Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Sezioni dell’articolo



I tappeti, che fino a poco tempo fa erano considerati un oggetto di lusso e un indicatore di prosperità, svolgono contemporaneamente diverse funzioni negli interni moderni: decorare una casa, fungono anche da buon isolante acustico. Ti parleremo dei segreti della selezione di tappeti e ti daremo alcuni consigli di design.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Per diversi secoli, o addirittura millenni, i lussuosi tappeti sono serviti da decorazione per il focolare e un orgoglio speciale dei suoi proprietari. L’artigianato ha reso il tappeto tessuto un piacere costoso, che non tutti potevano permettersi, e quindi un tale tesoro è stato esposto nel posto più importante..

I produttori moderni hanno messo a disposizione tappeti per qualsiasi categoria della popolazione, offrendo una vasta gamma di prodotti di vari tipi e prezzi. La maglieria a macchina ha ridotto significativamente il costo del processo di fabbricazione e ha permesso di tessere tappeti di vari materiali.

I tappeti di lana sono considerati un’opzione classica: piacevoli sensazioni tattili (camminare a piedi nudi sulla lana di pecora fa bene alla salute) sono completate da eccellenti proprietà di isolamento acustico e termico e da una lunga durata (40-50 anni). Gli svantaggi naturali – una tendenza allo sporco, alla muffa e alle tarme – sono compensati dalle moderne impregnazioni antifungine e dai trattamenti repellenti allo sporco. A causa della sua consistenza naturale, la lana assorbe male i coloranti (i colori sono molto più calmi di quelli delle controparti sintetiche), ma praticamente non si sbiadisce.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

I tappeti di seta sono piuttosto un elemento decorativo: il filo sottile più sottile ti consente di riprodurre qualsiasi modello, anche il più complesso, (fino all’imitazione di dipinti di maestri famosi). Tali rivestimenti hanno una maggiore resistenza e lucentezza unica, ma il loro costo è piuttosto elevato..

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

I tappeti in viscosa (fibra di cellulosa) assomigliano visivamente alla seta e potrebbero benissimo diventare la loro alternativa economica. La fibra è macchiata qualitativamente con qualsiasi pigmento e mantiene la luminosità del colore per lungo tempo, praticamente non si raggrinzisce o si sfrega.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Il tappeto in nylon è un’opzione economica durevole. Il rivestimento in poliammide sintetico ha buone caratteristiche prestazionali: resistenza, elasticità e un’ampia varietà di trame.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

I tappeti in filato di polipropilene sono molto modesti da tenere in considerazione: basta aspirare. Le superfici luminose e colorate vengono spesso utilizzate per realizzare tappeti da gioco per bambini. Il loro unico svantaggio è la fragilità (non più di 5 anni di servizio).

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Il tappeto in poliestere (poliestere) sembra lana – è altrettanto morbido, resistente e resistente. Il rivestimento in poliestere è abbastanza resistente allo sporco: eventuali macchie non unte possono essere facilmente rimosse dalla superficie. Tuttavia, la pila di tappeti (in particolare la pila lunga) accumula elettricità statica e non ripristina il suo stato originale quando deformata..

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Importante: quando si sceglie un tappeto per tipo di tessuto, assicurarsi di tenere conto delle specifiche della stanza a cui è destinato. Ad esempio, un rivestimento ipoallergenico e facile da pulire che non accumula polvere è più adatto per la stanza dei bambini..

Due facce della stessa medaglia: struttura e densità del tappeto

La durata e le qualità di isolamento termico di un tappeto dipendono direttamente dalla sua densità: più i villi sono vicini tra loro, migliore è il materiale e più a lungo durerà. La lunghezza dei villi non ha importanza.

Importante: la densità è stimata sul retro. Capovolgi il tappeto con il supporto in tessuto rivolto verso l’alto ed esaminalo attentamente. La grande distanza tra i fili contribuisce alla rapida cordonatura e all’abrasione della pila.

La struttura della pila è formata in diversi modi:

  1. Loop multilivello: i loop formano un modello scultoreo. Una variante di questa tecnologia è il metodo del tufting manuale: i villi di diverse lunghezze sono attaccati manualmente alla base della maglia, formando un motivo a più livelli in rilievo.
  2. Loopback a livello singolo: la versione classica del tappeto, in cui tutti i passanti hanno la stessa altezza. Questo rivestimento resiste all’usura ed è consigliato per ambienti ad alto traffico..
  3. Velluto – pelo corto (non più di 8 mm), che sembra velluto. Molto facile da pulire, l’unico inconveniente sono le stampe chiaramente visibili (ad esempio, dai gradini o dai mobili).
  4. La Sassonia è un filato ritorto a taglio con una trama granulosa. Apprezzato per il suo aspetto particolarmente elegante.
  5. Frise – pelo lungo strettamente attorcigliato con una struttura non uniforme, che consente di mascherare bene sporco e impronte.
  6. Cut-loop è una combinazione di anelli bassi e pile tagliate. Il modello scultoreo nasconde bene le irregolarità del pavimento e la possibile contaminazione della pila.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Importante: prestare attenzione non solo alla struttura della pila, ma anche alla base del tappeto. Se hai bisogno di un rivestimento per un corridoio, una cucina con piastrelle scivolose o una stanza dei bambini, è meglio dare la preferenza ai tappeti con una base gommata o opzioni modulari.

Problema di prezzo: qual è il motivo del costo del tappeto

La fascia di prezzo nel mercato dei tappeti è molto ampia: dalle opzioni pratiche economiche di materiali artificiali ai prodotti artigianali alla moda realizzati in lana o seta di alta qualità.

Il costo di un tappeto è costituito da diversi parametri:

  1. Produttore. I tappeti delle fabbriche domestiche costano in media il 30-50% in meno rispetto alle loro controparti importate. I tappeti di paesi con antiche tradizioni di tessitura – Nepal, India, Iran sono considerati di altissima qualità e, di conseguenza, costosi. Sono seguiti da prodotti turchi realizzati in lana della Nuova Zelanda. Al terzo posto – tappeti cinesi realizzati in seta naturale, lana o cotone.
  2. Materiali utilizzati nella fabbricazione di tappeti. Minore è il contenuto di filati artificiali, maggiore è il costo del prodotto: i tappeti realizzati con filati naturali costeranno il 50-100% in più rispetto ai tappeti realizzati con fibre artificiali.
  3. Tipo di filo (nei tappeti artificiali):
    • l’opzione più economica – filo di lavorazione primaria BCF – è adatta solo come copertura temporanea (la durata di un tappeto di questo tipo non supera i due anni);
    • la seconda generazione, il filo HeatSet, ha proprietà antistatiche migliorate e una durata fino a 10 anni. Doppio filo ritorto – Frise (Frise) – ricorda esternamente la lana “riccia”. L’ulteriore trattamento meccanico e a vapore del fregio fornisce una buona densità e una maggiore resistenza all’usura della superficie;
    • un’altra varietà interessante – i tappeti shaggy “shaggy” (Shaggy) – nella trama ricordano le pelli di animali selvatici.
  4. Altezza (da 6 a 50 mm) e densità della pila (da 150.000 a 2.000.000 di punti pila per metro quadrato di superficie).
  5. Tipo di produzione. Naturalmente, un’esclusiva fatta a mano è molto più costosa dello stesso tipo di stampaggio in fabbrica.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Importante: quando si sceglie un tappeto, farsi guidare dalla sua vita approssimativa. Se stai pianificando una ristrutturazione o una completa riqualificazione nei prossimi anni, non ha senso spendere soldi per un tappeto costoso. Forse la sua forma e il colore semplicemente non si adatteranno al nuovo interno..

Il tuo designer: scegliere tappeti per stanze diverse

Quando acquisti un tappeto, devi tenere conto di tutte le sfumature: dimensioni e forma, densità e lunghezza del pelo, la combinazione di colori del rivestimento e, ovviamente, lo scopo della stanza:

  1. Per una camera da letto, un tappeto di colori calmi è più adatto, in armonia con lo sfondo principale o evidenziando un accento discreto. Può essere un grande tappeto morbido che copre tutto lo spazio libero o diversi tappeti da notte con pelo alto.
  2. I tappeti luminosi con motivi geometrici e pelo corto sono perfetti nelle stanze dei bambini. Le opzioni soffici si sporcano e si increspano rapidamente, ed è molto difficile lavarle. Presta attenzione alla qualità della colorazione: il pigmento non deve essere rimosso.
  3. Il soggiorno può essere decorato con un classico tappeto in lana a pelo corto. È meglio scegliere un disegno neutro.
  4. Per il corridoio, un tappeto a base di gomma sintetica sarebbe un’opzione ideale. Pelo basso e stampa fine sono indispensabili: questa combinazione aiuterà a mascherare l’immancabile segno di sporco e scarpa.
  5. Nel bagno, tappeti a base di gommapiuma rettangolari o rotondi – cotone o sintetico.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Per le stanze piccole e buie, scegli un tappeto in tonalità chiare senza motivi grandi e ruvidi. Una stanza eccessivamente soleggiata può essere “raffreddata” con toni freddi, blu e verdi. Fai attenzione ai colori succosi: un grande punto luminoso sul pavimento può “intasare” il resto dei dettagli interni e annoiarti rapidamente. Regola di base: più intricato è il design della stanza, più semplice dovrebbe essere il tappeto.

Suggerimenti per l’acquisto: come scegliere un prodotto di qualità

Abbiamo già menzionato i componenti di costo dei tappeti. Quando si sceglie un rivestimento in un negozio, sarà utile chiedere al venditore il tipo di filo utilizzato, il paese di fabbricazione e la composizione del prodotto, nonché chiarire alcune sfumature:

  1. Un tappeto di lana di alta qualità non dovrebbe avere l’odore di una pelle di pecora – il filo lavorato durante il processo di produzione non emette aromi estranei;
  2. Maggiore è la densità, più alto è il prezzo: misura un quadrato di 10 cm sul lato seamy del tappeto e conta il numero di nodi su di esso. Questa cifra, moltiplicata per 100, è l’indicatore di densità;
  3. Quando acquisti un tappeto fatto a mano, assicurati di controllare il lato sbagliato: dovrebbe ripetere completamente il motivo del lato anteriore. Qualsiasi tappeto tessuto a mano presenta piccoli difetti: leggera asimmetria, forma irregolare. Se il lavoro fatto a mano sembra perfetto – molto probabilmente, ti viene offerto un falso di fabbrica mascherato;
  4. Al posto della piega, la base non dovrebbe passare attraverso – questa è la prova della bassa densità e, di conseguenza, della fragilità del tappeto.

Come scegliere un tappeto. Consigli del designer: cosa cercare quando si acquista un tappeto

Non allarmarti se un tappeto appena acquistato inizia improvvisamente a “perdere” i villi – questo è assolutamente normale anche per i prodotti di alta qualità. La cosa più importante è che queste perdite non diventano enormi.

Assicurati di seguire tutte le istruzioni per la cura del rivestimento, non trascurare la pulizia e il lavaggio tempestivi (se forniti) – quindi il tappeto ti servirà per molti anni.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy