Cosa ha scoperto Vasco da Gama: la rotta marittima del viaggiatore

Il contenuto dell’articolo



Per chi ama la geografia, la storia del mondo o è interessato alla biografia di grandi persone, lo scopritore della Sea Route è una delle figure iconiche. Una breve biografia del viaggiatore e la storia della spedizione importante per l’intera Eurasia ti aiuteranno a scoprire chi ha aperto la rotta marittima per l’India è meglio.

Vasco da Gama – una breve biografia

La storia del navigatore portoghese iniziò nel 1460 a Sines (Portogallo), dove era nato. La sua origine è attribuita alla nobile famiglia, il prefisso “sì” nel nome ne è una prova. Il padre era il cavaliere di Eshtev e la madre era Isabelle. A causa della sua difficile origine, il futuro navigatore Vasco da Gama fu in grado di ottenere una buona istruzione. Conosceva matematica, navigazione, astronomia, inglese. Quindi solo queste scienze erano considerate superiori e una persona dopo l’allenamento poteva essere definita istruita.

Poiché tutti gli uomini di quel tempo diventarono militari, questo destino non aggirò il futuro scopritore. Inoltre, i cavalieri portoghesi erano esclusivamente ufficiali navali. Da qui viene la grande storia di uno che ha scoperto l’India come un paese commerciale con milioni di beni diversi, portando enormi profitti. Per quei tempi, è stato un grande evento che ha cambiato la vita di molti.

Ritratto di Vasco da Gama

Scoperte geografiche

Prima che Vasco da Gama facesse la scoperta dell’India, che cambiò il mondo, si distinse per le sue imprese militari. Ad esempio, nel 1492, liberò una nave catturata dai corsari francesi, che fece molto piacere al re, e divenne quindi un vicino ufficiale del monarca. Così ha avuto l’opportunità di godere dei privilegi che hanno contribuito a fare viaggi e scoperte in futuro, la più importante delle quali è stata una visita in India. Un breve riassunto della rotta marittima ti aiuterà a conoscere meglio ciò che Vasco da Gama ha scoperto.

Viaggia Vasco da Gama

La spedizione di Vasco da Gama in India è stata un grande passo per l’intera Europa. L’idea di stabilire relazioni commerciali con il paese apparteneva all’imperatore Manuele I, e iniziò a scegliere con cura un comandante che potesse fare un viaggio così importante. Doveva essere non solo un buon ufficiale di navigazione, ma anche un eccellente organizzatore. Bartolomeo Dias è stato il primo ad essere selezionato per questo ruolo, ma tutto è andato diversamente.

Fu creata una flotta di 4 navi per le acque dell’Africa e dell’Oceano Indiano, furono raccolte le migliori mappe e strumenti per la navigazione più accurata. Perù Alenker, un uomo che aveva già camminato fino al Capo di Buona Speranza, fu nominato navigatore Ober, e questa è la prima parte del viaggio. Il compito della spedizione era di aprire la strada dall’Africa all’India via mare. Sulle navi c’erano un prete, un astronomo, un impiegato e traduttori di varie lingue. Tutto era eccellente con il cibo: anche in preparazione, le navi erano piene di pangrattato, carne in scatola e porridge. Acqua, pesce e chicche venivano estratti durante il parcheggio su diverse coste.

L’8 luglio 1497, la spedizione iniziò il suo movimento da Lisbona e partì per un lungo viaggio per mare lungo le coste dell’Europa e dell’Africa. Già alla fine di novembre, il team riuscì a malapena ad aggirare il Capo di Buona Speranza e dirigere le proprie navi a nord-est, in India. Sul modo in cui hanno incontrato amici e nemici, hanno dovuto combattere con i bombardieri o viceversa – concludere accordi contro i nemici. Il 20 maggio 1498 navi entrarono nella prima città dell’India, Calicut.

Navi da squadrone Vasco da Gamma

Scoperta della rotta marittima Vasco da Gama

La vera vittoria per la geografia di quel tempo fu l’apertura della strada per l’India, Vasco da Gama. Quando tornò nella sua terra natale nell’agosto del 1499, fu accolto regalmente – molto solennemente. Da allora, i viaggi per i beni indiani sono diventati regolari e il famoso navigatore stesso è andato lì più di una volta. Inoltre, altri hanno iniziato a credere che fosse possibile arrivare in Australia in questo modo. In India, il marittimo non era più un semplice ospite, ma ricevette il titolo e colonizzò alcune terre. Ad esempio, la famosa località di Goa rimase una colonia portoghese fino alla metà del 20 ° secolo..

Via del mare Vasco da Gama

Percorso sulla mappa

Se esplori il viaggio di Vasco da Gama sulla mappa, puoi vedere tutte le sue fermate sulla strada per l’India, che erano molte in Africa e nei paesi arabi. Non è stato facile per tutti i partecipanti alla spedizione: qualcuno era malato, alcuni erano affamati, le navi avevano costantemente bisogno di riparazioni. Le soste sono durate diversi giorni e la squadra ogni volta è diventata sempre più piccola. Di conseguenza, su 170 membri dell’equipaggio ne sono tornati solo 55. A quel tempo era molto buono, inoltre, le merci provenienti dall’India hanno generato entrate 60 volte più di quanto è stato speso per l’intera spedizione.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Cosa ha scoperto Vasco da Gama: la rotta marittima del viaggiatore
Riparazione e restauro di parquet fai-da-te