Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Sempre più spesso, nelle pubblicazioni e nelle interviste dedicate alla costruzione e all’interior design, si incontrano parole come “veganismo” e sostenibilità. Il nostro sito di consulenza ha deciso di capire quali sono questi nuovi, guadagnando punti di forza nell’interior design e nella costruzione di edifici residenziali.

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Non sorprenderete nessuno con l’eco-stile all’interno. Ma la sostenibilità è un concetto più ampio. Come dice Wikipedia, è la sostenibilità dell’ambiente, la sua capacità di resistere all’impatto umano. L’umanità sta cambiando il mondo, influenzando attivamente la natura. E oggi, molti stanno riflettendo sull’importanza dell’edilizia sostenibile e dell’interior design. In particolare, questa tendenza si sta sviluppando in tutti i paesi europei, dove sostenibilità e veganismo in termini di design degli interni non sembrano più essere qualcosa di nuovo e strano. Il portale metterà in evidenza i principi fondamentali di questa tendenza..

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Principio uno: efficienza energetica

Negli ultimi decenni, i requisiti per l’isolamento della casa sono aumentati in modo significativo. Ciò consente di ridurre i costi di riscaldamento e condizionamento dell’aria, per risparmiare le risorse energetiche del nostro pianeta. Le finestre sono sempre efficienti dal punto di vista energetico, l’illuminazione è economica. Persino tende e persiane possono aiutare a rendere le case più efficienti dal punto di vista energetico proteggendo le stanze dalla luce solare e mantenendole calde all’interno degli edifici, affermano gli esperti. Arriva al punto che molti europei tornano di nuovo ai tappeti della casa per non dotare un pavimento caldo che richiede elettricità.

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Il secondo principio è l’uso di materiali che non danneggiano la natura

Sembra che la cosa principale sia usare materiali naturali. Ma questo non è affatto vero! Il veganismo negli interni implica il rifiuto dei materiali che sono stati prodotti causando danni agli esseri viventi e alla natura in generale. Oggi i vegani in Europa rinunciano alla lana e alla seta, per esempio. Perché? Poiché le pecore vengono tosate senza anestesia, gli animali spesso subiscono ferite e soffrono. E i bachi da seta muoiono quando prendono i loro bozzoli per la produzione di seta..

I sostenitori della sostenibilità all’interno consigliano di scegliere il legno solo con l’etichetta FSC. Ciò assicurerà che sia stato adeguatamente preparato. Il bambù è di tendenza, perché cresce molto rapidamente, recupera dopo il taglio. È chiaro che il veganismo all’interno significa rinunciare a divani e poltrone in pelle. E anche da piccole cose come maniglie per armadi e cassetti fatti di corni di animali.

Gli escursionisti ecologici usano holofiber invece di cuscini di piume, tappeti di bambù e lino invece di tappeti di lana. E la pelliccia naturale è sostituita da sintetici.

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Principio tre: minimizzazione dei rifiuti

Se qualcosa può essere riutilizzato, allora devi farlo! Non dovresti buttare via la tua vecchia cassettiera o cambiare il set da cucina. Come già scritto nel portale, ad esempio, le facciate delle cucine in MDF sono facili da ridipingere. I designer sono fiduciosi che a qualsiasi cosa vecchia possa essere data nuova vita. Inoltre, si sta sviluppando la produzione di materiali sintetici da rifiuti riciclati. Sono questi i prodotti che gli aderenti alla sostenibilità degli interni cercano di scegliere per le loro case..

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Principio quattro – interno resistente

Sì, più spesso i proprietari effettuano riparazioni, rimodellano l’interno, più consumano e più impatto sull’ambiente. Pertanto, un approccio ecologicamente responsabile significa arredare interni che non si desidera modificare da molto tempo. Una palette neutra, arredi senza tempo, finiture di alta qualità ti permetteranno di creare un design degli ambienti che rimarrà rilevante per molti anni. Di conseguenza, riparazioni e modifiche non saranno necessarie a breve. Semplicità e funzionalità dovrebbero prevalere su decorazioni e decorazioni e gli interni laconici non passeranno di moda per molto tempo..

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Principio 5 – facilità di manutenzione

Meno tempo e prodotti chimici per la casa vengono spesi per la pulizia e la manutenzione degli interni, meglio è. Inoltre, i dettagli di rifinitura e design dovrebbero essere facili da sostituire e rinnovare. Ad esempio, i tappeti modulari sono più ecologici del solito. Dopotutto, è possibile sostituire un singolo pezzo e non l’intero rivestimento. Tutte le superfici dovrebbero essere tali da accumulare meno polvere possibile e facili da pulire con prodotti ecologici.

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Veganismo e sostenibilità negli interni: nuove tendenze europee

Quando si tratta di interni, la sostenibilità va di pari passo con il design biofilo. Implica che la natura entri letteralmente nella casa dell’uomo. E questo significa un’abbondanza di piante d’appartamento, che diventano un elemento integrante del design di tutte le stanze di una casa o appartamento..

In generale, è necessario pensare a come influenziamo il mondo che ci circonda. E prova ad applicare principi semplici e comprensibili di un approccio responsabile verso l’ambiente quando equipaggia il tuo interno.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy