Andriyivskyi Uzviz – storia e modernità della strada più interessante di Kiev

Sezioni dell’articolo



Vorrei iniziare una storia su una delle strade più uniche e famose di Kiev – Discesa Andreevsky con una bella leggenda associata a questo luogo.

Andrew's Descent
Vitaly Sokolovsky. Andrew’s Descent. 2010

Secondo la credenza esistente, nel luogo in cui ora si trova la capitale dell’Ucraina e scorre il Dnepr, un tempo c’era un mare. Sant’Andrea, venuta a Kiev, fece erigere una croce sulla montagna su cui si trova attualmente la Chiesa di Sant’Andrea, e il mare andò sottoterra, ma la maggior parte è ancora nascosta sotto questa montagna. Questo è il motivo per cui non esiste un campanile nella chiesa di Sant’Andrea il Primo chiamato – secondo la leggenda, dopo il primo colpo della campana, il mare tornerà e inonderà non solo la capitale stessa, ma anche l’intera parte della riva sinistra, che a quel tempo non era ancora parte della città.

Gli scienziati non sono stati in grado di stabilire esattamente se il mare esistesse davvero, ma la storia della stessa Discesa Andreevsky inizia dal momento in cui i primi insediamenti sono comparsi sul sito di Kiev. Ufficialmente, la capitale ucraina ha celebrato il suo 1500 ° anniversario nel 1982 e Podil è considerato uno dei quartieri più antichi della città – il centro commerciale di tutti i Kievan Rus.

Inizialmente, la discesa di Andreevsky, che ora collega le strade Desyatinnaya e Vladimirskaya, così come piazza Kontraktova, il centro di Podol, era un sentiero stretto e non molto comodo, che serpeggiava tra due montagne: Zamkova e Andreevskaya. Fu lungo questo percorso che gli abitanti della città discesero dalla vecchia Kiev (dalla montagna) a Piazza Kontraktova, dove, dal 13 ° secolo, si tenevano le cosiddette fiere a contratto, dove venivano mercanti di tutta la Russia.

È interessante notare che in ucraino il nome della strada suona come Andriyivskiy uzviz, cioè “vzvoz” – un forte rialzo, secondo il Dizionario linguistico, e non una discesa. Tuttavia, il nome “Andreevsky Vzvoz” non ha preso piede e, in russo, Andriyivsky Uzviz è tradizionalmente chiamato discesa. Tuttavia, in ogni caso, il nome della strada rispecchia appieno la sua caratteristica principale: è in effetti una discesa piuttosto ripida e una salita dalla montagna, che è estremamente difficile da superare su pavimentazioni scivolose in inverno.!

Discesa innevata di Andrew
Discesa innevata di Andrew

La discesa di Andreevsky divenne una strada nel senso letterale della parola solo nel 1711, quando, per ordine del governatore di Kiev, Dmitry Mikhailovich Golitsyn, il sentiero fu allargato, fiancheggiato da pietre di pavimentazione di granito, e iniziarono a muoversi lungo di essa non solo a piedi e a cavallo, ma anche su carrelli.

Andrew's Descent
Discesa di Andrew, metà del XIX secolo

La cosa principale, per la sua posizione, l’edificio più alto della Andreevsky Spusk – la Cattedrale ortodossa di Sant’Andrea, fu eretto nel 1749-1754 dal famoso architetto Bartolomeo Rastrelli, secondo il decreto dell’imperatrice Elisabetta Petrovna.

Chiesa di Sant'Andrea
Chiesa di Sant’Andrea

La maggior parte degli altri edifici sulla strada furono eretti durante il 18 ° secolo. Prima di ciò, i residenti locali vivevano principalmente in piccole case a un piano e la maggior parte dei dintorni erano terre desolate.

Andrew's Descent
Strada prima della costruzione su larga scala

Lo sviluppo massiccio durò per quasi cento anni – dalla fine del 18 ° alla fine del 19 ° secolo, quando furono eretti tutti gli edifici principali di Andriyivsky Uzviz, e acquisì una forma che è ben nota ai moderni Kieviani e ospiti della città.

Andrew's Descent
Discesa di Andreevsky dopo la costruzione – fine del XIX secolo

La storia di Andreevsky Spusk è certamente impensabile senza la storia di Kiev stessa, sopravvissuta alle guerre degli antichi principi russi, alle incursioni dei mongoli-tatari e alle pesanti battaglie della guerra civile e dell’occupazione tedesca..

Nel 1920 la discesa fu chiamata G.V. Tuttavia, un tale nome “dissonante” non mise radici, e subito dopo la liberazione della città dall’occupazione tedesca – nel 1944, fu deciso di restituire il nome storico alla strada.

Principali attrazioni

La discesa di Andriyivsky non è per niente chiamata l’Ucraina ucraina Montmartre o Arbat – questo è veramente un museo di strada, quasi tutte le cui case hanno la loro storia.

Andrew's Descent
1 Chiesa di Sant’Andrea. 2 Museo letterario commemorativo di M.A. Bulgakov. 3 “Castello di Riccardo Cuor di Leone”; Salone d’arte “Podol-Fortuna”.
4 Museo-laboratorio di I.P. Kavaleridze; Galleria nella casa di I.P. Kavaleridze; Mostra “Ridna Khata”.
5 Centro espositivo “Andreevsky Uzviz-3”; “Centro antico”; Salone “Artista”. 6 Kavyarnya “Generale”. 7 Cafe “Podvirya”. 8 Ristorante.
9 One Street Museum; Galleria “L-Art”. 10 Ristorante “Svetlitsa”. 11 “Ruota” Cafe-teatro. 12 Galleria “Potter”. 13 Salone di pittura d’interni “SALONE D’ARTE”.
14 laboratori creativi di artisti di Kiev NSHU. 15 Galleria “Atelier-Karas”. 16 hotel “Vozdvizhenskaya” e “Andreevskaya”. 17 Cafe “Vernissage”.
18 Salone d’arte “Tvorchist”; Antico salone “Epoch”; Galleria “Trittico”; Ristorante “Chasing Two Hares”. 19 Galleria – 36; Cafe-bar “Symposium”.
20 Museo Nazionale di Storia dell’Ucraina. 21 Fondazione della chiesa delle decime. 22 Monumento agli eroi del film “Chasing Two Hares”.
23 Ponte di osservazione. 24 Monte Andreevskaya.

La passeggiata lungo questa breve, molto ripida e tortuosa strada porterà molte impressioni e per visitare tutti i musei, edifici interessanti, teatri, ristoranti e la Chiesa della Discesa di Sant’Andrea potrebbe richiedere più di un giorno.

Chiesa di Sant’Andrea

Affacciata sulla strada è una chiesa straordinariamente bella: la Chiesa di Sant’Andrea, che è una cattedrale a cinque cupole a una cupola a forma di croce, decorata con torrette decorative agli angoli. Il tempio è meritatamente considerato uno degli edifici più belli in stile barocco non solo a Kiev, ma anche in Europa. La ricchezza della decorazione esterna, che è così caratteristica di questo stile, la luminosità – il tempio è dipinto nei colori blu cielo e bianco neve, la massa di dorature – tutto ciò rende St..

Puoi salire alla chiesa da una scala in ghisa; una vista molto pittoresca sul Podol e sul Dnepr si apre dalla balaustra intorno al tempio. E la decorazione interna della chiesa colpisce i visitatori con motivi dorati, un’iconostasi luminosa tenuta in una tonalità rossa e un bellissimo dipinto.

Chiesa di Sant'Andrea
Scala per la chiesa di Sant’Andrea

Il castello di Richard

Un altro edificio interessante di Andreevsky Spusk è il cosiddetto Castello di Riccardo Cuor di Leone. In realtà, questo non è, ovviamente, un castello, ma il numero civico 15, costruito in stile gotico britannico nel 1902-1904. Il proprietario dell’edificio più interessante, che si inseriva perfettamente nel paesaggio della capitale ucraina, era l’aristocratico di Kiev Dmitry Orlov. Inizialmente, il proprietario progettò di organizzare una casa in affitto nel castello, cioè un hotel, ma fallì, morì nel 1911 e sua moglie fu costretta a vendere l’edificio.

La casa n. 15 di Andreevsky Spusk ha ottenuto il suo secondo nome a causa del fatto che i nuovi proprietari dell’edificio non potevano passare la notte lì a causa dei terribili suoni ululanti che venivano letteralmente ascoltati dal nulla. Fu allora che il futuro castello iniziò a essere chiamato “casa stregata”. che ha colpito il vento, causando quegli stessi suoni terribili.

Non sorprende che durante la sua esistenza, Richard’s Castle, che prese il nome dall’eroe Walter Scott dal romanzo “Ivanhoe” di Vasily Nekrasov, un conoscitore della storia di Andriyivsky Spusk, cambiò molti proprietari. All’inizio del XX secolo, qui, non temendo la storia di fantasmi, una comunità di talentuosi artisti ucraini affittò stanze per i loro seminari: Grigory Dyadchenko, Ivan Makushenko, Fotiy Krasitsky. È interessante notare che non tutti si sono diplomati all’Accademia delle arti di San Pietroburgo ed erano studenti di Ilya Repin, ma erano anche parenti lontani di Taras Grigorievich Shevchenko. Successivamente furono raggiunti dallo scultore Fyodor Balavensky. Fu Balavensky a rendere il Castello di Richard un vero dono: prese copie esatte di mostri e chimere che adornavano la facciata della Cattedrale di Notre Dame, e poi le installò sulla scala a chiocciola interna del cortile e sulla terrazza dell’edificio. Sfortunatamente, tutte queste statue sono misteriosamente scomparse durante la guerra – nel 1942, secondo informazioni non confermate, un tedesco di alto rango le portò da Kiev nella sua tenuta in Germania.

Castello di Riccardo Cuor di Leone
Castello di Riccardo Cuor di Leone

Proprio dietro il Castello di Richard, inizia una scala di metallo che porta al Monte Uzdykhalnitsa. La montagna ricevette un nome così strano, secondo una leggenda diffusa, perché dopo aver raggiunto la sua cima da una scala piuttosto ripida (e prima – un percorso normale), la gente sospirava sempre di sollievo. Tuttavia, la vista più meravigliosa dal ponte di osservazione merita tutto lo sforzo.

Ora il castello ha ricevuto uno scopo molto moderno: dopo la ricostruzione, l’ufficio di un’impresa comune americano-ucraina con il nome “parlante” “Uzviz” è quello di aprirvi..

Museo Bulgakov

La casa n. 13, dove Mikhail Bulgakov visse dal 1906 al 1913, non ottenne meno fama. Ora l’edificio ospita un museo del grande scrittore e la casa ricevette un secondo nome: “Casa dei Turbini”, poiché fu in questo edificio che Bulgakov “sistemò” gli eroi del suo libro “La Guardia Bianca”.

Museo Bulgakov
Museo della casa di Bulgakov

La casa ha conservato con cura gli arredi dei primi del 20 ° secolo, mobili, libri, compresi quelli sulla medicina (come sapete, prima di diventare uno scrittore, Mikhail Afanasyevich ha lavorato come medico), in totale, il museo ha più di 3 mila reperti unici, che sono stati raccolti anche dalle nipoti del Maestro..

A proposito, il museo espone anche oggetti appartenuti a personaggi fittizi – la famiglia Turbins, in modo che due mondi – quello reale, in cui visse Bulgakov e quello letterario, inventato dallo stesso scrittore – si intrecciano in modo intricato in questa casa con un numero così mistico.

Il costo dei biglietti per il museo non è affatto elevato e le escursioni condotte dai grandi fan di Bulgakov, esperti nel suo lavoro, sono molto interessanti. Dopo un giro della casa, tutti possono, a pagamento, bere il tè e gustare prelibatezze tradizionali di quel tempo sulla veranda che si affaccia sul cortile, dove spesso si riuniva la famiglia dello scrittore.

Vicino al Museo Bulgakov, viene eretto un monumento allo scrittore, che è diventato un’altra attrazione della Discesa Andriyivsky.

Museo Bulgakov
Il monumento al famoso scrittore si trova accanto alla sua casa-museo

Museo di una strada

In fondo alla Andreevsky Spusk, nella casa numero 2-b, c’è un museo unico di One Street, la cui esposizione è interamente dedicata alla storia della Andreevsky Spusk. Ci sono solo tre di questi musei al mondo, quindi non puoi passare da così tanti luoghi interessanti..

Museo di una strada
“Museo di una strada”

Contiene molti documenti storici, manoscritti, autografi, vecchie cartoline, fotografie e un gran numero di bei vecchi oggetti domestici. Solo una cosa unisce una mostra così diversificata: tutti i reperti sono in qualche modo collegati alla storia della famosa strada di Kiev.

A proposito, nel 2002, il One Street Museum è stato nominato per l’European Museum Forum e oggi è l’unico museo ucraino che ha preso parte a questo prestigioso evento..

Gallerie

Dal momento che Andriyivsky Uzviz non è invano chiamato Kiev Montmartre e ha a lungo servito come luogo dove artisti e scultori famosi (e completamente sconosciuti) hanno lavorato e tenuto le loro mostre, l’abbondanza di gallerie d’arte situate su questa strada è una continuazione completamente logica di questa tradizione.

Passeggiando lungo la discesa Andreevsky, è possibile visitare la Galleria del trittico, situata nel numero civico 34, che è diventata la prima galleria privata che è stata aperta a Kiev nel 1988. La direzione principale è l’arte contemporanea, tutti gli autori passano attraverso una selezione abbastanza rigorosa.

Scendendo un po ‘più in basso, è possibile visitare la Galleria 36. Artisti e artigiani della Galleria “36” lavorano in aree dell’arte contemporanea ucraina come la pittura, tra cui monumentale, scultura, grafica, scenografia, batik, metallo, vetro. A proposito, l’ingresso alla galleria “36” è gratuito.

Alla 21 Andreevsky Descent, c’è la Casa-Museo di Ivan Kavaleridze – il famoso scultore, regista e drammaturgo ucraino, chiamato dai suoi contemporanei “il secondo Dovzhenko”. Sculture monumentali di Kavaleridze si trovano in molte città dell’Ucraina: Poltava, Svyatogorsk, Chernigov, Kiev.

Lì vicino, nel numero civico 19, c’è una galleria d’arte “Fortuna”, dove si possono vedere sia opere di artisti realisti contemporanei sia una collezione di opere di maestri del periodo sovietico.

Al numero 22-a ci sono due gallerie contemporaneamente: “Karas” e “SoviArt”, che ospitano mostre di giovani artisti contemporanei, nonché mostre fotografiche.

La casa n. 2-b ospita il Museo-Galleria Ludmila Bereznitska & Partner Gallery, che presenta opere d’arte contemporanea, opere di autori ucraini ed europei.

Ma la galleria principale della mostra è la stessa discesa di Andreevsky – quasi dall’alto verso il basso, la strada è fiancheggiata da dipinti, artigianato, vari souvenir, oggetti d’antiquariato, camicie ricamate ucraine tradizionali e asciugamani offerti dai venditori ambulanti. È su Andreevsky Spusk che la maggior parte degli ospiti della città acquista souvenir.

Andrew's Descent
Una galleria di dipinti percorre l’intera strada

Alcune delle opere di artisti e artigiani locali sono molto interessanti, ma tuttavia, il costo dell’opera è spesso troppo elevato e nessuno sarà in grado di garantire che la camicia ricamata proposta sia davvero “uscita” per circa cento anni.

Andrew's Descent
Venditori ambulanti su Andreevsky Spusk

“Inseguendo due lepri”

Il monumento agli eroi del popolare film “Chasing Two Hares” – Svirid Petrovich e Prona Prokopovna è diventato una nuova attrazione di Andriyivsky Spusk. I segni locali sono già associati al monumento: se strofini l’insetto sul manto di Golokhvastov, sarai fortunato in questioni finanziarie e se tieni Pronya con il mignolo “sporgente”, sarai sicuramente fortunato nell’amore.

C’è anche un ristorante molto colorato con lo stesso nome nelle vicinanze. Al ristorante “Chasing Two Hares” puoi provare piatti tradizionali ucraini e slavi della vecchia chiesa.

Andrew's Descent
Monumento agli eroi del film “Chasing Two Hares”

Sorprendentemente, queste sono lontane da tutte le attrazioni che si possono vedere in questa strada piuttosto breve..

Continuando il tema di Montmartre e il caffè “Vernissage”, situato su Andreevsky Spusk nel numero civico 30, il cui interno è stato progettato nello stile dei famosi bistrot francesi. A proposito, i mobili che hanno arredato il caffè sono stati portati da Parigi, dove molti anni fa il nonno dell’attuale proprietario di Vernissage teneva il bistrot.

I viaggiatori attenti troveranno una tortuosa scala in ghisa tra le case n. 22-b e 20-b, lungo la quale si può salire sulla collina del castello. La cima della montagna è interessante in quanto offre non solo una vista pittoresca sulla superficie dell’acqua del Dnepr e della chiesa di Sant’Andrea, ma anche un cimitero con una vecchia cripta, quindi questo posto è popolare tra gli informali.

Ci sono anche due teatri su Andreevsky Spusk: “The Wheel” (casa n. 8) e “Theater on Podol” (casa n. 20-b). Qui puoi vedere sia spettacoli basati su opere di classici che nuove performance basate su opere di autori contemporanei..

Sfortunatamente, un’altra attrazione di Andreevsky Spusk – il Cat Begemot, che adornava la facciata dell’edificio accanto alla casa-museo di Bulgakov (anche se lo scrittore ha creato Il Maestro e Margarita già a Mosca), è scomparso letteralmente in una direzione sconosciuta.

Behemoth Cat
Behemoth Cat

Rimase solo la facciata a brandelli dell’edificio. Tuttavia, non è la prima volta che Behemoth scompare in questo modo – senza lasciare traccia e misteriosamente, ma molti residenti locali, commercianti e clienti abituali di Andreevsky Spusk rimpiangono ancora questa perdita.

Ricostruzione

Non molto tempo fa, alla fine di settembre, le autorità di Kiev hanno iniziato una ricostruzione su larga scala della Discesa Andriyivsky, la cui necessità è maturata molto tempo fa. Le facciate di alcuni edifici storici con vernice scrostata, pubblicità sbrindellate e balconi fatiscenti sembravano dolorosamente sgradevoli..

La discesa di Andrew prima dell'inizio della ricostruzione
La discesa di Andrew prima dell’inizio della ricostruzione

E le paure più grandi sono state ispirate dalle pietre per lastricati della famosa strada. In molti punti, le pietre sono cadute, lavate via dallo scioglimento e dall’acqua piovana, in modo che la discesa di Andreevsky, già non distinta da una strada perfettamente pianeggiante, diventasse semplicemente pericolosa per il movimento.

La discesa di Andrew prima dell'inizio della ricostruzione
Le condizioni delle pietre per lastricati sono scarse

La ricostruzione è prevista per essere completata a maggio del prossimo anno, giusto in tempo per l’apertura del campionato europeo di calcio, che, ricordiamo, si svolgerà in Polonia e Ucraina. Molte persone a Kiev temono che dopo la ricostruzione, la Discesa Andriyivsky diventerà un’altra “strada delle boutique” senza volto.

Tuttavia, le autorità promettono di preservare l’atmosfera dell’ucraina Montmartre e persino di lasciare invariati i venditori ambulanti, dotandoli di luoghi commerciali più civili. Si prevede di riparare le comunicazioni, sostituire le fognature temporalesche, rendere più verde la strada, eseguire riparazioni cosmetiche alle facciate degli edifici (queste spese saranno molto probabilmente trasferite dalle autorità di Kiev ai proprietari e agli inquilini di edifici storici), nonché di installare lo stesso tipo, creato nello stile dell’inizio del secolo scorso, lampade e negozi lungo l’intera discesa di Andreevsky.

Anche il pavimento sarà ripristinato e, al fine di mantenere intatti i ciottoli, la discesa di Andreevsky si trasformerà in una zona pedonale, dove saranno consentite solo ambulanze, pompieri e polizia.

Ricostruzione di Andreevsky Spusk
La ricostruzione di Andreevsky Spusk è già iniziata

Ora, mentre i lavori di ristrutturazione sono in corso, i venditori ambulanti sono stati temporaneamente “trasferiti” nel vicolo paesaggistico, ma in primavera hanno in programma di tornare di nuovo, definendosi “custodi dello spirito della discesa di Andriyivsky”.

Nel frattempo, nonostante tale prosperità visibile, le voci secondo cui diversi edifici a più piani inizieranno a essere eretti su Andriyivsky Descent stanno camminando ostinatamente intorno alla capitale dell’Ucraina, anche se sono già stati negati più volte dal governo e dal municipio..

I residenti e gli ospiti di Kiev vedranno in cosa si trasformerà la Discesa Andriyivsky dopo la ricostruzione e se riuscirà a preservare il suo aspetto unico la prossima primavera..

Possiamo solo sperare che le autorità della capitale comprendano quanto sia importante (e amata) questa strada, con la quale solo la più pretenziosa e capitale Khreshchatyk può essere paragonata per importanza a Kiev..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy