Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell’alimentazione elettrica

Sezioni dell’articolo



Una cucina moderna è molto impegnativa per l’alimentazione elettrica, quindi, quando si elabora un piano per la sua elettrificazione, è necessario tenere conto di tutte le caratteristiche importanti che distinguono questa stanza dalle altre stanze.

Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell'alimentazione elettrica

A prima vista, può sembrare che la cucina non superi di molto le altre stanze nel suo consumo di energia, ma se prendiamo una calcolatrice e calcoliamo tutti i poteri che ha, vedremo una preponderanza chiara. Pertanto, è necessario prestare particolare attenzione alla sicurezza elettrica della cucina, a partire dalla fase di scelta del cablaggio.

Inoltre, se in altre stanze le prese e un interruttore sono installati principalmente a un’altezza standard dal pavimento, quindi qui è necessario tenere conto della disposizione dei mobili e dei consumatori elettrici. È inoltre necessario distinguere tra le diverse categorie di consumatori, poiché i requisiti per la sezione del filo e la corrente massima per la quale è progettata la presa dipendono da questi. La cucina appartiene a locali umidi, pertanto è necessario prestare particolare attenzione alla protezione contro le scosse elettriche.

Calcolo della capacità e selezione del cablaggio

Uno dei passaggi principali nella progettazione della cucina è determinare il potere progettuale. Il normale funzionamento di tutta la cucina dipenderà da come viene calcolato correttamente. Per fare ciò, è necessario determinare i principali consumatori che verranno installati. Di solito il carico principale cade su una stufa elettrica, frigorifero, bollitore, forno a microonde, lavastoviglie. L’elenco di ulteriori elettrodomestici è infinito. Il valore del consumo di energia è riportato nel manuale elettrico.

Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell'alimentazione elettrica

Quando si installa il cablaggio in cucina, viene utilizzato un cavo a tre conduttori (ad eccezione del cablaggio per l’illuminazione). Ecco alcuni esempi di sezioni adatte per diversi tipi di attrezzature da cucina:

  • stufa elettrica – non meno di 4 mm2
  • forno elettrico – non inferiore a 2,5 mm2
  • illuminazione – 1,5 mm2
  • bollitore e lavastoviglie – oltre 2,5 mm2

Per quegli apparecchi elettrici che non figurano nell’elenco, la scelta della sezione del filo viene effettuata in base a una sezione del conduttore in rame da 1 kW per 1,57 mm2. Se il cablaggio verrà posato a parete, è meglio prendere un cavo a doppio isolamento (per proteggere da umidità, sbalzi di temperatura, ecc.).

Pannello elettrico

Si consiglia di dividere tutti i cavi in ​​cucina nei seguenti gruppi:

  • illuminazione
  • elettrodomestici a bassa potenza
  • apparecchi elettrici di potenza
  • allarme, illuminazione di emergenza

Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell'alimentazione elettrica

Per fare ciò, è consigliabile installare uno scudo separato in cucina, da cui verranno alimentate tutte le prese. Un’alternativa al quadro elettrico può essere una scatola di giunzione, in cui saranno collegate tutte le linee di uscita e illuminazione. Tuttavia, in questo caso, sarà impossibile disconnettere ciascuna linea separatamente e la loro protezione sarà comune. Nel caso in cui si verifichi un guasto da qualche parte, dovrai spegnere completamente l’elettricità, il che è abbastanza scomodo.

Nel quadro elettrico è installato un interruttore in grado di resistere alla corrente nominale della cucina. Alimenta le macchine con un valore di corrente nominale inferiore a cui sono collegati i gruppi di prese. Si consiglia di mettere una macchina separata sul fornello elettrico. Per il circuito di illuminazione, a causa del basso consumo di energia elettrica, sarà sufficiente una macchina automatica con un valore nominale di 6 A..

La cucina appartiene a stanze con alta umidità. Data questa funzione, invece di una macchina convenzionale, è possibile mettere un interruttore differenziale per 10-30 A, che, in caso di guasto nell’isolamento di un apparecchio elettrico, proteggerà una persona dalle scosse elettriche.

Interruttori e prese

Dopo aver calcolato il numero richiesto di punti vendita per la cucina, è necessario installarli correttamente. Tutte le prese della cucina devono essere classificate per almeno 16 A e avere un contatto di messa a terra. Per la sicurezza antincendio in cucina, si consiglia di prendere prese con una base in ceramica. Affinché la presa duri il più a lungo possibile, le lamelle devono essere caricate a molla e nichelate. Lo stesso vale per gli interruttori automatici, tranne per il fatto che la corrente nominale può essere inferiore..

Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell'alimentazione elettrica

Secondo gli standard, l’altezza di installazione della presa è di 30–40 mm dal pavimento. L’interruttore è installato vicino alla porta principale ad un’altezza di 80–90 cm dal pavimento e 10–15 cm dalla porta. Quando si installa la linea di illuminazione, è necessario prestare attenzione al fatto che l’interruttore deve aprire il filo di fase. Questo viene fatto in modo che non vi sia tensione sui contatti nella cartuccia nello stato spento..

Affinché non ci siano fili lunghi in cucina e il carico su di essi sia minimo, le prese sono posizionate il più vicino possibile ai consumatori domestici. Inoltre, quando si installa la presa, è importante tenere conto della posizione dell’unità da cucina stessa, in modo che non limiti l’accesso ad essi..

Se sorge la domanda nel numero di punti vendita, tieni presente che è meglio averne un paio in più piuttosto che perderli. Idealmente, ogni doppia presa viene installata ogni 1,5-2 metri. Le prese di ricambio possono essere posizionate su sezioni del muro che saranno coperte da mobili.

Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell'alimentazione elettrica

Per la ventilazione, viene realizzata anche una presa separata, che viene installata ad un’altezza di 5–6 cm dalla parte superiore dell’armadio da cucina e 15-20 cm dalla cappa stessa. Non deve essere bloccato dal condotto di ventilazione..

Dove non dovrebbero essere posizionate le prese? Le prese non devono essere installate dietro apparecchi integrati nei mobili della cucina, dietro cassetti. In nessun caso le prese devono essere installate sopra la stufa o il lavandino.!

segnalazione

Considerando che non esiste nulla di eterno nella nostra vita, compresi i gasdotti e l’acqua, la questione dell’installazione di sensori di gas e perdite d’acqua in cucina è urgente. Sono alimentati dalla rete (220 V), in questo caso, non dimenticare di fornire una presa separata o da batterie (12 V). Gli allarmi più costosi possono utilizzare la comunicazione cellulare per informare il proprietario di un incidente in casa. Meglio spendere soldi, ma per proteggere te stesso e le altre persone dagli incidenti.

A cosa prestare particolare attenzione

Si prega di notare che un cablaggio improprio può essere pericoloso non solo per gli elettrodomestici, ma anche per i propri cari. L’installazione dei collegamenti elettrici in cucina deve essere eseguita secondo il piano sviluppato in precedenza. Si basa su due principi: sicurezza elettrica e praticità d’uso..

Lavori di installazione in cucina, tenendo conto dei requisiti dell'alimentazione elettrica

Per quanto riguarda la messa a terra di protezione, è vietato posarlo con un filo separato e combinarlo con un filo di lavoro neutro proveniente da linee diverse. Il filo di terra deve essere continuo per tutta la sua lunghezza fino alle prese..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy