Ho bisogno di un filtro per l’acqua?

A prima vista l’acqua del rubinetto sembra pulita e potabile? Sei sicuro di dover sottoporre la tua salute a tale test? Scopriamo innanzitutto quale percorso attraversa l’acqua prima che entri nel tuo rubinetto, come viene pulito e cosa, di conseguenza, rimane al di là della formula H2O conosciuta a tutti noi da scuola.

Immagine

In circa il 70% dei casi, l’acqua per i sistemi idraulici viene prelevata da fonti aperte – fiumi, laghi o bacini idrici, nel 30% – da sottosuolo, da acque sotterranee. Tradizionalmente, le fonti sotterranee erano considerate più pulite, ma recentemente non sono diventate meno sensibili all’inquinamento dei rifiuti industriali e ad altri risultati dell’attività umana rispetto ai corpi idrici aperti..

Secondo il Sysin Research Institute of Human Ecology and Environmental Hygiene dell’Accademia Russa di Scienze Mediche, solo l’1% delle fonti di acque superficiali domestiche soddisfa i requisiti della classe I, per la quale sono progettate le tecnologie di depurazione dell’acqua utilizzate. Studi su numerosi laghi, fiumi e bacini idrici nella Russia centrale hanno mostrato in media più di duecento composti chimici disciolti nelle loro acque. Inoltre, la presenza di alcune impurità (circa il 70%) non è controllata all’uscita dei sistemi di approvvigionamento idrico e la loro influenza non è inclusa negli standard sanitari ed epidemiologici per il trattamento delle acque.
sul corpo umano non è testato.

Come viene purificata l’acqua per i nostri tubi dell’acqua? La fase iniziale è la filtrazione, che è vicina alla purificazione nell’ambiente naturale, cioè attraverso ghiaia e sabbia. Quindi difendere. Successivamente, l’acqua viene sottoposta a clorazione, ozonizzazione o disinfezione da ultravioletti e rimozione di impurità ossidanti.

La clorazione è stata utilizzata per la depurazione delle acque dalla seconda metà del XIX secolo. Durante questo periodo, il cloro si è affermato come un metodo di disinfezione efficace ed economico, riducendo significativamente la presenza di batteri patogeni e una serie di impurità chimiche nell’acqua. Tuttavia, questo metodo ha anche effetti collaterali: essendo un reagente attivo, il cloro entra in composti con elementi contenuti nell’acqua, molti dei quali successivamente rimangono in esso..
L’ozonizzazione e la disinfezione con raggi ultravioletti sono considerate più moderne, efficienti e sicure per la salute e l’ambiente, ma non sono ancora così diffuse nel nostro paese. Tuttavia, hanno anche degli svantaggi..

L’effetto disinfettante dell’ozono non è accompagnato da un effetto collaterale e non consente sempre di mantenere le proprietà igieniche e igieniche dell’acqua al momento della fornitura al consumatore. Inoltre, l’ozonizzazione accorcia la durata dei sistemi idraulici accelerando la corrosione dei tubi. Inoltre, l’ozonizzazione dell’acqua contenente impurità organiche può formare composti altamente tossici.

Gli effetti collaterali del metodo di disinfezione a ultravioletti sono minori, questa tecnologia non influisce sui sistemi di drenaggio, tuttavia, attraverso la fotolisi in acqua, è possibile la formazione di ioni nitriti, che inoltre non ha il miglior effetto sul corpo umano.

Quindi, indipendentemente dallo stadio principale di purificazione – clorazione, ozonizzazione o trattamento ultravioletto – l’acqua viene satura di cloro prima di essere immessa nella tubazione. Questa azione è un passaggio obbligatorio, previsto da norme sanitarie e igieniche, e viene eseguita per rimuovere batteri patogeni e microrganismi da essa. Per prolungare l’effetto battericida durante il trasporto di acqua attraverso la rete di distribuzione, possono essere introdotti anche sali di ammoniaca e alluminio. E quanto si sa negli ultimi anni, i dati sui fuochi
nessun avvelenamento con acqua di rubinetto è stato rilevato sul territorio della Russia – queste azioni sono completamente giustificate.

Tuttavia, tutti questi miglioramenti della qualità dell’acqua del rubinetto e della sua conformità ai requisiti degli SNiP e alle norme sanitarie ed epidemiologiche possono andare a vuoto dopo averlo passato attraverso le reti di distribuzione. È noto che l’80% dei sistemi di approvvigionamento idrico in Russia sono assemblati da tubi di acciaio economici che non hanno una protezione adeguata contro la corrosione e iniziano a perdere in media dopo 7-10 anni. Per mantenere le reti funzionanti, è necessario sostituire fino al 3% delle condotte ogni anno, mentre negli ultimi due decenni, in media, dall’1 all’1,5% delle tubazioni è cambiato. Oggi, la maggior parte di loro ha sviluppato da tempo il proprio
risorsa e causa perdite e inquinamento dell’acqua.

Secondo gli studi sul sistema immunitario umano e le sue relazioni con l’ambiente, circa il 70-80% delle malattie comuni può essere causato dall’assunzione di acqua insufficientemente purificata nel corpo umano. E il 30% dei processi che accelerano l’invecchiamento del corpo umano sono causati dall’uso di acqua non della migliore qualità.
Alcune delle sostanze nocive possono penetrare attraverso la pelle umana intatta nella piscina, nel bagno e così via. Alcuni composti evaporano dalla superficie dell’acqua dopo 15-20 minuti (ad esempio, quando si fanno bagni caldi) e, in assenza di un’adeguata ventilazione, si dissolvono in alta concentrazione nell’aria..

Il contenuto residuo di cloro, altre contaminazioni chimiche e microbiologiche dell’acqua causate da un trattamento insufficiente o il suo passaggio attraverso condotte di qualità inadeguata possono causare molte malattie. Certo, non succederà nulla da qualche sorso, ma con l’ingestione regolare di acqua non filtrata o non bollita, le sostanze nocive si accumulano nel corpo, che alla fine possono causare un intero gruppo di malattie degli organi interni, del tratto respiratorio e diventare anche una delle cause del cancro.
L’acqua bollente, a sua volta, ci mostra chiaramente la quantità di impurità nell’acqua che scorre dai nostri rubinetti. La scala nelle teiere e sulle pareti di altri dispositivi di riscaldamento cresce a un ritmo catastrofico, mentre la quantità di sedimenti non diminuisce. L’ebollizione uccide i microbi patogeni, ma con un riscaldamento prolungato, alcuni composti del cloro possono formare sostanze cancerogene. Inoltre, una lunga ebollizione, oltre alle impurità dannose, distrugge le sostanze utili per il corpo, disciolte anche in acqua e riduce la concentrazione
ossigeno in esso.

Recentemente, la cosiddetta acqua artesiana è diventata diffusa, purificata industrialmente, imbottigliata e utilizzata per bere e cucinare. Tuttavia, sarà utile sapere che per la purificazione dell’acqua in bottiglia, vengono utilizzati metodi che cambiano radicalmente la sua struttura originale, rendendola vicina alla composizione all’acqua distillata, a sua volta destinata a esigenze mediche e tecniche, ma non per assunzione costante.

Un’alternativa degna non è solo considerata, ma anche utilizzata con successo da molti filtri per l’acqua domestica. Idealmente, prima di acquistare un filtro, è necessario contattare la filiale del servizio idrico o l’ufficio alloggi più vicino al luogo di residenza e ricevere una dichiarazione sulla composizione chimica dell’acqua che entra nel sistema di approvvigionamento idrico. Tuttavia, molti filtri moderni sono universali, combinano diversi principi di pulizia e trattengono la maggior parte delle impurità e dei contaminanti noti. Filtri diversi possono essere abbastanza diversi l’uno dall’altro e ogni consumatore può scegliere l’opzione più adatta a lui..

Ugelli con filtro per rubinetti e caraffe con cartucce sostituibili: le opzioni di pulizia più semplici ed economiche.

Esistono due tipi di attacchi per filtro per il rubinetto dell’acqua: da applicare quando è necessaria acqua potabile e collegati ad esso per l’intera durata del filtro. Tra i vantaggi: compattezza, prezzo basso, facilità di installazione. Contro: breve durata della cartuccia, filtrazione lenta e scarsa qualità.

Le caraffe con cartucce filtranti sono economiche, leggere, mobili e non usano una connessione idraulica, possono essere riempite da qualsiasi contenitore. Svantaggi: bassa durata della cartuccia, velocità di pulizia, piccolo volume di acqua filtrata alla volta, che, in media, varia da un litro a tre. Quando la cartuccia non viene utilizzata, viene a contatto con l’aria, favorendo la crescita dei batteri. Il carbone attivo utilizzato nel filtro assorbe il cloro e molte sostanze organiche disciolte bene nell’acqua, ma ha un contenuto sciolto
struttura, l’acqua alla fine si rompe attraverso i canali al suo interno e passa attraverso la cartuccia praticamente non trattata.

Per quanto riguarda le tecnologie di purificazione, entrambe le opzioni, nella migliore delle ipotesi, combinano metodi di assorbimento (carbonio) e metodi meccanici di purificazione dell’acqua e hanno prestazioni inferiori ad altri tipi di filtri. L’acqua viene purificata da impurità solide e composti organici del cloro, tuttavia, non impediscono la penetrazione della maggior parte dei composti chimici e dei batteri nel prodotto risultante..

Prefiltri, filtri fissi e molecolari, a differenza delle opzioni sopra discusse, forniscono un output migliore in uscita, trattengono una maggiore quantità di impurità, utilizzano sistemi di filtraggio più efficienti, ma richiedono un’installazione più complessa e i loro prezzi sono più alti.
I cosiddetti pre-filtri sono installati all’ingresso del rifornimento idrico per gli alloggi. Prolungano la vita dei tubi interni, proteggono gli elettrodomestici collegati al corso d’acqua e depurano l’acqua da una parte significativa delle impurità, rendendola più utilizzabile. Inizialmente, i prefiltri venivano prodotti con la tecnologia di un sistema di filtrazione meccanico e / o assorbente e rappresentati all’uscita dell’acqua purificata più per esigenze tecniche e domestiche, piuttosto che per mangiare e bere.

I prefiltri più moderni utilizzano un sistema di purificazione a più stadi. Oltre al carbone attivo meccanico e assorbente iniziale, vengono utilizzati lo scambio ionico e la pulizia elettrochimica. Il trattamento ionico impedisce l’ingresso di vari sali nell’acqua potabile, che gli conferisce durezza e riduce il contenuto di metalli pesanti. I filtri elettrochimici, funzionanti secondo il principio dell’elettrolisi, impediscono alla maggior parte dei composti chimici di entrare nel prodotto e distruggere i batteri.

Dovresti sapere che i pre-filtri vengono solitamente utilizzati per la depurazione dell’acqua nelle case private, mentre negli edifici di appartamenti, di norma, il principio della fornitura d’acqua non consente alle persone di installare un unico sistema di depurazione per l’intera stanza in una sola volta. In questo caso, vengono utilizzati i cosiddetti filtri fissi, collegati al tubo dell’acqua direttamente sotto il lavandino. Grazie alla varietà di cartucce, i filtri fissi consentono anche di effettuare la purificazione dell’acqua a più stadi e di selezionare la tecnologia di filtrazione in base alle caratteristiche di contaminazione dell’acqua,
che scorre da un approvvigionamento idrico specifico. Un rubinetto separato è installato per l’acqua filtrata; la cartuccia, la cui risorsa raggiunge i 150 mila litri, è installata sotto il lavandino. I filtri fissi rimuovono in modo affidabile la quantità principale di cloro e metalli pesanti, impurità organiche, eliminano gli odori sgradevoli e il sapore estraneo dell’acqua.

E infine, prendere in considerazione i filtri di nuova generazione che utilizzano la tecnologia a membrana o i cosiddetti sistemi di osmosi inversa. Esternamente, assomigliano molto a filtri di flusso stazionari, sono anche montati in un sistema di approvvigionamento idrico, ma il loro principio di funzionamento è fondamentalmente diverso. La tecnologia dell’osmosi inversa consente di ottenere la completa purificazione dell’acqua a livello molecolare: le membrane cellulari consentono il passaggio solo delle molecole di idrogeno e ossigeno, rimuovendo tutte le altre impurità e impurità. A differenza di altri tipi di filtri, la membrana del sistema di osmosi inversa non viene immagazzinata
ha filtrato le impurità e divide il flusso d’acqua in entrata in due parti. Il primo, essendo pulito, passa attraverso la membrana, l’altro, la parte contaminata, entra nella fogna. Ci sono solo due svantaggi di tale pulizia. Il primo sta tagliando non solo dannose, ma anche una serie di impurità utili di cui il nostro corpo ha bisogno. Tuttavia, dobbiamo ammettere che, sullo sfondo delle condizioni generali dell’acqua che entra nei nostri rubinetti, questa caratteristica non è così significativa: puoi sempre trovare altri modi per ottenere nutrienti dal cibo o prendendo complessi vitaminici. Il secondo è il costo di simili
i filtri sono superiori a quelli dei filtri di “prima generazione”. Allo stesso tempo, il sistema richiede molta meno cura e manutenzione, riducendo i costi per mantenerlo in buone condizioni..

In conclusione, voglio dire che la scelta del tipo di acqua che bevi è una questione personale. Dal rubinetto, a proprio rischio e pericolo (non citare i nonni che hanno bevuto acqua di rubinetto e hanno vissuto per molti anni come esempio – l’ecologia era ancora diversa), dalle bottiglie di plastica del negozio (a proposito, articoli sull’inadeguatezza della plastica molto è stato scritto per la conservazione a lungo termine di cibo e acqua), completamente bollito (preferibilmente brevemente e solo una volta!) o filtrato con uno dei metodi discussi sopra. In effetti, nel mondo moderno ci sono così tanti fattori che influenzano negativamente la nostra salute e il nostro benessere: proteggete te stesso e i tuoi cari da almeno uno di loro!

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy