War on Corruption: PR o Victory

Sezioni dell’articolo



La scorsa settimana, gli agenti delle forze dell’ordine hanno ottenuto un solido bottino: hanno catturato una banda di Novgorod, la cui creazione è sospettata dal vice governatore e hanno dimostrato il furto di miliardi da Zenit-Arena. I membri della Russia Unita hanno aperto la caccia alla polizia, coprendo uomini d’affari. Anche il Cremlino non è rimasto inattivo, creando due nuove trappole per un importante funzionario corrotto. Alla gente sono rimaste iniziative pubbliche e domande scomode per i funzionari.

Tutto è iniziato con il fatto che nel 2012 il Green Economy Trust ha partecipato a una gara per il miglioramento della strada del valore di 35 milioni di rubli. Il concorso è stato organizzato da Novgorodavtodor. Trest è riuscito a vincere questa gara d’appalto, ma Shalmuev, insieme al capo di Novgorodavtodor, Nikolai Zakaldaev, ha costretto il direttore dell’azienda a rifiutare di eseguire il lavoro per mezzo di ricatti e minacce.

Un gruppo criminale composto da funzionari e criminali è stato coinvolto in appropriazione indebita nel 2011 per un importo di 150 milioni di rubli.

Di conseguenza, il posto del Trust è stato preso dalla società Veche, ma dopo un po ‘la parte lesa ha deciso di informare le forze dell’ordine. Nel corso dell’indagine, si è scoperto che Zakaldaev ha ricevuto il 10% dai subappaltatori di Veche e Shalmuev si è accontentato di un “bonus” mensile da parte dei banditi per un importo di 300 mila rubli. L’attività del gruppo criminale organizzato è iniziata nel 2011, quando sono stati rubati 150 milioni di rubli per la stessa riparazione stradale. Il denaro è stato incassato attraverso il “Magistral”.

Il 3 aprile la polizia ha condotto circa 40 ricerche. Dopo che gli agenti hanno perquisito la casa di Shalmuev e avevano intenzione di trattenerlo, il funzionario si è ammalato con il cuore (secondo gli avvocati, il diabete è peggiorato). La polizia ha dovuto prendere l’impegno scritto di non lasciare l’ospedale dal vice governatore. Il funzionario ha ricevuto una misura preventiva per un periodo di 2 mesi. Ci sono già 7 persone del gruppo nel centro di detenzione preventiva e il caso è stato trasferito al comitato investigativo.

Otkat-Arena. Finale completo

Gli affari del gruppo criminale burocratico di Novgorod impallidiscono rispetto all’entità del furto durante la costruzione dell’Arena Zenit. Pertanto, la Camera di controllo e contabilità di San Pietroburgo ha contato le violazioni nella costruzione dello stadio per 25 miliardi di rubli. È vero, ciò non significa che un tale importo sia stato rubato, poiché solo 14,4 miliardi sono stati spesi nel cantiere: gli ispettori hanno calcolato le perdite sommando il costo dello stesso lavoro, in base al numero di violazioni scoperte.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

Tuttavia, sono stati segnalati considerevoli fondi rubati direttamente. Pertanto, i 3,8 miliardi di rubli ricevuti da Transstroy sono scomparsi senza lasciare traccia – non ci sono documenti sul loro uso. Inoltre, la falsificazione è stata rivelata sotto altri articoli, a seguito della quale la quantità di appropriazione indebita ha raggiunto 6,6 miliardi di rubli. I documenti sono stati trasferiti alla procura. Pertanto, la spesa di fondi di bilancio a spese dei contribuenti della città si è rivelata, per usare un eufemismo, inefficace..

Durante la costruzione di Zenit-Arena, sono stati rubati quasi 7 miliardi di rubli da 14 miliardi di rubli; per completare il progetto, sono necessari altri 20 miliardi, che non c’è nessun posto dove prendere.

L’oggetto è ancora lontano dal completamento e ulteriori lavori richiedono altri 20 miliardi di rubli. Inoltre, anche un budget così colossale è già il risultato di un ricalcolo delle stime nella direzione della riduzione e di un esame ripetuto dello stato e, dopo tutto, l’anno scorso è stato più di quasi 10 miliardi di rubli. In termini di tassi di crescita, il lato della spesa potrebbe ben competere con le strutture olimpiche – in 5 anni le stime dei costi sono passate da 6,7 ​​a 43,7 miliardi di rubli, vale a dire di 37 miliardi di rubli!

Sfortunatamente, l’onere di completare la costruzione, senza esagerare, dello stadio più costoso del mondo, ricadrà di nuovo sulle spalle di Petersburgers. L’attuale proprietario dell’impresa Zenit-Arena – Gazprom – non intende finanziare la costruzione e le autorità federali hanno già informato la direzione della Capitale settentrionale che il governo considera inappropriata l’allocazione di fondi dal bilancio statale.

Ufficiale, stai attento! Trappole presidenziali

Tracciare tali ladri dalle autorità come funzionari senza nome che “hanno lavorato” con Zenit-Arena è possibile solo rafforzando il controllo dello stato il più possibile, e l’organismo di controllo dovrebbe essere indipendente dal resto, idealmente, essere il livello più alto. Vladimir Putin ha provato a farlo creando personalmente nuove reti per funzionari corrotti.

Il 2 aprile il presidente ha emesso due decreti sulle misure anticorruzione. Uno di questi, “Misure per attuare alcune disposizioni della legge federale” Sulla lotta alla corruzione “, dovrebbe essere una specie di programma di” protezione dei testimoni “. Pertanto, i cittadini che hanno comunicato alle autorità competenti informazioni sulle manifestazioni di corruzione hanno il diritto alla protezione dello Stato e all’assistenza legale gratuita. I messaggi anonimi non saranno ancora considerati.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

Tuttavia, la risonanza principale e le discussioni nei media sono state causate dai requisiti dei decreti relativi alla trasparenza della parte finanziaria della vita privata dei dipendenti del settore pubblico. I membri del Consiglio di amministrazione della Banca centrale, i capi della Cassa pensione, nonché i fondi per le assicurazioni sociali e mediche, i funzionari delle società statali sono ora tenuti a riferire all’Amministrazione presidenziale sui movimenti delle proprie risorse finanziarie e materiali..

Ora gli alti dirigenti del settore pubblico dovranno riferire non solo sulla quantità di denaro speso, ma anche sulle fonti della loro ricevuta..

Le operazioni con terreni, veicoli, proprietà immobiliari, azioni e azioni saranno monitorate. Una bella innovazione è che ai funzionari sarà richiesto, oltre a specificare l’importo dei costi, di indicare le fonti di questo denaro. Inoltre, è prevista l’introduzione di report su attività estere – conti bancari, proprietà e titoli. A proposito, i funzionari hanno avuto il tempo fino al 1 luglio per chiudere i conti con l’estero. Questo stesso giorno è l’ultimo termine per la presentazione delle dichiarazioni.

Il giorno dopo la firma dei decreti di Putin, anche il presidente francese François Hollande ha parlato della necessità di controllare le finanze dei dipendenti pubblici. Lo ha detto il capo dello stato in toni molto emotivi il 3 aprile. Il giorno prima, l’ex capo del ministero del bilancio Jerome Cayuzak ha dichiarato alla stampa di avere un conto bancario confidenziale all’estero, il che ha causato una reazione corrispondente da parte del presidente..

Il 4 aprile, il Kirghizistan ha preso l’iniziativa. Il parlamento del paese ha adottato in terza lettura la legge sulla dichiarazione dei redditi dei dipendenti pubblici e dei politici, nonché dei loro parenti. Come hanno spiegato gli autori del progetto, i deputati della fazione di Ar-Namys, ciò dovrebbe fermare la pratica di riscrivere in modo disonesto le proprietà acquisite dai dipendenti pubblici sulle loro mogli e altri parenti.

United Russia vs. Lupo mannaro in uniforme

Mentre il presidente sta combattendo la corruzione nei ranghi del proprio sistema, la Russia unita è in vena di una guerra con le forze dell’ordine, circa e senza motivo per trattenere sfortunati imprenditori. I membri della Russia unita hanno inviato una richiesta al capo della Corte suprema Vyacheslav Lebedev per fornire informazioni statistiche sulla detenzione di uomini d’affari nel quadro di casi avviati a norma di articoli economici.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

I parlamentari hanno spiegato il loro interesse per questo problema a causa dei crescenti casi di abuso da parte delle forze dell’ordine, condotti al fine di esercitare pressioni sugli imprenditori. I casi vengono avviati sotto articoli di “rifiuto”, “frode”, ovvero di natura puramente economica.

La detenzione diffusa e la detenzione di imprenditori ai sensi di articoli “economici” è un’arbitrarietà delle forze dell’ordine.

La pratica della detenzione durante le indagini su tali casi è diffusa e, secondo il codice di procedura penale, questo tipo di moderazione dovrebbe essere applicato solo in singoli casi. Da un lato, i parlamentari hanno ragione: il livello di abuso nel sistema di contrasto è estremamente elevato. Prendere in custodia un uomo d’affari può essere una fase di acquisizione di un incursore, ricatto o estorsione..

D’altra parte, liberi dalle catene di Themis, gli uomini d’affari disonesti possono nascondere i fondi rubati, “ripulire” le tracce dei loro crimini e persino sfuggire alle indagini. Ad oggi, l’interpretazione e l’applicazione di un particolare stato di diritto in questo settore nella maggior parte dei casi dipende da fattori soggettivi: l’opinione personale, la motivazione e la coscienza dei combattenti contro il crimine. Pertanto, fino a quando vi sarà una totale corruzione nel sistema di contrasto, la situazione non cambierà..

Il Cremlino si ammalò di socionetofobia

Man mano che il lavoro con il suo personale di alto rango diventa più duro, il Cremlino inizia a trasformarsi in un organismo autosufficiente e chiuso, poiché, per motivi finora sconosciuti, anche il corpo presidenziale si sta allontanando dalla pubblicità. Quindi, almeno, secondo i media, che, riferendosi a una fonte senza nome, hanno parlato degli approcci delle autorità ai social network..

Le opinioni della leadership del Cremlino e della Casa Bianca sull’espressione indipendente delle opinioni dei funzionari su questioni ufficiali sui social network sono diametralmente opposte. Pertanto, l’amministrazione presidenziale insiste sul fatto che solo i servizi stampa possono formulare ed esprimere l’opinione dei funzionari del Cremlino, nonché degli impiegati dei ministeri..

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

La restrizione non ufficiale del Cremlino non si applica ai parlamentari e ai governatori, tuttavia, sono anche avvertiti delle possibili conseguenze delle frasi avventate. Ricordiamo, il vice primo ministro Rogozin ha rinunciato volontariamente ai social network, dopo la sua personale dichiarazione su Twitter su Madonna, che ha annunciato il suo sostegno a Pussy Riot. Nei ministeri, questi problemi sono regolati in modi diversi, ma tutto ciò accade di nuovo a livello non ufficiale..

I ministeri del potere non praticano la comunicazione tra i capi di dipartimento con i russi ordinari attraverso i social network.

Il Ministero delle situazioni di emergenza preferisce comunicare con i cittadini attraverso il sito Web ufficiale e il Ministero degli affari interni ha riferito che il servizio stampa pubblica le notizie del dipartimento sotto i conti della direzione. Nei ministeri dell’istruzione e della cultura, al contrario, i capi di dipartimento tengono personalmente i loro registri sui social network. Il servizio stampa di Dmitry Medvedev non conferma le informazioni sul divieto dell’amministrazione del Cremlino sull’uso dei social network per coprire questioni ufficiali.

Per quanto riguarda la posizione ufficiale dell’amministrazione presidenziale, è stato annunciato dal segretario stampa di Vladimir Putin, Dmitry Peskov, affermando che questo problema sarà regolato, ma non c’è tempo per questo ora. Pertanto, i proprietari di alto livello pubblicano dichiarazioni in grassetto sulle proprie pagine personali a proprio rischio e pericolo..

Le attività amatoriali sui social network a volte hanno conseguenze disastrose: prendere lo stesso governatore di Tver, Dmitry Zelenin, che è stato licenziato sei mesi dopo la pubblicazione di una foto di un piatto con insalata e un lombrico, presumibilmente scattata in un ricevimento al Cremlino. Un funzionario negligente che ha lavorato con successo al suo posto per 8 anni, dopo di che ha appena ricoperto la carica per sei mesi, dopo di che è stato licenziato di sua spontanea volontà.

Comunicare con semplici mortali sui social network andrebbe sicuramente a beneficio dei funzionari. Almeno potrebbero conoscere meglio le persone, scoprire come vivono e quanto guadagnano. Ciò sarebbe sicuramente utile al vice primo ministro Olga Golodets, che ha annunciato il 3 aprile che il governo è a conoscenza di ciò che stanno facendo solo 48 milioni di persone, ma il resto della popolazione abile è rimasto un mistero, poiché lavora in aree sconosciute alle autorità.

Domande senza risposta

L’illusione della pubblicità, tuttavia, continua ad essere supportata da alcuni concetti semplici. Pertanto, secondo Pavel Kudyukin, professore associato della Scuola superiore di economia della National Research University, è attualmente in fase di elaborazione un disegno di legge che consente al pubblico di porre liberamente ai funzionari tutte le domande di interesse per le persone, comprese quelle che possono essere considerate scomode. Tali leggi, secondo gli sviluppatori, all’estero sono una leva importante nella lotta alla corruzione..

La legge sulle “domande scomode” sarà chiaramente superflua, poiché non aggiungerà pubblicità, ma causerà solo inutili duplicazioni di norme nella legislazione russa.

Tuttavia, nella Federazione Russa per il terzo anno ormai esiste la legge n. 8-FZ “Garantire l’accesso alle informazioni sulle attività degli enti statali e degli enti di autogoverno locale”, al momento della sua adozione nel 2009, battezzata “la legge sulla curiosità pubblica”. In effetti, il documento regola la procedura per i ricorsi dei cittadini alle autorità e la procedura per elaborare le risposte a tali richieste. Sembra che i parlamentari intendano “reinventare la ruota” e duplicare norme già esistenti.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

D’altra parte, se il formato delle “domande scomode” è più di gradimento per il pubblico, allora i deputati e i funzionari al fine di aumentare il proprio rating tra l’elettorato dovrebbero seguire l’esempio di Dmitry Kobylkin, il governatore del Yamal-Nenets Autonomous Okrug. Il funzionario ha annunciato che il 17 aprile era pronto a prendere parte al prossimo programma televisivo “Domande inopportune al governatore” e dare risposte esaurienti a tutti gli appelli e le domande dei cittadini.

La prima volta che un tale programma è stato organizzato nel 2010. Il governatore ha dovuto rispondere a oltre 300 chiamate e richieste via Internet, andando spesso in diretta con i capi dei comuni. Per rispondere alle domande scomode della popolazione, Dmitry Nikolaevich non aveva bisogno di una legge speciale o dell’aiuto di operatori scientifici..

Democrazia inattiva

Insieme all’imitazione del glasnost, viene discusso attivamente il tema dell’influenza civile sul processo di sviluppo del Paese. Le iniziative pubbliche vengono introdotte nella moda, ma, sfortunatamente, non nella realtà. Avendo dato ai russi l’illusione di poter controllare ciò che stava accadendo, la leva illusoria sulla macchina burocratica finora impenetrabile, le autorità hanno agito in modo molto crudele. Hanno dato speranza.

Ad esempio, l’iniziativa civile riguardante l’abolizione della legge di “Dima Yakovlev”, come sapete, è rimasta inascoltata – dopo aver ricevuto una petizione a dicembre con 100 mila firme di cittadini insoddisfatti, i parlamentari hanno considerato questo messaggio un motivo insufficiente per considerare l’appello della gente a livello legislativo e semplicemente ignorato.

A proposito, il grado di partecipazione del Mediatore per i diritti del bambino Pavel Astakhov all’esame della legge scandalosa è silenzioso. D’altra parte, non vi è motivo di sperare in un’analisi giuridica dettagliata del disegno di legge da parte di Astakhov, almeno una simile conclusione può essere tratta sulla base della dichiarazione del giornalista Sergei Parkhomenko, pubblicata il 3 aprile.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

Parkhomenko ritiene che il solido lavoro scientifico di Astakhov “Conflitti giuridici e forme moderne della loro risoluzione” si sia rivelato identico all’80% con il proprio dottorato di ricerca, inoltre, interi paragrafi sono stati presi in prestito da 8 opere scientifiche di altri autori. Non c’è da stupirsi che non ci fosse nessuno a proteggere i diritti dei bambini.

Le iniziative pubbliche si sono rivelate una frase vuota, a cui le autorità non reagiscono, nonostante centinaia di migliaia di firme di russi.

Dopo l’adozione della legge “Sulle misure di influenza sulle persone coinvolte nelle violazioni dei diritti umani e delle libertà fondamentali, i diritti e le libertà dei cittadini della Federazione Russa”, “Novaya Gazeta” ha iniziato a raccogliere 130 mila firme a favore dello scioglimento della Duma di Stato, oltre a fornire ai cittadini il diritto di richiamare singoli deputati o il parlamento nel suo insieme. Inoltre, la petizione avrebbe dovuto conferire lo status di obbligatorio per considerazione a tutte le questioni in base alle quali sono state raccolte oltre 100 mila firme..

Questo appello, pieno di speranza, è stato inviato al Cremlino, ma la risposta di nuovo non ha fatto piacere agli attivisti. Oleg Morozov, capo del dipartimento di politica interna dell’amministrazione presidenziale, ha spiegato che il 4 marzo Vladimir Putin ha emesso un decreto “Sulla considerazione delle iniziative pubbliche”, in base al quale tali petizioni dovrebbero essere presentate solo attraverso un sito Web speciale, solo dal 15 aprile, e solo nell’ambito di tali questioni che non sono risolti con altri metodi legali.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

Cioè, in effetti, è necessario ri-raccogliere più di 100 mila firme, il che potrebbe essere stato fatto, ma … ri-firmare l’appello è “lavoro sisifo”. Si è scoperto che lo scioglimento della Duma di Stato da parte dei voti dei cittadini è regolato esclusivamente dalla legge “On Referendum”, quindi inizialmente non saranno prese in considerazione petizioni al di fuori del quadro di questo documento normativo.

Assassini al volante

Parlando delle iniziative della Duma di Stato, si dovrebbe rendere omaggio al fatto che almeno una proposta ragionevole sia stata espressa dai parlamentari la scorsa settimana. I rappresentanti della fazione parlamentare del Partito Democratico Liberale Igor Lebedev e Alexander Nilov hanno proposto di confiscare le automobili ai conducenti che hanno commesso un incidente mentre sono ubriachi.

I familiari della parte lesa, in caso di decesso della vittima dell’incidente, potranno ricevere un risarcimento sotto forma di fondi ricevuti dalla vendita di auto confiscate. I deputati hanno proposto di annullare l’accordo amichevole dei partecipanti all’incidente, se uno di loro era ubriaco, nonché di adottare misure per il perseguimento penale delle persone che sono sfuggite alla pena dopo la scadenza del termine per differire l’esecuzione della pena.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

Questa non è la prima volta che rappresentanti della fazione LDPR hanno mostrato iniziativa legislativa in materia. Quindi, in precedenza, il rappresentante della fazione Sergey Ivanov aveva presentato una proposta per confiscare un’auto da autori di un ubriaco, ma l’iniziativa è stata ritirata dal governo con riferimento all’articolo 55 della Costituzione, che garantisce l’inviolabilità della proprietà privata.

L’iniziativa legislativa sulla confisca di autoveicoli da parte di conducenti coinvolti in un incidente in stato di ebbrezza, molto probabilmente, non sarà più sostenuta nella Duma di Stato.

È possibile che questa volta la Duma di Stato non sosterrà l’iniziativa del Partito liberale democratico. Vladimir Fedorov, un membro del Consiglio della Federazione, ha già parlato contro la confisca della proprietà privata, anche da parte di guidatori ubriachi. Fedorov considera incostituzionale la confisca e chiede anche di chiarire la procedura per il sequestro dell’auto se il violatore la guidava per procura. Lo stesso membro del Consiglio della Federazione propone di contrassegnare semplicemente le auto i cui conducenti sono stati visti ubriachi durante la guida con badge speciali o codici colore sulla targa.

Nel frattempo, la Bielorussia non si preoccupa particolarmente dei diritti dei potenziali conducenti di killer. Ci sono più preoccupazioni per la riduzione delle vittime della strada, che sono aumentate catastroficamente dai conducenti ubriachi. Secondo il procuratore generale della Repubblica, Alexander Konyuk, insieme al ministero della Giustizia, è stato preparato un disegno di legge sulla confisca di autoveicoli sia da parte di conducenti ubriachi che di coloro che hanno consegnato loro il veicolo, per i quali sarà appositamente ripristinato il meccanismo di rilascio delle procure.

Inoltre, il progetto bielorusso prevede un aumento significativo delle pene detentive per i conducenti che hanno commesso un incidente mentre sono ubriachi. Attualmente, la fattura è stata negoziata con successo. La Russia, d’altra parte, è tradizionalmente più fedele alla guida ubriaca. La nuova legge che prevede pene più severe per i conducenti ubriachi, introdotta dalla deputata della “Russia Unita” Irina Yarovaya, ha approvato la prima lettura. Il progetto prevede una multa di 30 mila rubli per i conducenti ubriachi e la privazione dei diritti per 2 anni.

Duma di stato: delirio della settimana

I deputati hanno deciso di complicare la vita non solo dei guidatori ubriachi, ma anche completamente sobri. Intendono rimuovere quello “solido” di Okhotny Ryad, fatto apposta per la comodità di portare i servitori del popolo direttamente nella costruzione della Duma di Stato. Il 4 aprile Vladimir Pozdnyakov, vicecapo del comitato per i regolamenti, ha fatto appello all’apparato parlamentare con una proposta di modifica dei segnali stradali attorno all’edificio.

La linea continua è stata fatta in modo che i veicoli non autorizzati non potessero entrare nel parcheggio dei parlamentari. Naturalmente, le auto dei deputati del popolo potrebbero violare le regole del traffico senza ostacoli, attraversando la linea. L’iniziativa fu presa da altri deputati che pensavano un po ‘più grandi delle regole della Duma di Stato. Quindi, Yaroslav Nilov ha proposto di verificare la correttezza del tracciare una linea continua a Mosca, e Mikhail Emelyanov era ansioso di mettere in ordine le linee “continue” di tutto il paese.

Settimana di caccia: ognuno ha il suo

E questo non era l’unico problema che preoccupava i parlamentari. Molto più gravi furono le difficoltà associate alla ricerca di macchine parcheggiate vicino all’edificio della Duma di Stato. Oleg Nilov (omonimo di Yaroslav Nilov), la fazione della Just Russia, fece appello anche all’apparato della Duma di Stato, solo con una richiesta di numerazione dei parcheggi. Il fatto è che un grande accumulo di automobili non consente ai deputati di trovare rapidamente la propria auto..

I principali problemi discussi la settimana scorsa dai deputati della Duma di Stato sono stati la ricerca di un’auto ufficiale vicino al palazzo del parlamento e l’assenza di un portiere.

È molto difficile quando la ricerca è complicata dall’oscurità e dalle condizioni meteorologiche sfavorevoli: pioggia e neve. A proposito, secondo il deputato, la neve spesso ostruisce la targa di un’auto e quindi diventa semplicemente impossibile trovare un’auto! Il rappresentante del Partito Democratico Liberale della Russia Alexander Starovoitov è andato oltre – ha proposto di avere una persona speciale nello staff, il cui compito includerebbe scortare il deputato alla macchina e distribuire un sistema di notifica tramite SMS, simile a come fanno i servizi di spedizione di taxi.

Il membro della Russia unita Andrei Kolesnik e il vice capo di stato maggiore della Duma di Stato si sono immedesimati nei loro colleghi, ma non hanno potuto offrire una via d’uscita da questa situazione. Solo il Partito comunista non ha sostenuto i denuncianti. Il deputato Andrei Andreev ha affermato che il problema non era semplicemente grave. A proposito, due mesi fa, Andreev considerava il fatto che il movimento dell’auto ufficiale del deputato era entrato nelle lettere di vettura come un grave problema per Andreev, quindi le rotte di viaggio dei deputati del popolo potevano diventare pubbliche. Tuttavia, ciò non impedisce affatto alla maggioranza dei parlamentari di utilizzare i servizi delle auto ufficiali..

Finora, la flotta di veicoli deputati si sta solo espandendo. Una sezione della carreggiata di Okhotny Ryad è già stata assegnata ai parcheggi della Duma di Stato, Georgievsky Lane è stata bloccata a causa di vetture secondarie. Quest’ultimo, a proposito, è dotato di un cartello speciale che proibisce l’ingresso di automobili senza un passaggio della Duma di stato sul parabrezza: una chiave magica che apre tutte le porte e le barriere a una vita felice e confortevole, con problemi così piccoli e opportunità colossali.

Valuta questo articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Aggiungi commenti

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

War on Corruption: PR o Victory
18 strumenti essenziali per la progettazione delle unghie – kit di base