Legno trattato termicamente

Cos’è il trattamento termico?

Per ottenere legname segato di alta qualità, l’albero deve essere essiccato.

Fino alla metà degli anni ’90, la tecnologia più avanzata era l’essiccazione ad alta temperatura a una temperatura di 100-150 gradi Celsius..

Nel 1997, una nuova tecnologia fu introdotta in una delle fabbriche finlandesi di falegnameria a Mikkeli, che fu chiamata <trattamento termico>. Con questo processo tecnologico, l’essiccazione viene effettuata ad una temperatura di 150 – 230 gradi. Maggiore è la temperatura, maggiore è la perdita di peso dovuta all’evaporazione dei composti volatili (in altre parole, il legno diventa più leggero). Maggiore è la perdita di peso, meno acqua rimane nel legno. A seconda delle condizioni del trattamento termico e del tipo di legno, il contenuto di umidità residua del legno è inferiore del 40 – 60% rispetto a quello dell’essiccazione convenzionale.

Il processo di trattamento termico di solito dura circa 24 ore. Il contenuto di umidità del legno dopo il trattamento termico è ridotto dell’80 – 90%. Di conseguenza, la sua capacità di calore diminuisce in modo significativo: il legno trattato termicamente si riscalda molto più debole del legno non trattato, avvicinandosi a questo indicatore per ribellarsi. La superficie del legno trattato termicamente non è porosa, ma densa, il che riduce significativamente la capacità del legno di assorbire l’umidità dall’aria (del 30% – 90% a seconda della temperatura e del tempo di asciugatura).

In pratica, ciò significa che il legno è in grado di respingere l’acqua senza un trattamento aggiuntivo con impregnazioni speciali. Il trattamento termico decompone gli zuccheri del legno, che sono un terreno fertile per i microrganismi che contribuiscono alla decomposizione del legno. Diventa estremamente resistente alla decomposizione, avvicinandosi in questo indicatore al larice e, di conseguenza, a un materiale igienico.

Va notato in particolare che le conifere perdono quasi completamente la resina, mantenendo un aroma meraviglioso che aumenta con l’aumentare dell’umidità e della temperatura dell’aria.

Durante il trattamento termico, il legno cambia colore, acquisendo una bella tinta marrone. Va notato che il cambio di colore è in corso, che è chiaramente visibile sul taglio. I graffi su tale superficie sono quasi invisibili. Modificando la temperatura del trattamento termico, è possibile ottenere la tonalità desiderata di legno e / o il grado di resistenza alle condizioni ambientali.

Dove viene utilizzato il legno trattato termicamente??

Grazie al suo bell’aspetto e alle proprietà uniche del legno trattato termicamente, può essere utilizzato in molte aree, anche per la decorazione interna di saune, per rivestimenti esterni di edifici, pavimenti, parquet e assi, mobili da giardino, barche, strumenti musicali, ecc. P.

Dal punto di vista dell’ecologia planetaria, come materiale per panche nelle saune e nei bagni, il legno trattato termicamente (comprese le conifere) è una degna alternativa al tradizionale abasha-sambo, che cresce solo nei sempreverdi equatoriali, il cosiddetto, <pioggia> foreste – la principale fonte di ossigeno nell’atmosfera terrestre, che non può essere ripristinata. ”

Cosa succede al legno durante il trattamento termico?

  • La resina si asciuga o evapora completamente.
  • Il colore diventa scuro.
  • Conducibilità termica 0-30%
  • La resistenza della superficie aumenta.
  • La capacità di assorbire l’umidità è ridotta.
  • La resistenza batterica aumenta.
  • La sensibilità alle condizioni ambientali avverse diminuisce
  • La tendenza alla deformazione è inferiore del 30-90% rispetto a quella non trattata.
  • L’umidità di equilibrio è inferiore del 10-50% rispetto a quella non trattata.
  • La struttura cellulare dell’albero cambia, diventando la stessa come se l’albero fosse stato essiccato per diverse centinaia di anni.
  • Valuta l'articolo
    ( Ancora nessuna valutazione )
    Condividi con gli amici
    Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
    Aggiungi un commento

    Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy