Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Sezioni dell’articolo



L’aspetto dei mobili per mobili è determinato principalmente dalla sua parte anteriore, in particolare per i set da cucina, il cui sviluppo crea un insieme unico di rivestimenti decorativi e funzionali. Oggi sul sito considereremo il modo migliore per scegliere una facciata efficace ed estetica per la cucina.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Funzioni dei frontali dei mobili

Può sembrare che le ante dei mobili si distinguano solo per colore e consistenza. In nessun modo: la gamma di funzioni delle facciate è più ampia, non solo le proprietà estetiche della finitura giocano un ruolo, ma anche la qualità del materiale da cui è realizzata la porta, la sua funzionalità e durata nel tempo.

Qualsiasi assemblatore di mobili con esperienza sarà felice di dirti quanto è stato fatto un lavoro scrupoloso per fissare le facciate agli involucri e quanto rigorose sono le tolleranze per le distorsioni. Le porte delle facciate formano una maglia rigida, tutte le cuciture tra loro devono avere lo stesso e lo stesso spessore. È altrettanto importante che queste proprietà siano preservate per tutta la vita dei mobili..

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

È sempre necessario tenere conto della resistenza dei materiali da cui la facciata è realizzata alle condizioni ambientali in cui vengono utilizzati. Quindi, a causa dell’elevata umidità, è possibile torcere e gonfiore. D’altra parte, i materiali pesanti hanno maggiori probabilità di causare facciate cascanti o richiedere l’uso di hardware speciale costoso. Anche le più piccole manifestazioni di distorsione o torsione rovinano irrimediabilmente l’aspetto dei mobili, quindi, scegliere il materiale giusto per la base della facciata è la chiave per l’aspetto pulito dei mobili..

Materiali classici per facciate di mobili

Vale la pena iniziare a conoscere il vasto “zoo” di porte per mobili con materiali tradizionali che la maggior parte degli showroom di mobili sono pronti a offrire ai propri clienti. Molto probabilmente, sono le facciate classiche che soddisfano i requisiti in termini di praticità ed estetica..

truciolare

Questo è il materiale per facciate più primitivo. Nel caso più semplice, è lo stesso materiale della lastra utilizzato come elementi del corpo del mobile, bordato su tutti e quattro i lati. La semplicità si esprime in economicità, ma non si può nemmeno contare su un aspetto unico. Il truciolato ha una scelta piuttosto scarsa di colori e trame, inoltre, è improbabile che tu trovi facciate con fresature complesse o texture profondamente goffrata.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

D’altra parte, le tecnologie di finitura chiamate softforming e postforming possono offrire più delizie estetiche, sebbene ciò aumenti la complessità della produzione e, di conseguenza, il costo delle facciate. Quindi, in modo più dettagliato:

La postformatura si verifica quando i bordi di un truciolare sabbiato non trattato vengono elaborati con un cutter per rimuovere uno smusso o un raccordo piccolo (6-10 mm), quindi la parte anteriore e le estremità vengono incollate con vinile.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Il softforming è quasi lo stesso, solo la fresatura può essere più complessa e varia: fino a 60 mm ai bordi con profili diversi, così come la fresatura lungo il piano della lastra.

MDF

L’uso del pannello di fibre come base per le facciate dei mobili presenta i suoi vantaggi. L’MDF è altamente resistente ai cambiamenti di temperatura e umidità, questo è già stato descritto in dettaglio sul portale. Queste qualità si manifestano non solo per le proprietà del materiale di base, ma anche perché le facciate in MDF sono decorate con metodi di postforming e softforming o con la pittura. Grazie a questa elaborazione, il nucleo riceve un grado estremamente elevato di isolamento dalle condizioni ambientali, a differenza delle facciate in truciolare economiche, le cui estremità sono incollate con bordi..

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

La differenza tra rivestimento del film e pitture e vernici è proprietà puramente estetiche. Il film offre più varianti di goffratura e design, fino all’uso della stampa fotografica. La colorazione, d’altra parte, crea un gioco e una profondità di luce unici grazie a un rivestimento di vernice multistrato che subisce la lucidatura. In termini di qualità e dati visivi, la verniciatura delle facciate è analoga alla verniciatura delle carrozzerie.

rivestimento estetico

Un tipo speciale di rivestimento decorativo è l’impiallacciatura naturale, sulla quale viene applicata una laminazione protettiva. Il design standard del truciolato laminato non ha una gamma di colori così ricca, mentre il disegno artificiale ha dettagli bassi e, tra le altre cose, è costituito da motivi ripetitivi. L’uso dell’impiallacciatura consente di dare alle facciate un aspetto identico al legno naturale, comprese le specie rare e pregiate. Esistono diversi tipi di impiallacciatura, alcuni dei quali imitano in modo plausibile tipi esclusivi di legno, mentre il costo del prodotto finito è relativamente basso.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Altrettanto importante, poiché la facciata è basata su un pannello MDF resistente all’umidità, non è soggetta a deformazioni e ritiri inerenti al legno naturale. Un rivestimento protettivo sufficientemente resistente contribuisce anche alla protezione da influenze esterne. Il principale svantaggio delle facciate impiallacciate è l’impossibilità di eseguire fresature complesse, poiché l’impiallacciatura è un materiale non plastico e non può ripetere il complesso rilievo della base.

Struttura

C’è confusione nella definizione di facciate a telaio. È necessario distinguere tra facciate in lastre di polimeri di legno, le cui estremità sono incorniciate da un profilo in alluminio, e facciate in legno, il cui design è simile alle porte a pannelli..

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Il primo tipo consente di progettare mobili in uno stile sobrio e laconico. L’arredamento principale di tali facciate è il film in vinile o acrilico utilizzato nella postformatura e nella softforming. La separazione delle superfici lisce con una struttura metallica sembra molto impressionante, tuttavia, l’assenza anche di uno smusso minimo richiede una stretta aderenza alle lacune tecnologiche nel design, specialmente sulle porte ad angolo.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Il secondo tipo di facciate ha una cornice di legno con una scanalatura interna, in cui è inserito il materiale di riempimento, generalmente compensato o vetro impiallacciato. L’aspetto di tali facciate è ottimale per i mobili nello stile delle cucine grunge, country e inglesi. L’uso del riempimento composito di legname consente di stabilizzare la forma del prodotto ed evitare di torcere la facciata nel tempo.

Legno massiccio

Come già accennato, il legno naturale massiccio presenta un significativo svantaggio: la capacità di cambiare forma con i cambiamenti di temperatura e umidità. Ma ciò non significa affatto che la scelta a favore delle facciate in legno sia irrazionale, tutto dipende dalla qualità delle materie prime e dalla tecnologia di produzione. Le seguenti tecniche e soluzioni aiuteranno a correggere il difetto naturale dell’albero:

  • incollare pannelli di mobili con diverse direzioni di fibre;
  • l’uso di colla speciale durante l’incollaggio;
  • stabilizzazione del legno;
  • l’uso di razze speciali ad alta densità;
  • livellatori di incollaggio (barre di metallo temprato) nella facciata.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

Nonostante gli svantaggi indicati, l’uso di facciate in legno è giustificato, sebbene non ovunque. Il legno deve essere correlato con altri elementi interni in cui vengono utilizzati altri materiali naturali. Il vantaggio principale del legno è che il suo motivo si ripete per tutta la profondità del massiccio; di conseguenza, la complessità della scultura e della fresatura non è limitata.

Materiali non standard ed esclusivi

Se i materiali standard non sono in grado di soddisfare i capricci estetici, prestare attenzione ai materiali che sono d’élite nella produzione di mobili.

Pietra artificiale

Anche le facciate dei mobili sono realizzate utilizzando la tecnologia di produzione di piani di lavoro compositi. A causa dello spessore e delle dimensioni ridotte, l’anima in forma di truciolare o MDF può essere assente; è inoltre consuetudine utilizzare rinforzi in acciaio incorporato per porte di grandi dimensioni.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

I principali vantaggi di tali facciate sono l’assoluta stabilità della forma e la possibilità di restauro superficiale mediante lucidatura. C’è anche un significativo guadagno estetico: l’ampia scelta di filler e composti minerali rende possibile formare una trama completamente unica. Lo svantaggio chiave è l’elevato costo, dovuto, tra l’altro, all’elevato peso, che impone un aumento del numero di anelli e l’uso di accessori speciali.

Vetro e plastica

I frontali sottili sono utilizzati nelle moderne cucine di design, pareti e armadi modulari. Questa categoria comprende anche le facciate sporgenti a specchio installate su pensili nei bagni..

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

La principale differenza tra tali porte è il loro piccolo spessore, che nella maggior parte dei casi non supera i 10 mm. Ciò rende impossibile inserire la tazza con una cerniera standard, che forza l’uso di raccordi speciali, che sono fissati principalmente con un giunto adesivo..

Tende e avvolgibili

In conclusione, considereremo il tipo più specifico e raro di facciate. In alcuni casi, i ciechi svolgono un ruolo puramente decorativo: una serie di lamelle sottili funge da riempimento delle facciate del telaio. Tali porte sono più tipiche per le cucine realizzate in stile spagnolo-portoghese e messicano. Il pagamento per l’aspetto originale sarà la complessità della pulizia: la polvere si accumula su superfici difficili da raggiungere, che alla fine mangia nei pori del materiale.

Facciate per la cucina: tipi e caratteristiche

D’altra parte, le tapparelle hanno funzionalità molto utili. La loro installazione è consigliata nei casi in cui l’azione dei meccanismi di oscillazione, scorrimento e sollevamento e rotazione sia ostacolata da vari ostacoli. Il materiale della tapparella può essere completamente diverso: dal legno e dal bambù all’alluminio e alla fibra di carbonio. Tali sistemi sono altamente tecnologici e occupano le posizioni più costose nei cataloghi di mobili moderni..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy