Costruzione di piscine

Sezioni dell’articolo



In questo articolo: scegliere una forma di piscina; come calcolare la profondità e le dimensioni della vasca della piscina; come costruire una piscina su terreni non rocciosi; costruzione su terreni pesanti; sistemi di trattamento dell’acqua e tipi di filtri; purificazione microbiologica dell’acqua della piscina.

Costruzione di piscine

Una piscina privata … un paio di decenni fa questo lusso era fuori dalla portata della maggior parte dei proprietari di case. Si noti che un contenitore di cemento di 2 per 3 metri, in un modo o nell’altro, rifinito con piastrelle di ceramica e con acqua cambiata ogni due o tre settimane non può essere considerato una piscina. Oggi sappiamo che una piscina a tutti gli effetti non è solo un contenitore di cemento con acqua, deve essere dotata di una serie di attrezzature necessarie, comprese quelle del settore del trattamento delle acque. Scopriremo come viene eseguita la costruzione di piscine, quali attrezzature dovrebbero essere equipaggiate e perché.

Forma della vasca da piscina e tipo di terreno

Il lavoro sulla creazione di una piscina privata inizia con un’analisi del suolo locale, scoprendo quanto è profonda la falda acquifera e qual è la massima profondità di congelamento del suolo nella stagione fredda. I proprietari della futura piscina saranno eccezionalmente fortunati se il terreno nell’area assegnato a un bacino artificiale è sabbioso, ghiaioso o roccioso, ad es. non soggetto a gonfiore a causa di acque sotterranee profonde.

Su tali terreni non porosi, puoi fare a meno delle misure per proteggere la vasca della piscina dai danni che possono essere inflitti quando il terreno si gonfia mentre si congela. Nel caso di terreni argillosi, in cui le acque sotterranee sono poco profonde, dovrai disporre la vasca della piscina da materiali di film a base di polimeri elastici e flessibili, o costruire un ulteriore isolamento termico sotto il fondo e le pareti della vasca della piscina in cemento.

Dimensioni e profondità ottimali del futuro pool

Sui terreni sospesi, è consentita solo una forma rettangolare della piscina: questa forma fornirà la migliore resistenza della vasca di cemento al gonfiore del suolo e sarà più facile posare lo strato termoisolante.

I suoli non porosi e leggermente porosi consentono di costruire una piscina di forme complesse, sia geometriche rettangolari che ovali, rotonde, coniche o più complesse classiche.

Dimensioni e profondità ottimali del futuro pool

Quando si progetta una piscina domestica per famiglie di età diverse, è necessario tenere conto della loro altezza media: un bambino di 2 anni – 500 mm; Bambino di 5 anni – 1.050 mm; bambino di 12 anni – 1 350 mm; adulto – 1 750 mm.

Ora scopriamo la profondità ottimale di un serbatoio artificiale. La piscina per bambini di età inferiore a 5 anni non deve essere più profonda di 500 mm, per bambini da 5 a 12 anni – non più profonda di 800 mm, nuoto (ovvero non saltare!) Piscina per adulti – 1 440 mm. Tuttavia, la profondità di 1.140 mm per gli adulti non sarà sufficiente quando saltano in acqua anche da un’altezza di un metro – qui è necessaria una profondità di almeno 2.300 mm, altrimenti c’è un’alta probabilità di collisione con il fondo della piscina. Per i serbatoi dotati di una torre di salto di 3-4 metri, la profondità minima nel perimetro dell’ingresso del jumper in acqua sarà di almeno 3.150 mm – deve essere mantenuta nella zona di salto di 5 metri della piscina, quindi la profondità è ridotta a 1.440 mm ottimale.

Perché non dovresti creare un pool di uno, abbastanza profondo? La risposta è semplice: non è redditizia sia nella fase della sua creazione che durante il funzionamento, in entrambi i casi i costi aumenteranno. La soluzione ottimale sarebbe un serbatoio artificiale, suddiviso in zone di nuoto e di salto con diverse profondità, progettato per bambini e adulti..

A seconda degli scopi dell’uso a lungo termine della piscina, è necessario calcolare le dimensioni dello “specchio” dell’acqua – ad esempio, per una piscina rotonda, il diametro ottimale sarà di 4000 mm. Se si suppone di utilizzare una piscina, è necessario pianificare uno “specchio” di acqua sotto i percorsi: per un percorso – larghezza 2 250 mm, lunghezza 5 250 mm; due binari – larghezza 4000 mm, lunghezza 5250 mm. Di conseguenza, per un pool lungo, i parametri saranno i seguenti: per due corsie, lunghezza media – larghezza 4350 mm, lunghezza 8000 mm; due binari, lunga lunghezza – larghezza 4 500 mm, lunghezza 12 500 mm. Cioè, più lunga è la lunghezza dello “specchio” dell’acqua, più ampi dovrebbero essere i percorsi della piscina.

Quando si sceglie un posto per la posa di una piscina, è necessario tenere conto della rosa dei venti locale: l’opzione migliore sarebbe una tale disposizione in cui i venti soffiano lungo lo “specchio” della piscina per la sua lunghezza, in questo caso le foglie che cadono su di essa e altri inquinanti volatili si accumuleranno dal lato del vento, in cui l’installazione di un tubo di scarico troppo pieno sarà appropriata. Separatamente, dovresti prestare attenzione agli alberi che circondano il bacino della piscina: salici, ginestre, ippocastani e pioppi trascinano le loro radici in un serbatoio artificiale, rompendo l’impermeabilizzazione e danneggiando le pareti della piscina (sottovalutare le capacità di questi alberi sarebbe un grosso errore). Idealmente, il rilievo nell’area in cui dovrebbe essere creata la piscina dovrebbe avere una pendenza naturale, che faciliterà notevolmente i lavori di scavo e l’organizzazione del sistema di drenaggio dell’acqua.

Costruzione di una piscina in cemento su terreno non poroso

Sarà più facile e conveniente costruire una piscina di cemento, che ti permetta di costruire quasi qualsiasi configurazione della vasca – devi solo impostare correttamente la cassaforma, senza dimenticare che la forma più conveniente sarà un rettangolo, la cui lunghezza è da due a tre volte la larghezza.

Costruzione di piscine in cemento

Avendo scelto un luogo tenendo conto della rosa dei venti e della pendenza naturale del rilievo, segniamo il perimetro della vasca della piscina, determiniamo la posizione della fossa per il drenaggio. Le dimensioni della fossa di scavo dovrebbero essere più grandi di quelle della futura vasca per piscina: larghezza e lunghezza di 500 mm, profondità di 400 mm. Quando si forma il fondo della fossa, è necessario creare una pendenza di 5-7o verso la fossa di drenaggio, nel punto più basso sul fondo della fossa, viene installato un tubo di drenaggio con un diametro di 100 mm (prima dell’inizio della cementificazione del fondo della piscina). Un tubo viene posato dal tubo di diramazione alla fossa di drenaggio o alla fogna sotto un pendio.

Una fossa di drenaggio viene creata ad una distanza di almeno 5.000 mm dalla parete vicina della piscina, se esiste una pendenza naturale del rilievo – lungo la pendenza. Per crearlo, è necessario scavare un foro con le dimensioni di 1000 per 1000 mm e una profondità tale che il fondo del pozzo di drenaggio sia di 500 mm al di sotto del livello del foro di drenaggio sul fondo della piscina (profondità minima – 1500 mm). Un tubo di scarico viene inserito nella fossa di drenaggio, il fondo della fossa è riempito di macerie lungo la parte inferiore dell’uscita del tubo di scarico (lo spessore minimo del cuscino di macerie è di 200 mm). Un involucro di metallo è installato sul collo del tubo di scarico: una scatola senza fondo, su un lato di esso c’è una rientranza lungo il diametro del tubo di scarico, quindi il pozzo di scarico è completamente coperto da grandi frammenti di battaglia di mattoni, cemento o ciottoli. Una copertura di metallo o di legno è posta sopra la fossa di drenaggio finita.

Dopo aver finito di lavorare con il sistema di drenaggio, procediamo a lavorare sul fondo della piscina. Prima di tutto, uno strato di sabbia di 50 mm di spessore viene versato su tutta la superficie del fondo della fossa e viene accuratamente speronato usando un blocco di legno con maniglie per il sollevamento e l’abbassamento. Successivamente, viene formato uno strato di cuscino di pietrisco con uno strato di 100 mm, qui è adatta solo una piccola frazione di pietrisco. Avendo coperto l’intera superficie del fondo del pozzo con ghiaia, la percorriamo attentamente con un manomissione di legno. Successivamente, il calcestruzzo viene posato sul fondo con uno strato di 100 mm, dopo il suo indurimento: una rete di rinforzo di filo e un altro strato di calcestruzzo, anch’esso di 100 mm.

Costruzione di piscine

La fusione dei muri di cemento della vasca da piscina viene eseguita nella fase di cementificazione del fondo. Va notato che la formazione di una piccola pendenza di 5-7o vicino alle pareti nella fase di scavo della fossa faciliterà il loro getto, perché il suolo si sbriciolerà meno, aumentando così la loro forza. La cassaforma a pannelli delle pareti è esposta a seguito della posa del calcestruzzo sul fondo lungo il muro, viene posata una rete di rinforzo e viene versato il calcestruzzo, il cui grado legante (cemento) è M500. Mentre il calcestruzzo viene versato nella cassaforma del muro, è necessario baionetta – perforarlo ripetutamente con un pezzo di rinforzo di lunghezza sufficiente in modo che il calcestruzzo sul fondo della vasca della piscina e sulle pareti si fonda, cioè non si formò alcuna cucitura tra di loro. L’ulteriore cementazione delle pareti deve essere eseguita senza una lunga pausa tra il getto, la baionatura e la compattazione del calcestruzzo con un sperone. Lo spessore dello strato di cemento sul fondo e sulle pareti della vasca della piscina deve essere lo stesso, da 200 a 250 mm.

Casting pareti di cemento della piscina

Il massetto del fondo e l’intonacatura delle pareti vengono eseguiti 10-12 giorni dopo la cementazione delle pareti – durante questo periodo il calcestruzzo acquisirà la resistenza necessaria. Per eseguire l’impermeabilizzazione, avrai bisogno di una composizione speciale della soluzione massetto: una soluzione acquosa di emulsione ceresite viene introdotta in una miscela secca di cemento e sabbia (rapporto 1: 3) (il rapporto tra emulsione e acqua è 1:10, chiamato latte ceresite).

L’emulsione di ceresite è una sostanza bianca o leggermente giallastra, simile nella consistenza alla panna acida, ha un odore di ammoniaca. È costituito da ocra, lime, acido oleico e solfato di allumina disciolti in acqua.

La composizione spessa ottenuta da una miscela di latte ceresite e una miscela cemento-sabbia viene posizionata sulla superficie del calcestruzzo del fondo della piscina pre-inumidita con acqua mediante sfregamento, che aumenterà l’adesione tra lo strato impermeabilizzante e il calcestruzzo. Quindi uno strato di impermeabilizzazione, il cui spessore non deve essere superiore a 25 mm, è uguale a una spatola, nella fase finale viene fratturato. Se durante i lavori di betonaggio e massetto fa caldo, c’è il sole, quindi è necessario coprire le superfici da cementare con tela bagnata, bagnando di tanto in tanto il calcestruzzo con acqua e non lasciarlo perdere umidità fino a quando non ottiene resistenza.

Costruzione di piscine

È meglio rifinire la vasca della piscina con materiali piastrellati e incollare adesivi speciali per cemento per piscine – la combinazione di questi materiali aumenterà l’impermeabilità della piscina. È necessario preparare in anticipo l’intonaco, precedentemente applicato ai muri di cemento, per la successiva piastrellatura. Per fare questo, disegna scanalature diagonali poco profonde sull’intonaco bagnato usando un pezzo di filo di rinforzo: aumenteranno l’adesione della piastrella all’intonaco e puoi iniziare ad incollare la piastrella dopo che la superficie dell’intonaco si asciuga un po ‘.

Costruzione di uno stagno di cemento sul terreno sospeso

In Russia, i terreni argillosi più comuni si stanno sollevando: è più difficile costruirvi una piscina piuttosto che su terreni sabbiosi, rocciosi o ghiaiosi che non si sollevano, ma è anche possibile. Il proprietario di una piscina costruita su terreni argillosi dovrebbe tenere conto del fatto che è estremamente difficile proteggere completamente la vasca della piscina dal terreno con un elevato contenuto di acqua che si gonfia nella stagione fredda e che l’innalzamento periodico alla superficie delle acque sotterranee è estremamente difficile – sarà difficile evitare le crepe. Di seguito sono riportate una serie di misure che devono essere prese quando si costruisce una piscina su terreni pesanti – proteggeranno la capacità della piscina dal contatto diretto con il terreno in movimento.

Calcestruzzo del fondo e delle pareti della piscina

Soprattutto molto lavoro verrà svolto con la preparazione della base per il fondo concreto della piscina. Sul fondo della fossa di fondazione preparata, con il primo strato di 200 mm, viene posato sulla parte superiore una densa argilla oleosa – uno strato di 300 mm di argilla espansa di media frazione. Per livellare la superficie dello strato di argilla espansa, uno strato di sabbia di 20 mm viene versato su di esso, dopo la pigiatura, vengono posate su di essa lastre di polistirene espanso di 40 mm di spessore, quindi un altro strato di sabbia, spessore di 50 mm e, infine, pietra frantumata fine, strato di 100 mm. Ti potrebbe sembrare che una tale base per la vasca da biliardo sia molto complicata, ma solo un tale “sandwich” può effettivamente svolgere il ruolo di smorzatore sui terreni pesanti nelle stagioni fredde..

La cementificazione del fondo e delle pareti della piscina viene eseguita in modo simile alla tecnologia di costruzione di una piscina su terreni non porosi. Al termine della fusione delle pareti, all’esterno, devono essere rivestite con bitume riscaldato e con il suo aiuto incollare l’intera area esterna delle pareti della piscina con un film di pvc rinforzato (prezzo medio – 30 rubli per m2). Uno strato di pellicola impedirà l’adesione dei muri di cemento al terreno quando si gonfia durante la stagione invernale, di conseguenza, il terreno scivolerà lungo i muri e non li danneggerà. Dopo aver incollato il film in pvc, procediamo alla formazione di un castello di argilla oleosa tra il muro di cemento della piscina e la fossa – le pareti della fossa dovrebbero avere una pendenza in modo che nella parte inferiore la distanza tra il muro di cemento e la fossa sia di 250 mm e nella parte superiore fosse già 350 mm … Un intercalare di argilla densa e grassa blocca la saturazione del suolo con l’acqua vicino alle pareti della piscina, riducendo così la scala del gonfiore del suolo in queste aree e ridurrà la pressione delle acque sotterranee sulla vasca della piscina.

Nella stagione invernale, è necessaria un’ulteriore protezione del fondo della piscina dal congelamento: se un inverno nevoso ha successo, la neve sarà adatta per il ruolo di un isolamento naturale, ad es. dovrebbe essere raccolto e riempito nella ciotola della piscina. Se l’inverno è senza neve, è necessario posare il primo strato di schiuma o lastre di polistirene espanso sul fondo, coprirle con uno strato di argilla espansa sulla parte superiore.

Trattamento dell’acqua della piscina

Oggi, le attrezzature per piscine di varie dimensioni e scopi sono disponibili sul mercato in una vasta gamma. In base al suo scopo, può essere suddiviso in necessario, a cui appartiene il sistema di trattamento dell’acqua e, in aggiunta, progettato per aumentare il livello di comfort dei bagnanti.

Trattamento dell'acqua della piscina

Quando si considera la creazione di una piscina privata sul proprio sito, la maggior parte dei proprietari di case non tiene conto dell’installazione di un sistema di trattamento delle acque, suggerendo di risolvere il problema della pulizia dell’acqua inquinata con una semplice sostituzione: versare il contenuto della piscina e riempirlo con acqua fresca, pulire la ciotola del serbatoio artificiale prima di ricaricare. Le prime due o tre volte questo metodo sembra abbastanza efficace, ma in seguito, sullo sfondo dei crescenti costi dell’acqua e dell’insufficiente pulizia della vasca della piscina, il suo proprietario inizia a cercare adeguate attrezzature per la depurazione dell’acqua.

Esistono due sistemi esistenti per l’aspirazione e la filtrazione dell’acqua della piscina: trabocco e skimmer. Nelle piscine con un sistema di purificazione di troppo pieno, l’acqua è costantemente posizionata al limite superiore delle pareti della vasca della piscina e lungo il suo perimetro c’è un vassoio orizzontale coperto da una griglia di plastica. L’acqua dalla superficie della piscina entra nei vassoi per gravità e viene forzatamente pompata da una pompa dal fondo attraverso il foro di scarico, da lì in sequenza al serbatoio di raccolta, all’unità filtro, allo scaldabagno e all’impianto di trattamento chimico dell’acqua, dove viene aggiunta all’acqua la porzione calcolata di reagenti.

Trattamento dell'acqua della piscina

La fornitura di ritorno di acqua trattata alla piscina viene effettuata attraverso gli ugelli di fondo. I vantaggi di un sistema di trattamento delle acque di troppo pieno: purificazione di un volume significativo di acqua in breve tempo; consente l’utilizzo della profondità della piscina del 100%. Svantaggi: costo elevato rispetto a un set di attrezzature per la filtrazione dello skimmer.

In un sistema di filtraggio dell’acqua a skimmer, l’assunzione di acqua viene effettuata tramite speciali skimmer a straripamento situati a livello della linea di galleggiamento su un lato della vasca della piscina. Da lì, attraverso la tubazione, l’acqua viene indirizzata all’unità di filtrazione, la pressione dell’acqua all’ingresso ad essa viene aumentata da una pompa. Dopo aver attraversato il filtro, lo scaldabagno e la purificazione chimica, l’acqua ritorna nella piscina, entrando attraverso ugelli a parete situati parallelamente agli skimmer sul lato opposto della vasca della piscina. Vantaggi: un sistema di purificazione dell’acqua a skimmer è più economico, ci sono skimmer monoblocco che non richiedono l’installazione nel corpo della piscina (molto conveniente se il sistema di filtrazione non è stato preso in considerazione nella fase di costruzione della piscina). Svantaggi: meno, rispetto al sistema di filtraggio di troppo pieno, il volume di acqua purificata per unità di tempo, la distanza dal bordo dei lati della piscina alla linea di galleggiamento dovrebbe essere di almeno 100 mm.

Filtri piscina

Esistono tre tipi di filtri integrati nei sistemi di purificazione dell’acqua della piscina: sabbia, cartuccia e diatomite. Il riempimento e il principale elemento filtrante dei filtri a sabbia è la sabbia di quarzo, sono i più economici e, rispetto ai filtri di altri tipi, sono di grandi dimensioni. I filtri a cartuccia contengono membrane in polipropilene nel loro corpo, sono superiori ai filtri a sabbia per qualità di filtrazione e, inoltre, hanno dimensioni e peso molto inferiori. I filtri di terra biatomacea sono riempiti con organismi marini fossilizzati, come alghe microscopiche e piccoli molluschi, che sono stati a lungo utilizzati negli acquari. Hanno molti piccoli pori, quindi sono più efficaci nel trattamento dell’acqua della piscina. Qualsiasi tipo di filtro descritto può essere rimosso dallo sporco accumulato dirigendo il getto d’acqua nella direzione opposta, ad es. per emettere dal filtro. Il grado di contaminazione del filtro è determinato dalle letture di un manometro incorporato nella valvola a sei vie sulla testa dell’unità di filtrazione.

I sistemi di filtraggio a sfioro e i filtri a sabbia sono utilizzati nei sistemi di pulizia per grandi piscine progettate per dozzine di persone che fanno il bagno allo stesso tempo. Per una piscina privata, un sistema di trattamento dell’acqua per skimmer e filtri a cartuccia o diatomite sono abbastanza adatti.

Prodotti chimici per piscine e metodi alternativi di trattamento delle acque

I sistemi di filtrazione descritti sopra affrontano solo gli inquinanti meccanici, ma è necessario un ulteriore trattamento dell’acqua per purificare completamente l’acqua e mantenere la sua composizione chimica a un livello accettabile per i bagnanti. A proposito, i dispositivi per la sua implementazione sono integrati nei sistemi di overflow e skimmer trattamento..

I prodotti chimici più comunemente usati per disinfettare l’acqua nelle piscine sono: cloro stabilizzato contro l’esposizione ai raggi UV sotto forma di compresse (cloro attivo al 90%), granuli (cloro al 60%) o in forma liquida (fino al 12% di cloro); neutralizzatori di pH, alcali è usato per aumentare il livello di pH, acido per abbassarlo; algicida, impedisce la crescita delle alghe; flocculante (coagulante) per la raccolta delle più piccole sospensioni in acqua, venduto in forma liquida o sotto forma di compresse.

Prodotti chimici per piscine e metodi alternativi di trattamento delle acque

La disinfezione dell’acqua nella piscina viene effettuata solo con cloro stabilizzato, perché il cloro non stabilizzato più economico viene rapidamente eroso e distrutto dai raggi ultravioletti del sole. Per controllare periodicamente il livello di pH dell’acqua, è necessario un tester speciale: un livello di pH nell’intervallo 7,2-7,4 è considerato normale. La raccolta di contaminanti raggruppati dal flocculante viene effettuata attraverso le prese d’acqua del sistema di pulizia del troppopieno e dello skimmer, oppure con l’aiuto di un aspirapolvere appositamente per l’acqua con filtro incorporato. I prodotti chimici sotto forma di granuli e compresse vengono posizionati manualmente nella piscina, il dosaggio è determinato dal volume di acqua, i prodotti chimici liquidi sono destinati all’iniezione automatica misurata attraverso sistemi di filtrazione o attraverso distributori indipendenti, solitamente di tipo galleggiante.

Oltre ai reagenti chimici, l’acqua può essere purificata con metodi più delicati: ozonizzazione, radiazione ultravioletta, ionizzazione e utilizzo di ossigeno attivo.

Il trattamento dell’acqua basato sul metodo dell’ozonizzazione si basa sull’ozono, grazie alla sua capacità ossidante, tutti i microrganismi penetrati nelle acque della piscina vengono facilmente e rapidamente distrutti. L’ozonizzatore è incorporato nel sistema di filtrazione dell’acqua, l’ozono da esso generato, dopo la distruzione dei batteri, viene convertito in ossigeno, ad es. non danneggia in alcun modo una persona.

I raggi ultravioletti emessi dagli emettitori situati sopra lo specchio della piscina sono in grado di distruggere tutti i tipi di microrganismi in pochi minuti senza modificare la struttura chimica dell’acqua. È richiesta una particolare professionalità durante l’installazione degli emettitori UV, in nessun caso dovresti essere in piscina durante il loro funzionamento – questo è pericoloso per la pelle.

La ionizzazione consente non solo di distruggere la maggior parte dei microrganismi presenti nella piscina, ma anche di coagulare le microparticelle di fango. Il significato di tale trattamento delle acque è saturare l’intero volume di acqua con ioni rame o argento. Lo ionizzatore è incorporato nel sistema di filtrazione dell’acqua o posizionato separatamente, in una posizione semi-sommersa sul lato della piscina.

Il metodo di trattamento dell’acqua con ossigeno attivo è il seguente: reagenti chimici speciali vengono posti nell’acqua che reagisce con l’ossigeno. Applicato immediatamente prima di visitare la piscina, il trattamento con ossigeno attivo fornisce al nuotatore una sicurezza microbiologica per diverse ore. Questo metodo viene utilizzato più spesso in serbatoi privati, la clorazione più economica viene utilizzata in piscine pubbliche.

In custodia

Tra i tipi esistenti di attrezzature aggiuntive per piscine, vale la pena evidenziare una scala, una copertura galleggiante o persiane: se la profondità del serbatoio supera i 1.500 mm, la scala faciliterà notevolmente l’ingresso e l’uscita in acqua; il piano della copertura o delle tende proteggerà lo specchio della piscina da detriti volatili e polvere, riducendo significativamente la quantità di lavoro per le attrezzature per la pulizia.

Interessanti opzioni aggiuntive saranno: contro-pool, che crea una forte controcorrente per il nuotatore e aumenta l’efficacia dell’allenamento; idromassaggio e massaggio ad aria, che consentono di creare l’effetto di una vasca idromassaggio in piscina; cascate e geyser. Di notte, l’illuminazione con faretti subacquei multicolori trasformerà la piscina in una fiaba e il bagno stesso sarà insolitamente incantevole!

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy