Come lavorare con l’assicella

Sezioni dell’articolo



Il rivestimento con assicella di legno si riferisce a quelle operazioni di costruzione che possono essere eseguite da un maestro di quasi tutti i livelli. Non è necessario disporre di uno strumento complesso e di abilità speciali per farlo. Nel frattempo, in questo caso, ci sono diverse sfumature che sono più note quando si inizia a lavorare..

Come lavorare con l'assicella

La finitura richiede sempre meno tempo della preparazione, e anche psicologicamente molto più piacevole del duro lavoro, perché gli sforzi compiuti sono finalmente visibili. Anche assumendo persone per le riparazioni, voglio fare qualcosa con le mie mani. Le superfici di rivestimento con assicella di legno si riferiscono a quelle operazioni di costruzione che possono essere eseguite da un maestro con quasi ogni livello di professionalità. Per fare questo, non è necessario disporre di uno strumento elettrico complesso e avere abilità speciali, come ad esempio il lavoro di un putter putty. Nel frattempo, in questo caso, ci sono diverse sfumature che sono più note quando si inizia a lavorare..

Alcune domande generali

Il rivestimento in legno viene utilizzato senza problemi per il rivestimento di qualsiasi struttura dell’edificio, ma molto spesso si tratta di pareti, soffitto, pendenze, anche in ambienti umidi. Nella maggior parte dei casi, l’installazione del rivestimento viene eseguita lungo i telai, ma teoricamente può essere fissata a piani solidi e ben allineati. Ad esempio, su una parete intonacata, è consentita l’installazione combinata: colla (come “chiodi liquidi”) e fissazione meccanica aperta mediante tasselli (il sughero non deve essere “fungo”, ma con “sudore” – quindi chiuso con un tassello di legno). Inoltre, l’assicella può rivestire strutture che racchiudono strutture, ad esempio pareti divisorie, pareti esterne di case canadesi, pavimenti in legno, scale, travi del tetto.

Come lavorare con l'assicella

È meglio rivestire piani relativamente grandi con un collegamento di tre persone: una taglia su misura e alimenta le lamelle e due sono impegnate nella loro installazione: sistemare e fissare ciascun elemento. Un finitore esperto può far fronte indipendentemente, anche sul soffitto, ma questo non è del tutto conveniente.

È logico iniziare il rivestimento della stanza dal soffitto, al fine di chiudere i punti in cui il rivestimento confina con le strutture circostanti con il rivestimento della parete. Altrimenti, dovrai eseguire misurazioni e regolazioni complesse nella parte superiore, complicando solo un compito già difficile per te stesso. È meglio rivestire le pareti separatamente, una dopo l’altra, in modo che alla fine si ottenga solo un angolo “tagliato”. Per quanto riguarda i telai di queste pareti, è meglio montarli contemporaneamente per l’intera stanza (dovranno essere organizzati solo gli angoli), in modo che le emissioni di materiale durante i lavori di perforazione non sporchino e macchino il legno.

Come lavorare con l'assicella

È possibile scegliere qualsiasi direzione per il rivestimento, che viene utilizzato in interni, tra cui diagonale o “spina di pesce”. Tuttavia, si ritiene che nelle stanze con un regime di umidità variabile, l’opzione verticale sarà più preferibile, in modo che l’eventuale condensa possa fluire lungo i solchi sul retro del rivestimento senza accumularsi. Quando si affrontano le strutture sulla strada, utilizzare solo una disposizione orizzontale, “scanalare verso il basso”, prima di tutto, in modo che l’umidità delle precipitazioni sotto l’influenza della gravità non penetri nelle cuciture.

Funzionalità di creazione di un sottosistema

È consuetudine utilizzare il legname come elementi portanti del telaio. Di norma, questa è una barra di pino con lati trasversali da 30 a 50 mm. Gli elementi di supporto devono essere asciutti, uniformi, privi di nodi e danni biologici. Si noti che un sottosistema di metallo, utilizzato nelle opere in cartongesso (UD, CD), può anche fungere da telaio per il montaggio del rivestimento. I profili zincati, rispetto a un listello di legno, hanno una geometria più precisa, stabilità contro i cambiamenti di umidità, sono più durevoli e non sono influenzati dai parassiti. Pertanto, il metallo sarà una soluzione ideale per la strada e alcuni locali “bagnati”.

Come lavorare con l'assicella

In ogni caso, è meglio attaccare sia una struttura in legno che una in metallo alla base utilizzando ganci diritti (staffe perforate a forma di U). “Pedone” consente di fissare alla superficie di qualsiasi materiale. Su una sospensione diretta, è possibile impostare idealmente il piano, anche a una distanza considerevole dalle strutture di supporto, ad esempio, se è necessario isolare le pareti o livellarle. Questo metodo di fissaggio e allineamento è più veloce, più preciso e più affidabile rispetto al fissaggio delle lamelle attraverso il corpo mediante distanziali..

Come lavorare con l'assicella

La distanza ottimale tra le staffe è compresa tra 600 e 1000 mm, a seconda della sezione delle guide. La distanza tra gli elementi di supporto del telaio (travi o profili) dipende dallo spessore del rivestimento. Per le lamelle spesse, può essere adatta anche una distanza di circa 800 mm e per rivestimenti “standard”, poco più di un centimetro di spessore, è meglio limitarsi a 500-600 millimetri lungo gli assi.

Esporre gli aerei per il montaggio del rivestimento deve essere molto attento. Il fatto è che il rivestimento è un pezzo e materiale di sutura, quindi, con differenze nel livello orizzontale o nella verticalità dei sottosistemi negli angoli, si possono vedere brutti cunei. Ogni piano deve essere assemblato, partendo dalle guide estreme, e quindi, usando i fili del faro, impostare barre / profili intermedi. La qualità costruttiva dei telai finiti deve essere verificata in tutte le direzioni usando una regola lunga (2-2,5 metri).

Si consiglia di trattare gli elementi in legno dei telai con composti impermeabilizzanti (esterni) e agenti di protezione biologica prima del rivestimento.

Se le cavità dei telai contengono isolanti / isolanti acustici, i materiali corrispondenti devono essere fissati saldamente alla base e deve rimanere uno spazio di almeno 10 mm tra il retro del rivestimento e il riempitivo, che garantisce la ventilazione della struttura. Se il rivestimento viene utilizzato come rivestimento nel sistema di facciata di ventilazione, questo spazio è di un ordine di grandezza più grande e, per la sua organizzazione, viene utilizzato un contro reticolo con uno spessore di 30-40 mm.

Preparare il rivestimento per il rivestimento

Pochi giorni prima dell’inizio dei lavori di rivestimento, il rivestimento deve essere consegnato all’oggetto affinché il legno si adatti alle condizioni di temperatura e umidità. Tutti i pacchetti dovrebbero essere aperti.

Come lavorare con l'assicella

È indispensabile sistemare il rivestimento per rimandare le lamelle con difetti critici. Quindi ti proteggerai dal fatto che le schede brutte o difettose, inaspettatamente rivelate negli ultimi pacchetti, cadranno in luoghi prominenti. Il rivestimento con geometria problematica (ad esempio, sotto forma di arco) può essere tagliato e attraversato da porte, sotto una finestra, su pendii. Facciamo lo stesso con le lamelle che presentano difetti locali o le cuciamo in luoghi poco appariscenti o specifici. Eppure, se c’è una tavola con un picco danneggiato, puoi iniziare a tagliare l’aereo da esso, se il solco è rotto, finiamo l’aereo con questa lamella.

È meglio tagliare il rivestimento con una troncatrice elettrica, ma, se necessario, lo faranno le seghe manuali con un dente sottile. Il puzzle gestirà il taglio, ma è particolarmente utile se è necessario strappare una lamella, ad esempio, per assemblare un angolo. Si noti che è necessario utilizzare le lame per un “taglio netto” (i denti sono piccoli, leggermente inclinati, rivolti verso il basso), è meglio se la suola del puzzle ha una fodera in polimero, poiché il metallo può lasciare segni neri su legno chiaro e morbido.

Come lavorare con l'assicella

La lunghezza di ogni lamella può essere regolata quasi completamente (con spazi di un paio di millimetri), poiché anche nel calore della sauna, l’espansione termica lineare del legno è molto insignificante e non avrà un effetto negativo.

Per ogni singolo piano, la prima scheda di rivestimento installata (specialmente con una cucitura pronunciata – euro, profili soft-line) viene preparata in modo speciale. Per prevenire la formazione di una depressione nell’angolo, che interferisce ulteriormente con la formazione dell’articolazione, viene tagliato un solco dalle lamelle, spesso proprio prima dell’inizio del piano principale della lamella.

Rivestimento di telai

Il rivestimento verticale inizia dall’angolo del piano già rivestito. Il rivestimento orizzontale dovrebbe iniziare dal soffitto e spostarsi sul pavimento, mentre il rivestimento dovrebbe essere posizionato con la scanalatura verso il basso. Quindi nel posto più visibile (interfaccia parete / soffitto), tutto sarà sicuramente bello, e tutti i problemi sottostanti possono essere chiusi con uno zoccolo.

La moderna fodera in euro ha un impegno piuttosto profondo della scanalatura con un picco, quindi non è necessario spingere le lamelle l’una nell’altra fino in fondo, tanto più per finirle attraverso l’estensione. Tale corso consente di mantenere il livello di ciascun elemento di rivestimento e compensare le irregolarità minori delle singole lamelle, “divorando” gradualmente le differenze nell’orizzonte o nella verticalità. Con la guaina orizzontale, sarà facile allineare le cuciture dei piani adiacenti. D’altra parte, c’è il pericolo di “riempire” le cuciture o creare un arco ripetitivo. Pertanto, ogni 2-3 assi, è necessario applicare un lungo livello alle estremità del rivestimento, controllare l’uniformità della linea di cucitura, nonché la sua orizzontale o verticale.

Come lavorare con l'assicella

Il fissaggio del rivestimento al telaio nella maggior parte dei casi viene effettuato mediante morsetti metallici. La loro dimensione viene scelta in base allo spessore della flangia della scanalatura. Il nostro sito raccomanda, per ogni evenienza, di avere a portata di mano una taglia più grande del necessario, poiché a volte ci sono ispessimenti casuali sulle scanalature (a causa della fresatura imperfetta), sui quali semplicemente i fissaggi ordinari non possono essere applicati. Il kleimer è agganciato nella scanalatura della lamella con una graffetta e viene inchiodato al tornio usando piccoli chiodi (15-20 mm). Nelle saune e all’aperto, è meglio usare chiodi di rame o anodizzati che non arrugginiscono. Molti artigiani preferiscono utilizzare viti autofilettanti per fissare le bitte (anche per sottosistemi di legno). Le viti con una testa piccola sotto la svasatura sono adatte (le teste sono premute nella barra attraverso il metallo sottile del cleaimer, non possono essere combinate con i cleamer rigidi). Gli analoghi di 11 millimetri dei famosi “coleotteri delle pulci” lavorano normalmente qui, solo per il legno e senza un trapano alla fine. Se si utilizza un sottosistema di metallo, non ci sono alternative alle viti autofilettanti lunghe 9 mm LN.

Come lavorare con l'assicella

Nel vecchio stile, in modo nascosto, la fodera può essere fissata con le unghie, sono spinti in un angolo, proprio attraverso l’occhiello del solco. In questo caso, un doboynik è costituito da un grosso chiodo novecentesimo o da un trapano perforatore rotto da 6 mm. Con una certa abilità, questa opzione di montaggio è abbastanza pratica e, forse, anche più veloce di quella “kleimerny”, ma il rivestimento risultante sarà quindi impossibile da smontare senza distruggere le scanalature.

Come lavorare con l'assicella

Il fissaggio del rivestimento attraverso il corpo non è praticamente utilizzato, poiché spille e chiodi con cappucci morsi peggiorano significativamente l’aspetto e le proprietà di consumo del rivestimento e, dopo tutto, l’installazione nascosta è una “caratteristica” importante del rivestimento come materiale. Nel frattempo, opzioni di rivestimento specializzate come “fortino” o “americano” sono spesso fissate solo attraverso il corpo, solo le viti / i chiodi non sono nascoste dal tassello, ma sono coperte da una scanalatura di ogni lamella successiva. Inoltre, il primo e l’ultimo rivestimento di un singolo piano sono fissati attraverso il corpo, i corrispondenti elementi di fissaggio vengono quindi chiusi con tutti i tipi di extra.

Per rendere l’angolo interno più rigido (soprattutto con una distanza maggiore tra le travi / i profili di supporto), i segmenti delle travi di guida vengono avvitati sul piano già rivestito, che completa il perimetro del telaio. Gli angoli esterni, le nicchie e le pendenze sono assemblati secondo il tipo di sistemi di cartongesso: un profilo in legno o zincato, che non è fissato alla base, “collega” due piani, è installato sotto il rivestimento. A proposito, per quanto riguarda le pendenze e tutti i tipi di nicchie, è consigliabile renderle corte, perpendicolari al piano principale. Scaldali alla fine, quando possono rimanere pezzi di rivestimento che sono già non commerciali per altre sezioni.

Lacune e abutment di finitura

Come abbiamo già notato, il legno ha un coefficiente di dilatazione termica molto basso, inoltre è un materiale malleabile e facilmente lavorabile. Pertanto, se lo si desidera, le lamelle nei punti di abutment reciproco o docking con altre strutture possono essere montate da vicino. Non tutti sono pronti per un lavoro così responsabile e scrupoloso, quindi, spesso per sovrapporre giunti e spazi vuoti, vengono utilizzati tutti i tipi di aggiunte in legno: angoli esterni, angoli interni, cuscinetti piatti, trecce decorative, ecc. Tutti sono attaccati direttamente al rivestimento, di regola , garofani con un cappuccio appiattito o rimosso.

Come lavorare con l'assicella

Inoltre, tutti gli angoli interni di una stanza rivestita con assicella di legno possono essere tagliati con una corda di iuta, che è anche fissata con borchie. Questa opzione è semplicemente insostituibile se gli angoli interni non hanno una linea retta, ad esempio, se il rivestimento ha una superficie frontale in rilievo, e anche se le lamelle piatte sono unite a una casa di tronchi o, diciamo, una pietra selvaggia.

Come lavorare con l'assicella

Il rivestimento moderno di media e alta qualità ha superfici ben rifinite e non necessita di ulteriore levigatura o stuccatura. Il rivestimento di qualità bassa secondo GOST può contenere aree che sono state stuccate dal produttore; puoi anche, scegliendo il colore dello stucco, riparare brevi crepe, conchiglie, zone di nodi mobili in luoghi da solo. Spetta a te coprire o non coprire il rivestimento con pitture e vernici e quali utilizzare, ma per ambienti molto caldi (bagno, sauna) è meglio usare oli protettivi specializzati.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy