Costruzione ecologica: esperienza occidentale e russa

Sezioni dell’articolo



La “costruzione verde” è apparsa non molto tempo fa, tuttavia, negli ultimi 10-15 anni si è sviluppata rapidamente e sta diventando sempre più popolare in tutto il mondo. Il motivo è che le nuove tecnologie e le attività industriali delle persone hanno portato al deterioramento dell’ecologia del pianeta..

Di conseguenza, scienziati e ingegneri di tutto il mondo hanno iniziato a cercare modi per ridurre gli effetti dannosi dell’uomo sull’ambiente. Una delle direzioni è la cosiddetta costruzione “verde”, basata sui principi di risparmio energetico e rispetto dell’ambiente. Il suo obiettivo era fornire una vita confortevole e sicura nelle case..

Storia della bioedilizia

I primi edifici costruiti con materiali e tecnologie rispettosi dell’ambiente apparvero negli anni ’70 del XX secolo negli Stati Uniti. Tuttavia, non hanno ricevuto un’ampia distribuzione di strass. Lo scopo della costruzione delle prime eco-case era dimostrare l’efficienza e i vantaggi di tali edifici.

L’impulso per la costruzione attiva di tali case “verdi” è stato il sostegno dei principi della costruzione verde a livello di governo.

Già negli anni ’90 del XX secolo furono sviluppati i primi standard di costruzione “verdi” (British BREEAM e American LEED), che gettarono le basi per una nuova direzione nell’edilizia.

Nel 2002 è stato istituito il World Green Building Council con l’obiettivo di influenzare il mercato immobiliare internazionale e implementare i sistemi di valutazione ambientale degli edifici nelle costruzioni, nonché sviluppare programmi educativi speciali e promuovere lo sviluppo di idee di bioedilizia in tutto il mondo..

Attualmente, il WGBC comprende oltre 90 consigli che lavorano in paesi selezionati, incluso il Russian Green Building Council (RuGBC), ufficialmente registrato nel 2009.

Gli edifici verdi più straordinari al mondo

In quasi 40 anni di edilizia sostenibile, molte case verdi sono state costruite in tutto il mondo. Esamineremo gli oggetti più straordinari realizzati utilizzando tecnologie ecocompatibili avanzate, che non sono solo esempi di rispetto dell’ambiente, ma si distinguono anche per le loro soluzioni architettoniche e ingegneristiche..

Hearst Tower: risparmio e sicurezza

La Hearst Tower, alta 182 metri, che ospita la sede della rinomata casa editrice Esquire e Cosmopolitan, è stata costruita nel centro di New York utilizzando tecnologie ecologiche. L’edificio ha ottenuto la certificazione LEED Gold, che conferma la sua compatibilità ambientale, sicurezza e alto livello di risparmio energetico.


Hearst Tower.

Il grattacielo è stato costruito nel 2006 sulla base di un vecchio edificio, eretto nel 1928. Il nuovo ufficio prende il nome dal fondatore dell’azienda, William Hirst. L’autore del progetto è stato il famoso architetto Norman Foster.

Hearst Tower ha 46 piani e 80.000 mq. m di spazio ufficio.

La caratteristica del design è che l’edificio è costituito da speciali modelli di cornici triangolari (sono anche chiamati diagrid), che hanno permesso di risparmiare fino al 20% dei materiali già durante il processo di costruzione, rispetto a quando si utilizzava un classico telaio in acciaio.

Hearst Tower è anche noto per essere il primo grattacielo verde di New York City a incorporare una serie di innovazioni ambientali..

Un sistema per la raccolta dell’acqua piovana è installato sul tetto del grattacielo, che viene poi raccolto attraverso un sistema di tubi in un serbatoio installato nel seminterrato. Questa acqua viene utilizzata per fontane, impianti di irrigazione e raffreddamento di impianti.

Circa il 90% delle strutture in acciaio utilizzate nella costruzione contiene materiali riciclati (ovvero la costruzione si basa principalmente su materiali riciclati).

I creatori sono orgogliosi del fatto che tutti i materiali utilizzati nella costruzione e nella decorazione degli interni sono atossici e completamente sicuri per la salute umana e l’ambiente. E questo è molto importante per le migliaia di persone che lavorano presso la Hirst Corporation..

L’atrio della Hearst Tower è costruito in pietra calcarea, che ha un’alta conduttività termica. Nel pavimento sono installati speciali tubi in polietilene con acqua, che forniscono un rapido raffreddamento della stanza in estate e sostituiscono il sistema di riscaldamento in inverno.

Nel complesso, questo grattacielo è progettato per utilizzare il 26% di energia in meno rispetto all’attuale requisito minimo per New York City. Esiste un sistema di risparmio energetico basato sul massimo utilizzo della luce solare durante il giorno: vengono installate enormi finestre e un sistema di sensori che regolano automaticamente l’accensione / spegnimento dell’illuminazione artificiale. L’area vetrata è di oltre 1 miglio. Ogni pannello di vetro è alto 4 piani. Naturalmente, questo non è un vetro semplice, ma corazzato con uno speciale rivestimento che trasmette la luce, ma riflette la radiazione infrarossa invisibile..

Hearst Tower è un ottimo esempio dell’uso efficace delle tecnologie ecologiche. Qui, le tecnologie di risparmio energetico si combinano con materiali da costruzione ecocompatibili e reperti innovativi, creando le condizioni più confortevoli per le persone e minimizzando l’effetto dannoso sulla natura.

Taipei 101 è il grattacielo verde più alto

Gli architetti di Taiwan possono giustamente essere orgogliosi del loro grattacielo “verde” “Taipei 101”, costruito nella capitale dello stato. Questo edificio è stato il primo grattacielo a ricevere la certificazione LEED Platinum e detiene ancora il titolo del grattacielo “verde” più alto del mondo (altezza della torre – 509,2 m).

Taipei 101 è di proprietà di Taipei Finance Corporation. Ha preso il nome per un motivo: 101 è il numero di piani nell’edificio, senza contare altri 5 piani sotterranei aggiuntivi. Il design si basa su vetro, alluminio e acciaio. Secondo gli esperti, questo è uno dei grattacieli moderni più affidabili. Le pareti dell’edificio sono supportate da 380 pilastri di cemento, che sono sepolti a 80 metri di profondità nel terreno per dare la massima stabilità all’intera struttura. Viene inoltre fornita una protezione affidabile contro i terremoti: la resistenza sismica del grattacielo “verde” è fornita da una speciale sfera d’acciaio da 660 tonnellate installata tra l’87 ° e il 91 ° piano.


Thaipei 101.

Taipei 101 è stata costruita nel 2003, ma nel 2007 è stata effettuata una serie di lavori per portare il grattacielo in conformità con gli standard ambientali. L’edificio è stato migliorato da specialisti di EcoTech International, Siemens Building Technologies e Steven Leach Associates. La ricostruzione ha richiesto 3 anni. Di conseguenza, il sistema di raffreddamento è stato completamente sostituito e il sistema di consumo di energia è stato rinnovato. Ciò ha permesso di ridurre i costi dell’elettricità di un terzo (quasi $ 700.000 di risparmio) Le emissioni di anidride carbonica sono state ridotte del 40%. Inoltre, sono state adottate misure per ridurre i rifiuti generati..

Gli sforzi dei proprietari di edifici e degli architetti non sono stati vani: nell’agosto 2011, i loro risultati nel campo della compatibilità ambientale e dell’efficienza energetica sono stati rilevati dagli esperti del sistema di certificazione internazionale per edifici ecologici LEED.

Bank of America Tower – una celebrazione dell’innovazione verde

L’edificio della Bank of America è anche degno di essere incluso nell’elenco di edifici “verdi” unici al mondo, questo progetto include circa 10 soluzioni innovative per ridurre l’impatto dannoso sulla natura.

La Bank of America Tower è stata costruita nel 2007 a New York, la sua altezza è di 366 metri con una guglia, senza una guglia di circa 290 metri. L’edificio ha 54 piani, mentre la superficie totale dei locali interni è di circa 200 mila metri quadrati..

Nella costruzione della torre sono stati utilizzati materiali innocui per la salute umana e l’ambiente, compresi i rifiuti industriali riciclati. Ad esempio, la fondazione è in cemento con il 55% di scorie, che è uno spreco di metallurgia. Oltre ad essere un materiale economico che non è inferiore nelle sue proprietà al cemento classico, è anche ecologico. Non richiede la combustione dell’ossigeno per la sua fabbricazione e, di conseguenza, l’eccesso di anidride carbonica non entra nell’atmosfera..


Bank of america tower.

Il grattacielo consente inoltre di risparmiare acqua e utilizza una vasta gamma di moderne tecnologie di risparmio energetico, tra cui sistemi di condizionamento e riscaldamento ecologici..

I designer hanno prestato particolare attenzione al comfort delle persone. Le alte finestre che forniscono luce naturale con oscuramento automatico non solo risparmiano energia, ma funzionano anche alla luce naturale. Esistono sensori speciali che misurano il livello di anidride carbonica nell’aria. Quando viene raggiunto un livello critico, il sistema di ventilazione si attiva automaticamente per fornire aria fresca. L’edificio ha anche un moderno sistema di purificazione dell’aria: filtri speciali rimuovono polvere, gas e altre sostanze pericolose.

Naturalmente, non si può non menzionare uno speciale sistema di raffreddamento basato sulle cosiddette “batterie al ghiaccio”, che usano il principio di convertire l’acqua in ghiaccio e il ghiaccio in acqua. È interessante notare che le “batterie al ghiaccio” non sono uno sviluppo moderno unico, ma, al contrario, un ritorno alle vecchie tecnologie. Sono in circolazione da oltre 150 anni e sono stati utilizzati per ridurre le temperature interne prima che fossero disponibili i moderni condizionatori d’aria. Tuttavia, a differenza dei condizionatori d’aria, tali batterie non richiedono molta energia e non inquinano l’aria..

Per risparmiare acqua vengono utilizzati due sistemi: la raccolta dell’acqua piovana per esigenze tecniche e l’utilizzo di servizi igienici senza acqua. Secondo gli esperti, ciò consente di risparmiare circa 8 milioni di litri d’acqua all’anno..

L’introduzione di innovazioni all’avanguardia nel campo della costruzione “verde” non è passata inosservata. Nell’ottobre 2011, l’edificio della Bank of America è diventato il primo grattacielo negli Stati Uniti a ricevere la certificazione LEED Platinum..

Pearl River Tower – edificio più alto zero

Nel 2010, la Cina ha costruito la più grande “casa zero” del mondo, chiamata “Pearl River Tower” (“Pearl River”). La torre alta 310 m è stata progettata da ingegneri americani utilizzando il più moderno design ambientale.

Una caratteristica distintiva di questo edificio è che è completamente autonomo e si fornisce energia. È il primo edificio al mondo in cui sono installate turbine eoliche. A tal fine sono stati accantonati due piani tecnici. In questo caso, l’aria viene fornita alla centrale elettrica attraverso le aperture nella facciata. La facciata genera anche energia da pannelli fotovoltaici.


Torre del fiume delle Perle.

Le finestre speciali non solo immagazzinano energia, ma proteggono anche l’edificio stesso dal surriscaldamento, creando le condizioni più confortevoli all’interno dell’edificio e risparmiando energia sull’aria condizionata. Anche le persiane alle finestre sono speciali: cambiano automaticamente l’angolazione per garantire un’illuminazione ottimale durante il giorno.

Nella costruzione dei pavimenti è previsto un sistema di raffreddamento: l’acqua fredda scorre attraverso tubi speciali, che assicurano un rapido condizionamento dell’aria nei locali. L’acqua per questo sistema proviene dal tetto, dove sono installati speciali collettori di acqua piovana.

La Pearl River Tower vanta non solo innovazioni ambientali all’avanguardia, ma anche un design unico. L’edificio è costruito a forma di enorme vela, mentre ha un’eccellente stabilità ed è in grado di resistere a un forte terremoto.

Sviluppo del settore globale dell’eco-hotel

I nuovi edifici non sono i soli che possono essere “verdi”. Quasi tutti gli edifici possono essere adattati e possono essere introdotte tecnologie ecologiche per ottimizzare l’uso di energia e ridurre l’impatto ambientale. Questo è il percorso intrapreso dai proprietari di eco-hotel, che ricevono turisti in Europa e negli Stati Uniti da oltre due decenni..

I primi eco-hotel nacquero nelle giungle del Costa Rica e dell’Indonesia e furono abitazioni ecocompatibili costruite esclusivamente con materiali naturali. Più tardi, i proprietari di hotel in molte grandi città hanno iniziato a introdurre tecnologie “verdi” per migliorare le condizioni di vita e ridurre gli effetti dannosi sulla natura. Per essere giustamente chiamato un eco-hotel, gli alloggi devono soddisfare diversi criteri:

  1. Alta sostenibilità ambientale.
  2. Dipendenza dall’ambiente naturale.
  3. Contribuire alla protezione della natura.
  4. Tenendo conto delle caratteristiche culturali della zona.
  5. Ritorni economici per la comunità locale.

Per soddisfare questi criteri, un edificio deve avere le seguenti caratteristiche:

  • l’uso di detergenti e detersivi non tossici;
  • le camere per non fumatori sono obbligatorie;
  • biancheria da letto e materassi devono essere realizzati con materiali organici naturali (principalmente cotone);
  • utilizzo di tecnologie di risparmio energetico;
  • produzione di energia basata su fonti energetiche rinnovabili;
  • cucinare da cibi naturali coltivati ​​localmente;
  • la presenza di un sistema di climatizzazione e ventilazione naturale (senza l’uso di condizionatori d’aria);
  • risparmiando acqua riutilizzandola per esigenze tecniche.

Attualmente, centinaia di hotel ecologici in Europa e negli Stati Uniti soddisfano tutti questi requisiti. Tra i più famosi ci sono i seguenti:

  • Sunwing Resort Kallithea (Grecia, Rodi);
  • Jardim Atlantico (Portogallo, isola di Madeira);
  • Coworth Park (Regno Unito);
  • Lodge at Sun Ranch (USA, Montana);
  • Proximity Hotel (USA, Carolina del Nord);
  • Orchard Garden (USA, San Francisco) e altri.

Caratteristiche della costruzione “verde” russa

In Russia, i principi della costruzione “verde” stanno appena iniziando ad essere attivamente implementati. In effetti, il paese è stato uno degli ultimi tra i paesi sviluppati a prestare attenzione a questo settore..

Tuttavia, nonostante la breve storia della bioedilizia, abbiamo già avuto qualche successo..

Ad esempio, l’anno scorso a Mosca, la società americana Hines ha costruito il primo ufficio “verde” – un edificio di 14 piani del centro business Dukat Place 111. L’edificio stesso è stato costruito nel 2005 e quindi rinnovato secondo gli standard ambientali.

Il business center è stato il primo edificio ad essere certificato “Very Good” secondo lo standard ambientale Breeam. Le principali tecnologie ambientali moderne sono utilizzate qui:

  • Lampade a risparmio energetico.
  • Controllo automatico dell’illuminazione.
  • Ottimizzazione dei sistemi di condizionamento, ventilazione, impianto idraulico e ascensore.
  • Viene organizzato un ciclo completo di smaltimento dei rifiuti, incluso il riciclaggio di carta, vetro, plastica, metallo, batterie, ecc..
  • Sensori e contatori d’acqua, il cui scopo è monitorare e ottimizzare il consumo di acqua.

Tutto ciò ha permesso di ridurre i costi, migliorare la situazione ambientale negli uffici e ridurre le emissioni di CO.2.

Nel settembre 2011, la prima “casa attiva” nel paese è stata messa in funzione nel distretto di Naro-Fominsk nella regione di Mosca. Questa casa è stata costruita dalla società danese Velux, tenendo conto degli ultimi sviluppi nella costruzione ecologica, è completamente autosufficiente in termini di energia e non dipende da fonti esterne. Il costo del progetto è stato di circa 675 mila euro. Tecnologie utilizzate nella costruzione:

  • Facciata che può cambiare indipendentemente la sua configurazione (apre e chiude) a seconda delle esigenze dei residenti e delle condizioni meteorologiche.
  • L’uso della cosiddetta ventilazione “intelligente” basata sul recupero dell’aria.
  • Installazione di finestre ad alta efficienza energetica che immagazzinano calore ed energia solare e forniscono il 50% della domanda totale di calore dell’edificio.
  • Pannelli solari sul tetto.
  • Sfruttare al massimo la luce naturale.
  • Utilizzo di scaldacqua solari e pompa di calore.

Secondo gli ingegneri, la casa “attiva” vicino a Mosca genererà elettricità, che sarà completamente sufficiente per tutte le esigenze dell’edificio e non solo. Si prevede anche un surplus di energia, che sarà sufficiente per oltre 30 anni di funzionamento per coprire i costi di produzione di tutti i materiali da costruzione utilizzati per costruire una casa..

Oltre ai progetti già realizzati, attualmente in Russia sono in fase di costruzione o progettazione numerosi edifici “verdi”. Ogni progetto utilizza sviluppi avanzati e soluzioni ambientali ottimali. Tra loro:

  • Complesso residenziale multipiano Barkli Park a Mosca. (In costruzione, la messa in servizio è prevista per l’estate 2012).
  • Outlet Village Belaya Dacha è un grande centro commerciale situato nel sud-est di Mosca. Questo è il primo centro outlet in Russia. L’area del complesso è di 38 mila mq. m. (in costruzione, la messa in servizio è prevista per marzo 2012).
  • “Centro uffici sul canale di bypass” a San Pietroburgo. Il progetto sta richiedendo il certificato LEED Gold.
  • Eco-città in Yakutia. Questo è un progetto senza precedenti che richiederà molti anni per essere completato. La consegna della città è prevista per il 2020. L’area ecologica sarà di circa 2 milioni di metri quadrati. m., oltre 100 mila persone potranno viverci. L’unicità del progetto è che la città sarà coperta da una cupola di vetro, che la proteggerà dagli effetti delle condizioni esterne, comprese le spiacevoli condizioni meteorologiche.

Costruzione verde in Russia – prospettive

Secondo gli esperti, ora in Russia ci sono tutti i prerequisiti e le condizioni per lo sviluppo della costruzione “verde”. Ecco perché tali progetti sono stati sviluppati e realizzati attivamente negli ultimi anni. Se i primi eco-edifici sono stati eretti principalmente secondo i progetti degli ingegneri occidentali, ora gli esperti domestici sono attivamente coinvolti in questo e offrono le loro idee..

Lo sviluppo di questa direzione nell’edilizia è anche facilitato dalla domanda in rapida crescita nel paese di case ecocompatibili. Per le imprese di costruzione, l’incentivo a costruire edifici “verdi”, sia commerciali che residenziali, è il risparmio di risorse durante la costruzione e il funzionamento dell’edificio..

Tuttavia, ci sono anche una serie di fattori vincolanti. Gli sviluppatori russi sottolineano che l’introduzione attiva delle eco-tecnologie è ostacolata dalla mancanza di adeguati documenti normativi che regolerebbero questo settore. Inoltre, è necessario unire e armonizzare gli standard ambientali nazionali e mondiali nelle costruzioni. (Si noti che attualmente la Federazione Russa ha un sistema di certificazione ambientale volontaria “Green Standards”, approvata nel 2010).

La bioedilizia è il motore di un’economia innovativa che contribuisce alla formazione di una società sana, migliorando la qualità della vita e lo stato dell’ambiente.

E, naturalmente, la Russia dovrebbe ovunque sviluppare la produzione di materiali da costruzione utilizzati nella costruzione di case “verdi”. Questo vale per il calcestruzzo, i moderni materiali di isolamento termico, le strutture in acciaio e il riciclaggio di materiali usati e rifiuti industriali..

Secondo i principali esperti occidentali, la Russia dall’introduzione delle tecnologie per l’edilizia verde riceverà non solo vantaggi standard sotto forma di costi energetici ridotti, risparmio di risorse e riduzione dell’impatto ambientale dannoso, ma anche una crescita naturale dell’economia del paese a causa di un aumento della produzione industriale e dell’introduzione di tecnologie innovative.

La bioedilizia è il motore di un’economia innovativa che contribuisce alla formazione di una società sana, a un miglioramento della qualità della vita e dello stato dell’ambiente. Se la Russia implementa in modo completo i principi della costruzione ecologica, ciò porterà frutti nei prossimi anni..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy