Rianimazione delle conifere in primavera

Non appena la durata della giornata di sole aumenta, compaiono i raggi più luminosi, le piante iniziano a svegliarsi, iniziano il processo di fotosintesi. Allo stesso tempo, le conifere iniziano a perdere umidità e diventano gialle sotto il sole. Il nostro sito di suggerimenti ti dirà come puoi aiutare le conifere in primavera.

Rianimazione delle conifere in primavera

Il portale ha scritto in dettaglio su come piantare il thuja sul sito, nonché sulla scelta delle conifere per il giardino nel suo insieme. Sono le conifere che soffrono più di altre piante all’inizio della primavera, perdendo umidità al sole e non riuscendo a prenderla dal terreno ancora ghiacciato. Questo è espresso in ingiallimento, burnout di aghi.

Importante! Alcune varietà di thuja assumono una tinta di bronzo in inverno e questo è normale. Pertanto, non dovresti immediatamente farti prendere dal panico, confondendo solo un albero leggermente ingiallito con un bruciato.

Rianimazione delle conifere in primavera

Innanzitutto, ti diremo come è possibile impedire agli aghi di bruciarsi all’inizio della primavera:

  • Coprire, ombra dal sole. Ad esempio, stuoie ordinarie, tela da imballaggio, rete per facciate, rami di abete, paglia, altri materiali di copertura.
  • Inizia a versare il terreno sotto la pianta con acqua calda in modo che possa ricevere umidità fino a quando il terreno non si riscalda al sole. È meglio farlo al mattino, perché di notte potrebbero esserci ancora gelate e l’irrigazione non darà l’effetto desiderato.
  • A dicembre, tratta le conifere con un anti-ispirante. Ad esempio, “Purshat-O”. A causa della cera, questo farmaco verrà fissato sugli aghi e lo proteggerà dalla perdita di umidità, impedendogli di evaporare.

Rianimazione delle conifere in primavera

Se le conifere diventano ancora gialle sotto il sole di primavera, è necessario prendere misure di emergenza per rianimarle:

  1. Versare abbondantemente con acqua calda, sperando che la pianta si riprenda.
  2. Rimuovere gli aghi ingialliti. Non toccare ancora i rami, potrebbero non essere danneggiati. Solo se dopo un paio di mesi, se ti assicuri che anche i rami siano asciutti, puoi tagliarli.
  3. In tempo nuvoloso e calmo, trattare la corona di piante con farmaci antistress e stimolanti la crescita. Ad esempio, “Epinom”, “Epinom-extra” in alternanza con “Zircon”. Ci vorranno da due a tre mesi per spruzzare ogni 10 giorni in modo che la pianta abbia il tempo di recuperare..
  4. Per nutrire le conifere con fertilizzanti, puoi usare quelle contenenti azoto liquido per tali specie. I fertilizzanti liquidi vengono assorbiti più rapidamente e aiutano le piante a recuperare. La nitroammofoska può essere applicata sotto le radici a maggio.
  5. Non dimenticare la pacciamatura! Dopo aver innaffiato e fertilizzato, coprire il cerchio del tronco d’albero con pacciame, come paglia, segatura o aghi di pino dell’albero di Natale..

Rianimazione delle conifere in primavera

Importante! Nella stragrande maggioranza dei casi, le conifere bruciate al sole all’inizio della primavera possono essere salvate. Si stanno riprendendo. Ma se quasi l’intera corona ha sofferto, è possibile che non si possa fare nulla. Anche se, ovviamente, puoi provare. Avrai sempre il tempo di acquistare un nuovo thuja, ginepro o abete rosso.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy