Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Sezioni dell’articolo



L’articolo è dedicato a uno degli stili più distintivi e suggestivi della direzione etnica della progettazione del paesaggio: il giardino giapponese. Per crearlo, è necessario non solo studiare lo stile e i principi della progettazione del paesaggio, ma anche comprendere la componente filosofica e spirituale dell’arte giapponese del parco.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

La direzione etnica della progettazione del paesaggio è un modo per dare a un sito un aspetto individuale e unico, per creare per te e per i tuoi cari l’atmosfera e l’entourage del tuo amato gruppo etnico. Molti orti etnici sono in conflitto con l’ecosistema esistente. Il risultato di seri sforzi e costi materiali è la creazione sul sito di una copia ridotta di qualsiasi parte del mondo con le proprie leggi, il concetto, il colore.

Lo stile etnico del design del paesaggio è multicolore, diversificato, imprevedibile, come i gruppi etnici stessi che abitano la Terra, tuttavia, si possono distinguere alcuni principi generali di costruzione di giardini etnici:

  1. Tutti gli elementi della progettazione del paesaggio e dell’architettura devono corrispondere allo stile scelto. Questo vale per tutto: strutture, recinzioni, piccole forme, un serbatoio e piante. Ecco perché è abbastanza difficile rifare un sito già attrezzato in una direzione etnica..
  2. È importante allineare il paesaggio stesso. Ad esempio, uno stile scandinavo o alpino richiederebbe rocce e pendii montani. Ecco perché si consiglia ai progettisti di sfruttare le caratteristiche naturali del sito e non viceversa..
  3. Piccole forme ponderate e oggetti per la casa del gruppo etnico selezionato sono un modo per riunire tutti gli elementi, per creare un colore nazionale.
  4. Ogni paese ha i suoi colori nazionali. Usarli aiuta a rendere riconoscibile lo stile..
  5. Le piante della parte scelta del mondo sono il completamento logico dell’immagine stilistica. Dovrebbero essere ben curati e in fiore. Non dovresti provare ad allevare quelle piante che categoricamente non possono vivere nel nostro clima, in questo caso vale la pena considerare la progettazione di un giardino d’inverno, dove le piante termofile possono sopravvivere al rigido inverno.
  6. L’uso di soli materiali naturali e naturali è un prerequisito per la creazione di qualsiasi progettazione del paesaggio in stile etnico.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Componente ideologica di stile giapponese

I giapponesi credono che il giardino sia una specie di riflesso dell’anima del proprietario. Ecco perché ogni dettaglio in essa contenuto ha un importante significato simbolico..

La negazione della componente spirituale, l’atteggiamento negligente nei confronti del concetto è un errore inaccettabile quando si organizza un giardino giapponese. Nessun mobile stilizzato, oggetti per la casa o geroglifici insensati possono respirare lo spirito del Giappone nel sito e rendere riconoscibile lo stile. E sebbene questa sia una regola generale per tutti i giardini etnici, lo stile giapponese è particolarmente sensibile al grado di riflessione filosofica e all’incarnazione di tradizioni e credenze nella progettazione del paesaggio..

Naturalmente, per il dispositivo di progettazione del paesaggio in stile giapponese, non è necessario uno studio approfondito della filosofia Zen, ma è importante conoscere i principi di base di questa visione del mondo, applicati alla progettazione del paesaggio:

  1. Armonia e spiritualità.
  2. Simbolismo, sacralità di ogni elemento.
  3. Naturalezza. Lo stile non tollera elementi e decorazioni non inerenti alla natura circostante.

Tipi di giardini giapponesi classici

I classici giardini giapponesi sono divisi in tipi. Questa divisione ha una seria logica spirituale e simbolica:

  • palazzo;
  • tempio;
  • giardini per la cerimonia del tè;
  • giardini vicino all’edificio residenziale;
  • giardini astratti.

Ogni stile ha le sue caratteristiche distintive, ma nella moderna progettazione del paesaggio, principalmente gli ultimi tre tipi hanno trovato la loro applicazione..

Problemi di zonizzazione del giardino giapponese

Una caratteristica molto importante del giardino giapponese è la “scala controllata”. Non dovrebbe creare l’impressione di oppressione, isolamento. E mentre può sembrare che il minimalismo e le dimensioni ridotte siano esattamente ciò che distingue lo stile giapponese dalla maggior parte dei giardini etnici, questo non è assolutamente vero. Lo stile giapponese è molto più “potente” e voluminoso – anche una piccola area dovrebbe simboleggiare il mondo intero.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Esistono diverse regole generali di suddivisione in zone inerenti solo allo stile giapponese:

  1. Forma della trama rettangolare o quadrata.
  2. Transizioni e linee fluide.
  3. Il centro della composizione è uno stagno o pietre. In questo caso, è necessario osservare la “zona vuota” – lasciando lo spazio attorno agli elementi centrali disponibili per la visualizzazione da qualsiasi punto del giardino.
  4. Asimmetria e unicità, stranezza. Non un singolo elemento del giardino, nessuna singola zona può essere accoppiata, ha analoghi in proporzioni e dimensioni.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Soluzioni a colori

Il giardino giapponese è quasi monocromatico. La variegatura, i colori vivaci che di solito contraddistinguono lo stile etnico, in questo caso, al contrario, introducono dissonanza e distorcono lo stile. La combinazione di colori naturali in tutte le sue sfumature è la principale e unica combinazione di colori possibile. Verde, grigio, marrone dovrebbe diventare predominante.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Il colore bianco puro, che è il colore del lutto e del desiderio tra i giapponesi, è altamente indesiderabile da utilizzare nella progettazione del sito.

Brani

Tutti i percorsi in un giardino giapponese devono avere forme arbitrarie e curve morbide..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

La geometria e gli angoli rigorosi sono esclusi. In questo caso, la larghezza delle tracce non ha importanza. Sono pavimentate con ciottoli piatti o viene utilizzato legno naturale. Sono consentiti un certo “abbandono” e “invecchiamento” del materiale di base. I sentieri di ghiaia o sabbia, d’altra parte, sono tenuti in perfetto ordine, pari a un rastrello.

Scherma

Lo stile giapponese suggerisce pace e privacy. Pertanto, un alto recinto di pietra è abbastanza accettabile. Alti muri di pietra, oltre al loro scopo funzionale, serviranno da sfondo ideale per la composizione complessiva.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Le pareti ricoperte di muschio o licheni coltivati ​​con una speciale tecnologia sembrano particolarmente eleganti. Inoltre, le recinzioni esterne possono essere adobe, bambù o legno. È importante ricordare solo il colore naturale, nel caso in cui sia necessario dipingere o imbiancare.

Recinzioni interne dividono simbolicamente il sito in zone. Dovrebbero essere semplici e non ostacolare una visione d’insieme..

Piccole forme

Come per tutti gli elementi del giardino, le piccole forme architettoniche hanno un grande significato semantico e stilistico, per la loro creazione vengono utilizzati solo materiali naturali: legno o pietra. Un materiale molto popolare spesso usato dai designer è il bambù. Ne sono fatti gli archi, i recinti divisori, gli schermi da giardino..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Le piccole forme tradizionali per il giardino giapponese includono:

1. Lanterne stilizzate (spesso pietra). Sono collocati lungo percorsi, passerelle, sopra panche e composizioni vegetali..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

In una piccola area, una grande bella lanterna può diventare il centro della composizione, portando un carico semantico.

2. Pagode, poste nel punto più alto del sito.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

I negozi specializzati offrono pagode pronte fatte di vari materiali, ma è possibile costruire questa struttura rituale con le tue mani con pietra naturale o legno.

Importante: la pagoda deve essere almeno 1,5 volte più alta delle lanterne.

3. Panchine senza schienale e mobili da giardino bassi (solo pietra o legno).

4. Elementi unici di stile giapponese sono le porte interne in legno, che sono integrate nella composizione.

5. I ponti in legno sono installati non solo su corpi idrici, ma possono servire come continuazione del percorso, svolgendo una funzione puramente decorativa.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

6. Gazebo nel giardino giapponese – un luogo di solitudine e contemplazione.

È nella posizione migliore per offrire la massima visibilità senza distrarre l’attenzione dal centro della composizione..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Invece di un gazebo, puoi usare una terrazza aperta o costruire una casa da tè chiusa

7. Sculture.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Mentre le sculture in stile nazionale sono un ottimo modo per modellare un giardino nella maggior parte dei giardini etnici, lo stile giapponese ha le sue sfumature. Alcuni paesaggisti li considerano estranei alla tradizionale cultura giapponese del giardino. In ogni caso, la domanda dovrebbe essere affrontata con tutta serietà, se viene presa la decisione di installare una scultura, allora dovrebbero essere immagini stilizzate di animali come un leone orientale, una tartaruga, una gru.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Particolare attenzione dovrebbe essere posta all’installazione di una statua di Buddha, che porta un certo significato religioso e di culto.

8. Gli elementi folcloristici daranno maggiore credibilità allo stile generale. Ad esempio, lo spaventapasseri giapponese “shishi-odoshi” in bambù.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

serbatoi

La soluzione ideale per un giardino giapponese è uno stagno. Con il suo aiuto, viene creato uno dei principali metodi stilistici di stile: il mirroring..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

La superficie dell’acqua dovrebbe riflettere le più belle immagini del paesaggio, creando così l’illusione dell’infinito. Un dispositivo stilistico molto interessante è il posizionamento di una lanterna giapponese vicino al serbatoio. A volte è disposto sopra l’acqua, in modo che la sua fiamma si rifletta nell’acqua..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

I grandi massi sono ampiamente utilizzati nella progettazione dello stagno. Molto spesso sono disposte una o più isole, collegate da ponti bassi..

Inoltre, i serbatoi tradizionali giapponesi includono:

1. Cascate “suonanti”, in cui l’acqua cade da una grande altezza, emettendo un suono chiaro e forte e schizzi di dispersione. Solo la pietra naturale dovrebbe essere usata come materiale per la fontana..

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

2. Tsukubai – vasi in pietra con acqua incorporata in composizioni di piante e pietre. Vicino alla nave, puoi posizionare una lanterna, appendere un mestolo di bambù.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

3. Kare-sansui – un paesaggio secco di ciottoli e sabbia, che imita un serbatoio.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Mini giardini

Nella progettazione del paesaggio, molto spesso lo stile dei tipi menzionati all’inizio dell’articolo viene utilizzato per creare mini-giardini. Pertanto, non l’intero sito è redatto in stile giapponese, ma solo una parte di esso. Questo è un ottimo modo per creare un angolo del Giappone sul sito senza cambiare la progettazione del paesaggio già organizzata. Diamo un’occhiata ad alcune delle più comuni opzioni di mini garden.

Tsubo Garden

Nella traduzione dal giapponese sembra “brocca”. Secondo il nome, è allestito in un’area molto piccola in un angolo appartato del giardino. Un giardino giapponese a pieno titolo, riconoscibile dal punto di vista stilistico, viene creato su un’area di diversi metri quadrati.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

L’unica cosa che distingue un giardino Tsubo da un grande giardino giapponese è che è meglio piantare piante dello stesso tipo per esso. Ad esempio, solo bambù.

Tea Garden

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Il luogo in cui si tiene la cerimonia del tè. È richiesta la presenza di “tsukubai”, un padiglione del tè, una panca bassa senza schienale (matiaya). Più un giardino da tè è semplice e modesto, meglio è. Nulla dovrebbe distrarre dalla cerimonia. La condizione principale è pulizia e cura.

Giardino roccioso

Il giardino di pietra porta un profondo carico filosofico, quindi richiede familiarizzazione con le basi e i principi. È un numero dispari di pietre (imitando le isole), disposte in un certo ordine sulla sabbia (imitando il mare). Richiede un’attenta manutenzione e persino l’irrigazione.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

Giardino dei bonsai

Può essere organizzato su tutto il territorio del sito, oppure puoi occupare solo un pezzo di terra molto piccolo, non più di un metro, con alberi nani. In un giardino bonsai, gli alberi più comuni si trovano in vasi, che vengono coltivati ​​tagliando la corona e le radici in modo speciale. Come risultato di questo “modanatura”, l’albero diventa nano, con la forma della corona concepita dal proprietario.

Il giardino giapponese è un classico esempio di stile etnico nella progettazione del paesaggio

La sistemazione di un giardino giapponese non è un compito facile, che richiede non solo costi materiali, ma anche sforzi spirituali. Di conseguenza, il sito si trasformerà in un angolo di pacificazione, pace, armonia con il mondo e se stessi.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy