Acquistiamo un generatore elettrico. È così semplice

Sezioni dell’articolo



I sogni di indipendenza energetica in questo momento non sono più qualcosa di distante e irrealizzabile. L’acquisto di un generatore è facile come qualsiasi altro strumento di costruzione: la scelta di questa attrezzatura è così ampia che molti potenziali acquirenti si perdono semplicemente in tutta questa diversità. È così difficile scegliere un generatore per le tue esigenze??

Generatore per funzionamento continuo o alimentazione di emergenza

Generatori a bassa potenza sono usati ugualmente spesso sia da squadre di costruzione e riparazione che da privati. Nel primo caso, il generatore sarà la principale fonte di energia elettrica nel sito e nel settore privato svolgerà il ruolo di fonte di energia elettrica di emergenza. Non considerare i generatori come un’alternativa alle fonti di energia standard: questo è un piacere estremamente costoso, il costo di 1 kW di elettricità è molto elevato. Anche in un cantiere edile, i generatori vengono spesso utilizzati solo nella prima fase, prima che la linea elettrica sia collegata. Tuttavia, una condizione importante per questo tipo di equipaggiamento è la potenza sufficiente, il tempo di funzionamento e le ore del motore, o meglio, la risorsa del generatore..

Affrontiamo la potenza del generatore

Quando si sceglie un generatore, qualsiasi consumatore, prima di tutto, presta attenzione a un indicatore come la potenza, dimenticando completamente che non c’è solo una divisione in generatori monofase e trifase di diversa potenza, ma anche una serie di altre caratteristiche che dovrebbero essere prese in considerazione. Prima di tutto, devi sapere che nella maggior parte dei casi i produttori indicano i parametri massimi del loro prodotto (in questo caso, la potenza). È possibile ottenere questo risultato dal generatore solo per un breve periodo di tempo. Se tracciamo un’analogia con un’auto, allora raramente azionerai un’auto al suo apice, guidando l’ago del tachimetro nella zona rossa della scala. Al fine di determinare le reali capacità del generatore, è innanzitutto necessario trovare un parametro come il fattore di potenza o, come spesso indicato nella documentazione tecnica del prodotto, cos ?.

Se non trovi questo parametro, non essere pigro, chiedilo al venditore. Alcuni produttori non indicano deliberatamente tali dati per rendere il loro prodotto più potente. Ecco un semplice calcolo. Il generatore genera 5 kVA, il fattore di potenza del generatore (cos?) È 0,8. Realisticamente, ciò che puoi ottenere dal tuo generatore è di 4 kW. Alcuni produttori indicano sui loro prodotti il ​​fattore di potenza, che è uguale all’unità, e allo stesso tempo indicano la potenza di uscita reale della centrale. Affinché tu non abbia alcuna difficoltà, spiegheremo immediatamente cosa significano i valori che si trovano nelle caratteristiche tecniche, come kVA e kW:

  • VA è kilovolt-ampere. Questa è la cosiddetta potenza totale (attiva e reattiva)
  • kW è chilowatt. Questo indicatore è importante per noi al momento della scelta di un generatore, poiché mostra la potenza attiva.

Il phi del coseno (cos?) Uguale a 0,8 è spesso indicato sui prodotti europei. È accettato dalle norme europee che un prodotto può funzionare a pieno carico non più del 10% delle volte (ad esempio, non più di 2 ore in 24 ore di funzionamento continuo). I giapponesi hanno standard leggermente diversi. Ammettono che il prodotto non può essere sovraccaricato non più dell’1,5% dell’orario di lavoro. Per questo motivo, la differenza nel phi del coseno per i generatori europei e giapponesi sarà piuttosto grande..

Makita EG 410 C

Diamo un’occhiata all’esempio di prodotti specifici: il generatore di benzina Makita EG 410 C e il generatore di benzina Glendale GP4000L-GEE con batteria. I parametri di questi generatori sono approssimativamente gli stessi. In entrambi i casi vengono utilizzati motori a 4 tempi, 1 cilindro, valvole in testa, raffreddati ad aria. Entrambi i generatori sono monofase. Ci sono solo differenze nel volume del serbatoio del carburante e nel modo in cui il motore viene avviato. Se il generatore Makita EG 410 C costa circa 28.000 rubli, ha un serbatoio del carburante da 5,6 litri. e l’avvio manuale, il generatore elettrico Glendale GP4000L-GEE costa circa 30.000 rubli, ha un serbatoio da 25 litri. e oltre all’avvio manuale, è inoltre dotato di un avviatore elettrico, che funziona a batteria. Ma dopo aver letto attentamente tutti i dati indicati sui prodotti, puoi pensare.

Makita apprezza la sua reputazione di lunga data per strumenti e attrezzature di qualità. Il generatore ha due parametri:

  • Potenza massima 4,1 kW (non kVA, come dovrebbe effettivamente essere);
  • Potenza nominale 3,5 kW.

Di conseguenza, il fattore di potenza del generatore sarà di circa 0,85.

La documentazione per il generatore Glendale GP4000L-GEE non indica esattamente quale sia la potenza nominale del prodotto. Tuttavia, è dubbio che la capacità dichiarata di 3,8 kVA / kW corrisponda alla realtà. Soprattutto se leggi attentamente il nome del modello. Molto probabilmente, la potenza nominale reale di questo prodotto sarà di circa 3,2 kW. Apparentemente, il produttore ha semplicemente indicato una potenza nominale leggermente sovrastimata del generatore. Eppure, dobbiamo dare credito al produttore che questo potere non è elencato come nominale..

Glendale GP4000L-GEE

Sorge una domanda ragionevole: perché dobbiamo conoscere tali sottigliezze tecniche? La risposta è molto semplice. Abbiamo considerato sopra generatori sufficientemente potenti, che, inoltre, sono tutt’altro che prodotti economici. Alcuni consumatori (questo vale pienamente sia per coloro che usano i generatori in modo professionale sia per quelli che acquistano un generatore per la casa) credono ingenuamente che sarà sufficiente acquistare un generatore della stessa potenza delle apparecchiature che si prevede di collegare ad esso. Questo è dove si trova uno dei più grandi errori..

Come scegliere il generatore giusto per attrezzature specifiche

Proviamo a trovare un generatore per scopi “domestici”. Prima di tutto, dobbiamo definire un elenco di quei dispositivi che saranno collegati al nostro generatore. Questo è necessario per sapere quali carichi “ricadranno sulle spalle” del nostro generatore.

Naturalmente, i primi di questa riga saranno le lampadine, che possono essere classificate come carico attivo. Questo tipo di carico comprende forni elettrici, stufe (senza ventole), bollitori. Ventilatori, condizionatori d’aria, pompe, elettroutensili, aspirapolvere e molti altri consumatori, che si basano su un motore elettrico, si riferiscono a un carico con un componente induttivo (carico induttivo o carico reattivo).

Se hai bisogno di più lampadine per accendersi nella stanza e uno scaldabagno per funzionare, quindi per selezionare un generatore, ti basterà calcolare la potenza totale di questi consumatori attivi. Per esempio. La casa sarà illuminata da 5 lampadine da 100 W ciascuna, funzionerà un riscaldatore da 1 kW e un forno elettrico con una potenza di 1,5 kW. Per questi consumatori, una centrale elettrica da 3 kW sarà sufficiente per te (la capacità totale di tutti i consumatori attivi di elettricità). Ma poi iniziano alcune difficoltà. Se un piccolo generatore può facilmente fornirti elettricità per le lampadine, semplicemente non può far fronte a un aspirapolvere..

Il fatto è che gli aspirapolvere sono dotati di motori elettrici sufficientemente potenti, per i quali è necessario tenere conto di una modifica quando si seleziona un generatore di potenza adeguata. Questa correzione è di circa 1,25. Vale anche la pena considerare il fattore di potenza del generatore stesso. Se prendi lo stesso generatore Glendale GP4000L-GEE, non avrai problemi con le lampadine, ma con un aspirapolvere … Contiamo. La potenza di un buon aspirapolvere è di circa 1,8 kW, come abbiamo scritto sopra, la correzione è 1,25. Ciò significa che per il normale funzionamento di questo consumatore sono necessari 2,25 kVA. Tenendo conto del coefficiente della stessa centrale elettrica, troviamo che per il normale funzionamento dell’aspirapolvere abbiamo bisogno di una centrale elettrica, che abbia una potenza nominale di circa 2,8 kW. Solo in questo caso tutti i prodotti funzioneranno senza sovraccarico. Tuttavia, sarebbe un grosso errore collegare qualsiasi altro consumatore di elettricità a questo generatore. Il generatore Glendale GP4000L-GEE ti permetterà di utilizzare un aspirapolvere e molti altri consumatori attivi di elettricità.

Ecco i fattori di correzione per alcuni tipi di strumenti ed elettrodomestici:

  • un trapano elettrico con una potenza di 750 W ha un coefficiente di 1,2;
  • macchina per la lavorazione del legno domestica con una potenza di 2,3 kW coefficiente di 1,3;
  • pompa booster acqua con una capacità di 850 W, coefficiente 1,25;
  • betoniera con una potenza di 900 W coefficiente di 3,5;
  • frigorifero con una potenza di 500 W coefficiente 3.2.

Quindi si scopre che non è così facile scegliere un generatore, conoscendo solo la potenza dei consumatori di elettricità e la potenza del prodotto stesso. Se il Venditore non dispone di tali informazioni sul generatore che sta cercando di vendere, è meglio scegliere un altro posto per acquistare..

Dispositivo generatore elettrico

Il dispositivo generatore è abbastanza semplice. Tutti i produttori producono i loro prodotti molto simili tra loro: un telaio metallico o una base su cui il motore e il generatore sono montati su speciali ammortizzatori (il più delle volte in gomma). I motori utilizzano diesel o benzina. Di recente sono apparsi generatori elettrici alimentati a gas. Quando si sceglie un generatore, prestare particolare attenzione al motore. I motori a benzina più comuni e di alta qualità sono prodotti da Briggs.&Stratton, Honda, Yamaha, Subaru. È auspicabile che il motore abbia una valvola aerea (OHV).

Dispositivo generatore elettrico

È con questi motori che sono equipaggiate le centrali elettriche, progettate per un funzionamento a lungo termine, e sono questi motori che hanno una risorsa motoria sufficientemente grande. È consigliabile che il generatore sia dotato di un amplificatore di avviamento. Questa opzione ti consente di appianare tutti i carichi che sorgono al momento di avviare un potente consumatore di elettricità. Esistono centrali elettriche dotate di automazione speciale, grazie alle quali al momento di un’interruzione di corrente, la tua stazione si avvierà automaticamente e fornirà elettricità alla rete del consumatore. Va notato che questa apparecchiatura è piuttosto costosa e una serie di condizioni tecniche devono essere soddisfatte prima di installare questo generatore. Quindi, ad esempio, il generatore di benzina Endress ESE 1206 DHS / A-GT ES ISO attualmente costa circa 183.000 rubli. D’accordo, non tutti i budget familiari faciliteranno tali acquisti. Vale anche la pena notare che per tali prodotti, potrebbe essere necessario allocare o costruire una stanza separata o acquistare una copertura protettiva speciale per installare il generatore sulla strada. Tutti gli impianti di generazione di energia con motori a combustione interna richiedono periodicamente un servizio qualificato..

Produttori di generatori

Con tutta la semplicità del design, la produzione di generatori è un processo piuttosto complicato e laborioso. Di recente sono apparsi sul mercato numerosi modelli di generatori molto diversi tra quelli di una varietà di produttori. Ma, anche se la centrale è dotata di un motore di un noto produttore, ciò non significa affatto che si tratti di un prodotto di alta qualità. Molto spesso offrono centrali elettriche equipaggiate con motori di tipo Honda (come si dice sul mercato). All’esame esterno, infatti, puoi cogliere le somiglianze. Tuttavia, la somiglianza non significa affatto qualità. E non vale la pena parlare della risorsa di questi prodotti. Se ascolti attentamente i venditori sul mercato (leggi – nel bazar), ti verrà offerto praticamente esclusivamente prodotti europei (belga, tedesco, francese) per quasi nulla. Non sei allarmato dal fatto che tali fabbriche semplicemente non esistono in Europa, e gli indirizzi indicati nei passaporti per tali prodotti sono solo gli indirizzi dei piccoli uffici? In effetti, tutti questi prodotti hanno un paese di origine: la Cina. Esistono pochissimi produttori specializzati europei e giapponesi di tali apparecchiature e i loro prodotti sono molto costosi. Ma lei vale davvero i soldi.

Quindi si scopre che se decidiamo di acquistare un generatore che non è piccolo, che ti fornirà elettricità in un viaggio di campagna nella natura e che vogliamo scegliere la centrale elettrica giusta che ti consentirà di soddisfare pienamente tutte le tue esigenze, allora dovresti rivolgerti ai venditori professionali di tali apparecchiature per chiedere aiuto. Solo allora sarai sicuro che il tuo generatore e tutti quei consumatori a cui ti colleghi funzioneranno a lungo e senza guasti..

Buona scelta e lavoro sicuro.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy