Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Sezioni dell’articolo



Un tempo, i pavimenti in legno naturale venivano immeritatamente dimenticati. Ora, con lo sviluppo di nuove tecnologie avanzate per la produzione, la protezione e l’installazione, vengono sempre più utilizzate nella costruzione di abitazioni private. Ciò non sorprende, perché non esiste più materiale nobile, “ricco” e solido per la fabbricazione di pavimenti. Inutile dire del calore naturale del legno naturale, della sua assoluta compatibilità ambientale.

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

I pavimenti in assi di legno assemblati con competenza hanno affidabilità e durata, eccellente igiene e insonorizzazione, non hanno eguali in termini di caratteristiche estetiche; la tecnologia della loro posa è stata notevolmente migliorata e facilitata. Tali pavimenti possono essere realizzati senza problemi da soli..

Installazione di un registro di pavimento in legno

I ritardi sono l’elemento principale del telaio del pavimento in legno. La durata e l’affidabilità del pavimento dipendono dalla loro corretta selezione e installazione. Gli errori commessi in questa fase sono molto difficili da correggere in seguito, poiché la struttura sarà completamente coperta con un rivestimento di finitura, che è molto difficile da smontare senza danni.

Per la fabbricazione di tronchi, viene utilizzata una barra piatta asciutta, di regola, di conifere, con uno spessore di 50 mm. L’altezza del registro viene selezionata in base alla distanza tra i supporti, il carico previsto, il tipo di rivestimento, a volte lo spessore dello strato di isolamento acustico, ecc. Di solito questa cifra varia da 50 a 100 mm. Tra loro, i tronchi si trovano ad una distanza da 300 a 500 mm, che dipende anche dal tipo di pavimento finito.

Si ritiene che sia meglio se i giunti longitudinali della pedana si trovano nella direzione della luce prevalente, molto spesso verso la finestra, quindi i tronchi dovrebbero essere posizionati perpendicolarmente. A volte sorgono difficoltà con questo, a causa della direzione delle travi del pavimento o della lunghezza del materiale di finitura e del desiderio dello sviluppatore di allontanarsi da inutili connessioni terminali della scheda.

Prima di iniziare l’installazione del pavimento, usando un livello dell’acqua sulle pareti, apporre segni agli angoli della stanza a un’altezza conveniente (ad esempio 1,5 metri) e collegarli con un filo da taglio, ottenendo così una solida linea di controllo. Ora, usando un metro a nastro, in primo luogo, puoi misurare con precisione l’orizzontalità della base del pavimento contro le pareti e, in secondo luogo, impostare con precisione tutti i tronchi, mantenendo una determinata distanza. Tirando un filo di nylon forte tra le pareti dalla linea di controllo, controllare il livello del pavimento sporco nella parte posteriore della stanza.

Se in tutte le stanze sullo stesso piano si prevede che i piani siano sullo stesso livello, se le porte interne non hanno soglie, è imperativo misurare il livello del pavimento in punti diversi di ogni stanza, prendendo appunti sul piano. Quindi puoi determinare il punto più alto del pavimento sporco del pavimento, dal quale verranno effettuati ulteriori calcoli..

Il primo da installare su più substrati è il ritardo estremo, situato a 20-30 mm dalla parete. La distanza dalla linea di controllo al bordo superiore del primo registro viene misurata con un metro a nastro, dopodiché il secondo viene posizionato sullo stesso segno sulla parete opposta. Ora, con l’aiuto di un cavo teso sopra le cime dei tronchi estremi, o una lunga regola, puoi impostare barre intermedie. La deviazione su un piano correttamente allineato non deve superare 1 mm per 1 metro lineare in qualsiasi direzione.

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Materiali elastici densi dovrebbero essere usati come guarnizioni, che non sono soggetti a decomposizione e deformazione da carichi dinamici. È molto comodo lavorare con i cosiddetti “euro-ruberoid”, gomma, pezzi di nastro trasportatore … È fantastico quando hai a portata di mano tamponi di vari spessori. Al fine di evitare lo spostamento degli elettrodi, è necessario fissarli con viti autofilettanti o punti metallici sui tronchi.

Quando si installano i tronchi, si consiglia di fissarli insieme a binari ausiliari, che aiuteranno ad evitare il loro spostamento prima di installare il pavimento di finitura.

Particolare attenzione viene prestata alle porte, in quanto i luoghi soggetti ai carichi più elevati a causa del traffico elevato. Di solito, qui viene posizionato un tronco rinforzato a doppia larghezza, che sporge su entrambi i lati dell’anta, in modo che i rivestimenti delle stanze adiacenti poggino su di esso..

Se i tronchi devono essere uniti lungo la lunghezza, questo deve essere fatto a scacchiera con spazi tecnologici tra le estremità delle barre da 15 a 20 mm.

Per eliminare le irregolarità locali nel legno, a volte i tronchi già installati devono essere piallati localmente con un aereo.

Questi sono, infatti, i passaggi di base per l’assemblaggio di pavimenti in legno, ma a seconda del tipo di base su cui sono montati, la tecnologia per costruire il loro telaio sarà leggermente diversa. Il primo tipo è un’opzione quando la base portante per il pavimento sono le travi del pavimento di una casa con più piani o un ampio seminterrato. Spesso, i pavimenti in legno sono realizzati su una base di cemento pre-preparata: questo è il secondo tipo. Il terzo tipo è una struttura in legno realizzata a terra. È usato per organizzare il piano del primo piano.

Di norma, non è necessario scegliere tra queste opzioni durante la riparazione e la ricostruzione, poiché sono dovuti al tipo di edificio e alle sue caratteristiche di progettazione. Tuttavia, quando si costruisce una nuova casa, è possibile prendere in considerazione tutti i pro / contro di ogni opzione e progettare in anticipo le basi necessarie per una struttura del pavimento specifica.

Registra le travi del pavimento

Questo è il caso in cui non si può fare a meno dei pavimenti sui tronchi. Fondamentalmente, tali pavimenti sono realizzati in case di legno, ma sempre più spesso nella costruzione individuale, i pavimenti in legno trovano anche un posto per la costruzione di pareti da materiali minerali. In questo caso, le travi portanti sono installate non solo tra i livelli, ma anche sul primo piano (piano seminterrato). Questo design elimina il contatto degli elementi in legno con il terreno, il che consente un isolamento termico di alta qualità, ventilazione e naturalmente garantisce la durata e l’affidabilità del pavimento..

Non è consigliabile disporre una pavimentazione fine direttamente sulle travi del pavimento, poiché durante il funzionamento si verificano vibrazioni sonore molto gravi, trasmesse alle pareti della casa. Un tale progetto, ovviamente, è molto economico e il meno dispendioso in termini di manodopera, ma ha un livello di rumore molto elevato. Ecco perché è necessario utilizzare tronchi e vari cuscinetti antivibranti..

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Molto spesso, i tronchi vengono installati perpendicolarmente alle travi, posizionando sotto di esse guarnizioni di vari materiali fonoassorbenti. Un’opzione molto interessante è quando i tronchi vengono avvitati alle travi dal lato con una certa sporgenza sopra il piano del pavimento. Potenti viti autofilettanti zincate con un diametro di 6 mm o più o una connessione filettata con bulloni o prigionieri vengono utilizzate come elementi di fissaggio. È abbastanza semplice impostare il piano con questo metodo, ma è anche necessario bloccare le guarnizioni elastiche tra i ritardi e le travi..

Lavorando su travi del pavimento, vengono spesso realizzati doppi piani, costituiti da due pavimenti: un registro (piano finale) e una selezione (piano grezzo). Il sottofondo è realizzato in legno di bassa qualità non commerciale – lastre, pannelli non tagliati o materiali in fogli singoli – OSB, truciolare, compensato, ecc. La selezione viene posizionata tra le travi su barre “craniche”, dopo di che vengono posati / versati materiali fonoisolanti e termici.

Ritardi sul terreno

I pavimenti del primo piano possono essere disposti su supporti indipendenti che non sono collegati con la struttura delle pareti, il che riduce significativamente il livello di vibrazione e vibrazioni sonore. I pali per l’installazione del ritardo sono realizzati in mattoni rossi ricotti, sono installati su basi di cemento o pietra frantumata speronata nel terreno. Inoltre, pile di viti possono essere utilizzate come pilastri di supporto..

Le colonne sono installate con una distanza di 500 – 100 mm tra loro e 300 – 500 mm lungo gli assi tra le file, che corrisponderanno agli intervalli tra i ritardi. Possibili giunti di ritardo devono essere sui pali. L’altezza dei pali è realizzata in modo tale che la distanza tra il retro della tavola e la base, lo strato sottostante non superi i 250 mm. Per garantire un’impermeabilizzazione affidabile, sotto i tronchi vengono posati fogli di materiale di copertura durevole e gomma. Inoltre, tra i tronchi e i pilastri di mattoni, ben trattati con guarnizioni antisettiche vengono utilizzati da pannelli di rivestimento con uno spessore di almeno 25 mm.

Ritardi sul cemento armato

I ritardi su una base in cemento sono installati attraverso cuscinetti elastici con uno spessore di almeno 10 mm. Si trovano nei punti in cui i tronchi sono collegati al piano principale. È conveniente montare tronchi su lastre di cemento armato mediante sospensioni dirette, che vengono utilizzate nelle opere a secco. Devono essere riparati con tasselli di alta qualità con un tappo a fungo attraverso guarnizioni di gomma. “Pashka” non è un elemento portante rigido, non si può fare a meno di un set di guarnizioni di vari spessori anche sul massetto più uniforme: sono quelli che prendono l’intero carico. Il “pedone” è abbastanza mobile ed elastico, e quindi non trasmette vibrazioni al pavimento, con il suo aiuto è molto conveniente impostare e riparare i tronchi nel piano del pavimento.

Se la lastra presenta gravi irregolarità, non è necessario montare i tronchi, utilizzando un gran numero di substrati, è meglio pre-livellarlo con un massetto di cemento.

C’è anche una tecnologia per l’installazione di pavimenti su travetti regolabili. Si basa su un sistema di livellamento rapido e preciso del piano del pavimento mediante speciali rack polimerici filettati. In questo modo, puoi facilmente alzare i travetti sopra la base fino a 300 mm, il che è molto conveniente quando si costruiscono pavimenti su più livelli e livellando sottofondi molto irregolari. Il design della barra regolabile è leggero e ha buone prestazioni di isolamento acustico poiché i montanti sono realizzati in plastica.

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Alcuni esperti raccomandano di non fissare affatto i tronchi alla base per evitare la trasmissione di vibrazioni sonore alla lastra, tuttavia, al fine di ottenere una cornice orizzontale di alta qualità, è necessario disporre di tronchi perfettamente piatti e fabbricati geometricamente con precisione, nonché una base ben preparata.

Fare passerella

Per il dispositivo del pavimento viene utilizzata una tavola di specie decidue e di conifere, la cui umidità non supera il 12%. Lo spessore della tavola è calcolato in base ai carichi previsti, ma non è inferiore a 25 mm. La scheda può essere collegata lungo la lunghezza, ma solo i giunti devono essere posizionati con un offset di almeno 500 mm e sempre sullo stesso ritardo. I listelli possono essere tagliati sotto forma di un quarto o linguetta o assemblati end-to-end. La connessione maschio-femmina, scanalatura-cresta fornisce l’aderenza più stretta delle schede tra loro e, di conseguenza, resistenza all’umidità solida, isolamento termico del pavimento nel suo insieme. Sulle facce inferiori della tavola, di norma, sono realizzate diverse scanalature longitudinali per la ventilazione dell’aria.

Prima di iniziare i lavori, la tavola del pavimento deve essere portata all’interno della stanza per l’acclimatazione almeno 3-4 giorni prima. A questo punto, tutti i lavori di sgrossatura a umido devono essere completati in anticipo, le superfici devono essere asciugate. L’umidità relativa nella stanza può essere compresa tra il 40 e il 60%, non di più.

La tavola deve essere accuratamente selezionata, selezionando strisce curve, nodose e danneggiate, ciò faciliterà notevolmente l’ulteriore lavoro e garantirà un aspetto impeccabile del prodotto finito.

Molto spesso, le assi del pavimento sono posizionate perpendicolarmente al muro con la finestra in modo che i giunti longitudinali coincidano con la direzione della luce prevalente. Tuttavia, se i pavimenti sono assemblati su travi del pavimento, quindi, in realtà, non c’è scelta.

La prima scheda viene installata a una distanza di 10-15 mm dalla parete e fissata attraverso il corpo in modo tale che gli elementi di fissaggio vengano successivamente coperti con uno zoccolo. All’interno della stanza, la tavola può essere ruotata sia con una cresta che con una scanalatura, tutto dipende dal metodo di fissaggio. Utilizzando un cavo o una lunga regola attaccata lateralmente, è necessario verificare l’accuratezza dell’installazione della prima scheda al fine di evitare l’arco.

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Per l’installazione della pedana, vengono utilizzate viti autofilettanti zincate forti con una testa per una spazzata, almeno il doppio della lunghezza dello spessore del pavimento. Un foro per una vite autofilettante viene praticato attraverso una scanalatura o una cresta con un angolo di 45-50 gradi, in modo che la sua testa sia coperta dalla tavola successiva. Le viti autofilettanti fissano in modo molto affidabile la pavimentazione sui tronchi, impedendo il gioco e il movimento durante il funzionamento, i chiodi a questo proposito sono leggermente inferiori, sebbene sia più conveniente lavorare con loro. Le unghie vengono anche spinte ad angolo in una scanalatura o cresta solo senza perforazione preliminare, le loro teste vengono affondate nel legno usando un doboiner. Quando si installa la tavola “end-to-end”, i chiodi vengono colpiti attraverso la piastra frontale e affondati, dopo di che vengono chiusi con un tassello.

Ogni tavola successiva viene spinta sulla scanalatura o sulla cresta della precedente usando un martello e una guida di legno. Se non è possibile stringere strettamente le due strisce, si ricorre all’uso di una staffa martellata nel tronco e di due cunei con i quali le assi vengono tirate insieme. Lo spazio tra due schede adiacenti non può essere superiore a 1 mm.

I pannelli con le loro estremità non devono raggiungere le pareti di 8-15 mm, il che fornirà il necessario spazio di deformazione e ventilazione.

L’ultima tavola viene tagliata in larghezza in modo che vi sia uno spazio vicino al muro. Installalo usando un cuneo guidato in un distanziatore con una parete o con una speciale staffa a forma di Z. Come la striscia di partenza, l’ultima tavola è fissata attraverso la faccia anteriore con viti autofilettanti, che si sovrapporranno con uno zoccolo.

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

La disposizione diagonale della pedana sembra molto bella, in cui lo spazio si espande visivamente, l’interno assume caratteristiche di novità e dinamismo. Si noti che per questa opzione, il passaggio tra i ritardi deve essere eseguito meno rispetto ai metodi di montaggio tradizionali. L’effetto unico di un pavimento del ponte è ottenuto da una combinazione di assi del pavimento di diverse larghezze, soprattutto perché alcuni produttori offrono strisce di diverse dimensioni standard.

Insonorizzazione del pavimento in legno

Il problema dell’insonorizzazione è particolarmente rilevante quando si installano i pavimenti in edifici a più livelli. Una delle opzioni per la sua soluzione è l’installazione di un “pavimento flottante”, la cui caratteristica principale è l’assenza di connessioni rigide della sua struttura con le strutture che la racchiudono, il che riduce significativamente il livello di rumore da impatto. Da qui l’idea di usare ritardi lenti o “semi-fissi” (su sospensioni diritte, supporti polimerici). È per garantire l’isolamento acustico che tutti gli elementi strutturali del pavimento in legno sono collegati tramite guarnizioni realizzate con materiali elastici elastici..

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Lasciare uno spazio di almeno 10 mm tra il pavimento e le pareti, evitando il contatto diretto. A volte in questi punti viene incollato un nastro perimetrale espanso, che viene tagliato dopo l’installazione del pavimento.

Il materiale insonorizzante non deve essere posato vicino al pavimento pulito; lasciare uno spazio di circa 10 mm per la circolazione dell’aria nel sottofondo.

Oltre al pavimento flottante, il problema della gestione del rumore da impatto è risolto dall’uso di materiali insonorizzanti, posizionati tra i tronchi o nello spazio tra il pavimento grezzo e quello finale del doppio pavimento. Se per questi scopi venivano utilizzate argilla espansa, sabbia secca e scorie grossolane, ora assumono il comando materiali fibrosi fonoisolanti, ad esempio lana di basalto, che presenta eccellenti caratteristiche prestazionali. Per insonorizzare il pavimento, dovrai posare uno strato di lana di almeno 50 mm, naturalmente, i tappetini dovrebbero essere ben adattati ai tronchi, riempiendo tutti i vuoti. Si consiglia di tagliare i pannelli fonoisolanti di 10-20 mm più grandi della dimensione richiesta.

Ventilazione del pavimento in legno

La corretta ventilazione di un pavimento in legno consente di rimuovere rapidamente e completamente l’umidità dallo spazio sotterraneo, prolungando la vita delle strutture in legno e proteggendo i tronchi dalla decomposizione. Per una buona ventilazione del pavimento, vengono prese alcune misure in fase di installazione del telaio e del dispositivo di pavimentazione.

Come abbiamo già detto, i tronchi sono posizionati su cuscinetti “a punta”, quindi sotto di essi è possibile il movimento dell’aria libera. Viene lasciato uno spazio di 10 mm tra il pavimento e le pareti, che è coperto da una battiscopa. I campioni vengono eseguiti sulle facce interne della pedana. In due angoli opposti della stanza, sono disposte “prese d’aria” – un numero di piccoli fori vicini (circa 10-15 mm di diametro) o una finestra quadrata o rettangolare nel pavimento, coperta da una griglia decorativa.

È molto buono se l’aria viene posizionata sotto il riscaldatore, ciò fornirà una circolazione d’aria aggiuntiva.

I piani del primo piano di una casa privata sono spesso isolati sopra il seminterrato. Ciò consente di organizzare la ventilazione del sottofondo “freddo”. Per questo, nella parte sotterranea della fondazione, nella fase della sua costruzione, sono disposte prese d’aria – fori di circa 100×150 mm, chiusi da roditori con una sottile maglia metallica. Il numero e la posizione di tali prese d’aria sono dettati dalle caratteristiche progettuali dell’edificio, dalla topografia del sito, dalla direzione dei venti prevalenti, dalle condizioni climatiche, ecc..

A volte, per ventilare il sottofondo del primo piano, in quanto il più vulnerabile, oltre alla circolazione naturale dell’aria attraverso le prese d’aria, viene organizzata la ventilazione forzata. Ciò è particolarmente vero quando vengono rilevati errori nella progettazione della ventilazione e vi è il sospetto di accumulo di umidità nel sottocampo. Ventilatori e vari condotti di ventilazione vengono in soccorso.

Lavorazione di pavimenti in legno

Affinché i pavimenti in legno possano rivelare appieno la loro bellezza naturale, in modo che diventino davvero pratici e durevoli, è indispensabile una serie di misure per la loro lavorazione decorativa e protettiva.

La fase iniziale di tale lavoro è il trattamento antisettico di tronchi e assi del pavimento, che proteggerà il legno dagli effetti negativi di funghi e insetti. Spesso tale impregnazione ha proprietà non solo biologiche, ma anche antincendio, nonché protezione dall’umidità delle strutture in legno. Di norma, la lavorazione degli elementi del pavimento viene eseguita prima che vengano installati al loro posto, coprendo il legno più volte fino a quando le fibre sono completamente sature. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alle estremità del legname. La tavola finita viene aperta completamente, compresi i blocchi e le facce inferiori.

Realizziamo pavimenti in legno da pannelli pieni

Una volta assemblati i pavimenti, a volte è necessario sgorbiarli e carteggiarli. Bisogna dire che una moderna pedana, grazie alla sua elevata producibilità nella sua fabbricazione, ha un’altissima qualità delle superfici, una forma geometrica esatta della sezione, che praticamente esclude il complesso lavoro associato all’uso di pialle e smerigliatrici, è sufficiente assemblare con precisione il telaio.

Se è ancora necessario pianificare e rettificare, verificare innanzitutto che non vi siano teste di chiodi e teste di viti sulla superficie del pavimento, che potrebbero danneggiare le parti di lavoro dell’utensile elettrico. Se necessario, i dispositivi di fissaggio devono essere spostati a una profondità adeguata, il foro deve essere chiuso con un tassello (tappo di legno). Le irregolarità locali sono stucco con speciali composti elastici che abbinano il colore a un certo tipo di legno. La piallatura viene eseguita su un pavimento leggermente umido, tutti i movimenti vengono eseguiti nella direzione delle fibre, in luoghi in cui una grande macchina non è adatta alla lavorazione (angoli, bordi del pavimento contro le pareti …), è necessario utilizzare uno strumento manuale.

Il pavimento è levigato da una tavola solida in più fasi, a partire da grandi abrasivi, riducendo gradualmente la granulosità. I primi movimenti vengono eseguiti con un angolo di 45 gradi rispetto alle assi del pavimento, quindi – 90 gradi rispetto al primo passaggio, finendo la levigatura nella direzione della venatura del legno.

I lavori di smerigliatura sono associati alla formazione di una grande quantità di polvere fine, quindi si consiglia di isolare le stanze adiacenti dalla contaminazione, fornire ventilazione, utilizzare dispositivi di protezione individuale – occhiali, respiratore, cuffie.

Spesso, i pavimenti in legno sono realizzati con specie di legno tenero e leggero, quindi, per imitare il costoso legno duro, vengono utilizzate macchie tonali, che diversificano significativamente la gamma di colori disponibile del prodotto finito e consentono ai pavimenti di combinarsi armoniosamente con l’interno generale della stanza. Le macchie vengono applicate lungo le fibre con un pennello, un rullo o uno spray in uno strato continuo. Per distribuire uniformemente il pigmento, i pavimenti devono essere prima puliti da polvere, contaminazione di olio e accuratamente innescati.

Dopo che l’ultima mano di macchia si è asciugata, è possibile applicare la vernice protettiva. Una vernice speciale, resistente all’abrasione, viene applicata almeno due volte e più strati sono, più affidabile sarà il rivestimento. Ogni strato tranne l’ultimo è levigato con abrasivi a grana fine.

Secondo molti criteri, le migliori composizioni per la protezione di un pavimento in legno massiccio sono le pitture e le vernici realizzate sulla base di oli vegetali e cere dure, che penetrano profondamente nella struttura dell’albero, ma allo stesso tempo non chiudono i pori, il che rende i pavimenti “traspiranti” – molto ecologici e durevole. Degni di nota sono le vernici alchidiche-uretaniche e a base d’acqua, che presentano anche eccellenti caratteristiche prestazionali. Le caratteristiche della tecnologia per l’applicazione di composizioni protettive e decorative, poiché, di fatto, il tipo di composizioni stesse dipende in gran parte dalle caratteristiche del legno da cui è realizzata la tavola.

Attualmente, non è un problema scegliere la vernice giusta per qualsiasi condizione, l’importante è applicarla con alta qualità, questa circostanza determinerà la durabilità del rivestimento e la bellezza del tuo pavimento in legno..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy