Tecnologia di produzione di pavimenti leggeri a base di cartone ondulato

Sezioni dell’articolo



Come fare a meno dei pesanti pavimenti in cemento armato e organizzare un pavimento leggero e affidabile in soffitta con travi in ​​legno? Leggi in questo articolo sulla tecnologia per la produzione di soffitti leggeri a base di cartone ondulato.

Tecnologia di produzione di pavimenti leggeri a base di cartone ondulato

Abbastanza spesso, per una ragione o per l’altra, lo sviluppatore rifiuta pavimenti in cemento armato pesanti e costosi, preferendo le normali travi in ​​legno. Ed ecco una situazione classica: hai comprato una casa incompiuta con una decorazione interna parziale, dove l’attico non era progettato affatto. Ma l’altezza ti consente di organizzare una o due stanze qui. Non sprecare gli stessi metri quadrati gratuiti. In questi casi il compito principale è quello di rendere il pavimento.

Ci sarebbe un solido supporto e il resto è una questione di tecnologia. E organizza le partizioni in cartongesso e allunga il riscaldamento, in generale, qualunque cosa tu dica, ma devi iniziare con la sovrapposizione.

Su travi in ​​legno, vengono spesso utilizzati due tipi di pavimenti. Questi sono pavimenti in legno e pavimenti a base di cartone ondulato. L’albero costerà allo sviluppatore quasi la metà del prezzo (1 m2 assi di pino di 40 mm di spessore costeranno circa 200 rubli, mentre 1 m2 cartone ondulato di circa 350 rubli), ma il ferro è molto più leggero (1 m2 il cartone ondulato H60 pesa 10 kg, mentre anche il pino secco da 18 kg) e più duro. Sono queste due qualità che determinano la scelta più spesso a favore di una fondazione in cartone ondulato.

Valutazione della situazione

Prima di iniziare i lavori, è necessario valutare la situazione e delineare un piano generale di misure.

Idealmente (da fare senza smantellare le opere) abbiamo un sistema “nudo” di travi installato tra le pareti portanti ad intervalli di 90 cm. Naturalmente, questo stato di cose non ci soddisfa. Quindi il compito numero uno sarà quello di costruire un piano in soffitta..

Colpire zero e trovare il punto più alto

Per fare ciò, dobbiamo prima determinare il punto più basso e più alto nel nostro sistema di travi esistente. Il compito, ovviamente, sarà notevolmente semplificato dalla presenza di un livello laser, ma se non ce n’è nessuno, si può fare con il solito livello idroelettrico. Per fare ciò, avvitiamo le “bandiere” alle travi estreme, le lamelle installate verticalmente alte 50–80 cm. Le “bandiere” sono installate ad intervalli di 1,5–2 m, ed è sulla loro superficie che eliminiamo lo zero. Tirare il filo del pittore tra i segni zero delle “bandiere” opposte e prendere le misure da esso. Il punto della distanza minima tra il filo e la barra sarà il punto più alto della base del raggio e il punto con l’indicatore più grande sarà il punto più basso.

Tecnologia di produzione di pavimenti leggeri a base di cartone ondulato

Ritardo di installazione

Sulla base dei dati ricevuti, montiamo i ritardi. Come quest’ultimo, utilizziamo una tavola bordata di 50 mm di spessore.

Iniziamo l’installazione con la penultima trave (sulle ultime abbiamo impostato le “caselle” di cui abbiamo ancora bisogno). Usando un metro a nastro e il punto zero che abbiamo rimosso dal lato del legno, fissiamo il bordo bordato alle viti autofilettanti, tenendo conto che è 2 cm più alto del punto più alto delle travi (ci assicuriamo di nuovo nel caso in cui il punto più alto sia tra le bandiere). Facciamo la stessa operazione con un bar e all’estremità opposta della stanza. Per controllare il piano risultante, useremo un normale filo da pittura. I lacci tesi trasversalmente tra le estremità opposte dei ritardi fissi dovrebbero a malapena toccarsi e non spingersi l’un l’altro. Se tutto è corretto, ripariamo i registri più accuratamente con una connessione bullonata. Cioè, usando un trapano attraverso la tavola e la trave, eseguiamo fori attraverso un diametro di 10-12 mm. Il bullone utilizzato deve avere lo stesso diametro e adattarsi perfettamente al foro. La fase di fissaggio è di 70-100 cm. Quando i tronchi sono fissi, è possibile tirare l’allacciatura tra di loro ed esporre il resto delle schede. Gli ultimi sono di installare i registri sulle travi estreme. Per fare ciò, rimuovi le “bandiere” già non necessarie e, basandosi sulla regola sul piano costruito, imposta la tavola bordata al livello con essa.

Tecnologia di produzione di pavimenti leggeri a base di cartone ondulato

Importante: per facilitare l’installazione di bordi bordati, li montiamo prima su viti autofilettanti e solo successivamente li stringiamo a fondo con una connessione bullonata.

Installazione di cartone ondulato

Il prossimo passo nella produzione del nostro pavimento sarà l’installazione di cartone ondulato. La pavimentazione deve essere presa solo con cuscinetti zincati, gradi N60, N75, N114. Lo spessore desiderato è di 0,8 mm e oltre. Posiamo il ferro sul ceppo, si sovrappongono. Lo colleghiamo alla tavola bordata usando le rondelle. Effettuiamo l’installazione in ogni onda toccando il registro.

Tecnologia di produzione di pavimenti leggeri a base di cartone ondulato

In luoghi di sovrapposizione, è utile fissare lamiere di ferro insieme a “pulci”, questo faciliterà l’installazione di OSB in futuro.

Installazione OSB

Prima di installare OSB, coprire il cartone ondulato con un film di polietilene espanso (Gemafon) di 5 mm di spessore, questo per scopi di isolamento acustico.

Selezioniamo fogli OSB con guaina nominale con uno spessore di 11,1-11,9 mm come pavimentazione ruvida. Questo marchio è appositamente progettato per questo tipo di lavoro..

L’installazione viene eseguita secondo il principio di posa del laminato, il resto dell’ultimo foglio nella prima fila inizierà la seconda fila. Se il foglio si sdraia senza resto, la riga successiva inizia con metà del foglio. Posiamo l’OSB attraverso le onde del cartone ondulato e lo fissiamo a quest’ultimo usando viti autofilettanti per metallo 25×3,5. Il passaggio tra le viti deve essere di 15-20 cm, l’installazione viene eseguita su ogni onda. Non inseriamo i fogli in nessun caso, ci dovrebbe essere uno spazio di 2-3 mm tra loro. E tra lo scudo e il muro – 4–5 mm. La torta OSB è composta da 2 strati. Se il primo strato è stato montato, ad esempio, lungo la stanza, il secondo si trova di fronte. Per il montaggio del secondo strato, utilizziamo una vite da legno 3,5×25.

Tecnologia di produzione di pavimenti leggeri a base di cartone ondulato

Su un pavimento così ruvido, puoi facilmente montare pareti in cartongesso, posare linoleum o laminato su di esso e, se necessario, una tale sovrapposizione può essere facilmente isolata posizionando un “cuscino” di lana minerale sotto il cartone ondulato.

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy