Cosa non puoi dire a un alcolizzato

Il contenuto dell’articolo



Un desiderio patologico per l’alcol è una grave dipendenza psicologica che colpisce la coscienza di una persona. Se i parenti vogliono che il paziente sia curato, dovrebbero monitorare attentamente non solo le loro azioni, ma anche il loro linguaggio. Ci sono frasi che si rompono con la lingua per buoni scopi, ma possono danneggiare gravemente l’alcolista.

La difficoltà di comunicare con una persona che beve

Conversazione con un alcolizzato

Grandi quantità di alcol influenzano negativamente gli organi interni, la psiche, avviando il processo di degrado della personalità. Se una persona beve a lungo e molto, diventa sfrenata, ha scarso controllo sul linguaggio e ricorda un bambino capriccioso.

I parenti incontrano difficoltà comunicative e si sentono impotenti. Gli psicologi in questa situazione raccomandano di evitare la custodia eccessiva, la gentilezza nelle conversazioni con un alcolizzato, perché rilassa. Minacce, ultimatum sono anche inaccettabili. È importante dimostrare che hai compreso la situazione, sei pronto a dare una mano, ma evita l’ammirazione violenta per i momenti in cui una persona non beve.

Frasi che non dovrebbero suonare

Il consiglio principale dei medici su come parlare con un alcolista: non segnalargli mai la dipendenza, specialmente in modo negativo, né durante l’incontro con il bere né nella fase di trattamento. Una persona non dovrebbe ricevere costantemente ricordi di debolezza, sentirsi profondamente malata. Sentirsi in colpa raramente funziona correttamente, spesso dà l’effetto opposto. Non vale la pena rischiare, soprattutto per i parenti dai quali ci si aspetta sostegno, comprensione.

“Perché non smetti di bere?”

Conseguenze dell'alcolismo

La cosa peggiore che puoi fare quando cerchi di aiutare una persona cara è fare pressione sulle debolezze, colpire il naso per gli errori. Per quanto riguarda le dipendenze psicologiche, questo non funziona come succede con altre cose: scarsa scuola, cattiva alimentazione. Anche se un alcolizzato sobrio si rende conto che una cattiva abitudine può costargli la vita, non sarà in grado di abbandonarla all’istante. La pressione delle domande aggraverà solo la situazione.

Ai medici, spiegando come parlare con un alcolizzato, si consiglia di esercitare maggiore comprensione, attenzione, ricordando che questa è una malattia. A casa, vale la pena portare una persona all’idea del trattamento e della lotta scoprendo le cause della dipendenza.

“Perché non bevi?”

Questa domanda viene spesso posta da coloro che sono parzialmente dedicati alla situazione – amici, colleghi, a volte parenti. L’improvviso tentativo di un alcolista di smettere, dopo averlo tenuto segreto, può causare sorpresa. Non vale la pena chiedersi perché abbia rifiutato il bicchiere offerto: questo provocherà solo imbarazzo e disagio.

Parlando di come non puoi parlare con un alcolizzato, i medici consigliano di evitare l’argomento della dipendenza, evitando l’enfasi sulle nuove caratteristiche comportamentali. Meno attenzione verrà prestata al problema e all’inizio (la fase più difficile) della sua soluzione, maggiori sono le possibilità della persona di andare fino in fondo.

“Ti stai riprendendo in modo errato”

Trattamento forzato

Il modo in cui una persona supera le situazioni difficili, specialmente quelle che spezzano la psiche, è sempre individuale. Non cercare di imporre la tua visione della terapia, la distrazione dal problema – questo aggraverà solo la situazione. Mostra comprensione, offri supporto morale, offri un atteggiamento positivo. Ricorda che non proverai le stesse sensazioni e non saprai come uscire dall’alcolismo se tu stesso non lo attraversi. Lascia la decisione al paziente.

“Ho nascosto l’alcool”

La frase che implica un tentativo di aiuto è, in realtà, un passo avventato che indica che il tossicodipendente è impotente. Interpreta queste parole a modo suo: “Ho nascosto l’alcool, perché altrimenti avresti saltato sopra.” Causa imbarazzo, disagio, mina la determinazione a combattere la malattia. Se vuoi aiutare qualcuno a chiudere, chiedi come puoi facilitare il periodo di interruzione e adattamento..

Sbarazzarsi di tutto l’alcol in casa spesso non produce alcun risultato: l’alcol è disponibile da amici, colleghi e nei negozi. Isolare il paziente da bevande forti può essere solo in un istituto speciale. Per sostenere una persona cara, è necessario prestare attenzione e fornire assistenza psicologica.

“Oggi è una vacanza, puoi bere qualcosa”

Non puoi bere

Una persona che sta cercando di sbarazzarsi della dipendenza dovrebbe evitare di parlarne. Nella fase in cui la memoria della malattia è fresca, non possono essere ammessi anche suggerimenti di “rilassamento”. Se i propri cari pensano che un bicchiere di alcol possa essere una ricompensa, questo è un malinteso. Anche un sorso di ciò che una persona sta cercando di rinunciare è in grado di scuotere la decisione di guarire e annullare tutti gli sforzi, provocare una nuova abbuffata.

Se c’è un alcolizzato in famiglia, è meglio trascorrere le vacanze in modo sobrio. Quelli intimi dovrebbero anche rinunciare all’alcol per sostenere il tossicodipendente. La presenza di alcol durante una celebrazione è un grande rischio e una prova di forza di volontà, che non tutti possono sopportare..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy