Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell’umanità

Sezioni dell’articolo



Qual è la “città del futuro”? È un sogno, una fantasia o un’idea completamente pratica che può risolvere i problemi principali dell’umanità in pochi decenni? È sicuro affermare che le città del futuro sono una combinazione del sogno di un habitat ideale, soluzioni belle e accoglienti e pratiche che renderanno tale città confortevole e riflessiva..

Sono sempre sorte idee su una città ideale, tali sogni (che non hanno ricevuto una vera incarnazione) sono stati collettivamente chiamati “utopia” dopo il titolo del famoso libro di Thomas More “Utopia” (1516), che descriveva una società impeccabile del futuro. Molti scrittori e filosofi seguirono poi le orme di Mora, ad esempio Tommaso Campanella, che scrisse il libro “Città del sole” nel 1620. Va notato che in tali lavori l’enfasi principale non era sulla pianificazione razionale delle città del futuro, ma sulla creazione di una società ideale, i cui membri avranno pari diritti e opportunità..

L’idea è stata continuata dagli scrittori di fantascienza del ventesimo secolo, ad esempio Ivan Efremov, che ha scritto il libro “La nebulosa di Andromeda”, che descrive la Terra del futuro, che divenne un unico stato comunista e diviso in zone separate di residenza, aree agricole e così via..

Sembra che tutti gli scrittori di fantascienza del passato sarebbero molto delusi nel vedere le città moderne, dal momento che praticamente nessuna idea è stata implementata e le megalopoli non sono cresciute secondo un unico piano, ma caoticamente, come storicamente.

Problemi delle città moderne

La città del futuro, secondo gli architetti moderni, deve risolvere i problemi principali delle megalopoli di oggi, alle quali gli esperti si riferiscono all’unanimità:

Contaminazione dei territori.Già ora, le enormi discariche che circondano le città moderne sono diventate un grave problema, le attuali tecnologie di smaltimento e riciclaggio dei rifiuti non sono in grado di far fronte a una così grande quantità di immondizia che viene gettata ogni giorno dai cittadini. Anche le fogne sono sovraccariche e questo problema sta diventando sempre più urgente. Idealmente, nella città del futuro, tutti i rifiuti saranno riciclati; grande attenzione è rivolta a questo problema durante l’elaborazione di nuovi progetti..

Sovrappopolazione.Quanta terra valga oggi nei distretti centrali delle capitali di tutte le principali città del mondo è ben nota a chiunque abbia mai affrontato la “questione abitativa”. E in futuro questo problema, ovviamente, non farà che peggiorare, perché la popolazione della Terra continua a crescere – se oggi, secondo varie fonti, circa 6,6-7 miliardi di persone vivono sul nostro pianeta, allora entro il 2060 la popolazione crescerà a 10,6 miliardi persona. Costruire l’intera superficie della Terra con le case non è ovviamente un’opzione, perché è necessario lasciare aree per l’agricoltura e anche gli animali rimanenti devono vivere da qualche parte, quindi la città del futuro dovrebbe essere creata con l’attesa di un numero crescente di cittadini e offrire nuovi modi per ospitare i residenti.

La mancanza di acqua potabile. Sfortunatamente, sul nostro pianeta, la maggior parte dei quali è coperto da acqua, non c’è tanta acqua fresca. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, ogni terza persona sul pianeta oggi affronta la mancanza di acqua potabile. Già oggi molti paesi, come Israele e gli stati del Medio Oriente, sono direttamente coinvolti in questo problema, che difficilmente può essere risolto trasportando iceberg dall’Artico. Dozzine di impianti di dissalazione dell’acqua di mare operano oggi in Arabia Saudita, Kuwait, Israele, ma la sua qualità non consente di utilizzarlo per il cibo senza ulteriore, piuttosto costosa purificazione mediante osmosi inversa, tale acqua viene solitamente utilizzata solo per le necessità domestiche. L’Arabia Saudita, ad esempio, deve portare acqua potabile dalla Nuova Zelanda. Le città del futuro dovranno risolvere questo problema introducendo nuove tecnologie più avanzate..

Mancanza di risorse energetiche.Petrolio, gas, carbone: un giorno tutti questi minerali tanto necessari all’umanità finiranno. Già oggi le compagnie petrolifere mondiali sono impegnate nella ricerca di sempre più campi, la Russia, ad esempio, è costretta a sviluppare la piattaforma artica, poiché le riserve di idrocarburi situate in luoghi più accessibili sono state esplorate da tempo e vengono attivamente sviluppate. Tra qualche decennio, la questione della sicurezza energetica diventerà ancora più acuta per l’umanità, quindi fornire elettricità (preferibilmente economica) alle città del futuro è un altro compito importante per gli ingegneri e l’efficienza energetica degli edifici sta diventando un prerequisito per un progetto di successo..

Inoltre, tutti nello stesso 2060, i residenti di megalopoli potrebbero dover affrontare nuovi problemi, non ancora così urgenti, ad esempio la diffusione di nuovi virus pericolosi per l’umanità e la completa dipendenza dalle tecnologie informatiche, che saranno associate all’automazione di quasi tutti i processi che si svolgono in città del futuro.

Quindi, dopo aver capito i compiti principali che gli architetti delle città del futuro devono affrontare (e allo stesso tempo senza dimenticare che la metropoli dovrebbe diventare più bella e confortevole), puoi provare a immaginare esattamente come sarà la città tra qualche decennio, diciamo, entro il 2060 anno.

Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell'umanità

Certo, puoi seguire il percorso degli sceneggiatori dei film di Hollywood e immaginare esili torri di grattacieli che si innalzano a migliaia di metri nel cielo, taxi che volano tra di loro, schermi sospesi in aria, che mostrano spot pubblicitari (dove possiamo andare senza di loro anche in futuro), consegna di generi alimentari alla finestra di un appartamento situato al 541 ° piano e cupole che chiudono la città da dannose radiazioni ultraviolette e maltempo … O, in contrasto con un tale quadro tecnogenico, immagina un vero idillio rurale – file di case private ben tenute, un’abbondanza di verde, enormi aree del parco e alberi di mele che crescono vicino amministrazione comunale.

Tuttavia, la realtà non coincide così spesso con la fantascienza (anche scientifica) e utopie ancora più colorate, quindi, creando progetti per le città del futuro, gli architetti moderni sono guidati da tendenze già stabilite, esigenze funzionali e previsioni di esperti.

Gli edifici del futuro

Tutti gli esperti sottolineano all’unanimità che gli edifici nelle città del futuro continueranno a crescere verso l’alto – una carenza di appezzamenti di terreno e la crescita della popolazione stanno costringendo gli architetti a posizionare quanti più metri quadrati di spazio residenziale e commerciale possibile in una piccola area. Se oggi i grattacieli con un’altezza di 400-500 metri sono ancora una rarità, allora in pochi decenni tali torri minacciano di diventare l’elemento principale del paesaggio cittadino. Per risolvere il problema delle risorse energetiche, tali grattacieli saranno dotati di generatori eolici sui tetti e di pannelli solari che copriranno completamente le facciate. Gli edifici del futuro saranno non volatili, ma la necessità di vivere a tale altezza, per qualche motivo, non è molto stimolante. E anche il fatto che alcuni architetti propongano di utilizzare materiali per la decorazione delle facciate che possono cambiare il colore dell’edificio a seconda dell’ora del giorno e dell’umore dei residenti non rende tale quadro più attraente..

Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell'umanità

In relazione a tali tendenze, la questione della conservazione dei centri storici in città come San Pietroburgo, Kazan, Praga e Parigi sarà particolarmente acuta. Naturalmente, i monumenti architettonici e storici protetti dallo stato possono essere preservati, ma sono in pericolo di perdersi semplicemente sullo sfondo dei grattacieli circostanti e diventare un museo disabitato a cielo aperto (se l’ecologia lo consente).

La prima “rondine” sulla strada per trasformare le città in una “foresta di grattacieli” potrebbe essere il progetto per la costruzione del grattacielo X-Seed 4000, la cui altezza raggiungerà i 4 mila metri – l’edificio avrà 800 piani. Questa è una vera “città nella città” con i suoi quartieri residenziali, aree parco, costruzione sarà effettuata secondo i principi di una nuova scienza – arcologia, che combina i principi della costruzione ecologica, in modo che non farà a meno delle tecnologie “verdi”. Il costo del progetto giapponese è di $ 900 miliardi (e queste sono solo stime preliminari), la costruzione richiederà almeno 8 anni. Tuttavia, mentre il progetto esiste solo su carta.

Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell'umanità Ecco come apparirà la torre X-Seed 4000 sullo sfondo di Tokyo

Esiste anche un progetto di una città-grattacielo in Cina: tra 15 anni, una Shanghai Bionic Tower o Cypress apparirà a Shanghai, che sarà costruita secondo il progetto di Javier Piosa e Maria Rosa Server. La torre sarà costruita secondo i principi della bionica, ovvero combinando gli ultimi sviluppi della robotica e delle forme naturali. Una torre slanciata alta 1 chilometro sembrerà un vero cipresso, avrà persino radici per la stabilità. Il progetto è stato sviluppato per 7 anni, ora è in corso la ricerca dell’ubicazione ideale del grattacielo, in modo che la “Vertical Bionic Tower City” si fonda armoniosamente con il paesaggio di Shanghai, la cui popolazione in 20 anni può raggiungere i 30 milioni di persone. Se il progetto si rivelerà vincente, le autorità della RPC sono pronte per iniziare la costruzione di altri grattacieli simili in pochi anni..

Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell'umanità Il progetto Cypress Tower a Shanghai

Appartamenti del futuro

La tecnologia della casa intelligente, che sta già diventando più diffusa oggi, in futuro ti consentirà di controllare tutti i sistemi domestici solo con la voce o anche con i gesti. Entro il 2060, l’umanità potrebbe diventare pigra a tal punto che lo stesso “appartamento intelligente” accenderà e spegnerà le luci, metterà il bollitore sul fornello (o un altro dispositivo di cottura che apparirà a quel punto), il frigorifero sarà in grado di ordinare indipendentemente i prodotti necessari dal supermercato, e l’idraulico – per fare test medici, avvertendo il proprietario di cambiamenti nello stato di salute.

comunicazioni

Entro il 2060, le tecnologie 3D digitali circonderanno le persone ovunque e ovunque. Sarà possibile ordinare i biglietti per un treno o un film semplicemente pronunciando il comando appropriato al proprio assistente elettronico, che sostituirà il telefono cellulare. Sarà possibile connettersi a Internet ovunque in città e le normali schede pubblicitarie saranno sostituite da ologrammi costituiti da goccioline d’acqua e che cambiano colore. Le immagini 3D verranno proiettate direttamente in aria e non saranno necessari monitor e pannelli TV. I computer diminuiranno in modo significativo in termini di dimensioni – fino a un piccolo chip – e saranno integrati in orologi, parabrezza di automobili e persino montati in occhiali, accompagnando una persona ovunque.

Ecologia

Il risparmio idrico raggiungerà un nuovo livello, è possibile che nel 2060 i cittadini facciano bagni ad ultrasuoni. Tutti i rifiuti saranno riutilizzati, ad esempio, riciclati in materiali da costruzione (bruciare i rifiuti non è redditizio oggi e in futuro diventerà un lusso insostenibile).

Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell'umanità

Naturalmente, se l’umanità non riesce a cambiare il suo atteggiamento di consumatore nei confronti del suo pianeta natale, la situazione ecologica può diventare molto catastrofica molto presto e gli appartamenti dovranno essere dotati di protezione dalle radiazioni ultraviolette, polvere e particelle radioattive, e andare fuori diventerà pericoloso per la vita.

Trasporto

È già chiaro che non sarà possibile affrontare gli ingorghi con la solita espansione delle autostrade – le arterie di trasporto andranno sottoterra (metropolitana ad alta velocità) o nel cielo (a Tokyo, ad esempio, oggi molti grattacieli sono dotati di piattaforme per elicotteri, forse molto presto la maggior parte dei cittadini sarà costretta trasferimento al trasporto aereo).

La città del futuro è semplicemente obbligata a offrire soluzioni completamente nuove alla questione dei trasporti, se le tendenze moderne non cambiano, quindi tra 20-30 anni l’intero pianeta sarà in un ingorgo, la benzina costerà più dell’oro e l’ecologia semplicemente scomparirà come tale. Il problema con il carburante può essere risolto dalle auto alimentate da pannelli solari o da altri modi di trasporto “verdi”, ma gli ingorghi dovranno essere affrontati con metodi nuovi e più efficienti..

A proposito, molto probabilmente gli ingegneri affideranno la guida di automobili ai robot, nella speranza che non violino le regole del traffico e che gli incidenti sulle autostrade saranno molto meno.

Naturalmente, una simile immagine della città del futuro è molto esagerata e non tiene conto di vari disastri naturali globali, della nascita di tecnologie innovative oggi sconosciute e così via..

Secondo me, uno dei progetti più interessanti della città del futuro oggi è la città galleggiante creata dall’ufficio di architettura Vincent Callebaut, che ha ricevuto il nome romantico “Lilypad”. In forma, questa città sembra davvero un fiore di loto e diventerà molto popolare se le previsioni degli scienziati sul riscaldamento globale, lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento dell’acqua negli oceani del mondo diventano realtà..

“Water lily” è progettato per ospitare 50 mila persone, può nuotare in mezzo all’oceano e ormeggiare vicino alla terra. Gli edifici residenziali saranno situati su tre “petali” della città e il centro sarà occupato da una pittoresca laguna. La città utilizzerà l’energia delle maree, del sole e del vento, nonché la biomassa degli oceani, in modo da evitare problemi energetici. E da influenze esterne “Water Lily” sarà protetto da “skin” in titanio.

Una città così galleggiante sembra molto bella e la capacità di viaggiare, ad esempio, dall’America all’Europa, senza uscire dal proprio appartamento, rende questo progetto ancora più attraente.

Città del futuro: un sogno può risolvere i problemi dell'umanità Vista dall’alto della città di Lilypad

Vale la pena notare che le città russe, che ora sono significativamente in ritardo rispetto alle loro controparti occidentali nello sviluppo, in un paio di decenni diventeranno simili alla moderna New York e Singapore, e siamo ancora lontani dalle città reali del futuro come se fossimo in volo su Marte..

Eppure, ciò che sembra fantascienza o invenzioni di scienziati oggi potrebbe presto diventare realtà. La cosa principale è che nella ricerca di nuove tecnologie, gli architetti non dimenticano i bisogni umani di una casa confortevole e attraente, e lo stile e la bellezza non devono sacrificare a favore della funzionalità e dell’efficienza energetica.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy