Apparecchio da pavimento realizzato con pannelli scanalati

La pavimentazione scanalata è facile da installare, ma resistente ed elegante. Tavole di conifere morbide e preziosi alberi europei possono fungere da sottofondo, che sarà coperto con moquette o piastrelle di plastica o può essere coperto con moderne vernici resistenti, e quindi il pavimento avrà un aspetto attraente. Le assi di legno duro, sebbene più costose, producono una bella finitura che è altamente resistente.

La figura mostra come le assi di legno dolce vengono inchiodate direttamente sui travetti; Le assi di legno duro possono anche essere posate direttamente sui travetti, ma le assi strette sono meglio posizionate su un pavimento di assi esistente come mostrato di seguito. In entrambi i casi, i piccoli spazi tra le assi e le pareti, che possono presentare una curvatura o non essere rettangolari, sono coperti da battiscopa. Tuttavia, se il divario è troppo grande, dovrai segare l’ultima tavola ad angolo..

Le tavole scanalate vengono riorganizzate utilizzando due cunei e staffe metalliche a forma di U, che vengono martellate in tronchi o un sottofondo. Invece di una staffa, puoi usare un pezzo di tavola inchiodato al tronco. Per accelerare il lavoro, è possibile noleggiare morsetti speciali per pavimenti. Sono disponibili pannelli maschio e femmina in legno duro e legno tenero in varie larghezze e lunghezze da 1 a 5 m o più. Sono venduti per metri quadrati; al momento dell’ordine, è necessario fornire almeno il 10% dello stock per i rifiuti. Per la posa su tronchi con uno spazio di 400 mm tra loro, utilizzare pannelli di 18 mm di spessore e per uno spazio più grande – 21 mm di spessore. Per evitare la deformazione delle schede con una larghezza superiore a 200 mm, devono essere fissate con viti..

Se la stanza è troppo umida, le assi del pavimento possono gonfiarsi e deformarsi. Se la tua casa ha il riscaldamento centralizzato, scegli una foresta con un basso contenuto di umidità (circa il 10%). Se si utilizza il riscaldamento ad aria calda a pavimento o se si desidera installare pavimenti in listoni in cucina o in bagno, consultare uno specialista. L’intera foresta deve essere lasciata nella stanza in cui sarà posata per circa una settimana al fine di equalizzare la sua temperatura e umidità in conformità con i parametri climatici della stanza.

1. Inchiodare la prima tavola. Scegli una tavola abbastanza lunga da coprire l’intera stanza, con spazi vuoti alle estremità di pochi millimetri. Assicurarsi che i bordi della tavola siano diritti. Quindi, stando su un pezzo di truciolare, appoggia la prima tavola con il pettine contro il muro con uno spazio di 10 mm dal muro. Questo divario consentirà al pavimento di espandersi dopo che è stato posato. Attaccare la tavola a ciascun tronco con chiodi con una testa cilindrica pari a 2-2,5 volte lo spessore della tavola e guidare un chiodo in ciascun tronco dal lato della cresta della tavola.

2. Installazione delle schede successive. Posiziona quattro file complete di assi, abbinando le creste con le scanalature, con un’asse completa nell’ultima fila. Unire brevi schede su tronchi con giunti sovrapposti in file adiacenti. Ad ogni quarto ritardo lungo la lunghezza della stanza, raduna una fila di quattro assi. Per fare questo, prendi un pezzo di tavola con un pettine, che verrà usato come distanziatore, e inseriscilo nella scanalatura della tavola di bordo, quindi guida le graffette nei tronchi a una distanza di 75 mm dal pezzo di tavola, posizionandole verticalmente. Inserire i cunei tra le graffette e un pezzo di tavola e con due martelli guidare i cunei l’uno verso l’altro in modo che i bordi siano strettamente collegati senza spazi.

3. Guidare le unghie in modo aperto. Inchiodare la prima tavola su ciascun tronco. Quindi inchioda le tre assi successive con due chiodi su ciascun tronco. Se la fila è composta da più pezzi di tavole, inchioda la prima tavola, quindi premi la seconda tavola fino alla fine con un piede di porco e inchiodalo. Tale morsetto è necessario per garantire una perfetta aderenza delle estremità delle schede in fila. L’ultima fila è inchiodata con un solo chiodo a ciascun tronco dal lato della cresta, in modo che la cresta della fila successiva possa essere facilmente inserita nella scanalatura della scheda installata. Rimuovere i cunei e le parentesi graffe e procedere come sopra descritto per posare l’intero pavimento.

4. Segare l’ultima tavola. Quando non c’è spazio per zeppe e punti metallici, installare le ultime due o tre file di assi a larghezza piena. Quindi, usando una sega circolare o una sega a mano, tagliare un pezzo di cartone con un pettine che si adatterà esattamente nello spazio rimanente con uno spazio di 10 mm dal muro..

5. Finitura del pavimento. Posiziona la tavola con il pettine in posizione, quindi guida i cunei tra il muro e l’ultima tavola per unire le ultime tavole e inchiodare le assi ai travetti. Rimuovere i cunei e il chiodo nei battiscopa.

Pavimenti in parquet di assi di legno massiccio

1. Installazione della prima fila. Posare una tavola lunga, dritta e stretta a 10 mm dal plinto dritto e ad angolo retto rispetto alle assi del sottofondo con la scanalatura rivolta verso il muro. Per fissare il bordo della tavola con la scanalatura, praticare i fori dei chiodi ad intervalli di circa 400 mm il più vicino possibile al bordo della tavola e inchiodarli con chiodi a testa cilindrica da 37 mm o chiodi speciali con estremità smussate per inchiodare le assi del pavimento ai travetti. Guidare chiodi da 37 mm nella base della flangia della scheda ad una distanza di circa 400 mm, affondando le loro teste con un punto di finitura di circa 3 mm. Se la prima tavola non copre l’intera stanza, aggiungi altri pezzi di legno per completare la prima fila.

2. Posa di pannelli con sovrapposizioni. Posare 7-8 file di assi sulla prima tavola in modo che i giunti nelle file adiacenti siano ad una distanza di almeno 150 mm l’uno dall’altro. Quindi, spingendo indietro le assi per fare spazio, tirare insieme le prime due file di assi a intervalli di circa 600 mm usando punti metallici, zeppe e un pezzo di linguetta e bordo scanalato. Guidare i chiodi con una testa cilindrica o con estremità smussate ad angolo nella base della cresta della seconda tavola, affondando i loro cappucci con un dooynik. Utilizzare il metodo descritto per posare il pavimento in tutta la stanza, prestando particolare attenzione alla posizione dei giunti tra i pezzi di assi. Infine, installa l’ultima tavola scanalata, tagliandola alla larghezza, se necessario, come sopra descritto..

3. Taglio di forme di pannelli. Usando una scatola per sega, segare le assi con un angolo di 45 gradi per incorniciare la stufa davanti al camino. Se necessario, tagliare le creste delle assi per assicurarsi che si adattino perfettamente alle altre assi. In questo caso, i chiodi vengono inseriti apertamente..

4. Modifica della direzione di posa delle assi. Per cambiare la posizione delle scanalature e delle creste al contrario, ad esempio, quando si entra nel corridoio, collegare le schede della scanalatura alla scanalatura utilizzando una striscia di compensato larga quanto due pettini. Inserisci questa striscia nella scanalatura della prima fila, raduna la seconda fila con la prima fila e inchiodala segretamente attraverso il pettine..

5. Posa dell’ultima tavola sulla porta. Utilizzare una sega e un jointer per rimuovere la cresta dalla tavola, quindi tagliare la tavola in modo che inclini verso il bordo dove si trovava la cresta. Ciò è necessario per ridurre l’altezza del davanzale, che si forma sulla porta quando si passa dal vecchio piano a quello nuovo, più alto. Inchiodare il bordo del davanzale aperto a 50 mm dai bordi a intervalli di 300 mm con chiodi da 37 mm lungo il bordo della scanalatura e chiodi da 32 mm lungo il bordo sottile. Affondare i chiodi con uno strumento di aggancio di circa 3 mm. Se la linea della porta è ad angolo retto rispetto alle assi del nuovo pavimento, rimuovere il pettine e la scanalatura dal pezzo di tavola, tagliare la tavola per assottigliare un bordo come descritto sopra e inchiodare la tavola al pavimento. È meglio farlo prima di posare il pavimento per ottenere un bordo uniforme, al quale è possibile premere le estremità delle assi quando le si posa.

6. Posa di guarnizioni. Posizionare le strisce di sughero in uno spazio di 10 mm tra i bordi delle assi del pavimento e la base stretta della stanza. Il sughero funge da cuscino resistente che si contrae e si raddrizza mentre le assi del pavimento si espandono o si contraggono..

7. Installazione di nuovi battiscopa. Inchiodare una battiscopa a un quarto di cerchio con un raggio di 19 mm intorno alla stanza con chiodi da 32 mm, martellando a intervalli di 200 mm. Guida i chiodi orizzontalmente attraverso il centro dello zoccolo nel plinto sottile sul muro. Con questo metodo di installazione, il battiscopa non viene danneggiato quando il pavimento si espande o si contrae..

Fissaggio di assi larghe con viti

1. Praticare i fori per le viti. Utilizzare un trapano centrale da 12 mm per forare le estremità delle schede. Per determinare la profondità del foro, incollare del nastro adesivo colorato sul trapano a 6 mm dal tagliente. Praticare fori aggiuntivi per viti in assi larghe a intervalli di 500 mm.

2. Fissare le schede con le viti. Installare le viti a testa svasata n. 8 da 37 mm nei fori predisposti per esse. Quindi chiudere le teste delle viti con tasselli profondi 6 mm e 12 mm di diametro, che possono essere tagliati da un pezzo di tavola utilizzando un trapano speciale installato nel trapano. Incollare i tappi con la colla PVA, assicurandosi che la direzione delle fibre su di esse coincida con la posizione delle fibre nei pannelli. Allineare la superficie delle spine a filo con la superficie delle schede.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy