Come scegliere un cacciavite

Cacciavite È uno degli strumenti più richiesti in ogni casa. È necessario non solo durante i lavori di costruzione o importanti riparazioni, ma anche in varie situazioni quotidiane che spesso si presentano nella nostra vita. Uno deve affrontare solo un paio di volte, ad esempio, con la necessità di assemblare un armadio o cambiare la serratura, poiché diventa chiaro che non puoi fare a meno di un cacciavite.

Immagine

E poi sorge la domanda: quale cacciavite scegliere? La gamma dell’assortimento è molto ampia oggi, ma come trovare lo strumento perfetto per te? Prima di tutto, devi prestare attenzione alle caratteristiche principali dei cacciaviti.

Quindi parametri importanti sono la velocità e la coppia. Per l’uso domestico, è sufficiente un cacciavite con una coppia massima di 10-15 Nm, che consente di serrare le viti autofilettanti. I cacciaviti a coppia elevata sono considerati versatili, in quanto consentono anche la funzione di perforazione di materiali duri. Con strumenti professionali, può raggiungere fino a 130 Nm.

La scelta della velocità è anche correlata alla complessità dei compiti da risolvere. Per serrare le viti, è sufficiente una velocità di 400-500 giri / min. La perforazione richiede almeno 1200-1300 giri / min. Una frequenza più elevata è richiesta solo in casi eccezionali.

Ora rivolgiamo la nostra attenzione al cambio. Questo elemento fornisce la rotazione dell’albero di lavoro dell’utensile a una determinata velocità angolare. Per l’avvitamento sono sufficienti 500 giri / min, per la normale foratura – da 1200 a 1500 giri / min. Di solito, un riduttore epicicloidale con ingranaggi satellitari in plastica è installato in cacciaviti a batteria.

Quando si sceglie, sorge spontanea la domanda se acquistare uno strumento professionale o uno domestico. Le differenze principali riguardano la potenza e il tempo di funzionamento continuo prima della ricarica. Per le famiglie, entrambi gli indicatori sono significativamente inferiori, tuttavia i cacciaviti per uso domestico affrontano situazioni normali senza problemi. E costano di conseguenza molto più economici. Ha senso acquistare uno strumento professionale se sai fermamente che dovrai affrontare carichi elevati.

Prima di acquistare, devi anche decidere quale tipo di batteria avrà il tuo cacciavite. Può essere nichel-cadmio (Ni-Cd), idruro di nichel-metallo (Ni-MH) o ioni di litio (Li-Ion).

Le batterie domestiche sono spesso dotate di batterie al nichel-cadmio. La maggior parte di essi ha una carica nominale di 1000 cariche, mentre le batterie Ni-MH hanno una carica pari a 500. Ora ci sono cacciaviti in grado di supportare entrambi i tipi di batterie. Un grande svantaggio di tali batterie è il cosiddetto effetto memoria: ad ogni carica, se la batteria non è stata completamente scaricata, la sua capacità diminuisce. Per evitare questo e allo stesso tempo lavorare con lo strumento senza interruzioni impreviste per la ricarica, la disponibilità di una batteria sostituibile consentirà.

Le batterie agli ioni di litio non soffrono di effetti di memoria. Inoltre, sono considerati più rispettosi dell’ambiente perché non contengono cadmio, che è dannoso per la salute umana. Ma allo stesso tempo, le batterie agli ioni di litio tollerano peggio le temperature negative..

Immagine

Oltre al cordless, ci sono cacciaviti alimentati a rete. Il loro svantaggio è che l’area di accesso è limitata dalla lunghezza del cavo. Inoltre, questi cacciaviti sono più pesanti. La scelta di uno strumento elettrico è preferibile se c’è molto lavoro ed è associata alla lavorazione di materiali duri.

Abbiamo toccato solo i parametri più elementari che svolgono un ruolo importante nella scelta di un cacciavite. Puoi anche aggiungere che, ovviamente, quando acquisti uno strumento, devi prestare attenzione alla sua forma e alla posizione della maniglia. Un cacciavite, come qualsiasi strumento, dovrebbe adattarsi comodamente alla mano. Quando si sceglie tra un’impugnatura a pistola e una situata nel centro di gravità dell’utensile, è meglio privilegiare quest’ultimo, poiché con questa disposizione la mano si stanca meno.

Per quanto riguarda la scelta di un marchio e la disponibilità di ogni sorta di funzioni aggiuntive per un cacciavite, tutto dipende dalle preferenze personali e dalle capacità materiali.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy