Tende verticali

Secondo la tradizione, lo stress nelle parole della lingua francese è posto sull’ultima sillaba. La parola gelosia (persiane, tende fatte di piastre parallele) non fa eccezione. Mi vergogno di ammettere, ma ho sempre pronunciato “jAlusi” senza ombra di dubbio, con un’enfasi sulla prima sillaba. Ma il punto, ovviamente, non è l’accento. Alla fine, questa non è la cosa più importante. La cosa principale è capire: come sceglierli correttamente? Il dizionario enciclopedico dice: “I ciechi sono appesi per proteggere dalla luce solare, dalle precipitazioni, dalla polvere, per regolare i flussi di aria o di calore”.

Essendo apparso qui non molto tempo fa, questo tipo di “sipario” è riuscito ad ottenere un’enorme popolarità. Inoltre, i ciechi hanno molte più possibilità rispetto alle normali tende e tulle. Dopotutto, le tende sottili non proteggono dal sole, ma quelle pesanti e dense bloccano l’accesso dell’aria e creano l’oscurità della stanza. E i bui forniscono un’illuminazione uniforme. Un mio amico lamenta sempre che su una piccola terrazza di campagna, tutte le cui finestre sono appese con barriere fotoelettriche, a ogni raffica di vento il tessuto si alza e si sforza di avvolgere la testa o entrare in una scodella di zuppa.

Quindi, tutti questi problemi non esisterebbero se ci fossero persiane alle finestre. O, per esempio, prendi la cucina. Gasmen e pompieri consigliano vivamente di non appendere tende vicino alla stufa: Dio non voglia, prenderanno fuoco! Ma cosa succede se acquisti tende per la cucina? Secondo me, questa è la via d’uscita. Solo una domanda: quale è meglio?

Quali sono?


Schema delle tende verticali

Come ho scoperto, ci sono tende a rullo verticali, orizzontali (tende a rullo) e protettive (tapparelle).

L’elemento principale di tutte le tende (ad eccezione delle tende a rullo) sono le lamelle, cioè le strisce di materiale (tessuto, plastica, metallo, legno). Sulle tende verticali si trovano in verticale, in orizzontale, rispettivamente in orizzontale. Le lamelle delle tapparelle di protezione sono collegate in un foglio continuo avvolto su un albero. Le tende a rullo sono realizzate secondo lo stesso principio, solo da un singolo pezzo di tessuto o piccole doghe di legno.

Riflettendo, ho deciso: mi piacciono di più le tende verticali. Come funzionano?

Le tende verticali sono costituite dalle seguenti “parti” principali: grondaia, guide, pesi, catena di collegamento, catena di controllo e corde di controllo.

Cornice – la parte del cuscinetto a cui sono fissate le lamelle. Di solito è realizzato in alluminio. Raramente, ma ci sono aste di plastica per tende. Non consiglio di acquistarli: possono piegarsi sotto il peso delle lamelle e le parti rotanti all’interno deformeranno la plastica nel tempo. Di conseguenza, il meccanismo si incepperà.

Runners – dispositivi che, da un lato, si aggrappano al cornicione e si muovono lungo di esso, e dall’altro, le lamelle sono sospese da essi. Il buon funzionamento del meccanismo delle tende verticali dipende principalmente dalla qualità dei corridori. Per quanto ho potuto scoprire, i corridori sono fatti solo di plastica. Ma i corridori non sono gli stessi. Anche una piccola sbavatura può interrompere il movimento regolare delle lamelle, e quindi i bui si inceppano costantemente, si muovono con grande difficoltà e molto presto potrebbero rompersi. Quindi, quando effettui un ordine presso l’azienda, chiedi con parzialità al venditore da dove provengono i corridori e altri dettagli dei bui.

pesi – sono inseriti nella parte inferiore delle lamelle in modo che non oscillino dal vento e si appendano uniformemente.


I componenti principali delle tende verticali: cornicione con catena e corda di controllo e doghe in tessuto

Catena di collegamento – come suggerisce il nome, collega le stecche nella parte inferiore. Di norma, le doghe in tessuto sono collegate da una catena di plastica attraverso la quale viene infilata una lenza. I produttori assicurano che queste catene sono molto forti. Ma questo, ovviamente, non significa che debbano essere tirati senza pietà. Certo, preferisco le “catene” metalliche (se non altro perché lo sporco non è così evidente su di esse e in generale sono in qualche modo più affidabili). Ma sono principalmente dotati di tapparelle in plastica e metallo. Inoltre, il metallo rende la struttura più pesante e più costosa..

Lo stesso vale per la catena di controllo, che pende dal lato del cornicione e ruota le lamelle di 180 °. Queste catene sono anche principalmente di plastica (anche se in passato erano fatte di metallo).

C’è anche una corda di controllo: viene utilizzata per spostare e spostare le stecche.

Un gran numero di aziende è impegnata nella produzione di componenti per tende, dal bielorusso, polacco, coreano e termina con israeliano, tedesco e olandese. I prodotti israeliani e olandesi godono di una buona reputazione. Anche se il suo prezzo, ovviamente, è più alto. Ma non è un peccato pagare per la qualità. Pertanto, quando ordini i ciechi, chiedi dove sono realizzati i componenti e non adularti con prezzi economici: una persona avara paga due volte. Ma, come mi hanno spiegato, la qualità delle tende dipende solo dal 50% dalla qualità delle parti e dal 50% – dalla coscienza dell’azienda che assembla il meccanismo.

Facciamo i calcoli


Puoi aprire e chiudere i bui usando il telecomando

Quanto costano in media le tende verticali? Ad esempio, tessuto. Prendiamo una finestra statica media alta 1,8 me larga 1,5 m. Diciamo che abbiamo deciso di appendere le tende non all’interno dell’apertura della finestra, ma come normali tende, fissandole sul muro sopra la finestra. Ciò significa che è necessario aggiungere altri 15 cm alla larghezza e all’altezza in modo che superino il bordo della finestra. Poi:

  • la larghezza del prodotto sarà 1,5 + 2 x 0,15 = 1,8 m;
  • altezza del prodotto – 1,8 + 2 x 0,15 = 2,1 m;
  • area totale del prodotto – 1,8 x 2,1 = 3,78 metri quadrati.
  • Scegliendo tende in tessuto ad un prezzo medio di $ 15 al metro quadrato, otteniamo 15 x 3,78 = $ 56,7.

    Il lavoro di un installatore costa in media il 10-15% del prezzo totale dei bui, vale a dire nel nostro caso circa $ 7. Tuttavia, esiste anche un limite di prezzo inferiore per l’installazione. Qualunque sia la piccola finestra che hai e il materiale lamellare più economico, ti verranno comunque addebitati almeno 150-200 rubli.

    Totale: il costo totale dei bui insieme all’installazione – 56,7 + 7 = 63,7 $.

    I servizi di misurazione sono generalmente gratuiti. Ma se appendi i ciechi da solo, la società offre una garanzia solo per il prodotto. E se le tende sono state installate da un maestro, il periodo di garanzia si applica sia alle tende che all’installazione.

    Materiale lamellare

    Le lamelle delle tende verticali sono disponibili in due dimensioni: “europea” – 127 mm di larghezza – e “americana” – 89 mm.

    Il nostro consiglio: per grandi finestre e come divisori interni, è meglio usare persiane con doghe larghe, per piccole aperture – con strette.

    Di solito le doghe delle tende verticali sono realizzate in tessuto o plastica, meno spesso – in legno o alluminio..

    Tende in tessuto


    Il tessuto della lamella è diverso per densità, colore, consistenza.
    Foto: campioni di tessuti con trama jacquard

    Nel nostro paese, le tende in tessuto sono le più popolari. Apparentemente, è una questione di abitudine e amore per tutti i tipi di tende e tende. Le doghe in tessuto sono diverse per densità, colore, trama, ma molto spesso sono realizzate in poliestere – un materiale resistente che praticamente non si sbiadisce al sole ed è facile da pulire.

    Ad aderenti a tutto il naturale si possono consigliare doghe realizzate con tessuti di cotone. Tieni presente che dopo diverse pulizie, l’impregnazione si staccherà gradualmente da esse e il tessuto potrebbe agganciarsi..

    I tessuti lamellari presentati nel nostro mercato sono prodotti in Francia, Belgio, Spagna, Stati Uniti, Inghilterra, Polonia, Cina, Ucraina e Bielorussia. Naturalmente, i tessuti domestici sono più economici di quelli importati. Ma ci sono stati momenti in cui venditori senza scrupoli hanno distribuito tessuti cinesi a basso costo per costosi francesi. Per evitare tale frode, ti consiglio di trattare solo con aziende ben note che lavorano sul mercato da molto tempo e che si assumeranno tutti gli obblighi del servizio di garanzia..

    Quando fai una scelta tra materiali non tessuti non costosi ($ 8-10 / mq.) O squisiti tessuti jacquard con intrecci complessi ($ 20-40 / mq.), Devi prestare attenzione alla densità del materiale.

    Il nostro consiglio. Maggiore è la densità del tessuto, più a lungo la lamella manterrà la sua presentazione: non si deforma, non si deforma, non si allunga.

    Sebbene maggiore sia la densità, maggiore è il prezzo, naturalmente. Il materiale non tessuto è più economico di quello tessuto, ma non tollera bene l’umidità e si sporca più velocemente. Va tenuto presente che i tessuti stampati sono più economici, ma sbiadiscono più velocemente al sole. Se il motivo è tessuto in tessuto (opzione jacquard), è più resistente.

    Laddove vi sono requisiti crescenti per la sicurezza antincendio (ad esempio in cucina), è meglio appendere le tende in vetroresina, che non brucia nel fuoco, ma come se fosse al forno, non fuma e non emette sostanze nocive. La vetroresina non ha bisogno di essere trattata con impregnazioni repellenti alla polvere, a differenza dei tessuti ordinari, che nella fase di produzione sono necessariamente coperti con composti antistatici e resistenti all’umidità (questo, tuttavia, non si applica ai materiali più economici – $ 5 / m2 ciascuno).

    Tende di plastica

    Il vantaggio principale delle tende in plastica: non si piegano “per far dispetto ai venti” e mantengono bene la loro forma, a differenza delle tende in tessuto. Ma gli svantaggi delle tende in plastica dipendono direttamente dal prezzo. I più economici (a $ 14 al metro quadrato) sono piuttosto fragili e non troppo resistenti alle temperature estreme: sotto i raggi luminosi del sole, si riscaldano e iniziano a ingiallire. I ciechi di plastica di buona qualità sono privi di questi inconvenienti, ma costano da $ 20 / sq.m. Di solito vengono acquistati negli uffici e a casa vengono appesi in cucina o su logge vetrate. Queste tende sono eccellenti per la pulizia e non accumulano elettricità statica..

    Persiane in legno

    Questo è un piacere piuttosto costoso ($ 66-130 al mq). Ma hanno anche molti vantaggi: il materiale è naturale, ecologico, resistente. Di norma, questi sono legni leggeri durevoli (tiglio canadese, sughero), elaborati utilizzando una tecnologia speciale. La lamella verticale di persiane in legno è costituita da molte sottili strisce di legno, collegate da fili in una tela. È molto facile prendersi cura di questi ciechi: basta aspirare.

    Tende in metallo

    Sono piuttosto rari in vendita: sono utilizzati principalmente in impianti di produzione. Queste tende sono facili da mantenere, non esposte alla luce solare e sono ricoperte di smalto resistente al calore. È vero, dicono che anche con un leggero vento, tuonano (rumore). E questo, vedi, non piacerà a tutti. Prezzo: circa $ 30 al metro quadrato con una larghezza della lamella di 89 mm.

    Cosa considerare al momento dell’acquisto?


    Opzioni di montaggio per tende:
    fuori dall’apertura della finestra (a sinistra)
    e all’interno dell’apertura della finestra (a destra)

    Prima di acquistare tende in genere e tende verticali in particolare, devi decidere come appenderle. Esistono diverse opzioni.

    Opzione 1: le tende sono fissate all’apertura della finestra.

    In questo caso, la stanza sembra essere più grande, ma il davanzale della finestra sarà occupato da doghe e i tuoi fiori preferiti dovranno essere spostati in un altro posto – dopo tutto, le doghe dovrebbero girare liberamente.

    Opzione due: i blind sono sovrapposti.

    Molto spesso – al muro sopra la finestra (come una cornice per tende ordinarie) o al soffitto.

    Quindi l’apertura della finestra è completamente chiusa e i fiori sulla finestra possono essere lasciati.

    In ogni caso, prima di acquistare, ti consigliamo di controllare attentamente se i vasi di fiori (e altri “oggetti estranei” sui davanzali delle finestre) interferiranno con l’apertura e la chiusura delle tende e la rotazione delle lamelle (davanzale, batterie, ecc.).

    E inoltre. La cosa più importante è quando si ordinano tende, calcolare correttamente le loro cosiddette dimensioni complessive. Come farlo?

    Il primo. Se si decide di appendere le persiane all’interno dell’apertura della finestra, sottrarre due centimetri dall’altezza di apertura in modo che le lamelle non si trovino sul davanzale della finestra.
    Secondo. Se vuoi fissare le tende al muro sopra la finestra, è meglio che siano leggermente più larghe e che superino il bordo della finestra di quindici centimetri.
    Terzo. La distanza tra il pavimento e le tende dovrebbe essere di almeno 5 cm E un’altra domanda importante che deve essere decisa prima di effettuare un ordine: in quale direzione si apriranno e chiuderanno le tende? Esistono quattro opzioni per il movimento delle lamelle quando si chiudono le tende:


    1. le lamelle si muovono nella direzione opposta alla fune di controllo;
    2. le lamelle si muovono verso la fune di controllo;
    3. le lamelle si allontanano in entrambe le direzioni dal centro;
    4.Lamels si spostano verso il centro.

    E tieni a mente: la scelta giusta è dettata non solo dai tuoi gusti e preferenze, ma anche dalla “necessità di produzione”. Ad esempio, assicurarsi di prestare attenzione al fatto che le lamelle assemblate interferiranno quando si desidera aprire la finestra..

    Bene, queste raccomandazioni sono forse la cosa più importante per scegliere le tende verticali giuste. Dopo aver deciso le dimensioni, le opzioni di installazione e apertura, è possibile ordinare. I tempi di consegna dipendono dal volume e dalla complessità del lavoro. Ma in media ci vuole un giorno..

    Errori comuni nell’ordinare i bui

    Alexander Kalashnikov, vicedirettore generale di Osvald:

    – L’errore più comune, o meglio la negligenza, è quando le persone confondono la larghezza con l’altezza. Questo succede se una persona prende le misure da sola. E sebbene il nostro modulo d’ordine reciti in bianco e nero: larghezza ___, lunghezza ___, i clienti riescono comunque a inserire la larghezza anziché la lunghezza e viceversa. Solo quando torna a casa e attacca persiane già pronte alla finestra, l’acquirente si rende conto di essersi sbagliato e torna da noi. Se qualcosa può essere riparato, lo facciamo sicuramente. Ad esempio, aggiungiamo diverse lamelle e il cliente paga di più per loro. Se nulla può essere risolto, devi evadere nuovamente l’ordine e, ovviamente, pagare di nuovo. Quindi fai molta attenzione quando compili i documenti..

    Un altro errore piuttosto “popolare”: una persona vuole appendere le persiane all’interno dell’apertura della finestra, ma dimentica di sottrarre 1,5 – 2 cm dall’altezza di apertura. Di conseguenza, la cornice non viene semplicemente inclusa lì e l’alterazione comporta ulteriori difficoltà e costi.

    Pertanto, ti consigliamo di non rifiutare una visita specialistica a casa tua. Un professionista rimuoverà con competenza le dimensioni, ti dirà quali tende sono le migliori da scegliere, quindi le installerà. In questo caso, è pienamente responsabile del suo lavoro durante l’intero periodo di garanzia e lo accetti solo.

    Cura dei ciechi


    Maggiore è la densità del tessuto, più a lungo la lamella manterrà il suo aspetto: non si deformerà, non si allungherà

    Come mantenere i bui “in forma”? Come farli durare a lungo e apparire perfetti? Il modo più semplice è mantenere tende in plastica e metallo. Basta pulirli periodicamente con un panno umido imbevuto di acqua o polvere e sapone e il metallo può anche essere strofinato con un pennello. Le tende di legno vengono pulite con uno straccio e pulite con un aspirapolvere. I fili che tengono insieme le parti in legno sono trattati con polvere e impregnazione idrorepellente, quindi non si preoccupano nemmeno di pulire con un aspirapolvere di lavaggio. Solo il lavaggio a secco è adatto per tende in tessuto di vetro.

    Le tende in tessuto sono le più difficili da curare. Ma inevitabilmente dopo circa un anno (tutto dipende dalla qualità dell’impregnazione e da dove pendono) dovranno essere puliti. Se decidi di metterti al lavoro da solo, la bandiera è nelle tue mani. Innanzitutto è necessario rimuovere la catena inferiore e rimuovere i pesi, quindi rimuovere le lamelle dalle guide. Questa procedura è simile alla rimozione delle tende dai ganci. Ogni lamella viene arrotolata in un rotolo (per mantenere meglio la sua forma, è possibile legare la lamella in una garza) e immersa in acqua saponata o acqua con polvere. Non strofinare le lamelle in nessun caso, ma lasciarle semplicemente sdraiate. Dopo che lo sporco è sparito, le lamelle vengono rimosse e appese in posizione mentre sono ancora bagnate. Sotto il loro peso e il peso dei pesi, si raddrizzano e si seccano. Se il tessuto non è di altissima qualità, sottile, dopo una tale procedura può allungarsi lungo i bordi e perdere la sua forma. Pertanto, al momento dell’acquisto di tende in tessuto, non si dovrebbe inseguire economicità..

    Una ditta mi ha raccontato questa storia. Quando stavano appena iniziando a lavorare, una signora venne da loro e comprò tende di tessuto leggero e sottile. Senza esitazione, i venditori le hanno consigliato di lavarli quando si sporcano. Un anno dopo, ha rimosso le stecche dal cornicione e, senza rimuovere i pesi e altre parti in plastica, lo ha lavato in lavatrice. Dopo una tale procedura barbara, era solo doloroso guardare le lamelle: erano deformate e perdevano completamente la loro forma. Ora un campione di ogni lamella di tessuto viene lavato sperimentalmente a mano, asciugato e guardato dai dipendenti dell’azienda. Per sapere esattamente come sarà dopo il lavaggio.

    Tuttavia, questa procedura mi è sembrata molto complicata e richiede molto tempo. Ho ragionato in questo modo: se le tende in tessuto sono così popolari, allora devono sicuramente esserci aziende che le puliscono professionalmente. Ho dovuto sedermi al telefono. Quasi ovunque ho chiamato, hanno sentito qualcosa su queste compagnie. Mi hanno detto: sì, ci sono davvero aziende del genere e alcuni clienti hanno persino usato i loro servizi, ma nessuno poteva nominare numeri di telefono o indirizzi. Eppure sono stato fortunato. Ho trovato. Due ditte. È vero, nel primo hanno immediatamente avvertito che stavano pulendo i ciechi su scala industriale. Se l’area dei ciechi nel tuo ufficio è di oltre 30 metri quadrati, allora una squadra di artigiani galanti con prodotti chimici e attrezzature speciali verrà da te e pulirà rapidamente tutto. Il costo di questo servizio è di 40 rubli al metro quadrato. La seconda società esegue singoli ordini. Durante una chiamata, arriva una persona, rimuove i bui, li porta via e li restituisce puliti due giorni dopo. Prezzo: $ 2 al mq Questa opzione mi è piaciuta di più. Almeno non devi respirare cose cattive. Ma ahimè, un’amara delusione mi ha sorpreso. Si è scoperto che l’area minima del tessuto che un’azienda si impegnerà a pulire non è inferiore a 25 metri quadrati! Naturalmente, la mia area della finestra è molto più piccola. Come essere? Come mi hanno accennato, c’è una via d’uscita. Paghi $ 50 – e puliranno almeno 1 metro per te. Quindi decidi cosa preferisci: fai il bucato da solo o parte con cinquanta dollari.

    Il bene non è mai economico

    Di norma, le parti componenti delle tende sono realizzate in plastica. Ad eccezione delle aste per tende (che sono principalmente in alluminio), l’interno dei pesi e la catena inferiore per tende in plastica e metallo.

    La qualità delle parti è diversa per le diverse aziende e il funzionamento dell’intero meccanismo dipende in gran parte da esso. Insieme a società straniere che si sono specializzate nella produzione di componenti per tende per molti anni, sono apparse molte aziende nazionali che hanno stabilito la propria produzione. Dopotutto, è abbastanza semplice realizzare elementi in plastica stampati e il prezzo è molto più basso di quello di quelli importati. Ma ahimè, la qualità è spesso scarsa..

    Come capire se un buon meccanismo ti è stato fornito o no? È indispensabile controllare come “si comportano” i bui al momento della consegna dell’ordine finito. Se le parti sono di alta qualità, i corridori non scricchiolano o si inceppano durante la rotazione, le lamelle si aprono e si chiudono senza problemi. Più è liscio, più durano i bui. Se qualcosa non ti soddisfa, assicurati di dirlo al maestro. È obbligato a correggere il difetto sul posto, se possibile, o a rifare il tuo ordine.

    Tuttavia, è difficile per un profano capire se sono stati installati buoni dettagli nei bui. Pertanto, per una maggiore sicurezza, ti consigliamo di effettuare un ordine in una società ben nota che si è dimostrata valida. Tali aziende lavorano con fornitori affidabili di tessuti e componenti. E i loro specialisti ti serviranno durante l’intero periodo di garanzia. A proposito, è diverso per diverse aziende – da sei mesi a 18 mesi.

    Consigli utili


    La posizione delle lamelle quando si chiudono e si aprono le tende. Con l’opzione “corretta”, la lamella dovrebbe essere perpendicolare alla finestra

    Prima di spostare le doghe, devono essere ruotate perpendicolarmente alla finestra. In caso contrario, il meccanismo fallirà molto più velocemente..

    Scopri il costo dei bui presso l’azienda, assicurati di chiedere cosa include. È molto probabile che il prezzo basso sia solo il prezzo delle lamelle stesse e non un set completo di componenti (cornicione, guide, pesi, controlli). Quindi devi pagare per tutto il resto separatamente..

    Se succede qualcosa ai ciechi (non si chiudono, le lamelle non girano o non si attaccano), non tentare di riparare da soli il malfunzionamento, non tirare con forza la fune di controllo. Meglio chiamare la compagnia in cui hai comprato i bui. Ti diranno sicuramente cosa fare. Meno si avvia la situazione, più è facile risolverla..

    Quando si sceglie il materiale dei ciechi, è indispensabile considerare in quale stanza saranno appesi. Per il bagno e la cucina, le tende in plastica sono le più adatte: non temono l’umidità e sono facili da pulire. Per la cucina, possiamo anche raccomandare tende in vetroresina, che non supporta la combustione. Ma per un soggiorno o una camera da letto, le tende in tessuto sono abbastanza adatte e anche con alcune delizie.

    Esclusivo


    Le tende a trama multipla creano l’illusione di pesanti tende sospese su tende leggere

    Ora che sappiamo di che materiali sono fatti i ciechi verticali, come prenderci cura di loro, come misurarli correttamente, vogliamo qualcosa di insolito. Per rendere la stanza non solo confortevole, ma anche bella, non standard. Qualcosa di interessante qui.

    In primo luogo, tende di plastica ricci. Le loro lamelle sono realizzate sotto forma di onde, zigzag, ecc. I raggi del sole, che si rifrangono in questi ciechi, creano combinazioni stravaganti di luce e ombra nella stanza. In secondo luogo, tende multi-texture. Sono fatti in questo modo: un motivo di lamelle di diverso colore e trama viene applicato alle lamelle di un colore. Pertanto, viene creata l’illusione di pesanti tende appese sopra le tende luminose e qualsiasi cosa tu voglia. Ci sono molte opzioni Ad esempio, il tessuto viene incollato su una stecca di plastica o il tessuto viene cucito sul tessuto. In terzo luogo, recentemente sono comparse tende verticali decorate con tulle. Sembra anche piuttosto originale.

    Se non sei un fan dei trucchi newfangled, puoi limitarti all’installazione di una cornice decorativa ($ 2 – $ 5 per metro corrente). Di solito è realizzato in bianco per fondersi con il soffitto. Ma puoi inserire una striscia di tessuto nello stesso colore della lamella. Per persiane in legno – rispettivamente e aste per tende in legno.

    Un altro dettaglio importante. Si scopre che puoi controllare i bui non solo tirando le corde. Questo semplice processo si presta all’automazione. Un meccanismo con un motore è attaccato all’asta della tenda delle tende, che reagisce al segnale proveniente dal telecomando e segue le “istruzioni” del proprietario. Ma per questo è necessario pianificare in anticipo, anche in fase di riparazione, uno sbocco vicino alla finestra. Dopotutto, i fili che attraversano l’intera stanza chiaramente non decorano l’interno. Se l’unità elettrica è alimentata da batterie (accumulatore), dovranno essere sostituite o ricaricate abbastanza spesso. Ma la cosa principale è che questo dispositivo aumenterà immediatamente il prezzo dei bui più volte. Il meccanismo di controllo remoto più economico costa circa $ 100. Così ho deciso che non era difficile per me tirare la corda..

    In generale, pensa da solo, decidi tu stesso a cosa preferire: tende economiche o lussuosi lambrequins, tende semplici o ricci multi-testurizzati; installa il pannello di controllo o tira la stringa alla vecchia maniera.

    Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy