Installazione di coperture metalliche

1. Disposizioni generali

I fogli di piastrelle metalliche vengono forniti in base alle dimensioni preliminari dichiarate, che vengono installate a seguito di attente misurazioni delle pendenze del tetto. La dimensione principale è di importanza decisiva – dalla cornice alla cresta. Durante la misurazione, è necessario tenere presente che il foglio inferiore della piastrella metallica deve avere una sporgenza di circa 40 mm.

Tenendo conto della larghezza utile standard dei fogli di piastrelle metalliche di 1100 mm, è possibile calcolare il numero richiesto. Se la lunghezza delle piste è superiore a 7,5 m, si consiglia di rompere i fogli in due o più pezzi con una sovrapposizione di 150 mm.

Struttura del tetto in metallo


1. Cornice cornicione
2. Scheda di rivestimento
3. La barra cadente del contro-reticolo
4. Film impermeabilizzante
5. Rafter
6. Pattino
7. Fogli di piastrelle metalliche
8. Sigillo di cresta
9. Spina di cresta
10. Tavola a vento
11. Downpipe
12. Supporto per tubi
13. Grondaia
14. Supporto per scivolo
15. Barriera antivento
16. Endovaya esterno
17. Valle interna

Il tetto è uniforme?

Prima di iniziare l’installazione, controllare le dimensioni geometriche del tetto. Le diagonali delle pendenze rettangolari devono avere le stesse dimensioni. Se c’è una piccola differenza nelle dimensioni, i difetti possono essere corretti usando elementi separati.

L’angolo minimo consentito durante l’installazione di coperture metalliche è di 14 gradi.

Se l’angolo di inclinazione della pendenza è inferiore a 14 gradi, la sovrapposizione dei fogli di metallo viene eseguita in due onde.

2. Vapore e impermeabilizzazione

Sulla fredda superficie inferiore della piastrella metallica, si forma condensa nell’aria calda, che è compresa dall’interno. Ciò porta alla formazione di muffe, all’inumidimento delle travi e dei listelli, al congelamento del tetto e al deterioramento della decorazione interna. Per combattere tali fenomeni, è necessario:

  • effettuare l’isolamento termico dell’interno dal tetto;
  • proteggere l’isolamento termico dal basso dall’umidità all’interno della casa con un film barriera al vapore;
  • proteggere l’isolamento dall’alto con un film impermeabilizzante;
  • fornire una buona ventilazione.
  • I fogli di film barriera al vapore sono posti sotto il materiale termoisolante e sono strettamente sovrapposti con l’incollaggio con nastro adesivo.

    Per una protezione aggiuntiva dell’isolamento termico dall’ingresso di umidità esterna, il materiale impermeabilizzante viene posato sulle travi. Gli strati di film impermeabilizzante sono distribuiti orizzontalmente dalla grondaia alla cresta con una sovrapposizione di 150 mm e un abbassamento del film tra le travi di circa 20 mm. Il lato del film con la striscia colorata sul bordo deve essere rivolto verso l’esterno.

    Non è consentito girare il film. Per ventilare lo spazio interno tra il film e l’isolamento termico, lasciare uno spazio di ventilazione di almeno 40 mm e il tappeto sottotetto del film impermeabilizzante non dovrebbe raggiungere la cresta di circa 40 mm.


    1. Film impermeabilizzante.
    2. Sigillo a colmo perforato.
    3. Pannelli di rivestimento aggiuntivi sotto la cresta.
    4. Spazio di ventilazione nel film impermeabilizzante.

    La ventilazione è la condizione principale per garantire una struttura e una base del tetto affidabili sotto il tetto. Per la ventilazione, è necessario garantire la possibilità di un passaggio non ostruito del flusso d’aria dalla grondaia alla cresta. La ventilazione viene effettuata attraverso:

  • lo spazio tra la grondaia e la piastrella metallica;
  • intercapedini d’aria appositamente lasciati di 50 mm nella limatura;
  • spazio di ventilazione tra il film impermeabilizzante e la cresta;
  • perforazione nella guarnizione della cresta.
  • 3. Tornitura

    Le barre di caduta 25 x 50 mm sono inchiodate alle travi sul materiale impermeabilizzato posato e schede di tornitura antisettiche 32 x 100 mm con un passo tra loro 350 (400) mm, corrispondente al passo della piastrella metallica (350 mm – per il profilo Monterrey, 400 mm – per il profilo “Maxi”). La tavola inferiore dovrebbe essere più spessa di circa 17 mm e la distanza tra l’inizio della prima e la metà della seconda tavola dovrebbe essere di 300 (350) mm. Se la distanza tra le travi è superiore a 1000 mm, le schede per la guaina devono essere prese più spesse.

    Affinché la barra di colmo sia ben fissata, due assi aggiuntive sono inchiodate sotto di essa su entrambi i lati. Queste schede sono coperte da una striscia di materiale impermeabilizzante e coprono la fessura di ventilazione nel film impermeabilizzante.

    4. Taglio del profilo

    È possibile tagliare i profili: con un roditore elettrico, un seghetto alternativo, una sega circolare con denti in metallo duro, forbici manuali per metallo, un seghetto con denti sottili. È vietato il taglio con una mola abrasiva, poiché i trucioli caldi che cadono sul rivestimento di plastica bruciano attraverso di essa e questo porta a una corrosione accelerata nei punti di taglio.

    5. Installazione del profilo

    Prima di installare il profilo, una striscia di cornicione viene inchiodata lungo la grondaia del tetto. Le valli inferiori sono installate in luoghi appropriati.

    La piastrella metallica è fissata alle assi di tornitura con viti autofilettanti lunghe 29 – 38 mm, per l’avvitamento in cui è necessario disporre di un trapano con un rovescio, un tutore o un altro strumento simile, nonché una presa da 8 mm. L’installazione inizia di solito con il telo in basso a destra, fissato nell’angolo in alto a destra con una vite autofilettante: vengono posate 2 fogli, fissate insieme con viti autofilettanti lungo la parte superiore dell’onda di sovrapposizione, il bordo inferiore piatto risultante viene allineato rigorosamente lungo la cornice con una sporgenza di 40 mm, dopo di che i fogli vengono infine fissati. In alternativa, si consiglia il seguente metodo di fissaggio: fissare i fogli con viti autofilettanti a scacchiera attraverso un’onda. Il giunto dei fogli superiore e inferiore è fissato con viti autofilettanti attraverso l’onda. Le viti autofilettanti sono posizionate nella flessione dell’onda (rispetto all’ardesia). Le sovrapposizioni laterali dei fogli sono fissate con viti autofilettanti sulla parte superiore di ogni onda. Numero di viti autofilettanti 6-8 pz. al metro quadrato.

    Dopo aver installato i fogli tra la cresta e la piastrella metallica, viene posizionata una guarnizione con fori di ventilazione pre-rilasciati, quindi le viti di cresta 4,8 x 80 con un passo di 300 mm (attraverso l’onda) vengono fissate alla cresta. Le estremità del colmo metallico del tetto sono chiuse con tappi su viti autofilettanti. Nei luoghi in cui sono installate le valli, le vallate esterne decorative sono installate in cima e alle estremità del tetto – pannelli a vento, che sono fissati con viti autofilettanti.

    Se alla fine del tetto il taglio della piastrella metallica cade sulla curva inferiore dell’onda del profilo, allora il bordo del foglio deve essere piegato di circa 30 mm per evitare acqua e neve.

    Per impedire alla neve di rotolare sopra l’ingresso dell’edificio a una distanza di circa 650 mm dal cornicione, una barriera antineve è fissata con viti a colmo.

    Attenzione! Dovresti muoverti sulla piastrella di metallo con le scarpe con suole morbide, entrando nella deflessione dell’onda nei punti della cassa.

    6. Conservazione di piastrelle metalliche

    Una pila di fogli di piastrelle metalliche nella loro confezione originale deve essere disposta su una superficie piana su travi di 20 cm di spessore con incrementi di 0,5 m. Le lastre devono essere spostate con doghe se le piastrelle di metallo vengono conservate in un rack per più di 1 mese.

    Valuta questo articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Aggiungi commenti

    ;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: