Installazione di un lavello da cucina: come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Sezioni dell’articolo



I lavori di ristrutturazione della cucina non possono essere completati fino a quando un lavandino non è incorporato nel piano di lavoro. In questo articolo, ti presenteremo un processo passo-passo per l’installazione di un lavandino in cucina: come realizzare i segni corretti, come praticare un foro nel piano di lavoro e come ottenere un’installazione veramente competente del lavandino.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Come è installato il lavandino

Dovresti iniziare a installare il lavandino da solo solo se questo servizio non è incluso nel listino prezzi del produttore da tavolo. È del tutto possibile fare un simile lavoro a casa, ma si dovrebbe prestare attenzione ad alcuni punti non ovvi che sono noti solo agli assemblatori di mobili professionisti..

Quindi, il lavandino viene installato nel piano di lavoro usando il metodo insert. Innanzitutto, viene praticato un foro in base alle dimensioni esatte al centro del motivo e i suoi bordi vengono elaborati correttamente. Quindi viene inserito il lavandino, il suo corpo è fissato sul lato posteriore con speciali dispositivi di fissaggio e lo spazio tra il metallo e il piano di lavoro viene accuratamente sigillato. Al termine dell’installazione, viene eseguita l’installazione di un impianto idraulico di finitura, un sifone per fognatura o un tritacarne.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Esistono tre requisiti principali per l’installazione di un lavandino: resistenza di fissaggio, tenuta e tenuta completa contro l’umidità. Il truciolare con uno spessore di 40-60 mm viene spesso utilizzato come base per controsoffitti. Questo materiale è molto sensibile all’umidità elevata, caratteristica tipica della zona di lavaggio. A causa della cattiva installazione, i bordi dei fori si seccano, il che potrebbe richiedere la sostituzione dell’intero piano del tavolo o persino dell’intera cuffia.

Marcatura

Il lavandino dovrebbe essere centrato nel mezzo della profondità del piano di lavoro, spostato a sinistra ea destra per la posizione più comoda. La distanza dal bordo del lavandino al bordo del piano di lavoro non dovrebbe essere inferiore a 50–70 mm, altrimenti il ​​lavandino dovrebbe essere spostato un po ‘più in profondità. Si sconsiglia di rientrare a meno di 30–40 mm dallo zoccolo angolare, altrimenti sarà difficile pulire la superficie in questo punto. Quando si installa il lavandino nella sezione angolare, è utile lasciare una distanza di 100-140 mm da entrambe le pareti per ottenere un piccolo spazio per posizionare comodamente prodotti chimici domestici e utensili per il lavaggio.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Alcuni produttori forniscono ai loro prodotti modelli di installazione, altri no. Se è presente un modello, deve essere incollato sul lato anteriore del piano di lavoro, inumidendo leggermente la superficie con acqua. Ciò contribuirà ad evitare spostamenti accidentali e completare il layout senza assistenza. Il modello di solito indica la larghezza del bordo del lavandino, altrimenti deve essere misurato e contrassegnato per il controllo visivo del portico.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Se manca il modello, il lavandino deve essere capovolto e installato sul piano di lavoro, osservando attentamente i rientri. Il lavandino deve essere cerchiato con un pennarello solubile in acqua e rimosso, quindi la linea di contorno deve essere spostata verso l’interno della larghezza del bordo. Se la tazza non segue i contorni esterni, che si trovano nei lavandini con un vassoio di asciugatura, le linee di marcatura devono essere spostate di una certa distanza su ciascun lato. Se due lavandini o un compartimento dei rifiuti sono combinati in un blocco, viene praticato un foro comune per essi.

Come tagliare rapidamente e accuratamente un foro per un lavandino

Immediatamente, notiamo che con uno strumento domestico, puoi tagliare un foro solo su un truciolare o su un piano di lavoro in legno massiccio, indipendentemente dal tipo di rivestimento. Materiali più resistenti come l’agglomerato di silicio richiedono utensili da taglio e accessori specializzati.

Innanzitutto, è necessario praticare diversi fori con un diametro di 10-12 mm nel piano di lavoro vicino alla linea di marcatura, ma senza attraversarlo. Di solito vengono praticati 4 fori in punti diametralmente opposti del contorno o agli angoli di un rettangolo. È indispensabile iniziare la perforazione dalla parte anteriore in modo da non estrarre una grande sezione quando il trapano esce.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Per praticare un foro per il lavandino, è necessario un seghetto elettrico con una lima larga almeno 8 mm e una lunghezza del dente di circa 1,4–2 mm. È meglio scegliere la direzione opposta del dente in modo che durante la segatura non si formino scheggiature sulla superficie anteriore. E sebbene il bordo del lavandino copra una striscia 12–20 mm dal bordo, alcune superfici del piano di lavoro si comportano in modo imprevedibile e danno una crepa piuttosto lunga.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Innanzitutto, viene praticato un foro su due lati opposti, quindi una piccola lastra di truciolato o legno viene disposta lungo le linee di taglio. È attratto da viti autofilettanti sulla parte ritagliata del piano del tavolo e impedisce che cada alla fine del taglio. Dopo aver installato la striscia, è necessario completare il taglio del frammento e rimuoverlo. Un taglio aperto, tutti i trucioli e i bordi non protetti sono abbondantemente trattati con silicone trasparente, lasciando uno strato di almeno 0,5 mm e lasciati asciugare.

Installazione di un lavandino e sua connessione

Quasi tutti i lavelli sono dotati di sigilli a nastro, ma sono abbastanza igroscopici e accumulano umidità in se stessi, creando condizioni per lo sviluppo della muffa. Invece delle tenute standard, è richiesta la sigillatura manuale con sigillante siliconico.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Con una rientranza di 1-2 mm dal bordo del foro, un flagello di silicone viene estruso sul piano del tavolo in un cerchio, il cui spessore è 2-3 mm in più rispetto all’altezza del bordo del lavandino. Un altro flagello viene applicato a una distanza di 10 mm dal primo. Il silicone deve essere lasciato per 30-40 minuti, fino a quando la sua superficie non si attacca più alle mani. Quindi il lavandino viene installato nel foro, i suoi bordi vengono premuti con cura verso il basso, dando al silicone la forma desiderata. Il lavandino deve aderire saldamente al piano di lavoro lungo l’intero perimetro, altrimenti potrebbe svitare leggermente quando si stringono i dispositivi di fissaggio. Dopo 5-10 minuti, il lavandino deve essere rimosso e assicurarsi che il silicone non si sia scoppiato o diffuso. Pertanto, sul piano di lavoro si forma un doppio bordo continuo, escludendo l’ingresso di acqua all’interno, mentre il lavandino può essere facilmente smontato.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Prima dell’installazione finale e del fissaggio del piano di lavoro, è necessario montare i raccordi su di esso, il cui accesso sarà difficile con la ciotola, cioè il miscelatore e il tubo di troppo pieno, se presente. Ma il sifone o il trituratore è molto più conveniente da collegare al lavandino installato, in modo che possa essere tenuto durante l’installazione dal foro di scarico aperto.

Per fissare il lavandino, ha cerniere in acciaio posizionate lungo il contorno della ciotola in una quantità da 4 a 10 pezzi. Sono filettati con morsetti a vite sotto forma di zampe, i cui bordi devono essere orientati verso l’esterno. Successivamente, il lavandino viene abbassato nel foro e infine livellato, quindi le viti vengono serrate, premendo saldamente i lati sul piano del tavolo.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Trucchi di editing professionali

Le principali difficoltà nell’installazione sorgono quando si effettua un foro: se lo spazio tra il bordo del piano del tavolo e la ciotola è troppo grande, le gambe degli elementi di fissaggio potrebbero piegarsi. Se la mano non è ferma, è meglio non toccare la linea di marcatura durante il taglio e, se necessario, regolare le dimensioni con una raspa.

Quando il lavandino viene premuto, il silicone non deve scoppiare. È meglio spremere in anticipo una piccola goccia dal tubo e osservare quanto tempo ci vuole per formare un film sufficientemente forte sulla superficie.

Installazione di un lavello della cucina. Come incorporare un lavandino in un piano di lavoro

Le viti di fissaggio non devono essere serrate troppo, specialmente se il gioco è aumentato. Ciò porta al fatto che i lati del lavandino non sono premuti, ma si piegano verso l’alto. Un piccolo spazio tra il supporto e il piano di lavoro può anche essere sigillato con silicone.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy