Finitura zoccolo per pietra naturale

Sezioni dell’articolo



Un incrocio tra i rivestimenti del seminterrato e la pietra naturale è un’imitazione di quest’ultimo. Offriamo una panoramica delle tecniche più comuni per eseguire questo tipo di finitura, i loro vantaggi e punti deboli, nonché raccomandazioni per fare il lavoro con le tue mani..

Finitura zoccolo per pietra naturale

Cos’è la pietra artificiale?

La pietra naturale, che si tratti di piastrelle di granito o facciata, richiede eccezionali capacità di muratura. Il costo di una tale finitura è molto elevato, ma è questo tipo di fondazione che sembra la più naturale e solida. Se non si tiene conto delle qualità fisiche e meccaniche del rivestimento in pietra, ma solo del suo aspetto, esiste un metodo di finitura che può imitare in modo abbastanza plausibile la pietra.

Stiamo parlando di metodi artistici speciali progettati per dare alla superficie dell’intonaco l’aspetto della muratura. A causa della rete di scanalature profonde, viene eseguita l’imitazione visiva della muratura, macerie o pietre scavate. Allo stesso tempo, anche le aree piane tra le cuciture vengono elaborate con una serie di tecniche, poiché la superficie di pietre lavorate anche di altissima qualità non può essere perfettamente piatta.

Finitura zoccolo per pietra naturale

Il vantaggio principale di questa tecnica può essere chiamato la disponibilità di sviluppo da parte dei principianti della costruzione, non particolarmente esperti in intonaci e pitture. È possibile simulare una pietra su uno zoccolo con l’aiuto degli strumenti più primitivi, mentre c’è sempre un margine di errore: se l’aspetto è insoddisfacente, l’intonaco può essere livellato nuovamente, quindi riapplicare la trama e il giunto. Esistono, tuttavia, tecniche professionali che richiedono un’attenta selezione della composizione della miscela di gesso e una serie di dispositivi speciali..

Finitura zoccolo per pietra naturale

Gli svantaggi dell’imitazione di un basamento in pietra sono gli stessi dell’intonaco ordinario: elevata igroscopicità, bassa resistenza al gelo, tendenza alla crescita eccessiva di muschio e alghe con ventilazione limitata. La maggior parte di queste “malattie” sono abbastanza facili da eliminare usando speciali prodotti chimici per l’edilizia, perché anche con l’uso di materiali di altissima qualità, la finitura differisce in modo estremamente favorevole dal prezzo della pietra naturale.

Finitura zoccolo per pietra naturale

Soluzioni di gesso usate

La composizione più adatta per l’imitazione del gesso sulla pietra è considerata cemento sabbia commerciale del marchio M150, miscelato con un rapporto W / C non superiore a 0,35. Il riempitivo più adatto sarebbe la sabbia fluviale lavata della frazione 1–2.

Quando si prepara una malta per intonacare da soli, è necessario utilizzare cemento di almeno M400 in un rapporto con un riempitivo di almeno 1: 4,5 o M500 in un rapporto di 1: 6. La sabbia deve essere accuratamente preparata: pulita dalle impurità organiche, asciugata e setacciata attraverso un setaccio con una maglia di 2-3 mm.

Intonaco per zoccolo

Con il rapporto W / C raccomandato, la miscela non sarà abbastanza plastica, si consiglia di aumentarne la mobilità aggiungendo tensioattivi all’acqua in un rapporto di circa lo 0,02% in peso. Mostra anche l’uso di modificatori della resistenza al gelo, che forniscono una struttura a pori chiusi in condizioni di impossibilità di compattazione della miscela mediante vibrazioni. Per questi scopi, il più adatto è l’uso di soluzioni acquose di silicati di potassio e sodio.

La sostituzione di una parte del riempitivo con materiali porosi di una frazione fine (perlite, vermiculite) è possibile con la comprensione di come tali inclusioni influenzeranno l’aspetto finale. Il miglioramento delle proprietà di risparmio di calore della finitura dello zoccolo è una pratica pienamente giustificata, tuttavia, l’aggiunta di briciole di schiuma alla soluzione deve essere evitata.

Preparazione della fondazione prima della finitura

Esistono due casi speciali di finitura del seminterrato: con e senza isolamento. Dovrebbe essere chiaro che, in ogni caso, la superficie del calcestruzzo deve avere un rinforzo del piano tagliato, anticipando la formazione di crepe. Il loro aspetto sulla finitura finita darà un falso di pietra naturale a causa del modello di crepe, che non è tipico per la vera muratura.

Intonaco di fondazione

Pertanto, il rinforzo del piano esterno può essere eseguito con una rete di rinforzo in acciaio con una cella dell’ordine di 150-200 mm, che viene posata in uno strato di cemento con uno strato protettivo di almeno 20 mm. Se il piano di fondazione non è stato rinforzato, la rete viene installata nello strato di intonaco esterno. In questo caso, è indispensabile pre-spruzzare con uno strato di circa 10-15 mm, quindi fissare la rete. In questo caso, è meglio scegliere una cella di dimensioni inferiori – circa 120-150 mm.

Intonacare la base sulla griglia

La preparazione del basamento isolato viene effettuata utilizzando una rete di facciata in fibra di vetro. È posato in due strati: il primo immediatamente dopo la spruzzatura preliminare con uno spessore di 20 mm, il secondo – dopo altri 20 mm. Dopo aver posato il secondo strato di rinforzo, la “crosta” di gesso viene fissata attraverso l’isolamento mediante tasselli a disco con un elemento distanziatore. Preparazione finale – lanciando altri 25-30 mm di gesso, quindi lo spessore finale dell’intonaco aumenta a 70 mm.

Intonaco seminterrato isolato

Gli strati preparatori possono essere lanciati sia lungo i fari che senza di essi con l’allineamento della linea di base lungo l’ormeggio. Il calco in gesso finale viene eseguito senza un accurato schiacciamento, ma non è consentita la formazione di crepe e vuoti profondi attraverso i quali l’aria e l’umidità possono penetrare negli elementi di rinforzo. L’intonaco viene conservato per 4 settimane, quindi ricoperto con 1-2 strati di terreno di rinforzo al quarzo, dopo aver rimosso le particelle di riempimento sgretolate dalla superficie. La superficie è ora completamente pronta per la finitura decorativa.

Intonacatura

Lo strato finale di intonaco, che sarà decorato per imitare la pietra, viene eseguito con la stessa composizione utilizzata nella preparazione. Per un aspetto più credibile, è richiesta una profondità di giunzione di circa 15-20 mm, mentre uno strato intero di circa 10 mm dovrebbe rimanere sul fondo delle articolazioni. Pertanto, la spruzzatura viene eseguita con uno strato totale di circa 30–35 mm..

Per lo strato di finitura, un attento allineamento non è particolarmente importante, un indicatore molto più critico è la densità del riempimento e la sua compattazione completa. Per questo motivo, si consiglia di utilizzare una spatola o una spatola anziché un secchio per intonacare. Spingendo con cura attraverso l’intonaco, strato per strato, viene messo in evidenza un piano comune, che viene livellato puramente visivamente.

Applicazione di intonaco di finitura sulla base

È ottimale se il lavoro di finitura viene eseguito da 2-3 persone. Uno applica lo strato di finitura, gli altri due seguono ed eseguono un trattamento superficiale strutturato. Se tale strategia di azioni non è possibile, l’intonaco deve essere eseguito in sezioni di 3,5-4 m2, dopo tutto, la lavorazione decorativa dovrebbe essere eseguita su uno strato di intonaco ancora fresco.

Metodi di giunzione e fatturazione

Dopo l’essiccazione, l’intonaco di cemento diventa granulare e a pori fini, il che non è del tutto naturale per la maggior parte dei tipi di rocce. Rimuovere la trama e applicare il giunto è la parte più creativa e delicata del processo di finitura, che determina la credibilità dell’aspetto..

È necessario che la superficie abbia acquisito una parvenza di un film lucido, che è possibile schiacciando una piccola porzione di cemento disciolto sulla superficie. Il modo migliore per ottenere questo effetto è cospargere la soluzione appena applicata con una piccola porzione di acqua e coprire la superficie con un film di circa 10-15 micron di spessore. Il film viene posato sulla superficie e arrotolato con forza con un rullo duro, senza appianare le pieghe. Allo stesso tempo, attraverso il guscio trasparente è chiaramente visibile come il latte di cemento si accumula sulla superficie.

Finitura zoccolo per pietra naturale

Quando il film viene arrotolato, viene premuto in modo non uniforme con una spugna o uno straccio denso, impostando il rilievo superficiale primario. Quindi il film viene conservato per 15-20 minuti e strappato dalla superficie in direzione orizzontale. Devi agire con cura in modo che lo strato di finitura non lasci la base.

Puoi aggiungere un’ulteriore varietà di texture nei seguenti modi:

  1. Con l’aiuto di una spugna umida o un pennello, con i quali movimenti leggeri puliscono le parti più sporgenti del rilievo.
  2. Un rullo flessibile, con il quale i bordi delle future “pietre” sono leggermente arrotolati.
  3. Una spatola, che viene allungata in punti casuali, formando noduli che simulano i trucioli.
  4. Film di PVC strutturato o un pezzo di tessuto pre-impregnato di silicone.

Quando si impostano la trama generale e il rilievo, la superficie viene ricamata. Nel caso più semplice, questo viene fatto con un nastro o una maniglia affilata del pennello. L’unione può essere fatta sotto un righello o da linee casuali che formano un modello non ripetitivo.

Pietra artificiale su intonaco

Quando si raschiano i solchi, i loro bordi si sgretolano e si sbriciolano. Per rendere più naturale l’aspetto delle cuciture, l’intonaco sciolto viene rimosso con una spazzola metallica o sintetica dura. È anche possibile perforare le cuciture con un cuneo morbido con una superficie liscia. Va ricordato che le linee delle cuciture non devono intersecare grandi sporgenze o depressioni del rilievo, che in una finitura naturale non passano mai da una pietra all’altra.

Intonaco di pietra naturale

Un metodo alternativo per applicare il giunto è l’uso di stampini speciali. Vengono applicati sull’intonaco immediatamente dopo aver applicato la trama, dopo aver precedentemente inumidito la superficie interna con acqua, quindi picchiettato con un martello. L’impressione che ne risulta è quasi completamente finita, rimane solo da controllare le cuciture per difetti ed eliminarli. Lo svantaggio di questo metodo è la ripetizione del motivo e la difficoltà di allineare le cuciture nelle aree adiacenti..

Modulo per imitazione della pietra

Elaborazione finale della simulazione

Quasi nessun tipo di pietra naturale ha un colore grigio uniforme. Per imitare l’aspetto della roccia, dovresti usare la vernice per facciate in lattice, tinta in diversi toni dal rosso mattone alla sabbia o al nero..

Dipingere il plinto per una pietra

La vernice viene applicata in più strati, sovrapponendosi tra loro, e poi stesa con un rullo per mescolare parzialmente il colore. Se la composizione cromatica stabilita non soddisfa le aspettative, è possibile attendere fino all’asciugatura e applicare più mani su quelle esistenti. È abbastanza semplice scegliere i toni principali per la colorazione dalle fotografie di rocce, una cosa è importante: non usare colori troppo luminosi e saturi.

Pietra artificiale su un basamento

Esistono due tecniche per simulare la granulosità. Il primo è spruzzare piccole gocce di vernice diluita con un pennello. Il secondo metodo è di svolgere un rullo con un lungo pisolino, leggermente inumidito con vernice, a 20-30 cm dalla superficie di finitura.

Puoi aggiungere un aspetto più nobile con un effetto patinato. Per fare questo, avrai bisogno di una vernice di colore molto chiaro e un pennello largo con una setola lunga. Con il suo aiuto, con leggeri movimenti di scorrimento, vengono applicati graffi sulle parti più imminenti dell’imitazione, è importante solo non esagerare con l’illuminazione.

Dipingere il plinto per una pietra

Quando la colorazione delle pietre è finita, è necessario rimuovere le tracce di vernice all’interno delle articolazioni. Qui, la colorazione viene eseguita in un unico tono uniforme, mentre più scura è la tinta, più evidenti saranno le cuciture e maggiore sarà la loro profondità visiva. Se l’intera superficie dell’intonaco è coperta con almeno 1-2 strati di vernice, la base può essere considerata protetta in modo affidabile dal gelo e dall’umidità atmosferica. Se lo si desidera, è possibile un’ulteriore lavorazione per dare alle pietre una lucentezza brillante, per la quale un primer trasparente a penetrazione profonda è ottimale.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy