Perni

Oggi, il sughero in legno in cemento o un muro di mattoni per avvitare una vite sembra più che arcaico. Perni – sono entrati in uso prodotti speciali di fabbrica per realizzare i cosiddetti fissaggi ciechi (a differenza di quelli sciatti, dove è possibile avvitare un dado sull’estremità della biella, saldare una rondella di ancoraggio o una barra trasversale, rivettare o intagliare, ecc.) Inoltre, ci sono molte opzioni per i tasselli. Andiamo a conoscerne alcuni.

I tasselli sono prodotti sia per pareti solide (massicce) che per pareti stratificate, cave e vuote e vengono utilizzati quando l’estremità libera dell’asta (vite, ancoraggio) non è disponibile per lo strumento di installazione.

I tasselli per pareti massicce (cioè solide, senza vuoti) hanno un principio di funzionamento in espansione, per quelle cave – un ancoraggio.

I tasselli espandibili sono costituiti da un manicotto deformabile in nylon (cartuccia) o di metallo, con parti della cartuccia che si aprono al passaggio dell’asta. I tasselli di ancoraggio sono, di regola, un dispositivo piuttosto complicato dal punto di vista tecnico. Ad esempio, in alcuni casi, quando l’asta di fissaggio viene avvitata, l’estremità della cartuccia di nylon di un tale tassello può espandersi, trasformandosi in una “lampadina”, in altri, grazie alle tacche trasversali, l’estremità della cartuccia si trasforma in una sorta di figura rombica di bloccaggio, nel terzo, viene avvitata in un ampio nodo sul filo dell’asta, trasformandosi in un dado di spinta sul lato cavo del muro….

Ci sono tasselli di ancoraggio sotto forma di veri piccoli meccanismi, in cui la sezione di coda è aperta da una molla o perni attorno a una cerniera eccentrica. Esiste anche un modello in cui il gambo è installato in una posizione di ancoraggio (bloccaggio) con l’aiuto di uno “stelo”, la cui estremità, dopo aver installato il tassello, rimane all’esterno.

L’ultimo successo è il tassello in nylon universale, che viene utilizzato per collegare tutti i tipi di barre di legno e listelli metallici a pareti e soffitti: cornici di partizioni, listelli per lastre di rivestimento, controsoffitti, telai di porte e finestre, ecc Questo tassello per pareti cave o laminate funge da distanziatore nelle aree di contatto con una parte densa delle pareti e come ancoraggio ai confini con vuoti dovuti alle parti anulari aperte nel corpo del giunto. Le estremità di questi anelli aperti, appoggiati sulle pareti laterali della presa, forniscono ulteriore attrito quando si gira l’asta della vite.

L’estremità esterna dell’asta di fissaggio è realizzata sotto forma di una testa di un chiodo o una vite, una testa di un bullone, un cilindro con un filo, sotto forma di un gancio, un anello, ecc..

I tasselli si differenziano non solo per il materiale con cui sono realizzati, per il metodo di fissaggio nello spessore della struttura, ma anche per i carichi di trazione e taglio calcolati sull’asta di fissaggio. In altre parole, alcuni sono progettati per fissare oggetti domestici leggeri, altri sono in grado di resistere alle strutture di grandi edifici e strutture..

Ci sono tasselli in acciaio che collegano massicci pattini di fondazione in cemento alle parti portanti di colonne in acciaio per gru a ponte pesanti con una capacità di sollevamento di decine di tonnellate. È curioso che se di solito (senza l’uso di tasselli) gli akers con piastre di montaggio sono posizionati nella scarpa cementata, a cui le parti di supporto delle colonne sono saldate o attaccate, il consumo di metallo per tali parti incastonate nel calcestruzzo è paragonabile al consumo di metallo del suo rinforzo principale. Quando si utilizzano tasselli nella parte superiore della scarpa in cemento, secondo la marcatura esatta con l’aiuto di un trapano – perforatore, vengono praticati fori in cui sono installati tasselli interamente in metallo. Con questo metodo, il peso totale dei tasselli è letteralmente una frazione del percento del consumo di metallo della versione tradizionale..

Per quanto riguarda i lavori di riparazione nell’appartamento, specialmente nelle case moderne, i pavimenti e persino le pareti dei quali sono realizzati in cemento armato, qui il tassello è semplicemente insostituibile, poiché tutte le operazioni di fissaggio a pareti, pavimenti e soffitti devono essere eseguite utilizzando tasselli.

Che tipo di tassello scegliere in ciascun caso specifico, ti sarà chiaro se conosci le figure in questa pagina. La cosa più importante è scegliere il giusto tipo e spessore del tassello e dell’asta di fissaggio (vite) per il carico che trasporterà..

Con un foro orizzontale, ad es. quando la vite lavora “per tagliare”, molto spesso per portare scaffali, mobili da cucina, ecc., usa tasselli con un diametro esterno da 8 a 10 mm, che sono sepolti in un solido cemento o muro di mattoni di 30-50 mm. Per fissaggi più “critici” (ad esempio, “pareti svedesi” e altri simulatori “a parete” simili), è possibile utilizzare tasselli, sepolti nello spessore del muro fino a 80-100 mm.

Nel caso di una disposizione verticale, quando il carico agisce verso il basso (ad esempio, fissando i soffitti durante l’installazione di controsoffitti), si consiglia di scegliere tasselli con intagli trasversali e “ali” distanziali. In questo caso, è particolarmente importante che il foro corrisponda al diametro del tassello (dovrebbe essere martellato con un certo sforzo con un martello e non entrare liberamente) e la profondità di perforazione (lunghezza del tassello) è di almeno 40-50 mm. Spesso, per una maggiore affidabilità, il tassello installato nel soffitto e il foro per esso sono lubrificati con colla PVA, e dopo aver martellato il tassello, prima di avvitare la vite, gli danno un giorno per impostare. Tuttavia, con la corretta selezione del tassello e il corretto calcolo del carico, tali “precauzioni” sembrano superflue..

Testo: Alexander Naumov (remont2000.ru)

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: