Riscaldamento del tetto. Scelta dell’opzione migliore per il sistema antigelo

Sezioni dell’articolo



“Prepara la slitta in estate e il carrello in inverno”, afferma la saggezza popolare. Ecco perché l’estate è il momento ideale dell’anno per prepararsi alla lotta invernale contro il ghiaccio che si forma sul tetto della propria casa. Questo articolo ti mostrerà come farlo senza pagare in eccesso..

Sbrinamento del tetto

La formazione di ghiaccio sul tetto porta spesso a perdite, alla distruzione del sistema di drenaggio o persino a lesioni domestiche (un pezzo di ghiaccio caduto dal tetto può uccidere). In questi casi è troppo tardi per lamentarsi dei costruttori incuranti o delle condizioni meteorologiche. C’è un problema e deve essere risolto. Il modo più semplice e ovvio è rimuovere meccanicamente neve e ghiaccio semplicemente pulendoli dal tetto. Sfortunatamente, l’opzione più semplice è raramente la migliore. Salire su un tetto invernale con un raschietto e una piccozza, almeno un paio di volte a settimana, non è un piacere piacevole. Non solo è un duro lavoro fisico, ma il tetto stesso con una visita così frequente è abbastanza reale da danneggiare. Quindi se questo non è il tetto di un edificio industriale o amministrativo con una comoda uscita e un dipendente appositamente assunto per tali compiti, ma il tetto di casa tua, allora questa opzione di pulizia meccanica scompare da sola. Cosa rimane?

La seconda via d’uscita dalla situazione è suggerita dalla logica stessa. Se il ghiaccio non può essere rimosso, può semplicemente essere sciolto, o ancora meglio non lasciarlo formare. Prima di approfondire l’essenza di questo problema, scopriamolo, ma da dove proviene questo ghiaccio? Come sapete, la neve non si trasforma in un massiccio di ghiaccio. Per fare il ghiaccio, il manto nevoso deve sciogliersi e congelare solo allora..

Va così. L’aria calda nella stanza tende verso l’alto (poiché è più leggera dell’aria fredda) e riscalda il tetto, mentre si riscalda in modo non uniforme. Sopra la cresta, il tetto si riscalda di più (di nuovo, l’aria calda tende verso l’alto) e più vicino alla cornice è meno. La cornice stessa soffiata da tutti i lati rimarrà completamente fredda..

Sbrinamento del tetto

Cosa succede: la neve, protetta dal gelo dal suo stesso cuscino, inizia a sciogliersi dal tetto riscaldato. L’acqua sotto la sua massa si precipita giù per il pendio, si raffredda nelle aree fredde, si trasforma parzialmente in una crosta di ghiaccio sul cornicione, e parzialmente entra nella grondaia di drenaggio freddo del sistema di drenaggio, e si congela lì. L’intero sistema di drenaggio dell’acqua si blocca gradualmente, il che porta alla sua inoperabilità. Ora parte dell’acqua di fusione, saltando sul lato del solco, si precipita a terra, formando ghiaccioli e parte rimane sul tetto. Avendo ricevuto un’enfasi nella forma del ghiaccio formato, l’acqua sale nei punti in cui i materiali di copertura si sovrappongono, li congela, aumentando di volume e distruggendo il tetto stesso. È anche possibile la distruzione del sistema di drenaggio. Ciò è dovuto principalmente al fatto che, dopo aver ricevuto un carico di ghiaccio non pianificato, il sistema si deforma sotto il suo peso o semplicemente collassa.

Opzione 1 Riscaldamento di un tetto e sistema di drenaggio con un cavo autoregolante

Sulla base delle informazioni di cui sopra, ne consegue che è sufficiente riscaldare le sezioni di formazione del ghiaccio del tetto, nonché il sistema di drenaggio, e il problema è risolto. Questo è esattamente ciò che fanno le aziende specializzate nella risoluzione di tali problemi. L’unico problema è che, essendo allo stesso tempo rivenditori di aziende produttrici di impianti di riscaldamento, tali uffici, nel naturale desiderio di fare soldi, offrono ai loro clienti non sempre le soluzioni più economiche. Quindi, molto probabilmente ti verrà chiesto di riscaldare il perimetro del tuo tetto “caldo”, così come una grondaia e un tubo di scarico. E tutto questo con un moderno cavo autoregolante (ad esempio, Nexans DP 40). Allo stesso tempo, fornire un paio di sensori non più economici per l’automazione. Per comodità, prenderemo in considerazione un semplice tetto a due falde di una casa a un piano con dimensioni di 10 × 10 m, l’angolo di inclinazione sarà di 45 ° e prenderemo la sezione fredda di 60 cm. Innanzitutto, calcoleremo il volume approssimativo del cavo stesso. Per tale tetto, questo sarà di 2,2 m per ogni metro di pendenza. Totale: (10 + 10) x 2,2 = 44 m.

Sbrinamento del tetto

Una grondaia per tale tetto sarà abbastanza e larga 15 cm, il che significa che è necessario un solo cavo per riscaldarlo. Supponiamo che l’altezza della cornice sia di 3 m, e la profondità di congelamento del terreno sia di 1,5 m, quindi abbiamo: (10 + 3 + 1,5) x 2 = 29 m.

Aggiungi un metro all’ingresso più un metro ad ogni tubo di scarico e ottieni: 1 + 2 + 29 + 44 = 76 m. Moltiplichiamo questa cifra per il prezzo medio di un prodotto, che è di 750 rubli: 76 x 500 = 57.000 rubli.

Raccordi, sensori e un quadro elettrico costeranno circa 10.000 rubli, per un totale di 67.000 rubli. Aggiungi qui almeno il 30% dell’importo ricevuto, che gli installatori prenderanno per i loro servizi, otterrai una quantità molto decente di 87.100 rubli. Per dieci anni, investiremo circa il 5% del costo del sistema in lavori di riparazione. Ciò ammonterà a 4355 rubli.

Sbrinamento del tetto

Ma questo non è tutto il nostro spreco. Il consumo medio di energia del cavo è di 30 W / m. 76 x 30 = 2,28 kW all’ora, cioè 2,28 x 24 = 54,7 kW al giorno. I produttori affermano che nella Russia centrale tale sistema funzionerà per un massimo di 47 giorni per stagione, vale a dire 54.7 x 47 = 2570 kW.

Moltiplichiamo questo importo per 2,90 rubli. e apprendiamo che ora ogni anno pagheremo ulteriori 7455 rubli. per l’elettricità. In 11-12 anni questi costi saranno uguali al costo del sistema stesso. Il costo totale del sistema e il suo funzionamento per 10 anni saranno 166005 rubli.

Opzione due. Riscaldamento del tetto e sistema di drenaggio con un cavo di alimentazione costante

Ora vediamo cosa succede se utilizziamo un cavo di alimentazione costante anziché uno autoregolante. Per fare questo, abbiamo bisogno di due pezzi di cavo da 44 m ciascuno e due pezzi di 29 m ciascuno. La potenza del cavo dovrebbe essere di circa 20 W.

Importante: un enorme svantaggio di tali elementi riscaldanti è la loro lunghezza costante specificata dal produttore. Il danneggiamento di un tale cavo in una sola sezione porta al fallimento dell’intero elemento nel suo insieme..

Per riscaldare il tetto, prenderemo Deviflex DTIP-18, ci sono pezzi di 44 m nell’assortimento, il che è più che soddisfacente per noi. La potenza di uno di questi elementi è 792 W e il costo è 6978 rubli.

Per i vassoi di riscaldamento e i sistemi di drenaggio, è adatto lo stesso Deviflex DTIP-18 con un segmento di 29 m. Va detto che di solito è raramente possibile selezionare segmenti chiaramente di dimensioni e si deve pagare in eccesso e prendere con un margine. Il costo del cavo sarà di 5292 rubli e la sua potenza è di 522 W..

Sbrinamento del tetto

In totale, spenderemo solo 24.540 rubli per il cavo. invece di 57.000 rubli calcolati per l’acquisto di un cavo autoregolante.

Non andremo da nessuna parte all’acquisto di sensori, accessori e un termostato, quindi aggiungiamo altri 10.000 rubli all’importo ricevuto. Abbiamo 34540 rubli. + 30% per l’installazione = RUB 44.902, anziché RUB 87.100 quando si utilizza un cavo autoregolante.

Ora diamo un’occhiata all’operazione. Tale sistema consumerà 2,63 kW all’ora.. (792 + 522) x 2 = 2628 O.. Per un giorno è: 2,63 x 24 = 63,12 kW, se moltiplichiamo per 47 giorni di funzionamento continuo all’anno, otteniamo 2967 kW. Al costo per kW 2,90 rubli. questo ammonterà a 8604 rubli. nell’anno. Per dieci anni, questo importo sarà di 86.040 rubli.

Sbrinamento del tetto

Ma non è tutto spreco. Il fatto è che il cavo di alimentazione costante è abbastanza schizzinoso in funzione. È necessario monitorare costantemente e attentamente la pulizia del tetto e dei vassoi, in modo da non ottenere un luogo di surriscaldamento locale. E ancora guasti prima o poi accadranno. Ma solo nel caso di questi, sarà necessario cambiare l’intera lunghezza del cavo. In 10 anni, l’importo speso per le riparazioni può arrivare fino al 30% del costo del sistema. E questo è 13 470 rubli.

In totale, un’operazione decennale di tale sistema costerà al suo proprietario 144.412 rubli, che è 21.593 rubli. meno che realizzare e utilizzare un sistema di cavi intelligente. In cambio, lo sviluppatore “parsimonioso” ha un mal di testa sotto forma di mantenere il sistema perfettamente pulito. Considerando che un cavo resistivo consuma più elettricità ed è più costoso da riparare, allora ogni anno il funzionamento di un cavo “intelligente” sarà più redditizio e i lavori di manutenzione aggiuntivi per un cavo di alimentazione costante non andranno da nessuna parte.

Come puoi vedere, la seconda opzione comporta anche notevoli sprechi finanziari..

Opzione tre. Fabbricazione del tetto a freddo e riscaldamento del sistema di drenaggio

Per trovare altre opzioni, è necessario guardare al cuore del problema. Perché la neve si scioglie sul tetto? Il motivo principale è il riscaldamento del tetto stesso da parte del calore della stanza. E se il tetto è isolato e la soffitta è ventilata? Forse sarà più economico che riscaldare la strada della tua città? Contiamo.

Materiale, lavoro per m2prezzo, rub.
Isolamento termico Ursa M-11 (15 cm)340
Barra di legno 25×50 (6 cm)50
Materiali di consumo15
Costo di installazione150
Suma555

Due piste 7×10 sono 140 m2 tetti. Per isolare un metro, hai bisogno di 550 rubli. Un totale di 140 m richiederà 77.700 rubli. Il perimetro di un tale tetto, di regola, non ha bisogno di essere riscaldato. La neve si scioglie solo dal riscaldamento solare e riscalda uniformemente il tetto. Quindi devi solo riscaldare la grondaia e le grondaie, dove poseremo il cavo autoregolante Freezstop-S30 al prezzo di 596 rubli. E questo è tutto 29 x 596 = 17248 rubli.

Sbrinamento del tetto

Il prezzo dei raccordi diminuirà leggermente, quindi invece di 10.000 rubli. (sensori, stazione meteorologica, raccordi, cavi di alimentazione, ecc.) Terremo entro 8000 rubli. Un tale sistema ha anche la probabilità di rompersi, stenderemo lo stesso 5% per questo, cioè, in 10 anni di funzionamento, aggiungeremo altri 1262 rubli. Altri 7574 rubli. dovrà essere pagato agli installatori (30% del costo dei materiali).

Ora sul consumo di energia. 29 m di cavo consumeranno 0,87 kW all’ora, ovvero 20,88 kW al giorno. Ma per un tetto freddo, il numero di giorni “lavorativi” diminuirà di almeno un terzo, cioè non 47 giorni, ma solo 30: 30 x 20,88 = 626,4 kW. Moltiplichiamo per il prezzo dell’elettricità: 626,4 x 2,9 = 1817 rubli. In dieci anni, questo importo crescerà a 18.170 rubli. Il costo di produzione e funzionamento di tale sistema per 10 anni sarà di 140.132 rubli.

Sbrinamento del tetto

I calcoli mostrano che l’opzione più promettente è la produzione di un tetto freddo, grondaie e tubi di scarico. Un tale tetto non solo consumerà meno elettricità, ma risparmierà anche molte risorse energetiche spese per il riscaldamento della stanza..

Questi calcoli sono approssimativi e non pretendono di essere assolutamente precisi. Sono forniti per mostrare allo sviluppatore le differenze tra le varie opzioni di sbrinamento del tetto. La soluzione ottimale al problema può essere offerta solo dopo un accurato calcolo ingegneristico effettuato da uno specialista indipendente, ma non da una società di concessionari..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy