Intonaci

Quando inizi a rinnovare un appartamento, tieni presente che anche nelle moderne case a pannelli, le pareti sono abbastanza irregolari. Spesso lastre e pannelli di cemento hanno una superficie ondulata e questa ondulazione è abbastanza profonda e quindi chiaramente visibile. Putty può “rimuovere” solo piccole irregolarità (fino a 5 mm), ma se superano questo limite, dovrai usare una soluzione e fare piccoli lavori di intonacatura. O, ad esempio, se le porte installate verticalmente sporgono in modo significativo oltre il piano del muro a causa della sua forte inclinazione, è necessario utilizzare anche l’intonaco per “portare” tali sporgenze. Per ridurre i costi di ristrutturazione dell’appartamento (ristrutturazione) (e i lavori di intonacatura sono piuttosto costosi), non è necessario intonacare tutte le pareti che presentano irregolarità. Puoi limitarti a quei muri, alle irregolarità su cui sono chiaramente visibili o ai loro piccoli pezzi. Questi includono:

-pareti su cui cade la luce obliqua, posizionate ad angolo retto rispetto al piano della finestra. Se non sono ingombra di mobili, è meglio allinearli;
-luoghi in cui saranno attaccati i battiscopa, in particolare quelli che dovrebbero essere visibili.

Collegare una barra piatta o un livello alla parte inferiore delle pareti in cui verranno fissati gli zoccoli e se gli spazi tra la barra o il livello sono abbastanza grandi (più di 5 mm), quindi, quando si effettuano lavori di ristrutturazione dell’appartamento (ristrutturazione), è meglio livellarli con intonaco e si può intonacare con malta solo una piccola striscia alta 10-15 cm, e il resto delle irregolarità in seguito è sufficiente per “ridurre” lo stucco a nulla. Affinché questo piccolo strato di malta si mantenga in modo affidabile e in futuro durante le riparazioni cosmetiche non cada dal muro, è necessario preparare bene la sua superficie pulendolo da strati di vecchio mastice e primer con colla PVA diluita con acqua.

Altri difetti non evidenti sono spesso sufficienti per appianare il mastice per renderli invisibili.

A volte i lavori di intonacatura vengono eseguiti non con malta, ma con intonaco. Va tenuto presente che la soluzione di gesso è fissata al muro (cemento o mattoni) non solo meccanicamente, ma anche a causa di una reazione chimica. Il gesso ha solo una connessione meccanica con la superficie della parete. Pertanto, se i muri sono esposti a vibrazioni, l’intonaco di Parigi può staccarsi dal muro e cadere. Esempio: se una porta viene trasferita e una parte della porta è coperta di mattoni. Questo muro di mattoni, specialmente se è disposto in un quarto di un mattone (sul bordo), è soggetto a vibrazioni dovute agli schiaffi della porta e se è intonacato con intonaco, nel tempo questo intonaco si staccherà. L’intonaco viene utilizzato al meglio solo su pareti e pareti divisorie in gesso..

Difetti del gesso

Gli errori più comuni nel lavoro di intonacatura, o meglio si dirà, è il risultato più triste del lavoro di intonacatura: peeling, screpolature dell’intonaco e modifica della geometria dei locali, a causa dello strato “spesso” di intonaco. Questo “rastrello” ha colpito ogni stagione di lavori di ristrutturazione e finitura. Non intendiamo raccontare in un articolo così breve tutti i problemi e i difetti che sorgono durante i lavori di intonacatura. Allo stesso tempo, vorremmo attirare la vostra attenzione sulle imperfezioni e sui difetti più tipici dell’intonaco.

Cominciamo con i requisiti dei codici di costruzione e delle regole per intonaci e stucchi durante la ristrutturazione di appartamenti:

3.15. Quando si intonacano pareti di mattoni a una temperatura ambiente di 23 ° C e oltre, la superficie deve essere inumidita prima di applicare la soluzione.

3.16. Intonaci migliorati e di alta qualità dovrebbero essere eseguiti su fari, il cui spessore dovrebbe essere uguale allo spessore del rivestimento in gesso senza uno strato di copertura.

3.17. Quando si installano rivestimenti a strato singolo, la loro superficie deve essere livellata immediatamente dopo l’applicazione della soluzione, nel caso di utilizzo di cazzuole – dopo che è stata fissata.

3.18. Quando si installa un rivestimento in intonaco multistrato, ogni strato deve essere applicato dopo che il precedente è stato impostato (lo strato di copertura – dopo che la malta è stata fissata). Il livellamento del terreno deve essere effettuato prima che la malta inizi a calare..

3.19. I fogli di intonaco di gesso devono essere incollati alla superficie dei muri di mattoni con composizioni corrispondenti a quelle di design, situate sotto forma di segni, dimensioni 80×80 mm su un’area di almeno il 10% lungo il soffitto, il pavimento, gli angoli del piano verticale ogni 120-150 mm, negli intervalli tra loro a una distanza di non più 400 mm, lungo i bordi verticali – in una striscia continua. Le lastre devono essere fissate su basi di legno con chiodi a testa larga.

3.20. L’installazione di prodotti stampati in gesso deve essere eseguita dopo l’impostazione e l’essiccazione della base da soluzioni di gesso. I dettagli architettonici sulla facciata devono essere fissati al rinforzo incorporato nella struttura della parete, precedentemente protetto dalla corrosione.

Controllo dei requisiti tecnici (metodo, volume, tipo di registrazione)

Spessore ammissibile di intonaco a uno strato, mm: quando si utilizzano tutti i tipi di soluzioni, ad eccezione del gesso – fino a 20, dalle soluzioni di gesso – fino a 15 Misurazioni, almeno 5 misurazioni per 70-100 m2 della superficie del rivestimento o in una stanza di un’area più piccola in luoghi identificati da una visione continua ispezione, registro lavori

Lo spessore consentito di ogni strato quando si installano intonaci multistrato senza additivi polimerici, mm: spruzzatura su pietra, mattoni, superfici in calcestruzzo – fino a 5 spruzzi su superfici in legno (incluso lo spessore della ghiaia) – fino a 9 terreni da malte cementizie – fino a 5 terreni da calce, calce malte di gesso – fino a 7 strati superiori di rivestimento in gesso – fino a 2 strati superiori di rivestimento decorativo – fino a 7 Misurazioni, almeno 5 misurazioni per 70-100 m2 di superficie di rivestimento o in una stanza di un’area più piccola in luoghi identificati da ispezione visiva continua, diario di lavoro.

Fai riparazioni in un pannello, monolitico o casa di mattoni in ogni caso con l’aiuto di un architetto, designer, caposquadra, caposquadra o direttamente con gli artigiani, devi misurare, appendere le superfici: pavimenti, pareti, soffitti. Guarda i diagrammi di pareti e soffitti sospesi con una linea a piombo.

Questo e solo questo mostreranno quali sono la loro curvatura, pendenze e differenze..

Queste misurazioni consentiranno di calcolare il consumo del materiale selezionato..

E determinare la complessità, i tempi e i costi del lavoro.

La particolarità del lavoro di intonacatura è anche che, in definitiva, formano la geometria della stanza, che si tratti di una stanza, cucina, bagno o studio.

stucco

Solo piccole irregolarità (fino a 5 mm) possono essere “rimosse” con lo stucco. Lo spessore dello strato di intonaco può essere fino a 5 cm. E alcune grandi gocce dovranno probabilmente essere nascoste sotto strutture decorative o muri a secco. In questa fase, devi lavorare sodo e fare attentamente tutte le misurazioni e pesare se hai bisogno di tutti gli angoli a 90 o, in modo da non ridurre l’area e non aumentare il costo delle riparazioni e rinunciare a qualcosa? Ma si deve tener conto del fatto che le irregolarità rimaste non colpiscono solo all’inizio della riparazione. Tutte le pendenze, tutta la curvatura saranno successivamente enfatizzate da carta da parati non corrispondente, spazi tra la parete e il battiscopa, parquet geometricamente irregolare, una pendenza sopra il mobile, mobili storti, ecc. Chiediamo ai nostri clienti di non acquistare o ordinare mobili prima di fissare le superfici. Ciò è particolarmente vero per cucine e bagni, dove anche 1-2 cm non ti permetteranno di inserire un frigorifero, un armadio o lasciare uno spazio.

E di più sui difetti: la violazione di norme e regolamenti tecnici durante la preparazione di soluzioni e la produzione di intonaci è la causa dei difetti.

Incrinature grandi e piccole durante l’intonacatura

Grandi e piccole crepe compaiono sulle superfici dell’intonaco perché usano soluzioni grasse (con un alto contenuto di sostanze leganti) o scarsamente miscelate, in cui molti materiali leganti o riempitivi si accumulano in alcuni punti. Le crepe possono anche apparire a seguito della rapida asciugatura dell’intonaco applicato sotto l’influenza di forti correnti d’aria o alte temperature. Le crepe si formano anche dall’applicazione di uno spesso strato di malta a presa lenta in una sola volta, o perché la malta viene applicata, anche se in strati sottili, sul precedente strato di malta che non si è ancora depositato. Per evitare la comparsa di crepe, è necessario dosare rigorosamente leganti e aggregati quando si prepara la soluzione e mescolarla accuratamente. L’intonaco applicato deve essere protetto da asciugature estremamente rapide, correnti d’aria, chiudendo finestre e porte in locali intonacati.

Crepe direzionali definite si formano su superfici in mattoni lungo le giunture in muratura. Sui muri di mattoni, appaiono delle crepe a seguito dell’applicazione di strati molto sottili di malta per intonaco senza prima bagnare le superfici con acqua. Anche gli alcali che fuoriescono dalle giunture della muratura possono causare incrinature. Razzi e rigonfiamenti durante l’intonacatura

Scaglie e gonfiore dell’intonaco si verificano quando si intonacano superfici umide o con costante inumidimento delle superfici intonacate. Molto spesso ciò accade su intonaci a base di calce e calce-gesso. Per evitare la desquamazione e il rigonfiamento dell’intonaco, i luoghi umidi devono essere asciugati e solo successivamente intonaco.

Lo sfaldamento del gesso è causato dall’applicazione della malta su una superficie eccessivamente asciutta o per asciugare gli strati di una malta precedentemente applicata. Il peeling può anche verificarsi a causa del fatto che strati successivi della malta sono stati applicati a quelli più deboli precedenti, ad esempio, una malta cementizia più duratura è stata applicata alla malta da calce. L’intonaco si stacca anche se una base di calce o calce-gesso senza strati di transizione viene applicata alla base di cemento o all’intonaco di cemento.

Gli strati di rivestimento colorati e decorativi si staccano quando vengono applicati su terreni molto forti o, al contrario, molto deboli, quando lo strato di copertura è molto più forte e più denso del terreno stesso o coprono terreni con una superficie non sufficientemente ruvida.

Crepe nelle bucce durante l’intonacatura

Le crepe nelle bucce appaiono a causa del fatto che gli angoli delle pareti o dei giunti di superfici diverse fatte di materiali diversi non sono stati sufficientemente preparati o perché la soluzione è stata applicata su superfici di legno troppo secche. Le crepe compaiono anche se le strutture da intonacare non sono state fissate saldamente. Prima di intonacare, gli angoli e le giunture di superfici diverse devono essere coperti con strisce di rete e pareti di legno asciutte, pareti divisorie, soffitti devono essere ben inumiditi con acqua. Un difetto come una resistenza insufficiente si verifica principalmente in presenza di una quantità insufficiente di legante nella soluzione o se la sabbia è fortemente contaminata. L’intonaco non sufficientemente forte viene rilevato toccando. Dopo aver riscontrato questo difetto, è necessario rimuovere l’intonaco fragile dalla superficie e ricoprire di nuovo con una soluzione più duratura.

Ci auguriamo che la conoscenza dei requisiti dei codici di costruzione e delle normative e delle cause di possibili difetti nell’intonaco, che vi abbiamo presentato, sebbene in un materiale molto abbreviato, vi consentirà comunque di evitare difetti almeno ovvi, ma molto fastidiosi quando intonacate pareti e soffitti.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy