Il fascino della tradizione: classicismo in architettura

L’architettura (dal greco antico – senior, capo falegname o costruttore) è l’arte di progettare ed erigere varie strutture ed edifici. Spesso solo l’aspetto esterno dell’edificio è chiamato architettura, così come collettivamente: tutti gli edifici e le case.

Il fascino della tradizione: classicismo in architettura
Bernardo Bellotto. Lo Schloss Hof, lato giardino. 1758

Gli stili architettonici, a loro volta, sono la totalità delle caratteristiche e delle caratteristiche distintive di una particolare direzione dell’architettura. Tali caratteristiche e caratteristiche distintive possono essere causate da fattori religiosi, culturali, tecnici e persino climatici..

Esistono diversi stili di architettura, ma il più famoso, che è diventato l’antenato di altre direzioni nella progettazione e costruzione di edifici, può essere tranquillamente chiamato classicismo.

Classico senza tempo

Il classicismo, come stile di architettura, è emerso nel XVI secolo, alla fine del famoso Rinascimento. Il fondatore della nuova direzione nella progettazione degli edifici è considerato il maestro veneziano Palladio, e l’intero primo periodo del classicismo è stato chiamato Palladianismo. Tuttavia, in Russia questo nome occidentale (a differenza dello stesso stile architettonico) non ha messo radici e questa direzione dell’architettura nel nostro paese è stata chiamata in quel modo – primo classicismo.

Andrea Palladio è chiamato l’architetto più influente e famoso della storia, ma vale la pena notare che Palladio e il suo studente e successore più vicino Vincenzo Scamozzi non “inventarono affatto la bicicletta”, ma presero in prestito le idee principali dagli antichi Greci, i cui templi sono probabilmente i primi esempi di classicismo in architettura. Ma non vale la pena sottovalutare l’influenza di Palladio. Le ville che ha eretto nelle vicinanze di Venezia e Vicenza sono ottimamente conservate fino ad oggi e sono veri e propri capolavori dell’arte dell’architetto, inoltre, i principi dell’antica architettura del tempio Palladio sviluppati e integrati con nuovi elementi e tecniche.

Villa Rotonda, Vicenza, architetto - Andrea Palladio
Villa Rotonda, Vicenza, architetto – Andrea Palladio

Il classicismo fu accolto con entusiasmo dagli intellettuali dell’Europa continentale e dell’Inghilterra, che da tempo avevano avuto il tempo di stufarsi degli eccessi del troppo pretenzioso tardo barocco, che a quel tempo era degenerato in rococò.

Già sotto Luigi XV, la centrale Place de la Concorde apparve a Parigi, che rimane ancora un vivido esempio di classicismo in architettura, pianificazione urbana e progettazione di grandi spazi.

Vista della chiesa di Saint-Madeleine da Place de la Concorde
Vista della chiesa di Saint-Madeleine da Place de la Concorde

Il più grande rappresentante del classicismo in Gran Bretagna fu lo scozzese Robert Adam, che creò la sua versione più leggera, ariosa e rilassata del primo classicismo e divenne il primo a decorare gli interni dei locali in questo stile. A proposito, Adam ha influenzato i produttori di mobili, in particolare il famoso maestro inglese di mobili Thomas Chippendale.

Un gran numero di edifici eretti nello stile del classicismo si trova non solo a Parigi (un esempio lampante è l’ex chiesa di Santa Genevieve dell’architetto Jacques-Germain Soufflot), ma nell’impero russo.

Il Pantheon, luogo di sepoltura di personaggi di spicco della Francia, ex chiesa di Santa Genevieve
Il Pantheon, luogo di sepoltura di personaggi di spicco della Francia, ex chiesa di Santa Genevieve

In Russia, il primo classicismo si manifestò particolarmente chiaramente nell’era dell ‘”assolutismo illuminato” – durante il regno di Caterina II. Fu allora che il palazzo del conte K. G. Razumovsky sull’argine Moika apparve a San Pietroburgo, il cui progetto fu sviluppato da J. B. Wallen-Delamot e A. F. Kokorinov, l’edificio dell’Accademia Imperiale delle Arti sull’isola Vasilyevsky, le opere degli stessi maestri dello stile classico , Palazzo Yusupov, Piccolo Eremo e altri magnifici edifici che adornano la capitale del Nord fino ad oggi.

Accademia delle arti imperiale
Imperial Academy of Arts, ora Repin Institute

Non ci sono così tanti edifici a Mosca nel rigoroso stile classico come a San Pietroburgo, ma ci sono anche brillanti rappresentanti di questo stile, come Matvey Kazakov, l’architetto, il cui design è stato utilizzato nella costruzione del Palazzo del Senato, che ora è “la residenza di lavoro del Presidente della Federazione Russa “.

Palazzo del Senato, Cremlino
Palazzo del Senato, Cremlino

Matvey Kazakov divenne uno dei fondatori del classicismo russo, eresse molti edifici con una rigorosa geometria delle forme e un design sobrio delle facciate a Mosca, Tver, Kolomna, Perm e Smolensk. Gli esempi più significativi del suo lavoro e, di conseguenza, lo stile classico nel Belokamennaya sono stati il ​​Petrovsky Travel Palace e l’ospedale Golitsyn.

Palazzo di viaggio Petrovsky a Mosca
Petrovsky Travel Palace a Mosca, ora sotto la giurisdizione dell’ufficio del sindaco della capitale, la ricostruzione è stata effettuata nel 2009
Ospedale di Golitsyn
Golitsyn Hospital, ora City Clinical Hospital No. 1 intitolato a N.I. Pirogov

Un altro rappresentante del classicismo a Mosca è l’architetto Vasily Bazhenov, che divenne l’autore di uno dei più famosi edifici classici della capitale: la casa di Pashkov, costruita su Vozdvizhenka nel 1786.

Pashkov House a Mosca
Pashkov House a Mosca

Nel 18 ° secolo, il classicismo in architettura fiorì, e all’inizio del 19 ° secolo, durante le guerre napoleoniche, si sviluppò nel tardo classicismo o nello stile imperiale, meglio noto come Impero.

Per apprezzare la grandezza e lo sviluppo del classicismo imperiale (in Gran Bretagna, dove non c’erano imperatori, chiamato stile reggenza), è sufficiente vedere il monumento su Place Carrousel e la Colonna Vendome.

Carosello in Place Arch a Parigi
Carosello in Place Arch a Parigi
Colonna Vendome, Parigi
Colonna Vendome, Parigi

Questi monumenti segnarono le vittorie dell’esercito napoleonico e dimostrarono chiaramente che il tardo classicismo si allontanò significativamente dalle rigorose forme antiche e divenne più magnifico e solenne..

In Russia all’inizio del XIX secolo, il classicismo, o piuttosto il classicismo tardivo o lo stile impero, rimasero anche lo stile più diffuso in architettura, gli architetti più famosi che lavorarono in questa direzione furono Karl Rossi, Andreyan Zakharov e Andrei Voronikhin. Karl Rossi, in particolare, è noto per aver lavorato sull’ensemble del Palazzo e delle piazze del Senato a San Pietroburgo e ha avuto una grande influenza sulla formazione dell’aspetto della capitale settentrionale..

Edificio dello stato maggiore sulla piazza del palazzo, San Pietroburgo
Edificio dello stato maggiore sulla piazza del palazzo, San Pietroburgo

Gli esperti distinguono anche l ‘”impero rurale o provinciale” – tentativi un po’ imbarazzanti di ripetere le principali tecniche dello stile impero, che sono state utilizzate nella costruzione di tipiche case padronali. Nonostante l’abbandono dei canoni classici, proprio un simile “impero rurale” ha contribuito a formare un’immagine affascinante di una Russia provinciale e tranquilla, che vive in completa armonia con la natura.

A metà del XIX secolo, il tardo classicismo fu sostituito dall’eclettismo dai colori romantici, che era una vera miscela di stili: neo-rinascimentale, neo-rococò, neogotico, neo-moresco, pseudo-russo, neo-bizantino e stile indo-saraceno. Dai classici, l’eclettismo ha conservato l’uso di un ordine architettonico, ma ha perso il suo ruolo dominante.

All’inizio del 20 ° secolo, il cosiddetto neoclassicismo è stato in grado di estromettere l’architettura liberty allora popolare dall’architettura. Così, negli Stati Uniti, fu in quegli anni che apparvero il Rinascimento americano e il risveglio coloniale, e in Russia, dopo la pubblicazione di un articolo di Alexander Benois, che glorificò l’austera bellezza delle strade di San Pietroburgo, gli architetti tornarono di nuovo ai metodi principali dell’architettura antica.

Il neoclassicismo ha cercato di tornare alle tradizioni dei maestri italiani e ha creato l’illusione dell’antichità, ma nel complesso si è rivelata una versione modernizzata, in gran parte semplificata del classicismo. Tra gli architetti russi che hanno lavorato in questa direzione ci sono Fyodor Lidval, che ha costruito molti edifici a San Pietroburgo nel 1900, così come Ivan Fomin, un ammiratore dell’architettura e del neoclassicismo russi, considerato uno dei fondatori dello stile impero stalinista..

La costruzione del Consiglio dei commissari del popolo del SSR ucraino
La costruzione del Consiglio dei commissari del popolo del SSR ucraino, Kiev, architetto I.A. Fomin, 1935

Nel XX secolo in Unione Sovietica, il classicismo conobbe un altro giro di popolarità, ricevendo il nome di stile impero stalinista o classicismo monumentale sovietico. Questa tendenza si è formata alla fine degli anni ’30, ed è in questo stile che sono stati costruiti numerosi Palazzi dei Congressi, Palazzi della Cultura e Case dei Pionieri in tutte le principali città sovietiche nei successivi 20 anni..

L’architettura stalinista influenzò anche lo sviluppo delle città nelle repubbliche dell’Europa orientale e nella Cina comunista e nella Corea del Nord rimase lo stile dominante per diversi decenni dopo la morte del leader..

Edificio principale dell'Università statale di Mosca
Edificio principale dell’Università statale di Mosca
Palazzo dell'Assemblea popolare a Pechino
Palazzo dell’Assemblea popolare a Pechino

Nonostante il fatto che oggi il classicismo non possa essere definito la tendenza più popolare in architettura, molti architetti si rivolgono ancora alle forme rigorose e simmetriche dei classici. E anche tra i nuovi edifici a Mosca, puoi trovare edifici che si distinguono nettamente dai comuni complessi residenziali.

La casa in via Bolshaya Pochtovaya e uno degli edifici del complesso Tupolev Plaza sull’argine di Tupolev, il lavoro dell’architetto Dmitry Barkhin, nonché il complesso residenziale Roman House nella 2a Kazachy Lane, sono diventati esempi eclatanti che hanno fatto parlare gli esperti del rilancio delle tradizioni del classicismo. progettato da Mikhail Filippov.

Casa sulla via postale di Bolshaya
Casa sulla via postale di Bolshaya
Tupolev Plaza
Uno degli edifici del centro business “Tupolev Plaza”
Casa romana
Complesso residenziale “Roman House”, 2nd Kazachiy Lane

Tuttavia, mentre questi rari edifici, insoliti per la moderna Mosca, rimangono isolati casi di appello alle tradizioni dei classici, cedendo al cemento armato, facciate, che sono decorate solo con scatole di condizionatori d’aria e tipici nuovi edifici monolitici.

Le principali differenze del classicismo in architettura

La principale caratteristica distintiva dell’architettura del classicismo era l’appello alle forme dell’architettura antica, che gli architetti consideravano lo standard di semplicità, armonia, rigore, monumentalità e chiarezza logica..

L’architettura del classicismo è la chiarezza e il geometrismo della forma volumetrica, nonché la regolarità e la coerenza della pianificazione. La base del linguaggio architettonico del classicismo è l’ordine, nelle sue forme e proporzioni vicine all’antichità.

Inoltre, il classicismo è caratterizzato da rigorose composizioni simmetriche-assiali, un sistema regolare di pianificazione dello sviluppo urbano e di contenimento della decorazione decorativa..

Non sorprende che l’elemento principale dell’edificio classico sia l’ordine (dal latino – ordine, struttura). Questa tecnica architettonica, che apparve nel VI secolo a.C., è diventata molto popolare e si trova nelle sue varie varietà in tutti gli edifici classici senza eccezioni..

Diversi tipi di ordini architettonici
Diversi tipi di ordini architettonici

L’ordine completo comprende una trabeazione, una colonna e un piedistallo, e molto spesso rimane l’unica decorazione di un edificio classico che non necessita di altri elementi decorativi.

I classici all’interno sono un minimo di dettagli superflui, linee chiare, colori sobri (crema, beige, sfumature tenui di verde), nonché l’uso di materiali naturali costosi.

Interni in stile classico
Interni in stile classico

Al giorno d’oggi, gli edifici in austero stile classico sono diventati una rarità e invariabilmente attirano l’attenzione, suscitando ammirazione per le forme austere e chiare, la simmetria delle facciate e l’eleganza delle colonne. Certo, non è necessario parlare della rinascita del classicismo in architettura, ma questa direzione ha ancora i suoi fedeli fan.

Sfortunatamente, il più delle volte, tale attaccamento è espresso nel design degli interni e non nell’aspetto esterno degli edifici, che spesso crea una discrepanza tra la facciata e il contenuto interno. Inoltre, gli architetti moderni hanno ancora molto da imparare dai classici, ad esempio la progettazione di grandi spazi e interi isolati, perché la pianificazione urbana secondo i principi del classicismo si è distinta per la sua ponderatezza, l’approccio razionale e ha invariabilmente creato un paesaggio unico e molto attraente di una grande città.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: