Suggerimenti: come organizzare gli interni

Come rendere un appartamento accogliente, elegante e funzionale? Come estinguere i fuochi dell’irritazione che ne derivano? E cosa, quando si riprogetta un appartamento, non si dovrebbe fare comunque? Ecco alcuni suggerimenti di progettazione e “anti-suggerimenti”. Provalo – dovrebbe aiutare!

1. Zonizzazione di un ampio spazio

La moda totale per la pianificazione gratuita, i monolocali e le sale cucina-pranzo combinate ha le sue insidie. Qualsiasi architetto ti dirà che semplicemente abbattere i muri non è abbastanza. Una vasta area non suddivisa in sottozone può presto iniziare a deprimere. Rimuovi le pareti divisorie tra le stanze, combinale con i corridoi e la cucina – e hai una stanza completamente nuova, dove, appena si scopre, non ti piace affatto vivere. Perché? Perché psicologicamente, abbiamo bisogno di molti luoghi diversi per attività diverse..

Dobbiamo avere zone separate, almeno delimitate da condizioni in cui possiamo tranquillamente fare rete e cenare senza sentire venti metri di spazio vuoto dietro le nostre spalle, in modo che ci sia un angolo appartato dove potremmo ritirarci con un libro, e così via..

La prima regola per pianificare uno spazio aperto è almeno separare visivamente le zone per diversi scopi funzionali: cucinare, mangiare, guardare la TV, lavorare, rilassarsi, comunicare … Questo può essere fatto usando:

a) diverse texture del pavimento;
b) la differenza di altezza del soffitto o dell’arco tra la cucina e la zona giorno;
c) più colonne;
d) una barriera fotoelettrica (di solito la sala da pranzo è illuminata più intensamente e la cucina è in penombra, dove sono illuminate solo le superfici di lavoro);
e) “bancone bar” o altri oggetti interni che fungono da barriera.

2. Bandiamo gli odori, tagliamo i suoni

Lo studio è, ovviamente, eccezionale, ma c’è un “ma”. Quando cuciniamo, le cotolette bruciano, il latte fuoriesce, ecc. La situazione è proprio come nella pubblicità, solo esattamente il contrario: “E l’odore! Questo odore! ..” Stiamo bene con te, l’abbiamo ventilato e lo abbiamo dimenticato. E mobili imbottiti? E i tappeti? E le tende? I tessuti assorbono gli odori come una spugna. Se cucini spesso a casa, fai una partizione scorrevole tra la cucina e la zona giorno – in qualsiasi momento, la cucina può essere tagliata. Inoltre, la partizione è anche una schermata audio..

3. Forniamo camere spaziose

In stanze molto grandi, non è necessario disporre i mobili esclusivamente attorno al perimetro..

Perché hai bisogno di una stanza per assomigliare a una parata militare o a una lezione di ballo? Puoi riempire il centro con un “gruppo da pranzo” o solo un divano per gli ospiti.

4. “Espandendo” una piccola stanza

Hai un appartamento tipico con una piccola cucina e camere non molto spaziose? Puoi aumentare visivamente lo spazio con l’aiuto di:

a) la direzione longitudinale delle assi del pavimento o il motivo del parquet;
b) ante con vetro, ante a specchio di armadi e solo specchi;
c) illuminazione diffusa.

È diffusa la convinzione che i colori della luce espandano visivamente la stanza. Ma in stanze molto piccole, ad esempio 8 metri quadrati, la carta da parati bianca non risolverà il problema. Al contrario, per molti, una stanza piccola e luminosa agisce in modo deprimente, causando associazioni con una clinica ambulatoriale o una toilette.
È meglio rendere luminosa una piccola stanza come una bara..

E se hai paura del “sovraccarico” di colore, lascia una lampada da parete e solida.

5. “Alzare” il soffitto

Se vuoi aumentare visivamente l’altezza del soffitto, puoi renderlo a più livelli, ad esempio, nei corridoi sottostanti e nelle stanze sopra. Il soffitto ribassato all’ingresso dei locali crea l’illusione di soffitti più alti nella parte residenziale dell’appartamento.

Un altro modo per “alzare” visivamente il soffitto è quello di scegliere la carta da parati con un motivo che corre verticalmente, ad esempio in una striscia classica.

6. Ripetere gli elementi

Se usi elementi in plastica all’interno – archi, pareti curve, podi curvi o cremagliere – assicurati di ripetere nuovamente queste linee da qualche parte. La regola d’oro del designer d’interni: tutti i dettagli espressivi devono essere riecheggiati in elementi adiacenti, visibili contemporaneamente.

Tuttavia, non dovresti costruire troppi archi: hai ancora un appartamento moderno, non una suite del palazzo..

7. Scelta di porte e finestre

Se ti piacciono le porte scorrevoli, scegli un compartimento con due guide: superiore e inferiore. Una porta con una chiusura superiore è molto instabile: il minimo tiro – e “cammina”. Con un tale scompartimento, ti sveglierai di tanto in tanto di notte da un brutto tintinnio.

Qualunque cosa tu scelga, tutte le porte che sono visibili contemporaneamente devono essere nello stesso stile..

La “discordia della porta” rovina moltissimo l’impressione generale.

Lo stesso vale per Windows. A proposito, le finestre con attacchi simmetrici sembrano migliori – non lottare per l’asimmetria delle finestre dove può essere evitato.

8. Cosa non fare in cucina

La cucina è un’arena in cui è possibile osservare l ‘”unità e la lotta” di tre opposti: fornello, lavello e frigorifero. Ognuno di questi elementi dovrebbe avere almeno un minimo del proprio spazio, ma allo stesso tempo non dovrebbero essere lontani l’uno dall’altro. E non mettere ostacoli che interferiscono con il movimento tra di loro – questo creerà una fonte di costante irritazione nella tua cucina (eccola qui – una causa comune di liti familiari “cucina”!).

Se decidi di mettere un set con una “isola” indipendente in cucina, pianifica il suo posto in modo che non ci siano passaggi di almeno un metro su tutti e quattro i lati – altrimenti sarà scomodo da usare – e ti viene garantita un’altra fonte di irritazione.

Le pareti della cucina possono essere coperte con una cosiddetta cucina “backsplash”.

Questo consiglio è rilevante principalmente per le vecchie case, che sono spesso visitate dai servizi pubblici – per cambiare i cavi, le batterie, i tubi del gas … Quando si installa un set da cucina, non sigillare strettamente l’accesso a queste stesse comunicazioni. Tieni presente che rimuovere un grembiule di plastica pieno è molto più facile che rompere una piastrella.

9. Hai davvero bisogno di un podio?

Una cosa così apparentemente bella come un podio si trasforma spesso in articolazioni slogate e ginocchia dei bambini rotti. Molte persone che hanno sistemato le “scale” in casa si lamentano del fatto che è stato molto scomodo. Se è possibile zone lo spazio in qualche altro modo, è meglio lasciare il pavimento senza gocce..

Inoltre, più alto è il pavimento, più basso è il soffitto. E, di conseguenza, l’aria, così preziosa in condizioni urbane, è inferiore.

10. Lotta contro le alluvioni

Non sollevare il pavimento del bagno e dei servizi igienici: l’acqua tende a fluire verso il basso. E se in tua assenza, Dio lo proibisse, scoppierà una pipa o un rubinetto – pavimenti in parquet, laminato, mobili, vicini sottostanti potrebbero soffrire … Prevenire questo problema è più facile che risolverlo: fai un piccolo dado. Se l’incidente è di piccole dimensioni (ad esempio, una valvola è trapelata) e le cuciture attorno al perimetro sono sigillate, tale “serbatoio” non verrà riempito prima di 12 ore dopo – una persona entra in bagno in media ogni 4-6 ore, quindi, molto probabilmente, prima l’alluvione non arriverà.

E l’ultima cosa: non dimenticare che il bagno non sei solo tu.

Se stai pianificando una riqualificazione, assicurati che la camera da letto non sia vicino al bagno del vicino. Il rumore dell’acqua di lavaggio difficilmente sarà la melodia più piacevole per te. Anche se uno dei miei conoscenti, ricordo, si consolò del fatto che questo è il suono “naturale” più vivace tra i rumori tecnici della città.

Testo: Elena Sukhareva (gazeta.ru)

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy