori sono collegati all’unità di ricezione e controllo, che controlla le loro condizioni e riconosce l’attivazione di singole zone. L’unità è inoltre collegata a un pannello di controllo con un pin-pad, un modulo di indicazione dello stato della zona e dispositivi di trasmissione dati via Internet, GSM o segnale radio.

È possibile utilizzare controller logici (PLC) liberamente programmabili anziché unità di controllo standard. Molto spesso vengono utilizzati per controllare i complessi senza collegarsi ai pannelli di sicurezza. Il vantaggio di questo metodo è la configurazione più flessibile delle modalità operative e la possibilità di utilizzare un dispositivo per combinare sicurezza, allarme antincendio e automazione domestica.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici Un esempio di uno schema di collegamento degli allarmi sul controller della scheda Wiren

Lavorare con un PLC richiede spesso conoscenze specifiche nella programmazione e nei circuiti, ma ci sono eccezioni. I dispositivi moderni sono programmati tramite un’interfaccia web, ad esempio un controller Wiren Board, controllato tramite applicazioni Android o iOS – “XITAL”, programmato mediante comandi SMS leggeri – CCU. Di norma, supportano una vasta gamma di dispositivi collegati e compatibili, supportano diversi tipi di sensori, il che è importante per combinare diversi sistemi di automazione in un unico centro. Inoltre, oltre alle funzioni di sicurezza, sono in grado di monitorare il “tempo in casa”, accendendo o spegnendo i dispositivi di riscaldamento secondo un determinato programma.

Logica di allarme

L’esempio più semplice di come funziona un allarme è un filo sottile teso sotto una recinzione. Quando è rotto, si apre il circuito di alimentazione del relè, che fornisce tensione ai dispositivi di avviso acustico e luminoso.

Quasi tutti i sistemi di allarme funzionano secondo questo principio, tuttavia sono in grado di monitorare contemporaneamente diverse decine di sensori. Se almeno una di esse viene attivata, il sistema avvisa la violazione del proprietario o dell’operatore della società di sicurezza privata, indicando un motivo specifico.

Allarme fai-da-te per cottage estivi e domestici

Questo scenario è molto primitivo, c’è sempre il rischio di attivazione accidentale, soprattutto nella sicurezza perimetrale. Gli algoritmi di lavoro più flessibili sono impostati individualmente dalla programmazione del PLC.

Ad esempio, quando viene attivato un sensore perimetrale di sicurezza esterno, il sistema entra in una modalità di allarme elevato, interroga i sensori per la loro operatività e attiva la videosorveglianza. Ogni successiva violazione delle zone di sicurezza attiverà un allarme. E se non ci sono ulteriori modifiche, il sistema passerà alla modalità standby dopo un periodo di tempo specificato..

Questo approccio consente di unificare il sistema di sicurezza e renderlo meno prevedibile per gli intrusi..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy