Immobili in Irlanda – abitazioni in Europa a prezzi bassi record

Sezioni dell’articolo



Il valore degli immobili in Irlanda ha raggiunto il suo minimo storico: rispetto al 2007, i prezzi delle case sono diminuiti del 64%! Questo è il motivo per cui oggi e ora è il momento migliore per investire in abitazioni irlandesi. Inoltre, agli investitori stranieri viene fornito non solo un permesso di soggiorno permanente, ma anche la cittadinanza irlandese, che in precedenza poteva essere considerata solo da pochi. Inoltre, tutti gli acquirenti di immobili nel 2013 sono esenti dal pagamento delle tasse fino al 2016! Leggi questo e molto altro nel nostro articolo..

L’età d’oro della “tigre celtica”

Dalla metà degli anni ’90 allo scoppio della crisi nel 2008, l’Irlanda è passata dal paese più svantaggiato in Europa a un’economia in forte espansione, sussidi europei e prestiti agevolati a società multinazionali che si sono sempre sentite a proprio agio nell’ambiente irlandese multilingue e ospitale. La calamita per gli investimenti esteri è stata la bassa imposta sulle società in Irlanda – solo il 12,5%. Ecco perché oggi, nonostante le richieste dell’FMI di aumentarlo, gli irlandesi si rifiutano di farlo per continuare a garantire il flusso di investitori stranieri nel loro territorio..

La ripresa economica dell’Irlanda è iniziata con investimenti in alta tecnologia e sviluppo immobiliare esplosivo che hanno reso Dublino la città del “sogno americano” con un tasso di crescita economica fino al 6% all’anno. Il boom edilizio ha risvegliato l’entusiasmo degli irlandesi per l’acquisto di immobili e le banche hanno concesso loro prestiti senza alcun controllo governativo. Gli abitanti dell ‘”Isola di Smeraldo”, piuttosto stanchi della povertà e degli anni di attacchi terroristici, si sentirono improvvisamente residenti nel “primo mondo” e si trovarono in uno stato di euforia.

Immobili in Irlanda

La crisi è scoppiata come un fulmine a ciel sereno. L’economia è fortemente diminuita e il deficit di bilancio del 32% del PIL è diventato per l’Irlanda una specie di Frankenstein che ha causato il collasso del sistema bancario nazionale. Per mantenere la calma del mercato globale, il governo irlandese ha adottato misure urgenti per salvare le banche e ha imposto tagli draconiani alle entrate degli irlandesi, che, come ai vecchi tempi, dovevano ripulire gli errori dei loro funzionari e banchieri..

Quattro mesi dopo l’esplosione finanziaria, le agenzie di rating, che hanno sempre tenuto in grande considerazione le banche irlandesi, hanno perso ogni credibilità. Il paese ha dovuto affrontare una scelta: salvataggio dall’FMI, dall’UE e dalla Banca centrale europea o fallimento. L’Irlanda non ha avuto altra scelta che accettare l’assistenza dell’FMI, che ha versato 890 milioni di euro in cambio di condizioni difficili che hanno richiesto il suo adempimento incondizionato. Altrimenti, il crollo minaccerebbe non solo l’Irlanda, ma tutta l’Europa..

Città fantasma

Oggi, il debito bancario di ogni famiglia irlandese è in media di 132.000 euro, mentre i prezzi degli immobili sono diminuiti del 64% dal 2007. Allo stesso tempo, il tasso di disoccupazione del paese ha raggiunto l’apice: circa 2 milioni di irlandesi (la maggior parte dei quali di età compresa tra 20 e 34 anni) erano disoccupati su una popolazione totale di 4,5 milioni!

Nonostante la caduta globale dei prezzi, oggi il 15% degli immobili irlandesi è vuoto. Intere aree fantasma hanno riempito le città dell’Irlanda, dove durante il boom edilizio sono state costruite oltre 550.000 proprietà residenziali. Oggi, quasi 300.000 appartamenti e case private non riescono a trovare i loro acquirenti e il governo sta stanziando milioni di dollari per proteggere gli edifici fantasma..

Immobili in Irlanda

Da luglio 2012, l’Irlanda è passata a misure più drastiche e ha iniziato una massiccia demolizione di case vuote e non finite. Oggi ci sono circa 1.850 complessi residenziali incompiuti nel paese che rappresentano una vera minaccia per la sicurezza della popolazione. Più di recente, un ragazzo è morto in Irlanda dopo essere entrato nel territorio di una di queste strutture fantasma. Questo è servito come un altro impulso per la demolizione più rapida di immobili non reclamati. Al suo posto, verranno creati nuovi terreni agricoli nelle aree suburbane.

Rianimazione del settore abitativo

Impantanata in una crisi, l’Irlanda sta cercando di stabilizzare la sua posizione finanziaria il più rapidamente possibile. A tal fine, nel 2013, il governo del paese prevede di risparmiare 3.500 milioni di euro tagliando la spesa pubblica e introducendo una nuova imposta sulla proprietà. Quindi, da luglio di quest’anno, i proprietari di case per un valore superiore a 1 milione di euro pagheranno annualmente al tesoro lo 0,25% del loro valore nominale, mentre il resto dei proprietari sarà tassato allo 0,18%. Queste misure si aggiungono alla legge già introdotta nel 2011, secondo la quale lo stato raccoglie ogni anno 100 euro da ogni proprietà residenziale di proprietà degli irlandesi..

Per rilanciare il settore dell’edilizia abitativa, il governo irlandese sta andando a nuove promozioni senza precedenti: tutti gli acquirenti di immobili nel 2013 sono esentati dal pagamento delle tasse fino al 2016 e coloro che non sono inclusi in questa categoria, “determinano il valore della loro proprietà”, guidati dalle tariffe attuali.

Immobili in Irlanda

Inoltre, dall’inizio di quest’anno, l’Irlanda ha lanciato un altro programma per attirare investitori e imprenditori stranieri: oggi gli vengono concessi permessi di soggiorno e cittadinanza in cambio dell’acquisto di immobili per un importo di 500 mila euro, l’acquisto di debito pubblico con bassi tassi di interesse o investimenti in creazione di imprese con un investimento minimo di 500 mila a 2 milioni di euro.

Esiste un altro programma speciale per gli stranieri che desiderano avviare un’attività in proprio con un investimento minimo di 75.000 euro: viene rilasciato un permesso di soggiorno per un periodo di 2 anni per sviluppare la propria attività. Oggi in Irlanda l’87% degli investitori e degli acquirenti di proprietà sono stranieri.

Valore abitativo

I prezzi degli immobili in Irlanda hanno toccato i minimi storici e si prevede che rimarranno invariati per molti anni. Il prezzo medio di una casa o appartamento privato nel paese non supera i 100 mila euro, che è 1/3 del loro costo originale nel 2007. Oggi, per acquistare una proprietà, l’irlandese medio avrà bisogno della somma del suo stipendio di 3 anni su un reddito di 36.000 euro all’anno. Per fare un confronto: nel Regno Unito, l’acquisto di una casa costa 4 stipendi annuali, mentre in Spagna ciò richiederà 8 anni di guadagno.

Oggi in tutta l’Irlanda puoi vedere case abbandonate senza proprietari, solitari lungo il lato della strada e gru, arrugginite dal disuso e frequenti piogge. Qui tutto è immobile e solo alcuni gabbiani sorvolano le terre desolate spettrali in cerca di cibo. Ecco come appare oggi la nuova area portuale di Dublino: le Docklands con il fiume Liffey che l’attraversa, che separa il nord proletario della capitale e il lato sud con la sua atmosfera bohémien, appartamenti di lusso e le migliori discoteche. L’immagine dei Docklands è deprimente: nuovi edifici abbandonati, cartelli in vendita o in affitto a cui nessuno è interessato, tram vuoti in cui nessuno entra e nessuno parte alla fermata Spencer Dock per un semplice motivo: quasi nessuno vive in questa zona…

Immobili in Irlanda

Churchtown House – un’elegante casa in stile georgiano a Dublino, costruita nel 1870 – è un altro simbolo di boom to bust: questo è ciò che gli anglosassoni chiamano la transizione dal successo al fallimento. Questa enorme residenza, un tempo sede dell’ambasciata olandese in Irlanda, è stata venduta 4 volte in 13 anni. Nel 1997 l’edificio fu venduto per 700 mila euro, 200 mila euro in più del previsto. Nel 2006, la casa ha trovato un nuovo acquirente per 10,5 milioni di euro. Oggi l’amministratore della società fallita, che era il suo ultimo proprietario, sarà felice di ricevere per lui almeno 3 milioni di euro..

I prezzi degli appartamenti a Dublino dipendono dalla zona, anche se nel corso degli anni della crisi, la differenza di prezzo si è notevolmente “offuscata”. Oggi l’appartamento è di 42 mq. m con una camera da letto nel centro della città è abbastanza realistico da acquistare per 75 mila euro. Affittare tali appartamenti può portare entrate al proprietario dai 900 ai 1500 euro al mese. Dublino è una città studentesca con 4 università, una delle quali – il Trinity College – è una delle università più famose e prestigiose al mondo. La domanda di affitto è sempre molto alta qui, il che rende particolarmente interessanti gli investimenti nel settore immobiliare di Dublino.

Gli appartamenti a 2 e 3 locali in una delle zone più popolari e tranquille di Dublino – FinglasVillage – costano da 80 mila euro. Nonostante i prezzi abbordabili, molti di loro non sono stati in grado di trovare i propri clienti per più di 3-4-5 anni. La maggior parte degli appartamenti viene venduta con mobili e un set completo di elettrodomestici, molti hanno il proprio giardino, terrazza e parcheggio.

I prezzi degli immobili nella zona d’élite di Dublino – Ballsbridge – sono leggermente più alti che in altre zone della città, ma si confrontano favorevolmente anche con il costo degli alloggi in altre capitali europee. Quindi, un appartamento di 80 metri con 2 camere da letto, 1 soggiorno, 2 bagni e un balcone può costare qui da 180 mila euro. Allo stesso tempo, la contrattazione è appropriata qui, e il prezzo finale può differire in modo significativo da quello dichiarato all’inizio. Case private e ville nella capitale, arredate e in condizioni impeccabili, oggi possono essere acquistate da 140 mila euro. Il costo degli alloggi in altre città in Irlanda è generalmente inferiore a quello di Dublino e in molti casi non raggiunge i 100 mila euro..

Immobili in Irlanda

Oggi, il 60% degli acquirenti stranieri di immobili nel paese sono britannici, il 15% sono residenti in altri paesi europei, il 10% sono americani e un altro 15% sono immigrati irlandesi. E dallo scorso anno, i residenti in Russia hanno aderito attivamente all’acquisto di alloggi in Irlanda. Quindi, nel febbraio di quest’anno, in soli due giorni, i russi hanno acquistato 17 immobili irlandesi per un totale di 1 milione di euro.

Acquisto immobiliare in Irlanda

La procedura per l’acquisto e la registrazione di immobili in Irlanda prevede diverse fasi. Dopo aver scelto una proprietà residenziale, avrai bisogno dell’aiuto di un avvocato (avvocato) che si occuperà della preparazione dei documenti di acquisto e sarà responsabile di tutte le questioni legali ad esso correlate. I suoi servizi di solito costano € 900-1000, anche se alcuni degli avvocati più esperti preferiscono ricevere una commissione dell’1,5% del costo degli alloggi più il 21% di IVA. Aggiungi altri € 150 a questo importo per le spese generali. Al momento dell’acquisto di immobili all’asta, è necessario pagare l’intermediario 1-3% del suo valore totale più un ulteriore 21% di IVA.

Prima di concludere l’affare, il tuo avvocato stipula un contratto preliminare di vendita e acquisto con l’avvocato del venditore, dopo di che paghi un acconto del 10% del valore dell’immobile (deposito di prenotazione). Questo importo ti viene completamente rimborsato se, per qualsiasi motivo, cambi idea sull’acquisto e non hai ancora firmato il contratto finale.

La maggior parte degli acquirenti russi paga l’intero valore della proprietà in una volta e di solito non ha bisogno di un prestito. Tuttavia, ciò non esclude che alcuni di loro avranno ancora bisogno di un mutuo, soprattutto perché sono molto fedeli all’emissione di prestiti a stranieri in Irlanda. Naturalmente, la banca studierà attentamente il tuo “dossier” e tutte le garanzie fornite da te, ma allo stesso tempo avrai un’opportunità molto reale di ottenere un mutuo nella quantità dal 40 al 60% del valore totale della proprietà ad un tasso di interesse annuo dal 5 al 7%.

Immobili in Irlanda

Nel caso di un acquisto a credito, la banca invia il proprio valutatore per determinare il valore reale delle abitazioni e un ingegnere (ingegnere) per valutare le sue condizioni tecniche. Senza la necessità di credito, non hai bisogno di un perito o di un ispettore, a meno che tu stesso non voglia invitarli per assicurarsi che il tuo acquisto sia corretto. In questo caso, i servizi di ciascuno di essi ti costeranno 100-150 euro. È facoltativo, ma altamente desiderabile ispezionare la tua proprietà futura da un geometra che controllerà attentamente i confini del tuo sito con il piano, assicurerà che i vicini non abbiano spostato la loro recinzione nel tuo territorio, ecc. Di solito i suoi servizi costano 150-200 euro.

Inoltre, esiste la cosiddetta imposta di bollo, il cui importo dipende dal valore della casa e dallo status dell’acquirente (se è un investitore, se sta acquistando la sua prima casa in Irlanda, ecc.). Per acquisti immobiliari fino a € 317.500, gli acquirenti sono esenti da questa imposta. Gli investitori e i proprietari di seconde case nel paese sono tenuti a pagare l’imposta di bollo allo stato, indipendentemente dalla loro spesa.

Dopo che il tuo avvocato controlla se la casa ha debiti o altri obblighi, puoi procedere alla fase attiva dell’acquisto: prendere un prestito dalla banca (se necessario), concludere un accordo finale nel catasto (costo del servizio – 500 euro ), pagamento di denaro al venditore (tramite avvocati) e nuova registrazione del proprietario nel registro immobiliare (costo del servizio – da 300 a 1000 euro). Successivamente, l’avvocato ti consegna l’intero pacchetto di documenti e le chiavi della tua nuova casa.

Alcuni fatti utili su alloggi e altri costi

Il più delle volte il riscaldamento dell’acqua, il riscaldamento e le stufe in Irlanda sono elettrici. Le bollette dell’elettricità vengono pagate ogni 2 mesi e in media 170 euro a famiglia. L’uso dell’acqua nel paese è gratuito.

La licenza TV più semplice con 4 canali costa 160 euro all’anno. La connessione Internet con un telefono costa circa 43 euro al mese. Il pagamento medio per l’affitto di un appartamento è di 800-1100 euro al mese, per l’affitto di un parcheggio – circa 50 euro al mese. La raccolta dei rifiuti in Irlanda viene pagata e costa in media 240 euro all’anno (a carico del proprietario).

Molti castelli, musei, giardini e parchi in Irlanda sono gratuiti. Un biglietto per il cinema qui costa 10 euro, per la galleria nazionale – 7 euro, per lo zoo – 10 euro, per un autobus turistico a Dublino – 16 euro, per un viaggio in tram – da 1,5 a 3 euro, un biglietto del tram per 7 giorni – da 12 a 22 euro, a seconda della zona, pass per 1 giorno – 6,20 euro, per 3 giorni – 13,50 euro, per 5 giorni – 19 euro, per 10 giorni – 22 euro. Una corsa in taxi dall’aeroporto al centro di Dublino costa 22 euro, la stessa tratta in autobus costerà 8 euro.

Vantaggi dell’acquisto di proprietà in Irlanda

Ottenere un permesso di soggiorno permanente e cittadinanza irlandese al momento dell’acquisto di immobili per un importo di 500 mila euro.

Immobili in Irlanda

Ottenere un permesso di soggiorno per 2 (a volte 3) anni quando si acquista un immobile commerciale, seguito dall’apertura e dalla gestione di un’impresa.

Ricezione preferenziale di un visto per ingressi multipli per un massimo di 1 anno e possibilità di rimanere nel paese per un massimo di 90 giorni in ogni metà dell’anno.

Investimenti immobiliari nell’isola più verde del mondo, con ecologia più pulita, clima mite, condizioni di vita confortevoli, standard di vita europei e un atteggiamento amichevole nei confronti degli stranieri.

Ricezione costante di dividendi dal noleggio di immobili, soprattutto quando si tratta di Dublino.

Quartiere con uno dei paesi più sviluppati del mondo: la Gran Bretagna. Informazioni utili: l’Irlanda ha annullato i visti per soggiorni di breve durata per i russi fino al 31 ottobre 2016. Ciò significa che tutti i residenti russi possono entrare liberamente nel territorio irlandese con un visto valido per il Regno Unito..

Valuta l'articolo
( Ancora nessuna valutazione )
Condividi con gli amici
Suggerimenti su qualsiasi argomento da parte di esperti
Aggiungi un commento

Cliccando sul pulsante "Invia commento" acconsento al trattamento dei dati personali e accetto la informativa sulla privacy