Aragoste: quali sono e proprietà utili, come cucinare, tagliare e mangiare correttamente

Il contenuto dell’articolo



Le aragoste sono una famiglia di crostacei decapodi dell’Atlantico che le persone mangiano prontamente. È noto che all’inizio del diciannovesimo secolo fu fatto un tentativo di allevare artificialmente animali marini. Le aragoste e le aragoste non hanno messo radici nelle condizioni create dall’uomo o, dal punto di vista commerciale, il contenuto si è rivelato svantaggioso. Questo tumore vive nelle acque dell’Oceano Atlantico a una profondità non superiore a 200 metri. Le aragoste sono predatori di carogne. Gli animali si nutrono di alghe, benthos (zooplancton), resti organici, piccoli pesci.

Cosa sono le aragoste

Questa è la sottospecie di crostacei più famosa che viene spesso confusa con le aragoste. In realtà, questi sono nomi etimologicamente diversi per una creatura. Dal punto di vista culinario, le aragoste sono una prelibatezza costosa ricca di vitamine e minerali. Il grande corpo di aragosta, che nasconde un potente guscio, è famoso per un gran numero di delicate carni saporite che hanno un aroma marino unico. Il costo del crostaceo fresco in forma congelata o viva può variare da 3000-15000 rubli per kg.

Come sembrano

Le aragoste sono grandi crostacei che possono raggiungere i 40-50 cm di lunghezza e hanno un guscio chitinoso solido, coperto da escrescenze irregolari a spillo. La coppia di arti anteriori: potenti artigli con un bordo seghettato, perfettamente adattati per afferrare e strappare la preda. La coda è potente, con articolazioni pronunciate della copertura chitinosa, circa un terzo della lunghezza del corpo, tenendo conto degli arti. Sotto il carapace ci sono 4 paia di zampe poste l’una vicino all’altra. Il colore del guscio esterno varia a seconda dell’età, una sottospecie di aragosta.

Spesso le aragoste sono confuse con le aragoste, sebbene le differenze tra le sottospecie siano molto pronunciate. Questi ultimi si distinguono per un corpo allungato, arti fortemente allungati. Non hanno un artiglio: sottospecie di crostacei si nutrono di plancton, carogne e alghe. Sulla parte anteriore della testa sono due antenne ricoperte di chitina. La lunghezza dei processi è approssimativamente uguale al resto dell’aragosta spinosa, che in aspetto, struttura e posizione degli organi interni ricorda un normale gambero.

Aragosta pronta

Quanti vivono

Come tutti i crostacei, le aragoste crescono per tutta la vita, attraversando gradualmente un complesso processo biologico di cambiamento del guscio, chiamato muta. Condizionalmente, l’età dell’aragosta può essere determinata dalle dimensioni del corpo, dal colore. È noto che la durata massima registrata di un maschio è stata di 31 anni, femmine – 54. In particolare le persone anziane acquisiscono un colore più opaco del guscio, in base al quale possono essere facilmente distinte dai giovani animali. L’aragosta più grande è stata catturata al largo delle coste del Canada. La massa di un individuo, secondo il Guinness dei primati, era di 20,15 kg.

Composizione chimica

Una caratteristica distintiva chiave dei crostacei marini è la composizione chimica. Il corpo degli artropodi abitanti degli oceani è molto ricco di sali sani, vitamine, micro e macro elementi. Ciò è dovuto alle peculiarità della loro gamma (habitat), così come la dieta. L’uso della tenera carne di aragosta aiuta a rafforzare l’immunità umana, migliorare la forma fisica, normalizzare l’equilibrio acido-base del sangue, ecc. La carne di questi crostacei contiene le seguenti sostanze:

  1. Vitamine Metà del gruppo B: colina, niacina, riboflavina, piridossina, acido folico, pantotenico, cianocobalamina, vitamine A, E.
  2. Macronutrienti. Sodio, fosforo, potassio, molti sali di calcio, magnesio.
  3. Traccia elementi. Rame, zinco, ferro, manganese, selenio.

Caratteristiche vantaggiose

A causa della presenza di un gran numero di utili elementi e composti chimici, la carne di aragosta può essere considerata condizionalmente un mezzo di prevenzione, cura di alcune malattie. I residenti dei paesi che hanno accesso al mare, spesso mangiando crostacei atlantici, celebrano la loro eccellente salute. Tali persone sono statisticamente meno colpite da malattie croniche del sistema immunitario, cardiovascolare e digestivo. Quando si utilizza il prodotto, si notano i seguenti processi nel corpo:

  1. Migliorare il lavoro del sistema cardiovascolare, stabilizzare il processo di emopoiesi, rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, dei capillari.
  2. Effetto benefico sullo sfondo ormonale associato al sistema riproduttivo. Normalizzazione della produzione di testosterone negli uomini.
  3. Contribuire alla rimozione delle tossine dall’intestino. Ridotta digeribilità degli acidi grassi.
  4. Migliorare i sistemi di difesa del corpo, normalizzando il sistema immunitario.
  5. Stabilizzazione del sistema nervoso, riduzione dei livelli di stress, sviluppo di resistenza agli effetti di forte stress emotivo e mentale.

Proprietà pericolose

Le persone che soffrono di gotta sono diffidenti nei confronti del consumo di crostacei atlantici. La carne di aragosta contiene molta purina, che contribuisce all’accumulo e alla produzione di una grande quantità di acido urico, che aggrava i sintomi della malattia. La carne di aragosta è considerata una dieta ricca di proteine. Il suo uso in grandi quantità porterà ad un forte aumento del colesterolo nel sangue, che influenzerà negativamente il lavoro del sistema cardiovascolare. La manifestazione di un’allergia individuale a frutti di mare simili non è esclusa.

Aragosta con salsa

Come intagliare l’aragosta

È molto facile ottenere carne da una grande carcassa di artropodi legata in un forte guscio di chitina. Per fare questo, avrai bisogno di grandi forbici, un asciugamano o qualsiasi panno pulito, guanti di stoffa e lattice, un coltello resistente con una lama larga e massiccia, una grande tavola. Il taglio viene eseguito nel seguente ordine:

  1. Indossare guanti da costruzione in tessuto che proteggano la pelle da schegge di chitina appuntite. Tirare il lattice in modo che non rimangano fibre di tessuto sul carapace.
  2. Inumidire un piccolo panno, stenderlo sotto la tavola in modo che non scivoli.
  3. Afferrare la parte superiore della testata dell’aragosta. Con l’altra mano, allenta delicatamente e ruota gli arti con gli artigli con un movimento circolare. Allo stesso modo, dividerli in due in articolazioni. Ottieni 6 pezzi finiti.
  4. Per rimuovere la carne da un artiglio di aragosta, deve essere rotto. Fai un duro colpo con il lato piatto e smussato del coltello. Taglia le falangi dell’artiglio lungo il carapace tubolare con le forbici.
  5. La coda dovrebbe essere separata dal corpo con un movimento circolare. La sua copertina in chitina potrebbe essere necessaria per una bella presentazione, quindi non affrettarti a separarla. All’interno del resto dell’aragosta ci sono organi interni che non vengono mangiati.
  6. In individui particolarmente grandi, puoi ottenere carne da 4 coppie di arti posteriori. Le gambe sono separate e tagliate come piccole falangi di artigli.

Come cucinare

Nel menu del ristorante puoi trovare molti piatti che richiedono diversi tipi di lavorazione culinaria dell’aragosta. I principali metodi di preparazione sono la cottura, la digestione e la frittura. Servire crostacei con altri frutti di mare come caviale, cozze, capesante. I seguenti metodi di cottura sono i più popolari:

  1. Bollente. Il tradizionale metodo intermedio di preparazione, seguito da un’ulteriore elaborazione culinaria. Per far bollire l’aragosta, l’acqua viene salata al ritmo di 170 g di sale per 2 litri di liquido. Dopo l’ebollizione, l’aragosta viene gettata nella vasca nel suo insieme. Il tempo di ebollizione dipende dal peso della carcassa: per ogni chilogrammo ci sono 20 minuti. Quindi la conchiglia acquisisce il famoso colore rosso brillante.
  2. Torrefazione. Spesso usato per la pre-cottura prima di essere aggiunto alle insalate alla Cesare. Vengono utilizzate le parti più presentabili: artigli, falangi delle gambe. Vengono fatti uscire dalle articolazioni con movimenti circolari, la chitina viene tagliata o screpolata. La carne estratta viene fritta molto rapidamente in raffinato olio d’oliva.
  3. Torrefazione. I piatti di aragosta più belli sono creati con questo metodo. Esistono due opzioni note per l’alimentazione e la pretagliatura di carcasse di artropodi. Nel primo caso, viene cotta solo la coda, con la quale viene tagliata la parte inferiore dell’armatura con le forbici, dove viene inserito il riempimento. Il secondo modo: con un coltello molto affilato, l’aragosta è divisa in due lungo il corpo. Le interiora vengono pulite, metà dell’animale è farcita con ripieno, al forno, servita su un piatto largo.

Come mangiare l’aragosta

I grandi artropodi marini sono una prelibatezza, le cui regole d’uso sono degne di nota. Per tagliare correttamente l’intera carcassa di aragosta cotta, avrai bisogno di una forchetta lunga speciale, forbici, pinze speciali per rompere gli artigli. Come tutti i frutti di mare, gli artropodi vengono solitamente consumati con le mani, aiutandosi solo con le posate. A seconda del metodo di preparazione e di servizio, il modo di mangiare può variare.

Inizia con enormi artigli di animali. Ruotare e rompere le articolazioni. Rompere la falange afferrante anteriore con una pinza speciale in modo da poter ottenere la carne. Tagliare la copertura chitinosa delle parti rimanenti con le forbici. Attacca una forchetta nella parte superiore del busto per facilitare la presa sulla coda. Girare l’ultimo tirando via dalla carcassa. Apri lo strato inferiore del guscio con le forbici, ottieni una vena nera. Puoi iniziare la carne.

Al forno

Regole per la selezione e la memorizzazione

Prima di acquistare un’aragosta, scopri come distinguere un prodotto fresco da uno viziato. Ricorda che gli artropodi marini possono mantenere il loro aspetto utilizzabile per non più di un giorno. È possibile ritardare il deterioramento del prodotto congelando gli urti. Non ci sono particolari difficoltà nel determinare la freschezza dell’aragosta: la differenza tra prodotti viziati e di alta qualità è evidente. Scopri i modi, le condizioni, la durata di conservazione degli artropodi atlantici, le regole per sceglierli al momento dell’acquisto:

  1. Il primo segno di un prodotto fresco di qualità è un piacevole aroma marino. Quando l’aragosta si guasta, la carcassa inizia a emanare un terribile odore putrido.
  2. I grandi crostacei sono singoli. Sono tenuti in vita rigorosamente in acquari separati, altrimenti le persone possono danneggiarsi a vicenda. È facile identificare l’aragosta catturata di recente dai brillanti occhi neri, le antenne mobili con cui l’animale cerca di sentirsi tutt’intorno..
  3. Il prodotto fresco e refrigerato può essere facilmente distinto da una coda che è stata viziata nell’aspetto e deve essere in uno stato piegato e stressato..
  4. Dopo la macellazione, i grandi crostacei marini vengono conservati per meno di un giorno. Non cercare di mettere l’aragosta viva in un acquario con acqua dolce: un tale ambiente lo distruggerà rapidamente..
  5. A bassa temperatura, la carne di aragosta cotta viene conservata per due giorni senza perdere la freschezza.
  6. Prima di servire l’intera carcassa di crostaceo bollita, che è stata cotta più di 5-6 ore fa, lessala di nuovo per 2-3 minuti.

Prezzo

Il costo di frutti di mare di alta qualità come aragoste, aragoste spinose, gamberi tigre, ricci di mare, capesante e ostriche varia notevolmente a seconda delle condizioni di conservazione, delle specie animali, dei margini dei negozi. Quindi, le aragoste catturate in acque fredde superano significativamente le loro controparti “calde” nel gusto. Questo spiega la differenza multipla nel loro valore. Fascia di prezzo degli artropodi atlantici per la regione di Mosca:

Nome del negozio

Prezzo (sfregare / kg)

Grado di conservazione del prodotto

Gamberi Mosca

12500

vivo

Sogno Gourmet

6700

vivo

Gurman club

12000

vivo

Rybovedov

9500

bollito e congelato

Rybovedov

9900

vivo

Il nostro oceano

7950

vivo

La Maree

6807

gelato bollito

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy