Quale tessera scegliere

Testato sull’esperienza personale: una persona nella vasca da bagno (direttamente) è talvolta illuminata da idee progressiste. E lui, come ci assicura il libro di testo della scuola, salta fuori dal bagno e grida “Eureka!” porta questa idea alle masse. Soprattutto va a parenti e amici.

E sai – è così. È stato nella vasca da bagno che ho ripreso di nuovo l’idea di rinnovare un appartamento, forse ispirato al nuovo anno in arrivo (tuttavia, come l’anno nuovo, questa idea mi viene sempre …) All’improvviso volevo davvero costruire un nido, trascinando materiali da costruzione nell’appartamento – linoleum lì … carta da parati … no, probabilmente è meglio iniziare con le piastrelle del bagno. In effetti, quanto puoi ammirare i quadrati bianchi e blu quando nei negozi della città le piastrelle di tutti i colori dell’arcobaleno attirano la mia attenzione??

Ma è solo il colore che ci attrae nelle piastrelle di ceramica (aka piastrelle)? È pratico? – Sì. È durevole? – certamente (i miei quadrati bianchi e blu, per esempio, sono più vecchi di me). Igienico ed ecologico … e infine – “è semplicemente bellissima”! Tuttavia, quando si scelgono le piastrelle di ceramica, non si deve fare affidamento solo sulla loro bellezza. La ceramica è un materiale complesso, il minimo inosservanza della tecnologia di produzione che porta alla comparsa di un matrimonio, spesso nascosto. Come fare la scelta giusta? Proviamo a capirlo.

DI DOVE SEI. Adorabile bambino?..

Il nostro mercato oggi comprende piastrelle realizzate in Italia, Spagna, Francia, Repubblica Ceca, Turchia, Egitto, Iran, Emirati Arabi Uniti, Corea, nonché prodotti di produttori locali.

Tradizionalmente, le aziende italiane sono note come trendsetter per questo materiale in Europa, ma gli spagnoli usano esattamente la stessa attrezzatura tecnologica. Inoltre, la Spagna esporta in Italia materie prime per la produzione di ceramica – argilla granulare. Pertanto, si ritiene che, a tutti gli effetti, ad eccezione del design, i prodotti di questi paesi siano identici.

La più resistente, secondo gli esperti, è una piastrella in argilla rossa, ricoperta da uno strato di vetro fuso e non con la tradizionale glassa. Uno dei migliori produttori di tali piastrelle è la società spagnola Vives..

Le piastrelle di argilla bianca prodotte dalla maggior parte delle aziende, ad esempio in Francia, sono considerate leggermente meno resistenti del loro cugino dalla pelle rossa. Tuttavia, questo può anche essere visto come un vantaggio: in caso di esaurimento, l’argilla rossa perde forza, ma non cambia colore. Quando si producono ceramiche da argilla bianca, questo tipo di matrimonio non può essere nascosto. Tuttavia, quando si tratta di famosi produttori europei, non dovresti preoccuparti. L’intero processo di produzione è controllato da un computer, in cui vengono inseriti i dati sullo spessore e il formato delle piastrelle. Se almeno uno dei parametri specificati non viene soddisfatto, la tessera viene immediatamente distrutta.

Negli ultimi anni, la qualità della ceramica prodotta in Turchia è migliorata. È vero, nel nostro paese è venduto a prezzi spesso uguali a quelli delle piastrelle italiane. In tutto il mondo, i prodotti turchi sono molto più economici.

Non molto tempo fa le piastrelle di ceramica ceche erano il sogno finale del nostro consumatore. E, a proposito, non è invano – la sua qualità è piuttosto elevata (i miei quadrati bianco-blu, che non hanno perso il loro aspetto e non si sono spaccati, lo testimoniano in modo convincente). Certo, sullo sfondo delle delizie italiane, sembra una debuttante modesta tra le “star del cinema”, ma il suo futuro non è male.

IL MIO COLORE PREFERITO … LA MIA TAGLIA PREFERITA…

Come sapete, non ci sono controversie sui gusti. Eppure non esiste esattamente una moda per le piastrelle, ma alcune tendenze. Ora, per esempio, due stanno “combattendo”, proprio di fronte: per usare una tessera di dimensioni maggiori (fino a 40×60 cm) o più piccola – fino a 5×5 cm.

L’opinione prevalente secondo cui le grandi piastrelle sembrano ridicole in un piccolo bagno è stata smentita con successo da molti designer. A loro avviso, è sufficiente sperimentare forma e colore..

Ma gli avversari della “gigantomania” dovrebbero ricordare che più piccola è la piastrella, più qualifiche sono necessarie per un’installazione di alta qualità..

Oggi, gli interni decorati con pietre naturali sono molto popolari in tutto il mondo. La domanda crea offerta e molte aziende hanno iniziato a produrre tutta una serie di piastrelle con superfici lucide e opache che imitano la malachite, il lapislazzuli o il diaspro. A ciascuno il suo. Ma vogliamo avvisarti che una goccia d’acqua che si è asciugata su una piastrella lucida lascia tracce più si nota più scura è la piastrella. Quindi un bagno piastrellato con malachite scura o marmo nero è, ovviamente, bello. Ma dovrai pulirlo ogni giorno.

Sì, ma vorresti altri elementi decorativi? Bordi, decorazioni, angoli … Piastrelle a motivi geometrici – decorazioni – portano il tema principale della collezione, non dovrebbero esserci troppe di queste piastrelle, così come non dovrebbero esserci troppe decorazioni. A volte si sommano a una composizione – e quindi il compito del proprietario è piegare correttamente i quadrati. E poi, sdraiato nella vasca da bagno, cercando di capire se ci è riuscito o no…

È bello che tu sia così piatto e verde…

Siamo onesti: in Spagna, Italia e Turchia, ci sono molte piccole industrie che non sono così zelanti sull’accuratezza della tecnologia di produzione di piastrelle. Inoltre, c’è la possibilità (anche se piccola) di imbattersi in prodotti falsi di aziende famose. Pertanto, curando questo materiale, è necessario verificarne la qualità..

I più importanti sono due parametri; precisione delle dimensioni geometriche e resistenza all’umidità, per fortuna, puoi controllarle senza attrezzature speciali.

Le piastrelle devono essere perfettamente piatte (a volte le piastrelle italiane hanno una forma uniformemente concava per creare un effetto di design speciale, ma tali piastrelle sono molto costose e difficilmente le troverai nei negozi di hacking). Per verificare, una piastrella, pulita dello strato protettivo di trasporto, viene posizionata su una superficie piana e tutti gli angoli vengono premuti a turno. La tessera non dovrebbe muoversi – si trova in piano sulla superficie. La stessa operazione viene eseguita capovolgendo la tessera. Lo stesso effetto parla per la qualità del prodotto..

Puoi andare oltre – e stendi con cura un metro o due piastrelle sul tavolo come dovrebbe trovarsi sul muro. Tutte le “cuciture” condizionali devono essere assolutamente diritte. Se ci sono deviazioni, abbandonare l’acquisto o prepararsi per il duro lavoro di calibrazione delle piastrelle.

Un altro consiglio che è più difficile da seguire prima di acquistare. Tuttavia, sarebbe molto bello mettere le piastrelle in acqua per 12-14 ore, quindi rimuoverle ed esaminarle attentamente. Non dovrebbero esserci microcricche sulla superficie dello smalto.Se compaiono, la piastrella si spezzerà sul muro dopo 3-4 anni.

RESISTENTE AL GELATO. PERSONAGGIO NORDICO…

Hai notato: sulle scatole con piastrelle, sul lato o in alto, c’è un’etichetta con immagini e lettere? Queste icone meritano attenzione, perché non è per niente che i produttori le disegnano in modo così persistente..

Ad esempio, le piastrelle destinate a essere posate sul pavimento sono contrassegnate da un’icona a piede su uno sfondo nero. Se lo sfondo è chiaro e ombreggiato e il piede è nero, la piastrella è più resistente. L’immagine di una mano indica una piastrella per pareti e quindi, non importa quanto sia di alta qualità il prodotto di questo tipo, non rimarrà a lungo sul pavimento. Il fiocco di neve indica la resistenza al gelo dei campioni e l’icona sotto forma di una fiamma stilizzata con i numeri 1 o 2 indica il numero di volte in cui il rivestimento è stato sparato. Di norma, l’indicatore di resistenza al gelo è anche un indicatore del basso assorbimento d’acqua delle piastrelle..

Un altro tipo di marcatura sono i caratteri alfabetici. AA: questo simbolo indica che le piastrelle non hanno paura degli effetti dei prodotti chimici. Piastrella leggermente meno stabile con una A. La resistenza più bassa è per piastrelle con marchio O, intermedio – per B e C.

Quindi, supponiamo che teoricamente siamo preparati per l’acquisto di piastrelle. C’è poco da fare – per dare vita alle nostre conoscenze. Non rimandiamo più?..

Lina TIMOFEEVA

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy