Come utilizzare un estintore: istruzioni e sequenza di azioni a seconda del tipo di dispositivo

Il contenuto dell’articolo



Il principale strumento antincendio e antincendio di qualsiasi struttura è un estintore. Se c’è un piccolo incendio, è più facile far fronte al problema che si è presentato da solo, soprattutto perché non è sempre consigliabile provocare i vigili del fuoco a causa del fumo di un apparecchio. Indipendentemente dalla reazione dei vigili del fuoco, c’è sempre il rischio che al momento del loro arrivo un incendio possa causare danni significativi. Per sentirti sicuro quando si verifica un pericolo di incendio, controlla i tipi esistenti di estintori.

Tipi di estintori

Nel senso stretto della parola, un estintore è un contenitore che contiene la sostanza attiva necessaria per isolare la fonte di accensione dal catalizzatore del processo di combustione, ovvero ossigeno. Quando si sceglie il giusto dispositivo antincendio, è necessario valutare quali potenziali fonti di accensione si trovano in casa, in ufficio o in altre strutture. Sulla base di questo, è necessario fare una scelta specifica, ad esempio un dispositivo di schiuma ad aria non è adatto per l’estinzione di apparecchi elettrici.

Il principio di funzionamento per tutti i tipi di estintori è simile: quando la valvola viene aperta, a causa della differenza di pressione all’interno e all’esterno del cilindro, si forma un getto che spegne la fiamma. Il 90% dei dispositivi è presentato sotto forma di cilindri, che sono dotati di un meccanismo di innesco e di un ugello, appositamente progettati per formare un getto dalla sostanza contenuta all’interno. Tenere un dispositivo del genere in ufficio, in auto o in un altro luogo dovrebbe essere sempre, perché il suo aiuto al momento giusto può essere prezioso. Gli estintori sono classificati in base a diversi criteri:

  • Modo di muoversi. In alcuni casi, un dispositivo portatile convenzionale, che è un estintore di peso non superiore a 20 kg, non è sufficiente per eliminare un pericolo di incendio. Sono rilevanti per piccoli uffici, stanze. Esistono ancora modelli mobili e fissi. I primi hanno una massa da 20 a 450 kg – sono rilevanti per metropolitane, stazioni di servizio, ecc. I secondi, infatti, sono simili a un sistema automatico di estinzione incendi.
  • Il principio di funzionamento. Su questa base, è possibile distinguere i dispositivi manuali e automatici. Quest’ultimo funziona in modo indipendente senza intervento umano: si consiglia di installarli in luoghi a maggiore pericolo e in cui la persona semplicemente non ha il tempo di reagire a un incendio. I sistemi di questo tipo includono il dispositivo antincendio stesso e un sensore speciale che risponde al fumo.
  • Tipo di dispositivo di attivazione. In questo caso, si distinguono i dispositivi a pistola che sono dotati di una valvola, uno squib o uno start-up, a seconda della pressione.
  • La presenza di attrezzature aggiuntive. Alcuni modelli di estintori possono essere dotati di una lattina aggiuntiva di catalizzatore.

Il segno principale con cui sono classificati gli estintori è la loro composizione. Le caratteristiche e le caratteristiche del dispositivo dipendono da esso in misura maggiore. In questo caso, si distinguono i modelli di anidride carbonica, polvere, acqua e schiuma dell’aria. Maggiori informazioni sulle loro caratteristiche:

  • Acqua. L’acqua o le varie soluzioni basate su di essa sono il tipo più economico (quasi gratuito) di agente estinguente. Spesso la capacità degli estintori progettati per contenuti liquidi viene riempita con acqua finemente suddivisa e speciali agenti estinguenti. Possono essere utilizzati per localizzare o eliminare gli incendi di classe A – bruciando materiali solidi, sostanze. Non sono adatti per l’estinzione di apparecchi elettrici, sostanze che entrano in reazioni chimiche esotermiche con acqua e oggetti molto caldi e stirati.
  • Diossido di carbonio. L’anidride carbonica (anidride carbonica) è uno dei tipi più efficaci di agente estinguente, che raffredda la zona di combustione e flemmatizza (diluisce) il gas. Questo tipo di dispositivo è necessario per eliminare l’accensione di apparecchi elettrici con una tensione di esercizio non superiore a 1000 V e motori di automobili. Inoltre, è adatto per estinguere liquidi infiammabili e alcuni altri materiali e sostanze. I proprietari di auto spesso affrontano un estintore ad anidride carbonica, come la presenza di tale dispositivo è una necessità per i veicoli. È vietato l’uso per eliminare l’accensione di quelle sostanze che bruciano in assenza di ossigeno. L’anidride carbonica non è adatta per estinguere una persona che brucia..
  • Schiuma ariosa. Questo tipo di dispositivo viene utilizzato per estinguere liquidi infiammabili e infiammabili, materiali solidi. Il design dell’ugello fornisce la fornitura di schiuma aeromeccanica di bassa e media molteplicità. L’efficienza dell’utilizzo di questo dispositivo aumenta in modo significativo quando si utilizzano come agenti di carica agenti schiumogeni che formano film fluorurati. Gli svantaggi sono il possibile congelamento del contenuto del serbatoio a temperature inferiori allo zero, un’elevata attività corrosiva e inadeguatezza per l’estinzione dell’attrezzatura che è sotto tensione. Inoltre, un tale estintore non è adatto per estinguere sostanze fuse, altamente riscaldate e quelle che reagiscono con l’acqua.
  • Polvere Sono utili per l’accensione di apparecchi elettrici, installazioni con una tensione di esercizio fino a 1000 V, solidi. Non estinguere liquidi e gas senza un dispositivo in polvere. È il più versatile nella gamma e nel campo di temperatura di funzionamento. Alcuni estintori a polvere possono essere utilizzati in condizioni climatiche moderate a una temperatura compresa tra -40 ° C e + 50 ° C. Non sono progettati per estinguere un incendio di terra alcalina e metalli alcalini e altri materiali, la cui combustione può essere mantenuta senza aria.

Termini e condizioni d’uso

Esistono alcune regole per il funzionamento degli estintori, che devono essere rispettate indipendentemente dal tipo di dispositivo antincendio utilizzato. Aderendo a loro, puoi rendere l’uso di questo dispositivo più efficace e sicuro per te stesso. Più dettagli:

  • Dirigere la campana direttamente sul fuoco e non spegnere, essendo a grande distanza dal fuoco. La distanza ottimale è quella che corrisponde alla lunghezza minima del getto: la puoi trovare sull’etichetta.
  • Non dimenticare il controllo o la valvola di cui è dotato ciascun cilindro..
  • Prendi in considerazione le condizioni meteorologiche. Il vento dovrebbe soffiare nella parte posteriore, ma forti correnti d’aria alimenteranno solo il fuoco. In questo caso, è consigliabile lavorare con diversi estintori da diverse parti..
  • La lotta contro il fuoco deve iniziare dal bordo vicino del fuoco. Mentre si calma, puoi andare avanti..
  • Non correre mentre si spegne la fiamma. Estinguere senza strappi acuti, gradualmente.
  • Quando si elimina un incendio in installazioni elettriche, mantenere una distanza di sicurezza di circa 1 m.
  • Quando si estinguono oggetti sottoposti a scosse elettriche, è necessario fornire parti di estintore. Allo stesso tempo, osservare un’interruzione di 5 secondi.
  • Estinguere le formulazioni di olio dal basso..
  • Quando si utilizza un estintore ad anidride carbonica, si consiglia di indossare guanti per evitare ogni tipo di lesione..
  • Usa tutti i dispositivi antincendio che hai solo. Si consiglia di usarli contemporaneamente se ci sono mani libere.
  • Monitorare le condizioni, le condizioni di conservazione e la data di scadenza del dispositivo in modo che non risulti non operativo al momento giusto.

Aprire l'incendio

I metodi di conservazione per un estintore dipendono dalle dimensioni del contenitore. Piccoli dispositivi possono essere appesi al muro utilizzando supporti speciali. Per i grandi carri armati, sono progettati interi armadi antincendio. Durante il posizionamento del dispositivo antincendio, è necessario eseguire un’ispezione iniziale per identificare i difetti. Non dimenticare che la bottiglia dell’estintore deve avere un certificato di conformità e un passaporto. Inoltre, un tale dispositivo necessita di protezione da fattori esterni che possono influire sull’operabilità. Questi includono:

  • umidità nella stanza;
  • radiazione termica;
  • vibrazioni che possono danneggiare il contenitore;
  • bassa temperatura nella stanza (posizionare i dispositivi di schiuma e acqua in luoghi riscaldati);
  • esposizione alla luce solare diretta.

Estintore

Come funziona un estintore

La base di un tale dispositivo è un cilindro di metallo resistente. Quando si preme la leva situata nella parte superiore del cilindro, l’agente estinguente viene espulso verso l’esterno ad alta pressione, quasi lo stesso di una bomboletta spray. Strutturalmente, la versione classica è composta da:

  • casi con un tubo;
  • fusibile;
  • accoppiatore;
  • leve;
  • un tubo;
  • ugelli;
  • meccanismo di innesco;
  • manometro;
  • Valvola Schroeder;
  • sottobicchieri di plastica.

Un tubo di sifone in plastica del dispositivo conduce dalla parte inferiore del contenitore con l’agente estinguente all’ugello. Una valvola a molla chiude il passaggio in questo stesso ugello e nella parte superiore del corpo è presente un piccolo contenitore riempito di gas compresso, ad esempio l’anidride carbonica liquefatta. La funzione della valvola è di impedire la fuoriuscita del gas compresso.

Quando la leva viene premuta, esercita una pressione sull’asta di comando, che aziona una valvola a molla per aprire il passaggio all’ugello. Nella parte inferiore dell’asta di comando è presente una punta acuminata che perfora una bomboletta di gas compresso. Quest’ultimo, all’uscita, sposta un agente estinguente ad alta pressione dal palloncino del dispositivo. L’ugello, di regola, dovrebbe essere diretto al combustibile e non alla fiamma, senza dimenticare di muovere il getto.

Estintore dispositivo

Procedura per l’utilizzo di un estintore

Ogni tipo di dispositivo per estinguere gli incendi ha le sue caratteristiche e sfumature in uso, ma in generale, possiamo distinguere una sequenza comune di azioni per la maggior parte delle opzioni. Manuale di istruzioni generali per estintori:

  1. Ogni contenitore estinguente è dotato di sigillo o ricevuta. Prima dell’uso, devono essere rimossi..
  2. Quindi puntare il tubo del dispositivo verso il fuoco. La distanza approssimativa della sostanza è di circa 3 metri.
  3. Per provocare un agente estinguente, premere la leva speciale.
  4. Pochi secondi dopo l’applicazione della pressione, l’estintore sarà completamente operativo e si potrà iniziare a spegnere l’incendio.

Applicazione

Regole degli estintori a polvere

Un estintore riempito di polvere è adatto per estinguere quasi tutte le classi di incendio. Può essere di due tipi: pompato e con una fonte di pressione integrata. Il vantaggio di entrambi i tipi sta nella capacità di controllare l’intensità del getto e dosare la polvere. Nel caso del dispositivo pompato, la polvere sotto l’influenza di un gas inerte (aria, anidride carbonica o azoto) viene immessa nel tubo, da dove entra nella fonte di accensione e isola la sua fonte dall’ossigeno. A causa di ciò, la combustione si arresterà gradualmente. Istruzione:

  1. Dirigere l’ugello del tubo flessibile del contenitore con polvere estinguente su una superficie che brucia.
  2. Strappare il sigillo ed estrarre il controllo.
  3. Premi la leva e inizia ad eliminare la fonte di accensione.

La particolarità del secondo tipo di dispositivo in polvere è la presenza di una bombola di gas aggiuntiva che crea pressione. Il principio del suo utilizzo è di utilizzare l’energia del gas generato per aerare l’emissione di polvere. Quando si preme la leva, viene attivato il generatore di gas, a causa del quale viene rilasciato il gas di lavoro. Per creare la pressione necessaria nell’alloggiamento, è necessario attendere almeno 5 secondi. Regole per l’utilizzo di questo tipo di estintore:

  1. Strappare ed estrarre un assegno.
  2. Sollevare la leva principale fino a guasti.
  3. Premi il pulsante sulla bombola del gas.
  4. Punta l’ugello del tubo flessibile verso il fuoco.
  5. Premere la leva principale.

Condizioni d'uso

Manuale di istruzioni estintore ad anidride carbonica

Un estintore ad anidride carbonica funziona secondo questo principio: la CO2 sale alla campana quando la valvola si apre e allo stesso tempo passa immediatamente dalla forma liquefatta al solido. Questo processo è accompagnato da un forte calo della temperatura a -70 ° C. Al contatto, l’anidride carbonica blocca l’accesso del fuoco all’ossigeno, isolando la fonte di accensione da esso. La reazione di combustione senza ossigeno, come sai, è impossibile. Regole per l’utilizzo di un estintore ad anidride carbonica:

  1. Strappare il sigillo.
  2. Estrarre un assegno.
  3. Punta la campana verso il fuoco.
  4. Premere la leva e procedere per eliminare la fiamma.

Leggi anche le istruzioni per l’uso di un estintore mobile ad anidride carbonica, che è uno dei più popolari in questa categoria. Le azioni con lui sono le seguenti:

  1. Svolgere delicatamente prima il tubo di gomma.
  2. Quindi prendere una posizione comoda per eliminare l’incendio..
  3. Rimuovere il sigillo e ruotare la leva verso di sé in caso di guasto.
  4. Punta la campana verso il fuoco e procedi per eliminarla.

Manuale d'uso

Applicazione di schiuma ad aria

Una caratteristica di tale dispositivo antincendio è la presenza di una bomboletta di gas e ugelli. Il primo serve come fonte di sovrappressione. Sotto l’azione del gas, l’agente schiumogeno all’interno del cilindro si precipita all’ugello, dove si mescola con l’aria, a seguito della quale si forma la schiuma per eliminare il fuoco. Le istruzioni per l’uso di estintori di questo tipo sono le seguenti:

  1. Strappare il sigillo ed estrarre il controllo.
  2. Puntare l’ugello del cilindro sul fuoco.
  3. Premere il pulsante o la leva per la bomboletta spray opzionale.
  4. Premi la leva principale e procedi per localizzare il fuoco.

Applicazione di schiuma ad aria

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Come utilizzare un estintore: istruzioni e sequenza di azioni a seconda del tipo di dispositivo
Messa a terra in un appartamento: perché è necessario e come creare