Ecosistema o tenuta di famiglia – rinascita delle tradizioni

Sezioni dell’articolo



Esiste un’alternativa alla vita di città? Perché la qualità della vita negli ecovillaggi è considerata migliore rispetto alle città? Che aspetto potrebbe avere una tenuta di famiglia, quali sono le sue caratteristiche principali? Qual è la differenza tra un ecovillaggio e una tenuta familiare? Leggi di questo nel nostro articolo..

Ecosistema o tenuta di famiglia - rinascita delle tradizioni

Sempre più persone stanno arrivando alla conclusione che la vita urbana peggiora la salute fisica ed emotiva di una persona. Vivere in armonia con il mondo esterno è la risposta a molte domande semplici ma serie che una persona inizia a porsi in diversi periodi della sua vita. Queste risposte sono state trovate per se stesse da coloro che hanno deciso di lasciare la città e vivere nella natura..

Che cos’è un ecovillaggio

L’ecosistema è una designazione generale convenzionale di un’area abitata di un’area con persone localizzate permanentemente lì. Sono anche chiamate comunità. Di norma, si tratta di famiglie che vivono lì senza interruzione, ad eccezione dei viaggi, se necessario, verso istituzioni mediche e governative, negozi. Conducono una vita collettiva, coltivando la terra e usando le colture. Il bestiame, l’apicoltura e così via sono una fonte di nutrimento e una risorsa di scambio per l’insediamento.

Caratteristiche distintive dell’organizzazione dell’ecovillaggio:

  1. Uso non commerciale della terra. Il raccolto e altri prodotti vengono venduti al fine di acquistare le cose più necessarie: carburante, batterie, comunicazioni o scambiati direttamente per loro. Il surplus viene spesso distribuito ai bisognosi alle fiere aperte.
  2. Rispetto della natura Gli ecovillaggi non usano pesticidi, prodotti chimici e fertilizzanti di fabbrica con nessun pretesto. Lo stesso vale per gli animali: i catalizzatori della crescita e altri farmaci che influenzano il metabolismo non vengono aggiunti al mangime.
  3. Mancanza di desiderio di accumulo e arricchimento. I coloni non creano eccedenze di produzione. Il raccolto pianificato è limitato dalle esigenze della comunità.
  4. Mancanza di un sistema di controllo rigido. Gli insediamenti non sono numerosi – da 30 a 250 persone, quindi gli “organi di governo” sono condizionati – sono persone di fiducia, anziani, che la comunità può cambiare in qualsiasi momento. In alternativa, è il Consiglio della Comunità, che comprende capifamiglia e anziani. Non cooperano con i rappresentanti dello stato o di qualsiasi altra autorità, ma rappresentano, se necessario, gli interessi dei coloni.
  5. Autonomia. Ogni comunità si impegna a fornire tutto ciò di cui ha bisogno, aiutando gli altri ogni volta che è possibile.
  6. Libertà di coscienza. Il principio della struttura interna, la distribuzione dei ruoli nell’economia e il modo di vivere – tutto è determinato dai membri della comunità. Molti insediamenti hanno una base religiosa – spesso pagana – e usano le usanze dei loro antenati del periodo precristiano.

Ecosistema o tenuta di famiglia - rinascita delle tradizioni

In che modo una comunità differisce da un comune villaggio

Negli ecovillaggi, non esiste un concetto di divisione in “nostro” e “alieni”. Recinzioni, o meglio, siepi, proteggono orti e cortili dagli animali della foresta, ma non dai vicini. A causa della mancanza di desiderio di arricchimento e superiorità rispetto agli altri, non esistono i seguenti fenomeni:

  1. Furto. Non ha senso: tutte le cose sono create dal lavoro collettivo e non ci sono cose “extra” che non vengono utilizzate.
  2. Lavoro salariato. Non vi è alcun turnover in denaro delle materie prime all’interno della comunità. L’ecovillaggio spende denaro solo con contatti esterni. La spesa è rigorosamente negoziata e pianificata con cura.
  3. Proprietà in quanto tale. La comunità sviluppa le proprie regole, ma nella stragrande maggioranza dei casi, la terra e la proprietà di un ecovillaggio non possono appartenere agli individui. Il terreno viene acquistato o affittato dallo stato da diverse famiglie affini a proprie spese. I capi delle famiglie formano il Consiglio della comunità.
  4. Ubriachezza, fumo, lussuria, linguaggio volgare. In tutti gli ecovillaggi, questi difetti del personaggio sono proibiti. La differenza dall’approccio tradizionale della società a questi problemi di personalità è che il team aiuta una persona a liberarsene e non isola da lui.

Le comunità tribali hanno assorbito le migliori tradizioni di villaggi e villaggi. Uno di questi è il trasferimento di conoscenze ed esperienze dai vecchi maestri ai giovani. Raggiungere la perfezione nel suo lavoro – che si tratti di fabbro o carpenteria, agricoltura – una persona insegna questo ai suoi figli, ecco come nascono le dinastie lavorative (professionali). L’unificazione di persone di diverse professioni rende possibile un insediamento remoto – ha i suoi agronomi, biologi, insegnanti, medici, tecnici e specialisti di molte altre professioni.

Che cos’è una tenuta di famiglia

Una tenuta di famiglia è una comunità composta da membri della stessa famiglia, che viene reintegrata attraverso l’istituzione di legami familiari con rappresentanti di altre famiglie, clan e comunità. Numerose proprietà ancestrali possono unirsi in una comunità di clan. Questo di solito viene fatto nella fase di “sviluppo del progetto”, quando nella vita normale le persone affini si incontrano e discutono piani comuni per il futuro. Se due, tre o più famiglie giungono alla conclusione che la convivenza nella natura ne trarrà beneficio, acquisiranno appezzamenti di terreno nelle vicinanze.

Ecosistema o tenuta di famiglia - rinascita delle tradizioni

Di norma, il territorio della comunità viene scelto in modo tale che vi sia un fiume o un grande lago vicino (o lungo il confine) e necessariamente una foresta. I membri della comunità stanno attivamente piantando nuovi alberi, mentre effettuano la manutenzione preventiva della foresta esistente: prendono tronchi vecchi e caduti per legna da ardere. Studiando a fondo l’ecosistema della regione, arricchiscono le risorse naturali allevando pesci e dando da mangiare agli animali della foresta.

Come è organizzata la tenuta di famiglia

Non ci sono schemi specifici per tali insediamenti: tutto è determinato dal terreno e dal paesaggio. Tuttavia, ci sono elementi con i quali puoi distinguere una tenuta di famiglia (RP) da un comune villaggio:

  1. Disposizione arbitraria degli edifici. Per la posizione delle sue parti, il RP ricorda una fattoria lontana. Non hanno strade e le case con annessi non sono dove c’è un posto, ma dove è conveniente per i proprietari. La lontananza dalla civiltà offre un certo spazio, che consente di disporre della terra in questo modo.
  2. Hedge. Rifiuto da qualsiasi tipo di recinzione, o meglio, sostituendolo con file di piante e arbusti viventi. La spiegazione è semplice: la durata di una recinzione in legno e un albero in crescita non sono comparabili (a favore di un albero).
  3. Un corpo idrico, a volte un sistema di irrigazione. Se non c’è serbatoio nelle vicinanze, i coloni lo organizzano da soli. A volte puoi vedere canali artificiali e torri d’acqua.
  4. Area forestale. Se non c’è foresta, viene piantata dai lati nord e nord-ovest. Questo viene fatto per creare una barriera ai venti freddi..
  5. Orto e giardino. Senza questo, l’esistenza autonoma è inconcepibile. La dimensione di questi grafici è la somma del numero di membri della famiglia. L’orto occupa 10-15 ettari e l’orto 15-20 ettari di terreno. Se è necessario coltivare e procurare mangimi per animali in grandi quantità (negli allevamenti collettivi), vengono assegnati campi comuni per questo..
  6. Turbine eoliche o mini centrali idroelettriche. Anche gli eco-insediamenti hanno bisogno di energia, come le città, ma non è realistico e non è necessario tirare il cavo per 200 km. Usando le forze della natura, i residenti si forniscono elettricità da soli.
  7. Orientamento della casa verso il sole. La casa nella Repubblica di Polonia non si trova per la migliore vista dalla finestra, ma per motivi di insolazione – dovrebbe essere ottimale.

Ecosistema o tenuta di famiglia - rinascita delle tradizioni

Qualche parola sulla casa stessa. Una delle idee degli insediamenti è di mantenere il flusso della vita con i suoi cambiamenti, trasformazioni. In altre parole, riconoscono che le cose stanno cambiando. Pertanto, le grandi case capitali non si trovano spesso lì. Questo viene fatto per due motivi. Innanzitutto, le pareti della casa (seppur fatte di materiale naturale) separano l’uomo dalla natura. I coloni considerano la casa stessa più come un rifugio notturno e invernale. In secondo luogo, i bambini che sono cresciuti nella tenuta vorranno ancora sistemare la casa a modo loro, e sarà più facile per loro realizzare la ricostruzione.

Come staccarsi indolore dalla civiltà

Gli insediamenti remoti non sono così selvaggi come potrebbero sembrare. Le moderne tecnologie ti consentono di avere qualsiasi tipo di comunicazione, anche nella taiga profonda. Il 30–40% dei coloni continua a lavorare via Internet, è impegnato a guadagnare popolarità come libero professionista, analisi o giornalismo. Poiché la vita nel seno della natura non richiede spese costanti e disponibilità di denaro, i fondi guadagnati vanno allo sviluppo della comunità (acquisto dei dispositivi e dei materiali necessari) e alla beneficenza.

Gli eco-insediamenti accolgono volentieri gli ospiti, coloro che vogliono saperne di più sulla loro vita o unirsi in seguito. Gli ecoturisti stranieri hanno l’opportunità di guardare con i propri occhi quella parte della cultura russa che non può essere trasmessa dalle pagine di un libro o di un palcoscenico teatrale. Tali insediamenti si trovano raramente a una distanza inferiore a 200 km dalle grandi città, ma ciò non impedisce ai (ricchi) cittadini di cercare di acquistare prodotti naturali: miele, propoli, petrolio e molto altro. C’è anche una produzione sviluppata con elementi di arte popolare – la ricreazione di vecchi telai, forge, architettura. Questo non è dimostrativo, ma contribuisce alla realizzazione creativa dell’individuo..

Come realizzare i sogni

Il progetto “Family Estates of Russia” sta guadagnando slancio. Migliaia di residenti in grandi e piccole città ogni anno scelgono consapevolmente una vita armoniosa nella natura e lasciano appartamenti angusti. È interessante notare che vengono sostituiti da “nuovi cittadini” che sono venuti dalla periferia, i villaggi nel tentativo di migliorare il tenore di vita. Pertanto, si osserva un interesse reciproco e c’è una “rotazione” della popolazione nelle città, che riceve una nuova forza. Questo è un vantaggio assoluto per lo scarico di megalopoli e la deconcentrazione della popolazione in un paese con un territorio così vasto..

Ecosistema o tenuta di famiglia - rinascita delle tradizioni

La tanto attesa legge “Sulle proprietà familiari” è già stata adottata nelle regioni di Belgorod e Vladimir e attualmente è in fase di esame un disegno di legge federale. Secondo l’idea del progetto, ogni cittadino russo avrà diritto a un appezzamento di terreno di 1–1,5 ettari per vivere e coltivare la terra per ottenere un raccolto. La terra è la base della tenuta di famiglia, questo termine è già stato introdotto nel flusso di lavoro. Inoltre, il disegno di legge prevede l’organizzazione di insediamenti nelle trame unite di proprietà (insediamenti di clan) con auto-organizzazione pienamente responsabile. Ciò significa che il diritto degli insediamenti di scegliere i propri leader è confermato dalla Legge.

Gli ecovillaggi più grandi e di maggior successo in Russia

Il concetto stesso di “successo” qui consiste solo nel fatto che le persone non lasciano il posto che occupavano una volta, ma al contrario, arrivano sempre più attivamente e si stabiliscono lì. Pertanto, “successo” significa “crescere e svilupparsi”.

Gli ecovillaggi tribali aumentano sempre di larghezza – l’arrivo di nuovi coloni non porta alla compattazione di edifici o abitazioni. Ogni famiglia costruisce immediatamente il proprio cortile e la propria casa. Tutti gli insediamenti ancestrali e le singole tenute hanno sempre un nome sonoro che parla dell’umore dei fondatori, che di solito sono chiamati i creatori della tenuta..

Ecosistema o tenuta di famiglia - rinascita delle tradizioni

Insediamento immobiliare della famiglia Rayskoye

Fondata nel 2006. Posizione – regione di Tyumen, pos. Metelevo (2 km). Superficie – 260 ettari.

Natura – foresta mista, colline, stagni e fiumi Tura e Olkhovka, adatti per la balneazione delle persone. Più di 100 tipi di erbe medicinali.

Popolazione – totale famiglie 180 (780 persone), di cui 70 famiglie svernamento (180 persone).

Immagine dell’insediamento. I residenti di Rayskoye sono membri della partnership volontaria senza scopo di lucro (DNP). Questa forma di organizzazione consente:

  • possedere legalmente la terra e usarla ai fini della raccolta;
  • commissionare edifici e assegnare loro gli indirizzi per la registrazione;
  • scegliere un organo collegiale che agisce recante il sigillo e il diritto di firmare;
  • regolare i diritti di eredità ancestrale delle proprietà in conformità con le leggi del paese;
  • costruire strade, fornire comunicazioni.

Questo è un insediamento completamente moderno, che ha tutti i vantaggi della civiltà: gas, approvvigionamento idrico, tensione costante, comunicazioni cellulari, Internet via cavo. Il principale continente di coloni sono imprenditori urbani, persone affini. Rayskoye assomiglia piuttosto a un insediamento suburbano d’élite, ma in realtà è un ecovillaggio generico di un alto livello di comunicazione.

Costo di 1 ettaro – 7,5 milioni di rubli.

Insediamento generico

Fondata nel 2008. Luogo: regione di Tula, distretti di Leninsky e Dubensky, distretto rurale di Aleshinsky, con. Borshevka e Baboshino. 1 °, 3-7 campi si trovano nel distretto di Leninsky, 2 ° campo – nel distretto di Dubensky. Superficie totale – circa 600 ettari.

Natura: sulle trame la foresta ha 5-7 anni, nel distretto ci sono foreste di conifere, latifoglie e miste. Laghi adatti per il nuoto.

Popolazione – 150 famiglie (380 persone), di cui 49 svernanti (140 persone).

Infrastruttura:

  • scuola materna privata;
  • scuola e negozio nel villaggio (6 km);
  • c’è una connessione cellulare;
  • alcuni hanno l’elettricità;
  • nessun gas e non pianificato.

Immagine dell’insediamento. Non esiste una carta o regole interne. L’insediamento si sta attivamente sviluppando, sono stati assegnati terreni per la costruzione della propria scuola e bisogni generali. Nuovi campi vengono masterizzati.

Costo di 1 ettaro – da 100 a 160 mila rubli.

Comunità di proprietà familiari Denevo

Fondata nel 2004. Luogo – regione di Pskov, distretto di Loknyansky. Area – 220 ettari, altri 40 ettari sono in fase di sviluppo.

Natura – molte aree diverse con foreste, cedri, campi limpidi, foreste di conifere, latifoglie e miste. Fiumi Lovat e Loknya, adatti per il nuoto.

Popolazione – 120 famiglie (470 persone), di cui 47 famiglie svernanti (130 persone).

Infrastruttura: c’è una connessione cellulare, sorgenti pubbliche, negozi e una scuola – negli insediamenti più vicini. L’insediamento si sta sviluppando, una scuola è in costruzione.

Immagine dell’insediamento. Ordine interno – leggi orali basate sulla moralità umana universale, sulla tolleranza e sul rispetto reciproco. Per un richiedente un posto per la propria tenuta di famiglia a Denevo, molto dipende dalla comunicazione con le famiglie che già vivono lì. L’idea principale (oltre ad armonizzare la vita) è lo sviluppo delle relazioni tra persone affini di altri paesi.

L’eco-agriturismo è sviluppato nell’insediamento. Le famiglie Denevo stanno provando a decentralizzare e minimizzare l’elemento di controllo della propria società – ogni famiglia decide autonomamente cosa e come fare sul proprio sito. Costo di 1 ettaro – da 8500 a 15000 rubli.

Come si può vedere da una breve rassegna, gli ecovillaggi possono essere diversi: da quelli high-tech e costosi al più vicino possibile alle condizioni di vita naturali. Ma il fattore principale nel successo di un accordo sarà sempre la stessa mentalità. Oggi, nella sola Russia, ci sono circa 120 ecovillaggi, 90 dei quali invernali. Il numero di quelli in costruzione ammonta a circa 100 in più e, infine, circa 50 insediamenti sono in fase di pianificazione, ovvero una squadra di persone affini sta selezionando o sta già cercando un sito adatto. Anche Ucraina, Bielorussia e altri paesi con terre fertili si stanno attivamente sviluppando in questa direzione..

L’autonomia e la minimizzazione delle risorse per la vita stanno diventando un fattore decisivo nelle complesse relazioni dei partecipanti nell’economia mondiale. Gli eco-villaggi e le proprietà ancestrali possono diventare una via d’uscita e persino la salvezza per centinaia di migliaia di persone.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy