Loggia come parte dello spazio abitativo

Oggi parleremo in modo più dettagliato di unire la loggia allo spazio abitativo comune dell’appartamento, di varie soluzioni di design a questo problema e il lato tecnico della questione..

A differenza della semplice vetratura, che puoi fare da solo o con l’aiuto di aziende specializzate in questo, aderire a una loggia è un processo piuttosto complicato e richiede di contattare una società di riparazione e costruzione seria. A proposito, tali aziende aiutano a formalizzare le questioni legali relative a questo: il fatto è che questo tipo di riqualificazione richiede il consenso dell’MVK (commissione interdipartimentale) nella prefettura distrettuale. Di norma, il cliente non ha tempo per l’approvazione e, inoltre, un progetto eseguito con competenza può essere eseguito solo da un designer professionista.

Prima di tutto, l’idea di attaccare una loggia nasce dai proprietari di quegli appartamenti dove ogni metro conta e dove è semplicemente necessario sfruttare qualsiasi opportunità per aumentare lo spazio abitativo. In tali “bambini” non è sempre possibile liberarsi delle partizioni extra a causa del fatto che di solito sono portanti. E quindi l’unico modo per aumentare in qualche modo lo spazio è quello di combinare la loggia e gli alloggi.

Se decidi di prenderlo, allora devi iniziare a lavorare con una recinzione, che può essere fatta di mattoni o lastre di cemento armato. Molto spesso, c’è un posto per il drenaggio sotto la recinzione. Pertanto, prima di isolare la loggia, è necessario chiudere tutte le fessure sul fondo e, se necessario, dai lati. Questo può essere fatto posandoli con mattoni.

La fase successiva del lavoro è l’installazione di blocchi di finestre. Per la smaltatura di logge con questo tipo di riqualificazione, viene spesso utilizzato un profilo cavo in PVC rigido (polivinilcloruro) con pareti sottili. Tale profilo è resistente all’usura, difficilmente infiammabile, non conduce corrente elettrica, inoltre trattiene bene il calore e fornisce la resistenza meccanica necessaria. Per questo, le pareti del profilo non sono più sottili di 3 millimetri e all’interno viene inserito un rinforzo in acciaio zincato con uno spessore di 1,5 mm, 2 mm o 3 mm. Sul mercato russo, è possibile trovare una varietà di sistemi di tali profili, a nostro avviso, è necessario interrompere la scelta sui prodotti delle società tedesche VEKA o REHAU.

Ad esempio, il sistema di profili di porte e finestre in PVC della società VEKA consente di assemblare un gran numero di vari tipi di strutture, non solo quelli indicati nel catalogo dell’azienda, ma anche quelli inventati da voi. Puoi scegliere la larghezza del telaio, il numero di porte e il modo di aprirle ciascuna, il numero di parti “cieche”, il tipo di unità di vetro (camera singola o doppia camera). Raccomandiamo una doppia camera (con tre bicchieri), che migliorerà significativamente l’isolamento termico e acustico.

Solo dopo aver completato i lavori relativi al muro esterno, puoi iniziare a smantellare la finestra, la porta del balcone e ad espandere l’apertura risultante. Le maggiori difficoltà sorgeranno quando si risolve il terzo problema, poiché non sempre consente di ottenere il risultato desiderato. Nelle case a pannelli, le pareti esterne sono generalmente realizzate con pannelli di cemento armato a cerniera. In essi, puoi solo tagliare il davanzale della finestra e anche a condizione che gli accessori di lavoro non siano danneggiati. Nelle case di mattoni, il muro esterno può essere portante e autoportante.

Nella prima opzione, è possibile rimuovere solo una parte del muro sotto la prima finestra, nella seconda è possibile espandere l’apertura a causa delle pareti laterali.

L’isolamento stesso richiede la massima accuratezza e accuratezza. Ti parleremo di questo passo dopo passo. Innanzitutto, viene montato un telaio (in legno o metallo), quindi viene posata una barriera al vapore (polietilene, lamina), quindi isolamento e impermeabilizzazione (polietilene, feltro per coperture, mastice). A differenza di pareti e soffitti, dove è possibile utilizzare un isolamento leggero (lastre di lana minerale), il pavimento deve essere isolato con un isolamento rigido (“Formglas” o “Stirodur”). È vietato l’uso del polistirolo per l’isolamento, poiché è un materiale pericoloso per l’incendio e, inoltre, emette sostanze tossiche durante la combustione.

I materiali per la finitura dello spazio risultante vengono selezionati in base al fatto che tu voglia vederlo visivamente combinato con la stanza o meno.

Di norma, le superfici delle pareti laterali e del soffitto sono rivestite con cartongesso, che può essere verniciato, incollato con carta da parati o impiallacciato con pannelli di legno. Parquet, piastrelle in ceramica e moquette sono adatti per la pavimentazione. È meglio installare un pavimento caldo sull’ex loggia, sostituirà tutti i dispositivi di riscaldamento necessari.

L’uso funzionale dello spazio risultante può essere variato.

Ad esempio, in questo caso, la camera da letto più comoda è risultata dalla loggia. Prima della riqualificazione, i proprietari, a cui piaceva ricevere gli ospiti, dovevano combinare le funzioni di una stanza privata e di un soggiorno sullo stesso territorio, che per loro non andavano bene. Per fare una camera da letto, hanno deciso di collegare una loggia all’area della cucina. Il risultato è una specie di alcova che ospita un posto letto e comodi ripiani per oggetti personali. Ma non si fermarono qui e, prendendo parte dell’area dalla cucina, sistemarono uno spogliatoio vicino alla camera da letto, dividendoli con porte scorrevoli. Per separare l’area personale dalla cucina, è stata eretta una partizione. La riqualificazione ha interessato anche altri locali: il resto dell’area cucina è stato combinato con la stanza.

Prima della riqualificazione

Dopo la riqualificazione

Nell’area risultante, c’era un posto per un’area domestica, un gruppo da pranzo con un bar e un’area ricreativa. Ora l’appartamento un tempo piccolo si è ampliato magicamente di una stanza. Tali progetti non sono comuni, ma caratterizzano chiaramente il potenziale del designer..

Più spesso, c’è un’opzione quando la loggia non crea una stanza aggiuntiva, ma scorre organicamente in una stanza già esistente, aumentandola. In questo caso, attaccando una loggia, è stato possibile creare una zona pranzo nel soggiorno. La cucina non poteva ospitare un grande tavolo e metterlo in una stanza separata era troppo scomodo.

Dopo la riqualificazione, il tavolo da pranzo, posizionato sul podio, si adatta comodamente vicino alla grande finestra.In ogni caso, lo spazio della loggia può essere utilizzato in diversi modi, a seconda della stanza in cui si trova accanto. Molto spesso, il vicino della loggia è la camera da letto, che combina con la loggia, è possibile ottenere un meraviglioso boudoir o un luogo accogliente per conversazioni romantiche per due. Le persone impegnate possono organizzare un ufficio sul nuovo territorio, recintando la stanza con pannelli scorrevoli o semplicemente tende. Biblioteca, spogliatoio, palestra: tutto questo, se lo si desidera, è possibile creare sulla piazza della ex loggia. Se la tua loggia è adiacente alla cucina, puoi creare spazio per un bar, una mini-sala da pranzo o usarla come una piccola area relax, dove puoi ammirare i tramonti o sederti con gli amici davanti a un bicchiere di vino dalla finestra splendidamente ordinata.

Se parliamo degli svantaggi di tali connessioni, allora sono piuttosto costruttive e si riferiscono alla differenza del livello del pavimento, al portale formato dalle sporgenze del vecchio muro e dell’architrave sopra la vecchia finestra. Ma si trasformano facilmente anche in vantaggi, basta battere abilmente questa zonizzazione forzata. Belle tende, colonne, banconi da bar, gradini sono perfetti per questo. La cosa principale in una tale riqualificazione è che la loggia diventa una parte organica dello spazio abitativo comune..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy