Meli a forma di colonna – varietà e descrizione di una pianta con una foto, coltivazione, cura e formazione di una corona

Il contenuto dell’articolo



Il raccolto di frutta più popolare nel giardino è il melo. Tuttavia, è scomodo coltivarlo in piccole aree, poiché un albero di varietà tradizionali occupa molto spazio, non permettendoti di piantare qualcosa nelle vicinanze. Ciò è dovuto alla popolarità che ottengono i tipi di cultura colonizzata tra i residenti estivi. Un albero compatto cresce verticalmente verso l’alto, offrendo abbondanti raccolti di frutti gustosi e grandi.

Cosa sono i meli colonnari

I rappresentanti della varietà apparvero nel XX secolo in Canada attraverso una mutazione naturale. Il primo ramo a crescita verticale fu trovato sul melo del Macintosh, dopo di che ne nacque una nuova varietà Vozhak, che in seguito divenne l’antenato degli ibridi di un gran numero di specie di alberi da frutto in America, Gran Bretagna e Russia. Nel nostro paese, un melo colonnare apparve nel 1972 grazie al professor Kichin. In futuro, furono selezionate le migliori varietà di questa specie e lo studio della pianta continuò quasi in tutta l’URSS.

La mutazione del raccolto di frutta è stata causata dalla mancanza di ormone della crescita che ha determinato l’aspetto della pianta. Tale violazione ha causato un aumento della posa dei boccioli di fiori (il desiderio di lasciare la prole) e, di conseguenza, una resa precoce del raccolto (per 1-3 anni). Le caratteristiche biologiche della cultura sono:

  • completa assenza di rami laterali;
  • formazione di frutti su un tronco d’albero;
  • nanismo, compattezza;
  • maturità precoce.

Di dimensioni compatte, la pianta produce costantemente frutti, dando abbondanti raccolti. Tuttavia, anche le varietà a forma di colon presentano punti deboli: il sistema radicale. Quest’ultimo è poco sviluppato, non è in grado di trattenere in modo affidabile la parte aerea dell’albero e può rompersi sotto raffiche di vento. L’apparato radicale superficiale non ha la capacità di fornire alla pianta abbastanza acqua e sostanze nutritive, quindi le varietà colonizzate necessitano di ulteriore nutrizione e irrigazione aggiuntiva (è estremamente importante non alimentarle eccessivamente e non riempirle di liquido – questo rovina gli alberi di mele).

Poiché il germoglio centrale è coinvolto nella fruttificazione, la maggior parte delle formazioni di frutta muoiono (il processo inizia dal basso e si sposta verso l’alto). Raggiunta la cima del ramo dello stelo, i frutti si congelano e l’albero smette di produrre colture, sebbene continui la sua attività vitale fino all’età di 40-50 anni. Tutte le varietà colonnari di melo sono in fase di crescita precoce, alcune iniziano a fiorire nell’anno della semina (Iksha, Barguzin, Malyukha, ecc.), Ma non è consigliabile lasciare il primo raccolto. Se un albero dà tutta la sua forza per la formazione di frutti nel primo anno, potrebbe non portare un raccolto per la stagione successiva..

Il periodo di fruttificazione attiva nelle piante colonizzate non supera i 6-8 anni, mentre la maggior parte di essi sono colture a frutto medio, che danno un raccolto abbondante di 3-4 anni dopo la semina. Gli alberi da frutto in ritardo portano frutti per 6 anni di crescita. Quando acquisti piantine, devi chiedere al venditore una caratteristica di accompagnamento della varietà, dove dovrebbero essere indicate le principali caratteristiche biologiche della pianta, altrimenti puoi acquistare un tipo imprevedibile di melo. I vantaggi dei tipi colonnari di colture da frutto sono:

  • la capacità di crescere in una piccola area a causa delle piccole dimensioni del sistema radicale e delle parti aeree della pianta;
  • facile manutenzione;
  • alta decoratività;
  • fruttificazione rapida e intensa;
  • ottimo gusto di mele;
  • raccolta conveniente e semplificata.

Questa coltura di frutta ha molti più vantaggi che svantaggi, ma anche questi pochi svantaggi servono come motivo per rifiutare di piantare una varietà colonnare. Le caratteristiche negative di questo tipo di cultura sono:

  • di breve durata (la maggior parte delle varietà perde la resa in 15 anni);
  • l’alto costo delle piantine rispetto al costo dei congeneri tentacolari dei meli colonnari.

Meli giovani

varietà

I meli a forma di colon, a seconda della loro altezza, sono divisi in semi-nani, nani e vigorosi. Per molto tempo, questi tipi di alberi da frutto sono stati coltivati ​​esclusivamente in giardini specializzati, ma ora sempre più residenti estivi li preferiscono ai meli tradizionali. I tipi di cultura a forma di colon sono divisi in varietà, queste ultime sono estate, inverno, autunno. Consideriamoli in modo più dettagliato:

  1. Varietà estive. Portano il raccolto presto (entro la metà dell’estate), maturando completamente entro la fine di agosto. I più popolari tra loro sono Medoc, President, Dialogue, Ray.
  2. Viste autunnali. Frutta per tutto l’autunno. I loro rappresentanti sono Gin, Vasyugan, Titania, Ostankino, Iksha, Chervonets.
  3. Varietà colonnari invernali. I frutti maturano nel tardo autunno e sono perfettamente conservati durante l’inverno. Le varietà più popolari tra i residenti estivi sono collana di Mosca, valuta, collana di ambra, Arbat, Bolero, Malyuha, leggenda.

Le diverse varietà di meli colonnari differiscono non solo per i tempi di fruttificazione, ma anche per l’aspetto della corona, delle foglie, dell’altezza, ecc. Inoltre, le caratteristiche di gusto individuali delle mele sono caratteristiche di ogni tipo. Descrizione dei più popolari tipi di colonne:

  1. Médoc. Mele di colore bianco-giallo con una buccia spessa, maturano entro la fine di agosto. La resa media per albero è di 5-8 kg. I frutti hanno un pronunciato aroma di miele. La pianta resiste perfettamente alle gelate fredde e gravi.
  2. Il presidente. Una pianta compatta adatta alla crescita anche in piccoli giardini. La varietà produce frutti bianco-gialli dolci e molto succosi tra la fine di agosto e l’inizio di settembre..
  3. Vasyugan. Frutti in grandi, dense, mele agrodolci di colori a strisce rosso-verdi. La varietà resiste perfettamente alle gelate e fornisce 6-7 kg di resa per ogni albero.
  4. Gin. I piccoli frutti di un bel colore rosso brillante hanno un sapore agrodolce. Il gin sopravvive facilmente alle gelate, dando ogni anno 5-7 kg di mele per ogni albero. I frutti possono essere conservati dall’autunno a gennaio..
  5. Arbat. Si differenzia per i piccoli frutti con un pronunciato sapore agrodolce. Arbat appartiene alle colture ad alto rendimento che tollerano il freddo. Nonostante il fatto che la pianta appartenga alle specie invernali, è meglio mangiare mele fresche, perché sono scarsamente conservate.
  6. Collana di Mosca. Frutta in mele grandi, succose, dolci. Il peso di un frutto è di circa 250 grammi.
  7. Moneta. Matura tardi, dona alle mele un’eccellente appetibilità. Allo stesso tempo, i frutti tollerano perfettamente la lunga conservazione o il trasporto. Questa varietà è caratterizzata dalla massima resa ricca..

Piantare alberi di mele della colonia

È meglio piantare una pianta all’inizio della primavera, prima che le gemme si aprano sugli alberi, ma è consentita la piantagione di meli a colonna in autunno (fine settembre o inizio ottobre). Le piantine sono meglio per comprare annuali, perché mettono radici molto più facilmente di quelle più vecchie, inoltre, i giovani alberi iniziano a crescere più velocemente e producono raccolti. Durante l’acquisizione, assicurarsi che le radici non siano marce o troppo secche. È meglio dare la preferenza al materiale nel contenitore: puoi piantarlo nel terreno anche in estate.

Il posto per piantare varietà simili al colon viene scelto aperto, con libero accesso al calore e alla luce solare, mentre dovrebbe essere protetto da forti raffiche di vento. Il terreno ottimale per l’albero è permeabile all’umidità, fertile, con una falda acquifera non superiore a 2 metri. Quando si decide di piantare un meleto, le piantine devono essere posizionate a una distanza di mezzo metro l’una dall’altra, lasciando una distanza di 1 metro. Le fosse per le piantine dovrebbero essere di almeno 90x90x90 cm, è meglio prepararle un paio di settimane prima di piantare, altrimenti il ​​collo della radice della pianta potrebbe essere sotterraneo, e questo è inaccettabile.

Scavare buche, scartare terreno fertile in una direzione e terreno inferiore nell’altra, in modo che non si mescolino. Quando si pianta un melo colonnare in terreno pesante, assicurarsi di creare uno strato di drenaggio di pietrisco e sabbia sul fondo della cavità. Successivamente, si dovrebbero aggiungere al terreno fertile 3-4 secchi di humus, rifiuti o compost, 100 g di superfosfato e 50-100 g di fertilizzante di potassio. Se la terra sulla trama è acida, è necessario aggiungere, oltre a quanto sopra, 100-200 g di farina di dolomite e posizionare la miscela di terreno nella fossa, lasciandola per 2 settimane, in modo che il terreno sia compattato e depositato.

Dopo mezzo mese, dovresti versare il resto della miscela di terreno nella fossa con uno scivolo, installare un albero su di esso in modo che il collo della radice rimanga appena sopra la superficie del sito. Distribuisci le radici della pianta, riempi il buco con terreno sterile dallo strato inferiore, prendi il terreno e forma un buco rotondo attorno alla piantina con un rullo alto almeno 10 cm intorno alla piantina. Versa qui 1-2 litri di acqua immediatamente dopo la semina. Quando il liquido viene assorbito, pacciamare il cerchio del tronco con torba, erba falciata, segatura.

Per evitare che una folata di vento rompa l’albero, legalo a un piolo guidato nelle vicinanze. Se hai intenzione di piantare un melo a forma di colonna in primavera, è meglio preparare un buco per esso in autunno – durante l’inverno il terreno si depositerà in esso e i fertilizzanti saranno distribuiti uniformemente, in modo che tutti i processi delle radici si trovino in un terreno nutriente fertile e l’albero crescerà rapidamente. Altrimenti, la procedura di semina primaverile per questa specie di melo non differisce dall’autunno.

Alberi sulla trama

Cura dei meli a forma di colon

In primavera, prima della formazione di gemme, viene eseguita la potatura e il trattamento profilattico delle piante da malattie e parassiti. Inoltre, le colture a forma di colonia sono alimentate con fertilizzanti azotati. Durante la formazione di gemme su alberi appena piantati, vengono accuratamente rimossi, mentre 10 fiori possono essere lasciati sulle piante del secondo anno di crescita. Sugli alberi più vecchi, il carico viene aumentato gradualmente, lasciando altri 2 fiori due volte all’anno rispetto alle mele che dovrebbero maturare. Sui legami di frutta rimangono 2 infiorescenze, ritardando il diradamento ripetuto per il periodo estivo.

Oltre al condimento superiore, alla potatura e al diradamento, i meli a forma di colonia hanno bisogno di allentare il terreno nel cerchio del gambo vicino e irrigare. Se coltivi un raccolto su ceppi clonali, è vietata la coltivazione, poiché esiste il rischio di danneggiare le radici. In questo caso, è meglio eseguire la stagnatura del cerchio del gambo vicino (per piantare la siderata entro un raggio di 25 cm dai tronchi e periodicamente falciarli).

Nella prima metà di giugno viene effettuata una concimazione complessa di alberi colonnari con fertilizzanti minerali. Quando compaiono le ovaie, il diradamento si ripete (solo la metà delle ovaie rimane sui rami). Quando i frutti raggiungono le dimensioni di una ciliegia, rimangono solo 2 ovaie in ogni infiorescenza e quando le mele raggiungono le dimensioni di una noce, ogni seconda ovaia viene rimossa: quindi, rimane un frutto su ogni anello fruttifero.

In estate, è necessario prestare particolare attenzione alla pianta colonizzata, prevenendo la propagazione dei parassiti nel giardino. È importante tenere traccia di eventuali cambiamenti nell’aspetto dei meli per notare tempestivamente l’insorgenza di una malattia. Quando si diagnostica un problema, è necessario adottare misure urgenti, altrimenti il ​​raccolto sarà a rischio. Gli alberi a forma di colon devono essere curati per malattie e parassiti non oltre un mese prima della raccolta..

Smettono di alimentare azoto e fertilizzanti organici in agosto – in questa fase, gli alberi hanno bisogno di più potassio, che aiuta i giovani germogli a maturare più velocemente. Per evitare il congelamento delle cime dei rami in inverno, su ogni germoglio vengono accorciate 4 foglie superiori (2/3 vengono tagliate). Dopo la raccolta, in autunno, i meli a forma di colonna vengono nutriti, i rami tagliati vengono tagliati, la corona e il terreno intorno vengono trattati contro parassiti e funghi nascosti in inverno.

Prima che inizi il flusso di linfa, all’inizio della primavera e in autunno, dopo la fine della caduta delle foglie, gli alberi vengono curati preventivamente per malattie e parassiti. Per questo, di norma, viene utilizzata una soluzione di liquido Bordeaux o Nitrafen. Alcuni giardinieri usano una soluzione di urea al 7% per la nebulizzazione primaverile, che serve non solo come fungicida e insetticida, ma anche come fertilizzante azotato tempestivo per piante a forma di colon..

Watering

A causa del fatto che le varietà a forma di colonia sono prive di una radice di fusto che penetra in profondità nella terra e le loro radici sono superficiali, le giovani piante dovranno essere annaffiate nel normale clima estivo ogni 3 giorni. Con una maggiore aridità e calore, il terreno dovrà essere inumidito ogni secondo giorno o ogni giorno. Gli alberi di mele colonnari maturi possono essere annaffiati un paio di volte a settimana. Da metà luglio, gli alberi vengono annaffiati meno spesso e ad agosto, l’introduzione di acqua nel terreno viene interrotta del tutto in modo che la pianta possa formare boccioli di fiori, completare la crescita e prepararsi per il periodo invernale.

Per preservare l’umidità nel terreno e formare una crosta sulla sua superficie, il cerchio del tronco viene pacciamato con paglia / erba o seminato con letame verde. Il modo ottimale per irrigare le piante colonizzate è una flebo con un flusso dosato di liquido verso le radici, ma una volta al mese è necessario effettuare un’introduzione abbondante di acqua nel terreno. Ogni 2 settimane dopo il tramonto dovresti innaffiare generosamente le corone dal tubo.

Top spogliatoio

Per un’abbondante fruttificazione, i meli colonnari prendono tutte le sostanze utili dal terreno, quindi alimentano la cultura durante l’intera stagione di crescita. In primavera, i fertilizzanti organici vengono introdotti nei circoli del tronco: letame, escrementi di pollo diluiti con acqua. La medicazione fogliare di azoto è una soluzione di urea al sette percento, che viene utilizzata all’inizio della primavera, prima del gonfiore dei reni.

Successivamente, entro la metà dell’estate, si consiglia di eseguire altri due fertilizzanti fogliari con l’urea (è necessaria una concentrazione dello 0,1%). Al culmine della stagione di crescita (inizio giugno), la cultura necessita di concimazioni minerali complesse. Da agosto la materia organica è stata esclusa dalla composizione dei fertilizzanti, poiché le piante colonizzate iniziano a necessitare esclusivamente di potassio, accelerando la maturazione delle cime dei germogli di alberi.

L'introduzione di escrementi di pollo nel terreno

svernamento

Dopo l’inizio dell’autunno, è necessario creare un riparo stabile per i buchi dei giovani alberi colonizzati, per i quali vengono utilizzati trucioli di legno o rami di abete (il materiale deve essere asciutto e pungente per prevenire gli attacchi dei roditori). La paglia non è adatta a questo, e se hai pacciamato un tronco intorno ad esso in primavera ed estate, in autunno dovresti rimuovere lo strato di erba secca, poiché attira topi e topi. Dopo che la neve cade, spudali con la base del gambo del melo colonnare.

Malattie e parassiti

Alcune varietà di meli colonnari sono più; altre sono meno suscettibili agli attacchi di parassiti. Tuttavia, gli esperti consigliano di adottare misure preventive per tutti i tipi di alberi da frutto. Tra i parassiti comuni che sono pericolosi per le piante colonizzate, si distinguono i seguenti:

  • afide di mela, verde, sanguinante, rosso-fiele, piantaggine;
  • bicchiere;
  • tentredine;
  • un armeggiare;
  • segno di spunta rosso;
  • falena codling;
  • volantino;
  • Talpa;
  • ribes, frutta, foglietto subcrustico;
  • scudo anticalcare;
  • notizia in anticipo;
  • frutta, cenere di montagna, falena di frutta;
  • tonchio d’oca;
  • baco da seta non accoppiato, foglie di quercia
  • scarabeo di corteccia;
  • alburno;
  • tubazioni;
  • fungo esca.

Si consiglia di trattare i parassiti per mezzo di cinture da caccia in carta ondulata, che impediscono il sollevamento degli insetti lungo il tronco fino alla corona, nonché con l’aiuto di insetticidi. Gli alberi di mele a forma di colon sono soggetti alle stesse malattie delle normali varietà di alberi da frutto. Più spesso si ammalano:

  • cancro nero ordinario;
  • proliferazione (scopa di strega);
  • crosta;
  • marciume della frutta amara;
  • spotting virale sottocutaneo;
  • ruggine;
  • cytosporosis;
  • rami appiattiti;
  • non vitreo;
  • muffa in polvere;
  • lucentezza lattea;
  • volare volare vicino;
  • anello a mosaico, mosaico.

Segno di spunta rosso su un foglio

Come formare un melo colonnare

Prima che inizi il flusso di linfa, si forma un melo colonnare. A tal fine, tagliare alcuni rami. Da un punto di vista biologico, questo tipo di cultura non dovrebbe avere alcun ramo. Vengono potati solo processi laterali, la procedura viene eseguita a giugno o dopo la caduta delle foglie, durante la preparazione della pianta per lo svernamento. Il principio principale per la formazione di un albero colonnare è che più vengono tagliati i rami, più attivamente crescono le parti accorciate.

Ad esempio, un ramo tagliato in 2/3 con 3-4 occhi farà crescere 3-4 germogli forti. Quando si rimuove solo 1/3 del ramo dalle gemme rimanenti, appariranno 7-8 rami non molto forti. Se poti correttamente l’albero della colonia, darà 10-15 cm di crescita e 2-3 gemme laterali ogni anno. Durante la formazione della cultura, in nessun caso è importante tagliare il conduttore centrale, altrimenti, quando il punto di crescita viene tagliato, l’albero inizierà a ramificarsi.

Potatura primaverile

La formazione di un albero colonnare avviene prima dell’inizio del flusso di linfa attiva in primavera. Nel primo anno, devi tagliare tutti i rami laterali in modo che 2 gemme rimangano sulle loro basi rimanenti. Allo stesso tempo, viene eseguita la potatura sanitaria, in cui la cultura viene rilasciata da pazienti che attraversano e soffrono di gravi gelo. Negli alberi colonizzati del secondo anno di crescita, da 2 germogli cresciuti su un taglio del ramo dell’anno scorso, ne viene tagliato uno più verticale (solo 2 gemme vengono lasciate su di esso).

Un ramo orientato orizzontalmente inizierà a dare i suoi frutti già nella prossima stagione, e 2 germogli più potenti cresceranno da quello tagliato. Nel terzo anno, i rami della prole vengono rimossi. Con il resto è necessario eseguire la stessa procedura di potatura del secondo anno. Il collegamento della frutta non può funzionare per più di 3-4 anni, dopo questo tempo viene tagliato in un anello. Quando il punto di crescita apicale muore, il conduttore viene tagliato, lasciando solo 2 reni. Quando i rami laterali crescono su di loro, uno di essi viene lasciato, posizionato verticalmente – diventerà un sostituto per il conduttore.

Propagazione di alberi di mele a forma di colonna

Questo tipo di colture da frutto può essere propagato innestando un innesto di talee su uno stock adatto, ma solo un giardiniere esperto può far fronte a questo compito. Il metodo di riproduzione dei semi è laborioso e lungo, inoltre, la pianta potrebbe perdere alcune delle caratteristiche. È meglio scegliere il metodo di stratificazione dell’aria. Per fare questo, all’inizio della primavera, scegli un ramo sottile e fai sulla sua base un’incisione anulare della corteccia larga 0,5 cm, dopo di che il posto viene avvolto con cotone imbevuto di eteroauxina.

Dopo un giorno, l’incisione deve essere avvolta con torba bagnata e inserita in un sacchetto di plastica nero, garantendo la tenuta all’aria. È importante assicurarsi che la torba non si asciughi. Entro l’autunno, le radici cresceranno sotto il film e le riprese possono essere separate dall’allineamento per essere piantate separatamente. La probabilità di successo è di circa il 50%. Coltivare piantine in modo indipendente è problematico e difficile, è più affidabile acquistarle in un vivaio specializzato.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!: