Scarpe da punta – scarpe da balletto

Il contenuto dell’articolo



È difficile immaginare una ballerina senza punti sul palco. Queste scarpe speciali aiutano a raggiungere l’eccellenza nella tecnica delle dita, la sezione principale dello studio della danza classica femminile. Le scarpe da balletto sono diventate un attributo integrale, consentendo allo spettatore di percepire l’azione sul palco come qualcosa di soprannaturale, sublime, insolito per una persona semplice.

Cosa sono le scarpe da punta

Scarpe professionali altamente specializzate, che dal suo aspetto hanno facilitato notevolmente la vita delle ballerine – scarpe da punta. Tradotto dal francese, questo termine significa “punto”, “punta delle dita”. Altri nomi di prodotti: pioli, caschi, scarpe con punta. Le scarpette da ballo dovrebbero idealmente sedersi sul piede, poiché i ballerini in esse trascorrono gran parte della loro vita professionale. I primer principianti possono usare cechi o ballerine di cotone con soletta e fondo rinforzati. Queste sono opzioni di allenamento giornaliere economiche..

Storia

L’espressione francese sur les pointes significa ballare a portata di mano. Un tempo, le ballerine salivano sul palco a piedi nudi o eseguivano una danza, in piedi sulle loro dita. Di conseguenza, il piede è stato sottoposto a stress eccessivo, che ha portato a lesioni, distorsioni, lussazioni. Questo metodo è stato sostituito dall’idea di creare scarpe di supporto speciali..

La prima ballerina ad entrare sul palco con le scarpe da punta è stata Maria Taglioni. Copie di prova dei prodotti furono inventate da suo padre Philippe Taglioni all’inizio del XIX secolo in Italia. Quindi le scarpe da ballo hanno iniziato a essere modificate, modificate, sperimentando il materiale. Per rigidità, un sughero è stato posizionato in punta di scarpe ordinarie, ma questo metodo ha ferito ancora di più le gambe. Quindi hanno iniziato a utilizzare tessuto morbido o lana incorporato, che ha ridotto il carico sul piede. Tali scarpe non mantennero la loro forma, si deteriorarono rapidamente, ma aiutarono la ballerina a rialzarsi più facilmente con le scarpe da punta..

I produttori hanno continuato a proporre nuovi design, fodere, solette extra. Hanno provato a usare il gesso anziché la colla, ma era difficile allungare tali scarpe. Quindi entrarono in uso sandali in pelle con cinturini attaccati al piede. Ora le scarpe da punta ballerine sono realizzate manualmente o meccanicamente. Famosi produttori: Grishko (azienda russa) e Gaynor Minden (azienda americana).

Scarpe da punta

Di cosa sono fatti?

Fare scarpe da punta è un’arte intera. Le scarpette da ballo sono costituite da 54 elementi collegati e perfettamente aderenti al piede. La parte superiore è realizzata in calicò o raso di colore color carne, che crea l’illusione dell’unità delle gambe e delle scarpe. L’atlante non forma bagliori dalla luce dei proiettori. Il calico grosso preserva la salute delle gambe della ballerina, assorbendo l’umidità e prevenendo la formazione di funghi: dopo le prestazioni e l’allenamento, le gambe dei ballerini diventano completamente bagnate.

La struttura delle scarpe per il balletto:

  • scatola (vetro) – una copertina rigida all’interno della scarpa, composta da 6 strati di tessuto e tela incollati secondo il principio della cartapesta;
  • Ali
  • cravatte a nastro – una parte obbligatoria delle scarpe da punta, che, secondo la tradizione, la ballerina cuce da sola;
  • vamp – Parte superiore a forma di V, a cui sono cuciti due dorsi;
  • pieghe;
  • una suola in vera pelle (pelle scamosciata), che aiuta la ballerina a non scivolare;
  • cucitura posteriore e centrale;
  • pezzo a cinque copeck – una parte anteriore rigida di scarpette da ballo che aiuta la ballerina a stare in piedi su scarpe da punta;
  • solette in cartone rigido con l’aggiunta di plastica con diversi gradi di durezza: S (morbido), M (medio), H (duro), SS (super morbido), SH (super duro).

Scarpe da balletto

Come scarpe da punta

Realizzare scarpe da balletto è la tecnologia più complessa nella produzione di scarpe. Tutto dovrebbe essere pensato qui nei minimi dettagli e selezionato individualmente: il grado di apertura, rigidità, completezza, elevazione. In Russia, le ballerine sono realizzate solo a mano, in Europa – meccanicamente. I professionisti per turno raccolgono fino a 12 paia di scarpe da punta. Un blocco di plastica viene utilizzato nel lavoro (era in legno).

Tecnologia per la produzione di ballerine:

  1. Il piano è composto da 3 strati di raso, tagliato con un timbro meccanico.
  2. Fodera naturale per ogni dettaglio, che protegge le gambe della ballerina dall’irritazione..
  3. Due parti posteriori in raso sono cucite nella parte superiore (vamp), rinforzando la cucitura con un nastro di materiale artificiale.
  4. Per ottenere il bordo, il nastro viene piegato a metà attorno al pizzo usando una macchina.
  5. Cucirlo intorno al perimetro delle punte, che aiuta a stringere la scarpa saldamente sul piede.
  6. Per controllare le dimensioni, un top in raso viene messo su un blocco pre-preparato (realizzato individualmente per ogni ballerina). La deviazione dell’altezza della tomaia non è consentita per più di 3 mm, altrimenti le scarpe si schiantano contro il piede.
  7. La fodera è incollata alla soletta.
  8. Un pezzo di tessuto rivestito di resina viene impregnato e posizionato sopra il “vetro” per formare una scatola.
  9. I pezzi di stuoia sono incollati e posizionati su uno strato di cotone. La colla è fatta su una base di gomma-plastica da acqua, farina, amido, resina. Questa composizione offre la flessibilità necessaria.
  10. Un altro strato di cotone naturale è incollato sulla scatola risultante.
  11. La struttura è avvolta in cellophane, pressata sul marmo (in modo che il nichel diventi uniforme e piatto) e lasciato asciugare.
  12. Il rivestimento è incollato al “vetro”, l’eccesso viene tagliato.
  13. Il raso è incollato sulla fodera, creando piccole pieghe.
  14. La soletta interna sul retro e la suola sono ricoperte di colla vinilica, lasciate asciugare per un giorno.
  15. Le parti vengono riscaldate nel forno a una certa temperatura, a seguito della quale viene attivata la colla essiccata.
  16. La suola è fissa e la scarpa viene posizionata sotto la pressa per 15 secondi (per incollaggi forti).

Scarpe da balletto

Usando scarpe da punta

L’intensità del carico determina per quanto tempo verranno utilizzate le scarpette da ballo. Per una performance, il ballerino può cambiare più coppie, mentre per una certa tecnica di performance è richiesto l’uso di scarpe diverse. Prima dello spettacolo, la ballerina fa tutti i tipi di manipolazioni per preparare le sue scarpe da balletto:

  • impasta una scatola dura con un martello;
  • taglia un cerotto e lo avvolge con il filo, lo uncinetto o stacca un pezzo di stoffa;
  • all’interno, sul lato del tallone, effettua un trasporto ad anello, che preme strettamente le scarpe al piede;
  • indossa scarpe;
  • taglia la soletta con un coltello o una grattugia;
  • cuce su elastici;
  • strofina una toppa e la suola delle scarpe da punta con colofonia.

Quanto costano le scarpe da punta

Le ballerine sono selezionate individualmente. Allo stesso tempo, la bellezza e l’originalità del design non sono i parametri più importanti. Innanzitutto, presta attenzione alla rigidità della soletta, della scatola, della chiusura, della completezza, della dimensione del tallone, della scollatura. I modelli più popolari sono prodotti da Sansha, Grishko, Russian Ballet, R-class, Bloch. Se sei interessato a dove acquistare scarpe da punta, contatta i negozi ufficiali dei produttori o ordina online dai rivenditori. Il costo di alcuni modelli a Mosca:

Titolo

Caratteristica

fabbricante

Prezzo, rubli

GRISHKO-2007 PRO-FLEX

Silenzioso, satinato, con design FLEX per una facile transizione dalle mezze dita alle dita.

GRISHKO

2000

MAYA-I

Modello flessibile e leggero, adatto a tutti i tipi di piedi. Consigliato per ballerini professionisti e studenti delle scuole superiori.

GRISHKO

1950

UN.

DREAMPOINTE

Scarpe da punta high-tech con soletta ortopedica e morbido pad in nichel.

GRISHKO

2900

Soprano

Scarpa classica, scollo tondo. Adatto ai principianti.

Sansha

1200

Legende

Il blocco più comodo, scollo tondo, suola separata, soletta ?.

Sansha

2990

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

Scarpe da punta – scarpe da balletto
Nastri da ricamo per principianti passo dopo passo con motivi e video