Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Sezioni dell’articolo



Lavorare con il legno è un vero piacere e più ampio è l’arsenale delle abilità del falegname, più è piacevole lavorare con materiali naturali. Oggi faremo conoscere i lettori alle tecniche di base dell’invecchiamento del legno con le nostre mani, dalla fatturazione alla colorazione e alla patinatura..

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Selezione del materiale di partenza

Non tutti i tipi di legno possono dare un aspetto spettacolare invecchiando. Naturalmente, tutto dipende dallo scopo decorativo nel quadro di un determinato concetto di stile degli interni e, in generale, delle preferenze personali. Eppure, per gli elementi decorativi semi-antichi, è consuetudine scegliere razze di alta e media morbidezza con una densità di fibra non uniforme..

La maggior parte delle conifere sono perfette: abete rosso, pino, tasso, larice, abete. Dai legni duri, puoi tranquillamente scegliere pioppo, alberi da frutto, ontano, castagno, tiglio e altri come loro. Non tutti i mobili sono in legno adatti alla spazzolatura e all’invecchiamento. In alcuni casi, ha senso usare decori invecchiati applicati e aprire le parti principali con una vernice moderatamente scura.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Se il legno è di qualità adeguata, deve essere prima chiarito. Tracce di pitture e vernici (materiali di verniciatura) vengono rimosse, lo strato grigio superiore viene levigato con carta vetrata prima che appaia la trama. I difetti del legno danno un colore speciale e non rappresentano un ostacolo, ma eventuali macchie e sporco grasso devono essere rimossi.

Spazzolatura, creando una superficie in rilievo

La prima parte della procedura di invecchiamento è il rilievo superficiale. Questo viene fatto selezionando strati morbidi di legno tra le fibre dure. Il lavoro principale è fatto con spazzole metalliche, acciaio o ottone. La rugosità del pennello e lo spessore del pelo devono essere selezionati in proporzione alla durezza delle specie legnose particolari..

Per l’invecchiamento, viene selezionata una sezione trasversale della parte, dove fibre dure sottili si alternano a quelle più larghe e morbide. Durante la lavorazione delle parti frontali dei mobili, le aree estremamente piane devono essere lasciate intatte, la fresatura e il bordo. Tutti i movimenti del pennello vengono eseguiti rigorosamente lungo le fibre. Quando si lavora il legno nella direzione trasversale, è possibile lasciare rischi su fibre dure, che non sembrano del tutto appropriate.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

La spazzola deve essere tirata con una pressione media lungo l’intero pezzo, ottenendo un effetto uniforme in tutte le aree. Un errore comune è quando lo sforzo di spazzolatura principale cade sulla parte centrale della parte e i bordi rimangono quasi non trattati.

È molto importante fermarsi nel tempo: il rilievo non deve essere troppo pronunciato, la profondità ottimale del solco non è superiore a 2 mm. Certo, il legno è eterogeneo e in alcuni punti strati sciolti possono formare scanalature più profonde, ma questo è ancora meglio.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Un risultato di altissima qualità può essere ottenuto bruciando legna. Questo non solo accelera il processo di evidenziazione della trama: quando esposto al fuoco, l’albero cambia favorevolmente il colore.

Rimozione di difetti di struttura

Dopo la spazzolatura, l’aspetto della parte è tutt’altro che perfetto. Sotto l’invecchiamento naturale, la superficie rimane liscia e piacevole al tatto. Strappando le fibre morbide, lascerai inevitabilmente una grande quantità di stracci sottili, che devono essere rimossi prima di un’ulteriore elaborazione.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Questo viene fatto usando nylon o spazzole di sesal, la cui pila contiene particelle abrasive. Inizialmente, la lavorazione artistica del legno veniva eseguita solo con tali spazzole a bassa rigidità, ma la spazzolatura con setole d’acciaio accelera notevolmente il processo.

Quando si lavora con un pennello sintetico, il legno diventerà ancora più strutturato, “irsuto” e le rugosità all’interno dei solchi scompariranno. Per levigare finalmente il rilievo, puoi usare lana d’acciaio o polvere abrasiva fine, con la quale il legno viene sfregato fino a quando appare una leggera lucentezza..

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Infine, la superficie ruvida deve essere accuratamente lucidata. È più facile farlo con feltro rivestito con una pasta abrasiva incolore. È anche possibile utilizzare pelli zero a base di schiuma. A volte, durante la spazzolatura, i solchi sono appositamente realizzati molto in profondità, al fine di rimuovere uno strato di circa 2-3 mm mediante macinazione, ottenendo una superficie piana con vene espressive poco profonde. Si consiglia di utilizzare smerigliatrici angolari o smerigliatrici rotative per l’elaborazione finale: lo spostamento della parte di lavoro in un cerchio ad alta velocità non lascerà graffi evidenti..

Lavorare con uno strumento elettrico

L’utensile elettrico può essere utilizzato con successo in tutte le fasi dell’elaborazione della trama, dalla spazzolatura alla lucidatura. Tuttavia, lavorare con esso richiede più attenzione: è molto facile rovinare il prodotto senza avere l’abilità del lavoro preliminare.

Quasi ogni acciaio spazzolato, anche sintetico, può comportarsi diversamente a seconda della forma e dello spessore del pelo. Alcuni pennelli letteralmente “mordono” la parte stessa, mentre altri richiedono una pressione abbastanza forte. Meglio provare il comportamento dello strumento su scarti di legno per evitare spiacevoli sorprese.

Ricordiamo ancora: il movimento della pila dovrebbe essere rigorosamente lungo le fibre, questo è particolarmente importante nelle prime fasi della lavorazione approssimativa. Si sconsiglia di spazzolare con una spazzola d’acciaio per smerigliatrici angolari, per le quali è difficile controllare il senso di rotazione. Se non vuoi spendere soldi per una levigatrice, usa un trapano con spazzole a rullo o acquista accessori speciali per smerigliatrici.

Vernice, macchia o vernice

Al termine della fatturazione, inizia la seconda fase dell’invecchiamento: la tonificazione. Nella versione più semplice, la superficie viene semplicemente aperta più volte con una vernice incolore per proteggere dal decadimento ed eliminare lo sporco.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Un effetto più pronunciato può essere ottenuto aprendo l’albero con macchia. Abbinando la profondità del tono alla razza che stai usando, aggiungerai il contrasto necessario alle costole e ai solchi prominenti. Per migliorare l’effetto, la macchia deve essere cancellata immediatamente dopo l’applicazione: le fibre morbide nei solchi la assorbiranno più di quelle dure e quindi saranno verniciate in un colore più scuro.

L’effetto opposto può essere ottenuto rivestendo la parte con una vernice acrilica opaca di colore chiaro. Viene applicato densamente con un pennello, quindi pulito con un panno asciutto attraverso le fibre, rimanendo solo nelle vene profonde. Le fibre dure vengono tinte di scuro tamponando con una vernice poliuretanica scura.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Se vuoi dare al legno un vero aspetto antico e renderlo grigio, usa la lana d’acciaio rimanente. Dovrebbero essere immersi per diverse ore in un detergente anticalcare e calcare contenente acido cloridrico. Tale liquido viene applicato con un tampone di schiuma, quindi l’eccesso viene immediatamente rimosso e il prodotto viene asciugato a temperatura ambiente.

Dopo aver tonificato qualsiasi tipo, è indispensabile fissare l’effetto e applicare diversi strati di vernice protettiva. Per questi scopi è meglio scegliere una vernice trasparente a base di poliuretano, che è quindi abbastanza facile da lucidare e lucidare.

Rafforzare l’effetto dell’antichità con la patina

Il legno spazzolato può essere patinato, tali prodotti sembrano molto impressionanti. La superficie pre-strutturata viene aperta con uno o due strati di vernice, colorando uniformemente il prodotto. Di seguito ti diremo come patinare una superficie invecchiata, questo effetto può essere enfatizzato dalla stessa lavorazione di bordi e parti fresate..

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Successivamente, una piccola quantità di colla viene applicata sul legno con un tampone e la lamina di rame viene levigata. L’eccesso viene rimosso con carta vetrata fine. Quando le strisce di rame rimangono solo sulle fibre solide sporgenti, vengono pulite con una sostanza chimica mordenzante o leggermente bagnate con un bruciatore a gas. Anche in questo caso, non bisogna dimenticare la necessità di una vernice protettiva..

Un effetto patinato può anche essere ottenuto con l’aiuto di una vernice speciale con particelle metallizzate. Tale composizione viene applicata in un ampio ventilatore, il pezzo deve essere ruotato con una leggera angolazione. In questo caso, viene presa in considerazione la posizione più favorevole della parte in modo che quando viene posizionata all’interno, le strisce colorate e non verniciate alternate siano chiaramente visibili.

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Come invecchiare i mobili in legno con le tue mani

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy